martedì 17 gennaio 2017

Un ponte a Mantova (seconda parte)


Dopo una mattinata intensa di visite (se vi siete persi la prima parte della visita di Mantova, la trovate QUI), ci meritiamo il dovuto ristoro per pranzo. I nostri amici infatti ci portano a fare una degustazione di tofu e seitan (ah, no, questo è lo scherzo che ci hanno fatto, che burloni! :-D), un bel pranzetto da Lo Scalco grasso. La cucina dello chef Vanni Righi parte dalla tradizione, ma è un'osteria contemporanea e quindi presenta piatti moderni e molto interessanti. Ma non mancano anche quelli della tradizione. Insomma, si va sul sicuro in entrambi i casi.












E' l'ora del Te. Ok, questa non potevo farmela sfuggire. E' il momento di andare a visitare l'altro Palazzo assolutamente da non perdere a Mantova, ovvero Palazzo Te, che non ha niente a che vedere con la deliziosa bevanda. E' una residenza progettata da Giulio Romano, dedicata allo svago. Oggi splendido museo con tante sale che lasciano i visitatori a bocca aperta. La Mantova card permette l'accesso senza dover fare la fila per i biglietti.














Ci spostiamo dall'altra parte del ponte lungo la SP10, verso la rocca di sparafucile. Da qui c'è una bellissima vista sulla skyline di Mantova che merita davvero per una bella foto panoramica, semmai al tramonto. E direi che mi sono deliziato a vedere questo tramonto e dalla quantità di foto si vede 😍













Per cena, i nostri amici ci deliziano con 3 tipi di tortelli di zucca (mamma mia che bontà!) e la serata prosegue nel migliore dei modi tra chiacchiere, buon cibo e buon vino.






Dedichiamo il giorno seguente alla visita di Sabbioneta, dove ci spostiamo dopo aver fatto colazione in hotel e qualche foto mattutina con la nebbia.
Anche qui non mancano i punti di interesse che possiamo visitare sempre con la Mantova card, ad iniziare dal Palazzo Giardino, proseguendo per Palazzo Ducale, la splendida Chiesa dell'Incoronata e finendo nel bellissimo teatro all'antica.












Pranzeremo all'enoteca Finzi a Rivarolo Mantovano prima di essere accompagnati a Modena, dove faremo un giretto veloce prima di riprendere il treno per rientrare a casa.

Sono davvero contento di essere stato a Mantova, è stato un bellissimo fine settimana, ricco di arte, cultura, bei posti, ottimo mangiare e splendida compagnia dei nostri amici che ringraziamo per l'ospitalità, per averci fatto da guide (e che guide!) e per l'amicizia.

Fabio