in

Quiche con zucca arrosto, frangipane ai pistacchi e mousse di caprino per il Club del 27

- - 10 commenti

In questo periodo di gite fuori porta cosa c'è di meglio di una torta salata gustosa ed originale?
Il tema del Club del 27 di questo mese sono le torta salate, una mia passione da sempre, il classico jolly in grado di risolvere una cena tra amici, ma anche di rendere un picnic indimenticabile.
Se siete in cerca di qualche bella idea per stupire gli amici, ne troverete tantissime sul libro dell'MTChallenge "Torte salate", dove tra le tante, siamo orgogliosi di poter dire che ce ne è anche una nostra, la pastiera salata, giusto per restare ancora in tema pasquale.
Sono state selezionate in particolare alcune ricette dal libro e tra tutte, la mia attenzione è stata attirata subito dalla ricetta di Valeria, delle mini quiche con crema di zucca arrosto, crema frangipane di pistacchi e mousse di caprino. Già solo il titolo fa venire fame, vero?
Valeria pensando ad un buffet, ha proposto delle mini quiche, ma io ho pensato di rielaborare la ricetta e farne una quiche unica grande che ho poi decorato con i ciuffetti di mousse di caprino come nella ricetta originale, ma alternati a dei ciuffetti di mousse mescolata ad un po' di crema di zucca per dare un tocco di arancione; o a della pasta di pistacchi per dare un tocco di verde.
Ho omesso le gocce di aceto balsamico sostituendole con dei pistacchi a concludere la decorazione della torta, ma niente vieta di completare la quiche con entrambi.


Quiche con zucca arrosto, frangipane ai pistacchi e mousse di caprino (da "Torte salate")

Per la pasta frolla salata:
250 g di farina 00
150 g di burro
1 uovo medio
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di latte (facoltativo)


Utilizzare il burro a temperatura ambiente:astraetelo dal frigorifero 10 minuti prima di iniziare a impastare.
Setacciare la farina con il sale sul piano di lavoro e fate la fontana.
Aggiungere il burro tagliato a dadini e l'uovo. Iniziate a lavorare con la punta delle dita, incorporando via via la farina, l'impasto cambierà di consistenza suddividendosi in grosse briciole. A questo punto iniziare a impastare con il palmo della mano facendo leva sui polsi. Non lavorare eccessivamente l'impasto,  o 5 volte dovrebbero essere sufficienti per ottenere una pasta liscia ed omogenea.
Datele la forma di una palla. avvolgetela in pellicola per alimenti e tenete in frigo fino al momento dell'uso.
Trascorso il tempo, imburrare lo stampo. Stendere l'impasto con un matterello sul piano leggermente infarinato e rivestire lo stampo, eliminando l'impasto in eccesso. Bucherellare il fondo della quiche con i rebbi di una forchetta e mettere in freezer per mezz'ora, coperto con la carta da forno ed eseguire la semicottura in bianco: dopo aver poggiato dei pesi (ad esempio dei ceci, riso o gli appositi pesi) sulla carta da forno in modo da coprire tutto il fondo.
Infornare in modalità statica nel forno già caldo a 180°-190°C. Accertarsi che il forno abbia raggiunto quella temperatura perché a temperatura inferiore l'impasto rischierebbero di ritirarsi lungo i bordi e a temperatura superiore, di imbrunire subito in superficie.
Cuocere per 18 minuti, sfornare e mettere da parte.

Per la zucca arrostita:
250 g di polpa di zucca
2-3 spicchi d'aglio
1 rametto di timo
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Tagliate la zucca a dadini e disponetela su un foglio di alluminio per alimenti, in un unico strato e conditela con un filo d'olio, sale e pepe; aggiungete gli spicchi d'aglio, il rametto di timo e chiudete a cartoccio. Infornate a 200°C per circa mezz'ora. Poi sfornate, lasciate intiepidire per pochi minuti, aprite il cartoccio ed eliminate aglio e timo. Mettete la zucca in una terrina, riducetela in crema schiacciandola con una forchetta (oppure come ho fatto io con il minipimer) e mettetela da parte.

Per la frangipane ai pistacchi
90 g di farina di pistacchi
60 g di farina di mandorle
100 g di Parmigiano reggiano grattugiato
150 g di burro morbido
1 uovo grande
1 cucchiaio di amido di mais o fecola

Con le fruste elettriche amalgamare tutti gli ingredienti della frangipane e versare in una sac à poche.
Versare la crema di zucca sul fondo del guscio semicotto, tenendone 2 cucchiai da parte, e copritela con la frangipane. Infornare a 180°C per 25 minuti, fino a doratura. Sfornare e lasciare intiepidire per qualche minuto nello stampo prima di sformare e fare raffreddare completamente.

Per la mousse al caprino
150 g di caprino fresco
75 ml di panna fresca
2 cucchiai di crema di zucca (quella tenuta da parte)
1 cucchiaio di pasta di pistacchi

Montare il caprino e la panna con le fruste elettriche. Prelevarne 2 cucchiai ed unirli alla crema di zucca; ed unirne altri 2 alla pasta di pistacchi. Mettere le  mousse in 3 sac à poche munite ciascuna di bocchetta a stella. Disegnare dei ciuffetti di mousse bianca su tutta la torta, mettendo qua e là qualche ciuffetto di mousse ai pistacchi o di mousse alla zucca. Terminare la decorazione con dei pistacchi interi. Servire.


Alla fine il risultato visivo ricorda un po' un giardino...se non è voglia di picnic questa...

Anna Luisa


Con questa ricetta partecipiamo al Club del 27


10 commenti

  1. La precisione, la perfezione...in tutto...anche i tovaglioli coordinati... sei (siete) troppo forte :-)

    RispondiElimina
  2. Accipicchia, meravigliosa, una lavoro di cesello e precisione. Pensavo fosse una presina all'uncinetto!
    Splendida come al solito.

    RispondiElimina
  3. Come al solito un'interpretazione eccezionale, bravissima e ancora complimenti.

    RispondiElimina
  4. voi siete sempre magici! Ottima ricetta interpretata al meglio. Sulla fotografia poi...dal set alle luci tutto al TOP! Bravissimi!!!

    RispondiElimina
  5. naaaaa... non è una torta salata.....
    naaaaaa.... questo è un capolavoro di punto a croce!!!!
    Geni!

    RispondiElimina
  6. Capolavoro!!!! Che sei brava lo so ma ogni tanto mi stupisci proprio! Sembra un dolcetto. E' davvero bellissima!

    RispondiElimina
  7. Noi, Orsetti vegetariani, sentitamente ringraziamo per l'idea e la delizia per gli occhi !!!

    RispondiElimina
  8. Fantastica! Sembra un ricamo la vostra torta salata, siete come al solito strepitosi.

    RispondiElimina
  9. Ma che meraviglia. Davvero stupenda e sicuramente una vera bontà!

    RispondiElimina