in

Fall foliage in New England on the road: nono giorno

- - 1 commento

16 Ottobre
Tutta la giornata di oggi sarà dedicata alla visita della penisola di Cape Cod che si trova a sud di Boston e che assieme a Martha's Vineyard è luogo prediletto dei vacanzieri e noi l'andremo a scoprire in una giornata d'ottobre. Come ho detto nel post iniziale, in questa giornata c'è tantissimo da fare, pure troppo per riuscire a vedere tutto prima che il Sole tramonti e quindi a malincuore un paio di posti che avrei voluto vedere, li saltiamo. Niente di imperdibile, comunque qui c'è tanta natura, tante spiagge da vedere e nel corso della giornata ne vedremo diverse. Diciamo che una giornata e mezza sarebbe l'ideale in bassa stagione. Probabilmente nei mesi estivi, prendetevi anche due giorni per visitarla per bene. E' una penisola grande, con tante cose interessanti.

Visto che abbiamo pernottato a Falmouth per visitare Martha's Vineyard, la usiamo come base anche per esplorare la penisola. Anche se poi la sera dormiremo in un posto delizioso a Brewster. Cercavo infatti un luogo che mi permettesse di fare meno strada al ritorno. Non è che le distanze siano grandissime, ma appunto, le cose da vedere sono tante.
Dopo aver fatto come ieri una scarna colazione nel nostro Inn, ci mettiamo in macchina in direzione Sandwich (sì, in America ci sono anche posti con questi nomi :-) ).
La prima tappa che mi sono segnato è la Sandwich boardwalk. Si tratta di una passerella di assi di legno che nella sua lunghezza totale (con una deviazione) di 400 m porta alla spiaggia sabbiosa di Town Neck beach. Sulle assi sono incisi alcuni nomi. Non so se sono i nomi delle persone che hanno contribuito con le loro offerte alla realizzazione della passerella. Anche se è molto presto, c'è già qualcuno del luogo che arriva per una passeggiata. Io lo trovo fantastico con questa luce del mattino. Camminare appena sopraelevati su questa zona salmastra per poi arrivare alla spiaggia è piacevolissimo. Ci sono anche delle installazioni per far nidificare gli uccelli. Questa zona è amata e frequentata anche dai birdwhatchers. Dal parcheggio ci vorranno nemmeno 10 minuti per arrivare alla spiaggia. Il parcheggio fuori stagione è gratuito, mentre si paga d'estate (10$).
























Il prossimo punto di interesse che andremo a vedere è un mulino, il Dexter's Grist Mill. La guida ce lo presenta come uno dei soggetti più fotografati di Cape Cod. Noi lo troviamo piuttosto anonimo. Cioè, carino, ma niente di imperdibile. Purtroppo è chiuso e non possiamo vedere gli ingranaggi all'interno dove si macina il granturco. Ci mettiamo così alla ricerca dell'Heritage Museums & Gardens che dovrebbe avere una collezione di auto d'epoca, una giostra del 1912 ed un bel giardino di rododendri (non in fiore ad Ottobre). Facciamo un po' di fatica a trovarlo. Ci sono dei lavori in corso al parcheggio e lo vediamo solo sulla strada del ritorno. Da fuori ci sembra più un museo per bambini e proseguiamo oltre.







Prima dei Barnstable c'è una bella spiaggia, la Sandy Neck beach dove ci sono delle belle dune di sabbia bianca (non aspettatevi quelle del Sahara) e questo posto ci dà un po' l'idea del luogo. C'è gente che passeggia, delle persone che dipingono.








Da qui ci spostiamo ad un'altra spiaggia, Kalmus beach con delle dune leggermente più alte. Più avanti ne troviamo un'altra con un bel pontile per le barche.








Strada facendo troviamo anche una chiesa con tantissime zucche sul piazzale antistante la stessa e ci fermiamo. Quante ce ne sono? Probabilmente è un modo per raccogliere fondi.






Ormai l'avrete capito, qui ci sono tantissime spiagge. Molto bella (molto fotogenica!) quella di Seagull. Non a caso ci sono tanti gabbiani. E' molto romantico qui.












Raggiungiamo un'altra bellissima zona con la passerella verso il mare, la Grays beach. La passerella termina in mezzo al mare, c'è un po' di vento e di fronte c'è una lingua di sabbia bianca che è la Chapin memorial a nord di Yarmouth, con le dune.









Qui ci sono un sacco di spiagge. Si può ammirare la bassa marea. Il mare è lontanissimo! E sulla spiaggia ci sono tantissime conchiglie.








