in

Cosa vedere a Cracovia in un fine settimana coi mercatini di Natale

- - 2 commenti

Cracovia è una città relativamente piccola che si gira bene a piedi ed è piacevole girare per le sue strade principali e non. Noi l'abbiamo visitata in un fine settimana lungo (da venerdì a martedì), a ridosso dei mercatini di Natale che erano in fase di allestimento. Approfittando del fatto che siamo arrivati il venerdì mattina e che siamo ripartiti il martedì sera, abbiamo visitato anche Auschwitz e le miniere di sale di Wieliczka.

 Prima di vedere come raggiungere Auschwitz e le miniere di sale di Wieliczka da Cracovia, vi do alcune informazioni pratiche sulla città e vi dirò cosa vedere nella città vecchia, nella zona del Castello e della collina del Wawel, quindi nel quartiere ebraico e nel ghetto.

Come arrivare a Cracovia dall'aeroporto
*
L'aeroporto  si trova a circa 15 km di distanza dal centro, quindi è abbastanza vicino. Noi abbiamo preferito prendere un taxi al costo di 80 zloty o 20 Euro (eravamo in 3). La corsa dura poco più di 15 minuti.
In alternativa, l'aeroporto è collegato tramite bus alla stazione Krakow Glowny con treni attivi dalle 4 alle 23:30 che partono 1 o 2 volte l'ora. I biglietti si fanno a bordo al distributore automatico. La durata del viaggio è di 18 min, il costo è di 10 zloty.
Oppure ci sono gli autobus 292 e 208 che portano all'autostazione (Ul Bosacka 18), vicino la stazione ferroviaria. Costo 4 zloty.
*è sempre meglio verificare queste informazioni sui siti ufficiali in quanto nel tempo potrebbero subire variazioni.

Cambio euro/zloty

Al momento del nostro viaggio 100 zloty erano pari a 2,35 Euro.

Fuso orario
Uguale all'Italia.

Passiamo ad elencare cosa vedere a Cracovia in un fine settimana.
Diciamo subito che la città si visita bene in due giorni interi.

La città si può dividere in due parti fondamentali, la città vecchia a nord e Kazimierz, il quartiere ebraico a sud. Tra i due, la collina del Wawel col castello e la Cattedrale. Noi abbiamo alloggiato proprio al centro tra le due zone.

Città vecchia
E' sicuramente una delle parti più belle di Cracovia dove troverete diverse cose da vedere. E' circondata da una cinta muraria di 2 km con 47 torri e 8 porte oltre al fossato. Tutto intorno alle mura gira un parco alberato, il Planty.

Rynek Glowny
E' la piazza medioevale più grande d'Europa con un lato lungo ben 200 m. Il colpo d'occhio è garantito. La piazza, costruita sullo stile di un castrum romano è cambiata nel corso dei secoli. Le facciate dei palazzi sono perlopiù neoclassiche anche se le fondamenta sono più antiche. Al centro della piazza troverete il fondaco dei Tessuti, la chiesa di Sant'Adalberto, la Torre del municipio e l'entrata per la Rynek sotterranea di cui vi dirò tra poco. Tutto intorno troverete locali e ristoranti.
Ed è in questa piazza che durante il periodo natalizio vengono allestiti i mercatini di Natale che noi abbiamo trovato in allestimento in quanto sarebbero iniziati solo il fine settimana successivo alla nostra visita.










Fondaco dei tessuti

Era sostanzialmente un mercato di tessuti. Inizialmente nacque costruendo un tetto su alcune bancarelle, poi si è ampliato. All'iniziale struttura gotica se n'è sostituita una rinascimentale. I portici furono aggiunti solo più tardi. A pian terreno, sul livello della strada, troverete un bel mercato con bancarelle con prodotti di artigianato e souvenir. Al primo piano invece è ospitata la pinacoteca polacca del XIX secolo.




Basilica di Santa Maria
E' uno dei simboli di Cracovia questa chiesa dalla facciata di mattoni rossi e presenta due torri di diversa altezza. Da quella più alta ogni ora è segnalata da alcuni squilli di tromba a ricordare un allarme che fu lanciato dal trombettista per salvare la città dagli invasori, prima di essere trafitto da una freccia. Per questo motivo la musica si interrompe bruscamente.
Da non perdere il Pentittico sull'altare aperto dalle 11:50 alle 17:30, tranne il sabato quando viene lasciato aperto per la messa e per la domenica. Molto bello anche il crocefisso nella navata centrale. L'entrata è dalla porta sud/est. Nel palazzo di fronte troverete la biglietteria (kasa). Costo del biglietto: 12 zloty.








Chiesa di Santa Barbara

E' la chiesetta che vedete subito alle spalle, alla destra della Basilica di Santa Maria nella graziosa plac Mariacky. L'ingresso  è libero. Inizialmente era una cappella cimiteriale. Notate il teschio con le tibie incrociate sul lato nord.






