in

Cosa vedere a Vienna in 3 giorni

- - 2 commenti

Vienna, la famosa ed elegantissima capitale austriaca è anche più bella di quello che si può immaginare: il giusto mix tra tradizione e modernità. Andiamo a scoprire le cose principali da vedere a Vienna, assieme a tutti i consigli per programmare al meglio la visita.

 

 Cosa vedere a Vienna in 3 giorni


 In questo post vi darò una serie di informazioni e di consigli utili per pianificare al meglio la vostra visita a Vienna.

 

 

Diario di viaggio


Qui  di seguito trovate il nostro diario di viaggio giorno per giorno a Vienna e come abbiamo suddiviso le visite tra le varie giornate.

  1. Primo e secondo giorno (prima parte): Wiener Stadthall, Hundertwasserhaus, Dominikanerkirke, Franziskanerkirke e Duomo (Stephansdom).

  2. Secondo giorno (seconda parte):  Karmelitermarkt, Peterskirke, Il Graben, Demel e Hofburg, Minoritenkirche, Ferstel passage e mercatino bio di Freyung, Votivchirke, Rathaus e Parlamento, Wolksgarten.

  3. Terzo giorno (prima parte): Karlskirche, Naschmarkt, Staatsoper e Albertina,Hotel Sacher, Burggarten, Kunsthistorische museum, Naturhistorisches museum e Hofburg.

  4. Terzo giorno (seconda parte): Grinzing, Castello del Belvedere e bacio di Klimt, Prater.

  5. Quarto giorno: Castello di Schönbrunn.


 

 

Come arrivare a Vienna


Vienna è collegata abbastanza bene con voli diretti dalle principali città italiane, altrimenti si può fare uno scalo a Francoforte, Monaco, Budapest o Zurigo e poi prendere un treno o un aereo per Vienna.
Inoltre dall'Italia si può arrivare a Vienna utilizzando solo il treno grazie alle Ferrovie italiane, a quelle tedesche e a quelle austriache.
Con la macchina o la moto invece si può raggiungere Vienna dall'Italia attraverso il Brennero, San Candido o Tarvisio. In Austria è riconosciuta la patente italiana.
Per viaggiare sulle autostrade austriache (tranne che per uscire ad Innsbruck sud), dovete comprare prima del confine con l'Austria, in una delle stazioni di servizio o all'ACI la vignetta annuale, per due mesi o 10 giorni da applicare sul parabrezza a prova dell'avvenuto pagamento.


 

 

Da e per l'aeroporto


Come arrivare a Vienna dall'aeroporto? Avete diverse possibilità.
La più comoda, probabilmente, è il CAT (City airport train) che arriva alla stazione Wien-Mitte, parte ogni 30 minuti ed il biglietto andata e ritorno costa 19 Euro (sola andata 12 Euro) ed impiega 16 minuti. Anche la linea S7 percorre la stessa tratta.
Altrimenti dall'aeroporto è possibile prendere l'autobus Vienna Airport Lines che ha 3 linee diverse che collegano l'aeroporto con punti diversi della città.
Infine, potete prendere un taxi, la corsa costa all'incirca 50 Euro.

 

 

Dove dormire a Vienna


Inutile dire che dormire in centro è sempre meglio, perché si è più vicini alle varie attrazioni (che potete vedere nella mappa a fine post per capire dove sono concentrate), perché si può tornare più facilmente in albergo (o in altra tipologia di alloggio) per riposarsi un attimo, per posare delle cose o rinfrescarsi.
Vienna è abbastanza cara per dormire. Noi infatti alla fine siamo arrivati ad un compromesso. Abbiamo scelto l'hotel Ruby Sophie, a breve distanza dalla fermata Wien-Mitte, quindi comodissima sia per andare e tornare in aeroporto, sia per muoversi in altre parti della città. In ogni caso il centro è raggiungibile in pochi minuti a piedi.
Si tratta di un hotel anche molto bello e particolare. E' praticamente nella stessa struttura di un teatro in funzione sul quale affaccia la sala colazione. L'hotel è arredato in maniera molto particolare ed è molto bello. Si trova in una zona tranquillissima anche di sera.

 

 

Come muoversi a Vienna


Il centro di Vienna è tutto sommato abbastanza raccolto e si visita agevolmente a piedi. Per andare più lontano o per velocizzare i tempi, potete servirvi della U-Bahn, la metropolitana  di Vienna con 5 linee (da U1 a U6, manca la U5) oppure della S-Bahn che serve la periferia. Inoltre ci sono i tram, gli autobus ed i taxi.
I biglietti si possono acquistare nelle stazioni della U-Bahn e della S-Bahn, a bordo dei tram e degli autobus, dai tabaccai (Trafik) e devono sempre essere convalidati.
Ci sono diverse tipologie di biglietto: quello singolo, quello per corse brevi e bambini, da 24/48/72 ore, quello settimanale e da 8 giorni oltre a quello mensile. Inoltre ci sono la Vienna card da 72 ore con corse illimitate, la Shopping card valida un giorno dal lunedì al sabato ed i biglietti senior per gli over 60.