Visto che si è fatta praticamente l'ora da cui è possibile fare il check in, decidiamo di fermarci al b&b a Brewster, per una sosta e per lasciare le valigie. Il Brewster by the sea Inn è semplicemente delizioso! I proprietari sono molto gentili e ci intrattengono con tutte le spiegazioni. Noi un po' fremiamo perché sappiamo che abbiamo tante altre cose da vedere, ma sono troppo carini! Il posto è delizioso, la colazione preparata al momento, che ci viene subito illustrata al nostro arrivo, buonissima! Un posto senz'altro consigliato. Di fronte c'è anche un mulino.




Raggiungiamo la Cobb house, bella casa/museo bianca che mi ero annotato, ma purtroppo è chiusa (è sempre bassa stagione e molte cose sono chiuse).


Ci fermiamo a comprare qualcosa per pranzo al Brewster general store. Questi posti ci piacciono un sacco, c'è davvero di tutto! Sono molto tipici e ci divertiamo a curiosare tra gli scaffali.




Seguono altre spiagge, il Point of rocks landing beach ad Ellis e la Skaket beach ad Orleans.







Visto che siamo lungo la costa, non può mancare il classico faro bianco e rosso, il Nauset lighthouse sulla costa est, salendo lungo la penisola. La spiaggia invece non è niente di particolare.



E' la volta di un altro bellissimo faro, con tanto di casa annessa, vale a dire il Cape cod Lighthouse (Highland Light). Tutto bianco ed affascinante, sempre lungo la sponda est.





Da lontano cominciamo a vedere il cielo colorarsi di rosino. Il tramonto si sta avvicinando. Purtroppo dall'observation desk che è indicato subito dopo il faro non si vede praticamente niente, le cliff sono chiuse al pubblico. Si sta facendo tardi, dobbiamo fare delle scelte ed iniziamo a selezionare.
Salendo ancora più a nord arriviamo a Provincetown. Percorriamo Commercial street dall'inizio. Qui ci sono tantissime case a schiera vista mare. Arrivati in centro, parcheggiamo lungo la strada principale e facciamo una passeggiata per negozi. La cittadina pur essendo così alla punta della penisola è grandicella e fornita di tutto e pure piacevole.








Visto che siamo in ritardo sulla tabella di marcia, vogliamo vedere il tramonto al Race Point Lighthouse, sulla punta della penisola che guarda ad ovest. Come orario ci siamo. Solo che non abbiamo considerato che la strada per arrivarci è impraticabile a causa della sabbia sull'asfalto. Non so nemmeno se con un fuoristrada ci si riuscirebbe. A piedi lo escludiamo, sono 1,7 miglia a tratta e non vogliamo perderci il tramonto né fare la strada del ritorno al buio. Scatto qualche foto da dove ci siamo fermati.



Così ci studiamo la cartina e ci spostiamo su un'altra spiaggia, sempre che guarda ad ovest. Precisamente si tratta della strada di Herring cove. Facciamo un po' una corsetta per arrivarci, ma ce la facciamo. C'è anche già altra gente venuta apposta qui per il tramonto. Sarà un tramonto stranissimo, una luce mai vista, di un arancione carico ad un certo punto che avvolge tutto.








Contenti, riscendiamo la penisola. Avremmo voluto arrivarci prima, ma ci arriviamo che ormai già è buio. Sto parlando del faro di Chatam. La notte è proprio buia buia qui, ma ne approfitto comunque per qualche foto al faro.



Quindi facciamo ritorno al nostro Inn per prepararci per cena. Sempre disponibili nella sala comune biscotti e bevande calde.







Per cena bbiamo infatti scelto un posto molto carino, la Fish house. Prendiamo una clam chowder, del petto d'anatra, del tonno ed un tortino fudge. Paghiamo un po' di più del solito, ma siamo stati benissimo.






Domani riattraverseremo la parte della penisola che oggi non abbiamo percorso per raggiungere prima Providence al mattino e poi Newport, dove pernotteremo. Due cittadine deliziose!

Trovate tutto il diario di viaggio nella pagina dei DIARI DI VIAGGIO.

Fabio




1 commento

  1. Non riesco a scegliere tra così tante foto. Alcune, per me, raggiungono la cima, forse per i colori o quella magia che io vi leggo dietro. Sono bellissime le spiagge che avete visto, bellissimi i colori a tratti così caldi. Ma qualche zucca visto che siamo nel periodo l’avete presa con voi?

    RispondiElimina