Chiesa di Sant'Adalberto

Insolitamente situata proprio sulla piazza, nella parte sud, è una delle chiese più antiche della città (XI secolo). Noi l'abbiamo trovata sempre chiusa.





Torre del municipio

E' la bella torre del vecchio municipio ottocentesco che non c'è più. Si può salire in cima per vedere il panorama sulla piazza anche se noi abbiamo trovato le uscite all'esterno chiuse. Costo del biglietto 9 zloty.






Rynek sotterranea
Consente di fare una passeggiata sotto la piazza tra gli antichi banchi del mercato di un tempo riportato alla luce. L'ingresso si trova all'estremità del Fondaco dei tessuti, dalla parte della Basilica di Santa Maria. Il martedì l'ingresso è gratuito, la visita all'interno è libera. All'esterno un monitor indicherà i biglietti disponibili nel corso della giornata. Si possono prenotare anche on line (consigliato).



Collegium Maius
E' l'edificio universitario più antico della Polonia dallo stile gotico quattrocentesco. Ha un bel cortile porticato e si visita con una visita guidata di un'ora e mezza (alle 11 e alle 13 in inglese). Alle 9-11-13 e alle 15 suona l'orologio con la sfilata dei personaggi. L'orologio si trova sul lato meridionale.


Altre cose che si possono vedere sono il Museo della Farmacia su Ul Florianska. Inoltre, in fondo a questa strada troverete quella che un tempo era la porta principale della città, la porta Floriana (Florianska) e alle sue spalle il Barbacane, bastione circolare con 7 torrette.
Proseguendo oltre il Barbacane c'è il monumento dedicato a Grunwald.




Mercato Stary Kleparz

E' un bel mercato alimentare cittadino coperto, a nord della città vecchia, dove troverete uno spaccato di vita reale.



Mercato Hala Targowa
Situato tra la città vecchia e Kazimierz è un mercato dell'usato e dell'antiquariato imperdibile. C'è una parte coperta dedicata soprattutto a libri e riviste e poi quella all'aperto, più caratteristica. Dedicategli un po' di tempo, un passo indietro nel tempo.





Mercato di Plac Nowy
Altro storico mercato nel quartiere Kazimierz. Il sabato mattina ci sono poche bancarelle di antiquariato mentre il resto della settimana troverete soprattutto abbigliamento, ovviamente locale.








Galeria Krakowska

E' un grande centro commerciale collegato alla stazione ferroviaria dove troverete i classici marchi internazionali. Da qui partono anche i bus. All'esterno c'era anche un piccolo mercatino di Natale.


Scendendo verso il castello, a sud della piazza principale troverete le belle chiese dei Santi Pietro e Paolo, primo edificio baracco di Cracovia, a croce latina e con una grande cupola ed un interno sobrio e la chiesa di Sant'Andrea, praticamene attaccata, dell'XI secolo con la sua austera impostazione romanica di pietra. Gli interni invece sono barocchi, del XVIII secolo.




Museo nazionale di Cracovia
Assieme ad altre mostre, ospita la Dama con l'ermellino di Leonardo da Vinci che da sola vale la visita. A parte la mostra permanente è possibile scegliere di visitare le mostre temporanee (sono 7 in totale) pagando una differenza sul costo del biglietto. Si trova a 15 minuti a piedi dalla piazza principale.




Collina del Wawel

Siamo proprio al centro tra la città vecchia e il quartiere ebraico di Kazimierz.
La biglietteria per visitare i diversi siti si trova nel centro visitatori, il palazzo scuro in fondo alla piazza, nella parte bassa, verso il fiume Vistola.

Castello reale del Wawel
E' stato sede reale per oltre 500 anni, fino a che la capitale fu trasferita a Varsavia (di cui potete leggere QUI). Oggi è un museo con diverse sezioni. Gli Appartamenti reali erano chiusi al momento della nostra visita ed abbiamo potuto visitare le parti The lost Wawel, un piccolo museo coi reperti ritrovati e le State room, belle stanze ben arredate. La Dama con l'ermellino che la guida diceva essere qui invece si trova ospitata presso il museo nazionale di Cracovia.

Cattedrale del Wawel
C'è un biglietto cumulativo per accedere alle zone non libere della cripta, del campanile e del museo che si trova all'esterno della Cattedrale, uscendo, a destra, di fronte. In pratica il primo edificio che vi trovate sulla destra entrando nel piazzale del Castello. I biglietti si fanno di fronte l'ingresso della Cattedrale (Kasa).

Proprio all'esterno delle mura del Castello, lungo il fiume Vistola (quindi arrivateci girando al di fuori del Castello, senza entrare dentro), c'è a grotta del Drago. Non tanto per la grotta in sé ma in quanto c'è la statua di un drago che ogni 5 minuti circa sputa fuoco vero per pochi secondi. Uno spettacolo che piacerà ai bambini (e non solo). Il drago è il simbolo di Cracovia e si dice che vivesse in questa grotta.