 

 

Cosa vedere a Vienna


Vienna è una città davvero ricchissima. Se non avete tanti giorni a disposizione per visitarla, meglio selezionare bene cosa vedere. Magari optate per posti all'aperto d'estate e lasciatevi i musei per una visita invernale, magari con i mercatini di Natale che devono rendere ancora più magica questa città. Oppure fate un giusto mix, magari anche in base al meteo. Se solo guardate quanti musei ci sono da vedere in città, capite che per una visita davvero approfondita occorrono tanti giorni.

Gli orari ed i prezzi indicati possono variare nel tempo, quindi verificateli sempre al momento del vostro viaggio, quelli scritti sono solamente indicativi.

Tutti i posti dicui vi parlerò sono indicati nella mappa alla fine di questo post.

Andiamo quindi a scoprire nel dettaglio cosa vedere a Vienna.


 

 

Hundertwasserhaus


La Hundertwasserhaus si trova all'angolo tra Lowengasse e Kegelgasse, e fu progettata da Hundertwasser, un architetto che amava le curve, i colori accesi ed i mosaici. E' sicuramente una palazzina molto particolare e colorata, oltre che "instagrammabile" che vale la pena vedere. L'interno non è visitabile.
Hundertwasserhaus-Vienna

 

 

Dominikanerkirke


(Orario: 7-19)

La Dominikanerkirke è il primo edificio di culto in stile barocco di Vienna costruita da architetti ed artigiani in gran parte italiani. Gli interni sono ricchi di affreschi e di stucchi. E' la chiesa dei Domenicani che arrivarono a Vienna nel 1226.

Dominikanerkirke-Vienna 

 

 

Franziskanerkirke


(Orario: 7-20)

La Franziskanerkirke all'esterno presenta una facciata rinascimentale mentre l'interno è barocco con marmi e stucchi dorati. Da notare l'altare maggiore che ricorda un po' un arco di trionfo, e dietro l'altare c'è l'organo più antico di Vienna costruito da Johann Wockherl nel 1642.

Franziskanerkirke-Vienna



 

 

Duomo (Stephansdom) e Stephansplatz


(Orario: 6-22 lun-sab e 7-22 dom. Visite guidate navata centrale e Domschatz 9-11:30 e 13-16:30 lun-sab e solo 13-16:30 dom e festivi)

Lo Stephansdom, Cattedrale di Santo Stefano o Steffi, come lo chiamano i viennesi, è un capolavoro di architettura gotica. Si può prendere parte ad una visita guidata che vi porterà a scoprire la navata centrale, le catacombe, le due torri ed il Tesoro della Cattedrale.
Se invece preferite una visita libera, potete prendere un'audioguida ed in questo caso è libero solo l'accesso alla navata sinistra.
Il tetto è ricoperto di tegole smaltate e c'è anche rappresentata l'aquila, simbolo austriaco. Da notare il pulpito gotico, l'altare maggiore sul quale svetta il dipinto che raffigura la lapidazione di Santo Stefano.
E' possibile visitare anche le catacombe che ospitano i resti delle vittime della peste ed urne con all'interno gli organi degli Asburgo. Le catacombe sono visitabili solo con visita guidata (Orario: 10-11:30 e 13:30-16:30 lun-sab, 13-30-16:30 dom).
E' possibile salire su entrambe le due torri per vedere il panorama (ed io lo consiglio!). Per salire in cima alla torre meridionale bisogna salire 343 scalini per arrivare ad una piccola piattaforma panoramica che affaccia sull'Innere Stadt (Orario: 9-17:30. Prezzo: 4,50 Euro).
La torre settentrionale invece ospita la Pommerim, la più grande campana dell'Austria che pesa 21 tonnellate. (Orario: 8:15-16:30 e fino alle 18 a Luglio e ad Agosto. Prezzo: 5, 50 Euro. Si sale con l'ascensore).

