in

Islanda, undicesimo e dodicesimo giorno: tra cascate, lagune glaciali ed iceberg

- - 13 commenti


Dopo aver fatto colazione presso la graziosa sala dell'hotel Aldan a Seyðisfjörður e un giretto in centro, mentre arrivano le macchine di chi lascerà l'Islanda imbarcandosi sulla Norrona, la nave che collega la Danimarca all'Islanda passando per le isole Far Oer, dando la possibilità di portarsi dietro la propria autovettura (col vento ed il mare grosso che c'è non li invidiamo proprio), ci dirigiamo subito verso sud speranzosi di lasciarci alle spalle il cattivo tempo degli ultimi giorni.

in

Metti una sera a tavola con Voiello...un piacere vero!

- - 4 commenti

Lo splendido paesaggio del lago Lucrino nei Campi Flegrei ha fatto da cornice alla piacevole serata cui siamo stati invitati da Voiello, lo storico pastificio napoletano, sinonimo di altà qualità.
La location presso la quale si è svolto l'incontro è stata l'osteria Abraxas.








Tema della serata è stato: "Il pesce azzurro e il suo utilizzo in cucina". Tutta la cena che ci è stata gentilmente offerta è stata improntata ad esaltare l'ingrediente principe della serata abbinato ad altri prodotti di qualità del nostro territorio. Nel corso della serata un esperto pescatore locale ci ha parlato del pesce azzurro illustrandoci i diversi metodi di pesca e le tecniche per riconoscerne la freschezza.
Dopo il ricco antipasto che ha previsto insalata di patate con verdure ed ortaggi di stagione, frittura di pesce azzurro, rotolo di zucchine con provola di bufala affummicata oltre a bruschetta con ricotta di Montella e pesto di alici di Cetara, mozzarella di bufala e salumi dei Campi Flegrei, cozze gratinate ripiene e tortino di alici del golfo propostici dal ristorante che ci ha ospitati,






lo chef del pastificio ci ha deliziati con un tris di primi realizzati con differenti formati di pasta Voiello, specialità napoletane trafilate al bronzo: tofe con broccoli e cozze, trenette con sarde e finocchietto, penne lisce con polpette di sardine e sgombro al pomodoro. Il tutto bagnato da ottima Falanghina locale.










 Lo stesso chef ci ha poi rivelato i segreti per la realizzazione di questi ottimi primi. A concludere la cena il cremoso di cioccolato con crema di ricotta e pere caramellate.



A breve dal sito della Voiello sarà scaricabile l'e-book della serata con foto, video ed interviste oltre alle ricette dei piatti propostici.
Alla serata hanno preso parte una quarantina di ospiti, tra cui diversi blogger come Fabrizio e Manuela di Laboratorio Napoletano  con cui abbiamo piacevolmente chiacchierato delle nostre passioni durante la cena.
Al termine dell'incontro, svoltosi nell'ambito dell'evento archeoenogastronomico dei Campi Flegrei, Malazè, siamo stati omaggiati dei tre formati di pasta utilizzati per la realizzazione dei nostri piatti, un grembiule ed un formato speciale di spaghetti.
Ringraziamo il pastificio Voiello per l'ospitalità, la cordialità e la bella serata trascorsa assieme. Per noi è stato un "Piacere vero"!



Fabio ed Anna Luisa