in

"Premio Laudemio" a Napoli, l'emozione di far parte della giuria

- - 4 commenti



L’11 Maggio ho avuto l’onore di essere invitata a fare parte della giuria di un importante concorso, il "Premio Laudemio”.
Laudemio è un consorzio nato negli anni ottanta dalla lungimiranza di alcuni coltivatori toscani, intenzionati a produrre un olio di altissima qualità. Storia, tradizione, genuinità, rispetto del territorio e dell’ambiente sono i principi del consorzio di Laudemio. Ciascun passaggio nella produzione dell’olio Laudemio, dalla coltivazione degli uliveti, alla raccolta delle olive solo quando sono giunte a maturazione e selezionandole, per poi passare alla frangitura, all’estrazione a freddo ed infine all’imbottigliamento, mira ad avere un prodotto di alta qualità, un olio extravergine dalle caratteristiche organolettiche uniche che racconta proprio delle colline toscane e dei coltivatori che vi abitano.

in

Gelato alla vaniglia con amarene sciroppate...benvenuta estate!

- - 4 commenti
Gelato alla vaniglia con amarene sciroppate

C'è stato un periodo, direi durante gli ultimi anni di università, in cui iniziavo a dilettarmi con i dolci. Conoscendo la mia passione in erba, un mio zio pensò bene di regalarmi la sua gelatiera, visto che non la usava, con il patto che ogni volta che fosse venuto da noi, gli avrei dovuto preparare la granita al limone. Mi specializzai allora in questa preparazione, ma durante i mesi estivi non mi limitavo a fare granite, bensì preparavo soprattutto gelati, di ogni tipo, dalla vaniglia alla fragola, al cioccolato, alla stracciatella ed uno dei più gettonati, il ciocomenta.
Ricordo che preparavo almeno tre gusti durante il fine settimana che poi lasciavo a mio fratello per "sopravvivere" fino al mio rientro il venerdì successivo. Non so come mai, ma il mercoledì arrivava puntuale la sua telefonata per dirmi che i gelati erano finiti e che molto disinteressatamente, non vedeva l'ora che io tornassi a casa.
Come per tutti i tormentoni, ad un certo punto ho smesso di preparare gelati...fino ad oggi.
In realtà il mio riavvicinamento alla gelatiera è dovuto ad una preparazione che ho fatto un paio di settimane fa. Ora che casa nostra si è trasformata in un'industria conserviera, tra confettura di fragole, di albicocche, di ciliegie, tra poco di prugne e fichi, mi sono imbattuta in un cesto di amarene. Potevo mica resistere all'idea di provare a fare le amarene sciroppate che tanto ci piacciono?
Così ho cercato sui libri e su internet ed ho optato, tra le varie ricette, per una versione "rapida" che invece di prevedere che le amarene restino imbarattolate con lo zucchero ed esposte al sole per 40 giorni, di realizzarle in soli tre giorni.
Fabio ne ha apprezzato il risultato, ma voleva "qualcosa su cui poggiarle" e così ecco rispuntare la famosa gelatiera e giusto per partire dalla base, ho fatto un bel gelato alla vaniglia.
Gelato alla vaniglia ed amarene sciroppate, un connubio fantastico in queste calde giornate di inizio estate.

Gelato alla vaniglia con amarene sciroppate

Gelato alla vaniglia con amarene sciroppate


Amarene sciroppate

Ingredienti:

1 kg di amarene
300 g di zucchero

Lavare bene le amarene, eliminare i piccioli e premendo alla base ciascuna amarena con delicatezza, fare uscire il nocciolo.
Mettere le amarene in una ciotola con lo zucchero e lasciare macerare in frigorifero per 24 ore.
Trascorso questo tempo sgocciolare le amarene, mettere il sugo in una pentola e portare ad ebolizzione. Lasciare bollire per 15 minuti, quindi versare il sugo sulle amarene che avremo rimesso nella ciotola. Fare raffreddare e rimettere il tutto in frigo.
Ripetere la stessa operazione dopo altre 24 ore.
Dopo altre 24 ore riportare il sugo a bollore, lasciare bollire 15 minuti, quindi aggiungervi le amarene e riportare ad ebollizione.
Cuocere altre 15 minuti, quindi mettere le amarene nei barattoli a chiusura ermetica precedentemente sterilizzati e ricoprirle di sugo.
Chiudere i barattoli, metterli in un tegame in cui avremo messo un panno sul fondo, ricoprirli di acqua, portare ad ebollizione e cuocere 30 minuti,
Quindi spegnere il fuoco e lasciare che i barattoli si raffreddino nel tegame.

Gelato alla vaniglia con amarene sciroppate

Gelato alla vaniglia

Ingredienti:

250 ml di latte
120 g di tuorli
150 g di zucchero
150 ml di panna
1 bacca di vaniglia

Sbattere i tuorli con lo zucchero e metterli in un tegame.
In un altro tegame riscaldare il latte, la panna e ed i semi estratti dalla bacca di vaniglia, quindi versarlo a filo sul composto di uova e zucchero mescolando continuamente con la frusta e cuocere fino a raggiungere la temperatura di 85°C.
Togliere dal fuoco, ricoprire con la pellicola per alimenti a contatto con la crema e fare raffreddare (meglio in abbattitore se lo avete), quindi trasferire la crema in frigorifero per almeno 30 minuti, prima di versarla nella gelatiera precedentemente raffreddata.
Se non si consuma subito, conservare il gelato in una vaschetta a chiusura ermetica riposta in congelatore.
Tenere il gelato a temperatura ambiente circa 10 minuti prima di consumarlo.
Servire il gelato in coppe, con le amarene sciroppate.

Gelato alla vaniglia con amarene sciroppate

Prevedo una lunga estate con tanti gelati...

Anna Luisa
in

Crêpe is the new black...il nuovo libro firmato MTChallenge

- - 2 commenti





Sicuramente avrete visto nei giorni scorsi su Facebook delle foto di pazzi furiosi (non potrei definirli altrimenti) con le facce da galeotti, con tanto di camicia a righe ed a volte anche dietro le sbarre e tutti con un cartello con dei punti interrogativi. Ecco, tra questi "pazzi furiosi" ci siamo anche noi!
Se vi state domandando il perché di tutto ciò, la risposta è semplicissima, noi partecipanti all'MTChallenge abbiamo lanciato l'ultimo libro legato a questo gioco.
Dopo "L'ora del paté", "Insalate da Tiffany", "Dolci regali", "Torte salate" e " Dietro la lasagna" è uscito "Crêpe is the new black" dove troverete tutti i segreti per la perfetta riuscita non solo delle

crêpes, ma anche dei pancakes, dei blini e dei crumpet, oltre ovviamente a tantissimi spunti per delle ricette sfiziose ed originali.





Anche questa volta siamo onorati di essere presenti nel libro con la nostra ricetta delle "Crêpes souflettes".
Non vi raccontiamo più nulla se non che il libro sarà disponibile presso le librerie e su Amazon dal 15 Giugno e che, come per i libri precedenti,  parte del ricavato sarà devoluto a "Piazza dei Mestieri" una ONLUS che raccoglie i ragazzi di strada ed insegna loro un mestiere.
Allora, cosa aspettate? Correte a prenotare "Crêpe is the new black"!

Fabio ed Anna Luisa