Stephansdom-Duomo di Vienna
 Stephansdom-Duomo di Vienna

 

 

Karmelitermarkt e Bauernmarkt


(Orario: 6-19:30 lun-ven e fino alle 17 sab)
Nel quartiere multietnico Leopoldstadt potete visitare questo bel mercato cittadino, il Karmelitermarkt, dove troverete anche cibo kasher (qui abbiamo mangiato dei buonissimi falafel). Nella stessa piazza, il sabato c'è il Bauernmarkt, il mercato dei contadini che portano frutta, verdura, formaggi, pane, salumi e quant'altro, tutto biologico. In zona ci sono anche diversi ristoranti e bar dove fermarsi a bere o a mangiare qualcosa.
Karmelitermarkt e Bauernmarkt-Vienna


 

 

Peterskirke


(Orario: 7-20 lun-ven e 9-21 sab e dom)
La Peterskirke (Chiesa di San Pietro) è una delle chiese più belle di Vienna, per la sua inusuale posizione. Si trova vicinissima al Graben (strada pedonale), notate l'affresco sulla cupola e l'altare dorato con il martirio di San Giovanni Nepomuceno.
Peterskirke-Vienna


 

 

Il Graben

 
Il Graben è una bellissima strada pedonale con tanti negozi, ristoranti e bar. E' sempre affollatissima e piacevole da vivere. Lungo il Graben notate la Pestsaule (la Colonna della peste) che commemora la fine dell'epidemia della peste ed i bagni pubblici di Adolf Loos.
Notate anche il Paleis Equitable, edificio neorinascimentale al n° 3 del Graben. Il cortile interno è rivestito di bellissime ceramiche ungheresi Zsolnay e poi c'è un ceppo annerito dove gli apprendisti fabbri conficcavano un chiodo prima di tornare a casa.
Il Graben-Vienna


 

 

Hofburg


L'Hofburg è una delle meraviglie di Vienna. Si tratta un complesso di edifici nati nel XIII secolo come castello fortificato. Fu la residenza degli Asburgo dal 1279 fino al 1918. Oggi è la sede degli uffici del Presidente della Repubblica, ospita musei, piazze pubbliche e giardini.
Da visitare i Kaiserappartements con un'area, la Sisi Museum, dedicata alla imperatrice Sissi, al Kaiserliche Schatzkammer (Tesoro imperiale) (Orario: 9-17:30 mer-lun) con capolavori di arte sacra e profana, la Burgkapelle (Cappella Reale) (Orario: 10-14 lun e mar, 11-13 ven), in stile gotico e la Scuola di equitazione Spagnola con gli stalloni lipizzani. Per assistere agli spettacoli, occorre prenotare i biglietti mesi prima. 
Hofburg-Vienna



 

 

Minoritenkirche


(Orario: 10-18. Ingresso libero)

La Minoritenkirche (Chiesa dei frati minori) è un edificio gotico del XII secolo a cui fu aggiunta successivamente una facciata barocca. Il campanile è tronco in quanto fu distrutto in parte dai turchi nel 1529. Da notare all'interno il mosaico raffigurante l'Ultima Cena di Leonardo da Vinci, voluto da Napoleone. La particolarità è che qui la domenica alle 11 la Messa viene celebrata in italiano.

Minoritenkirche-Vienna


 

 

Ferstel passage e mercatino bio di Freyung


Il Ferstel passage è un'elegante galleria che oggi ospita anche ristoranti, con una bella fontana che poi sbuca su un marciapiede pedonale dove si tiene il grazioso ed interessante mercatino bio di Freyung.Ferstel passage-ViennaMercatino bio di Freyung-Vienna

 

 

Votivkirche


(Orario: 9-18 lun-sab e 9-13 dom)
La Votivkirche, Chiesa votiva, è uno dei più importanti luoghi di culto cattolico di Vienna. Si tratta di un ex voto dovuto ad un fallito attentato alla vita di Francesco Giuseppe I d'Austria. E' della metà del 1800, in stile gotico. Presenta tre navate corte ed un transetto più pronunciato.

Votivkirche-Vienna


 

 

Rathaus (Municipio)


(Orario visite guidate alle 13, lun, merc e ven)
Il Rathaus (Municipio) si trova lungo la Ringstrasse ed è un palazzo dell'800, in stile neogotico. La torre centrale è alta 102 metri.Rathaus (Municipio) di Vienna

 

 

Parlamento


(Orario visite guidate: ogni ora, 11-16 lun-sab)
Anche l'edificio che ospita il Parlamento si trova lungo la Ringstrasse. Da notare la facciata neoclassica con colonne greche e la Fontana di Atena. La visita guidata si tiene in tedesco o in inglese e dura 55 minuti.Parlamento di Vienna

 

 

Wolksgarten


Anche il Wolksgarten, bel parco cittadino, si trova lungo la Ringstrasse, realizzato secondo lo stile barocco francese con le forme di un parco all'inglese. Al suo interno troverete un bellissimo roseto con più di 200 specie e 3000 cespugli.Wolksgarten-Vienna

 

 

Karlskirche


(Orario: 9-12 e 13-18 lun-sab e 12-17:45 dom)
La Karlskirche si trova ai margini del Resselpark ed è una bellissima espressione del barocco viennese. Presenta una cupola in rame alta 72 metri. Una cosa molto particolare è che al suo interno c'è una impalcatura con ascensore che vi permette di andare all'interno della cupola e di osservare da vicinissimo gli affreschi di Johann Michael Rottmayr che rappresentano l'apoteosi di San Carlo Borromeo.
Inoltre, all'esterno della chiesa, c'è un laghetto nel quale la chiesa si rispecchia splendidamente.
Nel biglietto di ingresso è compresa anche la vista al museo Borromeo.Karlskirche-Vienna

