giovedì 23 giugno 2016

Vienna: secondo giorno (seconda parte)

(Se vi siete persi la prima parte, la trovate QUI)
Attraversiamo il fiume per andare a vedere il Karmelitermarkt, nel quartiere di Leopoldstadt, uno dei tanti mercati cittadini.













Torniamo in centro per un ponte più a nord rispetto a quello attraverso il quale abbiamo attraversato precedentemente il fiume, vogliamo infatti andare a vedere la Peterskirke.  Abbiamo modo di apprezzare che la città è davvero bellissima, con una perfetta commistione tra palazzi antichi, eleganti ed importanti e quelli moderni, mai brutti o banali.





La chiesa è spettacolare. Se proprio dovete scegliere, questa non perdetevela per nessun motivo. Particolare attenzione per l'affresco nella cupola ovale e per l'altare.










Percorriamo poi il Graben, la principale strada pedonale del centro, con tanti negozi e bar.
C'è anche anche una manifestazione dedicata ai vini. Facciamo un giretto da Julius Meinl am Graben, negozio di specialità alimentari.




















Visto che siamo in zona (ed abbiamo mangiato "solo" la cotoletta, ecco, diciamolo), facciamo una sosta da Demel, storica pasticceria (e non solo) cittadina, a 2 passi dalla bellissima Michaelerplatz, porta d'ingresso dell'Hofburg, complesso di palazzi bellissimi e musei. Facciamo un po' di coda, prendiamo una fetta di Sacher ed una di Eszterházy. Della prima, abbiamo preferito quella dell'Hotel Sacher (se proprio dovete scegliere...), la seconda è stata un po' una delusione, sembrava un po' vecchia. Strano.










Riprendiamo il nostro cammino verso la Minoritenkirche, c'è anche una cappella dedicata a Sant'Antonio da Padova e la domenica si celebra la messa in italiano. Strada facendo, siamo passati  anche davanti al Café central. Ci sembra molto bello ed anche i dolci ci sembrano migliori di quelli di Demel, a saperlo...














Imbuchiamo il Ferstel passage, una elegante galleria  attraverso la quale poi sbuchiamo sul mercatino bio di Freyung, anch'esso molto carino.





















Sempre a piedi (oggi abbiamo camminato tantissimo, più di 20 km!), raggiungiamo la Votivchirke, una chiesa bellissima! Tra l'altro la stanno anche addobbando per un matrimonio.














Siamo nella parte alta del quartiere dei musei e passiamo per il Rathaus, il Municipio che purtroppo non è visibile dal davanti a causa di uno spettacolo che c'era stato. Ci sono ancora tutte le tribune per gli spettatori montate.
Da qui raggiungiamo il Parlamento, altra bellissima costruzione!















Attraversiamo uno dei tanti parchi cittadini, il Wolksgarten caratterizzato da tantissime rose in fiore.

















Decidiamo che per oggi può bastare. Prendiamo la metro e facciamo una capatina in hotel prima di recarci a cena presso Meierei im Stadtpark. Si tratta del ristorante più economico dei due situati nella stessa struttura all'interno dello Stadtpark, ma egualmente bello (al ritorno scopriamo che l'altro è nei primi 10 ristoranti al mondo!). I piatti sono molto leggeri e ricchi di verdure. Mangiamo molto bene. In un quarto d'ora circa siamo di nuovo in hotel.








A presto col racconto degli altri due giorni.

Fabio