Kazimierz
Oltre ad essere sede del quartiere ebraico in realtà questa parte della città ospita anche diverse chiese cristiane. Le due religioni qui convivevano fianco a fianco.
La zona ebraica si sviluppa intorno a Ulica Szeroka che più di una strada sembra essere una piazza.
Qui troverete anche tanti ristoranti ebraici e non.

Sinagoga e cimitero di Remuh

Situata proprio all'estremità di Ulica Szeroka è la più piccola, ma è ancora attiva e sicuramente una delle più belle. Da non perdere il cimitero ebraico annesso che troverete entrando sulla destra. Fu utilizzato fino al '700, poi fu in parte distrutto dai nazisti prima della costruzione del nuovo cimitero ebraico molto più grande.





Sinagoga di Isacco
E' la Sinagoga più grande di Cracovia, noi l'abbiamo trovata chiusa o meglio, l'accesso era riservato ai fedeli.


Sinagoga Vecchia e museo ebraico
La Sinagoga è del XV secolo, ospita una mostra di oggetti religiosi ed una fotografica al primo piano. E' il luogo di culto ebraico più antico della Polonia.





Sinagoga Alta

Della metà del 1500 fu chiamata così in quanto l'ingresso per la preghiera era al primo piano, mentre al piano terra c'erano negozi. Al piano terra oggi troverete una fornitissima libreria ebraica.
La mostra al primo piano è a pagamento.




Chiesa del Corpus Domini

E' stata la prima chiesa cristiana della zona. Gli interni sono barocchi. Da notare il grande altare maggiore, il coro ed il pulpito a forma di barca oltre alla finestra istoriata  e al crocifisso sopra al coro.



Chiesa dei Santi Michele e Stanislao

Stanislao è il patrono polacco. Da visitare anche la cripta.





Chiesa di Santa Caterina
Dall'architettura gotica, è la chiesa più monumentale di Cracovia. Da notare il barocco altare maggiore ed il coro.



Podgorze
E' la zona a sud di Kazimierz che presenta importanti ed interessanti siti da visitare. E' un quartiere ancora autentico dove fu creato il ghetto ebraico dai nazisti. In Plac Bohaterov ghetta potete vedere una installazione artistica con delle grandi sedie che simboleggiano proprio l'attesa degli ebrei prima di essere deportati nei campi di concentramento.



Fabbrica di Schindler
All'interno della fabbrica di stoviglie smaltate famosa per il fatto che il proprietario, inizialmente simpatizzante nazista, salvò più di 1100 ebrei facendoli lavorare nelle sue fabbriche sottraendoli così ai campi di sterminio, è allestito oggi un museo che ripercorre la storia dell'occupazione nazista. Per conoscere la storia di Schindler vi consiglio vivamente di vedere il film se non l'avete già fatto.
Prenotate i biglietti on line in anticipo, salterete eventuali code ed avrete la certezza di vistarla.




Farmacia sotto l'aquila
Il farmacista Tadeusz Pankiewicz è stato dichiarato "gentile" in quanto, unico non polacco ammesso nel ghetto, raccolse storie e testimonianze quotidiane dai sui clienti e le annotò giorno per giorno. E questi suoi appunti divennero testimonianza contro i nazisti nel processo di Norimberga. Inoltre aiutò  alcuni ebrei a fuggire in quanto un ingresso della farmacia era sulla piazza che dava all'esterno del ghetto.




Muro del ghetto
Un  breve tratto del muro originario del ghetto potete vederlo su Ul Lwowska 25-29.


Da Cracovia vi consiglio altre due visite, ovvero quella ad Auschwitz e quella alle miniere di Sale di sale di Wieliczka. Della prima ve ne parlerò QUI e della seconda QUI. (link disponibili a breve)

Questa è la mappa della città con indicate le cose da vedere.



Questa è la mappa interattiva in cui ho segnato alcuni ristoranti e posti dove andare a mangiare o a bere.



Fabio


Trovate tutto il diario di viaggio nella pagina dei DIARI DI VIAGGIO ed in quella della POLONIA.


















2 commenti

  1. Ammazza, l'avete girata per bene Cracovia! Mi sembra più ricca di cose da vedere rispetto a Varsavia, ma questa è solo l'ennesima conferma. Mi piace il fatto che ci abbiate infilato anche i mercatini dell'antiquariato, sembrano davvero belli. Impazzisco a vedere gli espositori di medaglie, le comprerei tutte se capissi la lingua locale e cosa rappresentano! Ad un mercatino di Sofia avrei fatto follie lol

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per noi i mercati, sia quelli alimentari che dell'antiquariato sono imperdibili per conoscere un posto. Sì, ci sono tante cose da vedere, ma la città è piccolina, più o meno come Varsavia e si gira bene. Poi abbiamo avuto parecchio tempo per girarla per bene.

      Fabio

      Elimina