 

 

Naschmarkt


(Orario: 6-19:30 lun-ven e fino alle 18 sab)
E' un mercato alimentare davvero enorme. E' lungo infatti 500 m lungo i quali troverete dapprima una parte coperta in cui si vendono generi alimentari e ci sono posti in cui mangiare qualcosa, poi, all'esterno, c'è un'altra parte dedicata all'abbigliamento e all'antiquariato

Naschmarkt-Vienna
Naschmarkt-Vienna

 

 

Staatsoper e Albertina


Lo Staatsoper è il teatro di Vienna dedicato alla lirica e alla danza. Se non si assiste ad uno spettacolo, si può comunque visitare il museo o prendere parte ad una visita guidata che dura 40 minuti e consente di vedere il foyer, lo scalone principale, la sala del té, lo Schwindfoyer ed il palcoscenico.
Proprio di fronte allo Staatsoper si trova l'Albertina (Orario: 10-18 gio-mar, fino alle 21 mer) che ospita la più grande collezione di arte grafica al mondo, la collezione permanente Batliner e mostre temporanee molto interessanti. Il biglietto di ingresso è valido tutto il giorno, quindi si può anche uscire dal museo e tornare più tardi.Staatsoper-ViennaAlbertina-Vienna

 

 

Burggarten


(Orario: 6-22 apr-ott e 6:30-19 nov-marzo)
Il Burggarten è un grosso giardino che si trova alle spalle della Hofburg. Al suo interno si trova la statua di Mozart in marmo, il celebre musicista di Salisburgo, ma anche quella di Francesco Giuseppe.Burggarten-Vienna

 

 

Kunsthistorische museum


(Orario: 10-18 mar-dom e fino alle 21 gio)
Il Kunsthistorische museum, in stile neorinascimentale italiano ospita la immensa collezione della famiglia reale. Si va dall'antichità greca e romana fino alle diverse scuole di pittura europee. Da non perdere la Pinacoteca, con gli autori europei (Rinascimento tedesco, barocco fiammingo, Secolo d'oro olandese, pittura italiana, spagnola e francese). Poi ci sono da vedere la Kunstkammer (Gabinetto dell'arte e delle curiosità), la collezione egizio-orientale e quella di arte antica.


 

 

Naturhistorisches museum


(Orario: 9-18:30 gio-lun e fino alle 21 merc)
Il Naturhistorisches museum è il museo di storia naturale e ha al suo interno una straordinaria collezione di fossili, minerali ed anche ossa di dinosauro. Da notare anche la cupola e le bellissime sale decorate. Qui, tra le altre cose, troverete la statua della Venere di Willendorf, risalente a 25000 anni fa e ben 1100 meteoriti. Il piano terra è dedicato a meteoriti, dinosauri e reperti preistorici, mentre il primo piano alla zoologia.Museum quartier-Vienna

 

 

Castello del Belvedere e bacio di Klimt


Il Castello del Belvedere fu voluto come residenza estiva dal Principe Eugenio di Savoia e difatti viene spontaneo pensare un po' anche a Versailles. L'Oberes Belvedere, ovvero il Belvedere superiore (Orario: 10-18), con un bel panorama sulla città, è imperdibile. Il palazzo presenta sale bellissime, riccamente decorate, con marmi, affreschi e stucchi e con una collezione d'arte di rara bellezza che sta a simboleggiare il potere immenso che avevano gli Asburgo.
Al primo piano trovate il famoso bacio di Klimt che non si può fotografare, ma nella sala attigua c'è una gigantografia con cui fare delle foto e per apprezzare tutti i dettagli dell'opera.
Immancabile una passeggiata nello Schlossgarten, il giardino barocco che collega il Belvedere superiore con quello inferiore con una discesa leggera. Qui potete ammirare la fontana superiore e quella inferiore oltre all'Alpengarten (Orario: 10-18 fine Marzo-inizio Agosto), giardino in stile giapponese con una sezione dedicata alle specie alpine.
Poi c'è l'Unteres Belvedere, il Belvedere inferiore (Orario: 10-18 gio-mar, fino alle 21 mer). In quest'altro bellissimo palazzo barocco sono da visitare gli appartamenti e le sale di rappresentanza, in particolare la Marmosaal (Sala dei marmi) rivestita di marmi rossi.Castello del Belvedere-ViennaGiardini del Castello del Belvedere-Vienna

 

 

Prater


Il parco del Prater di divide essenzialmente in due zone, il Wurstelprater che è il parco giochi con la famosa ruota panoramica, la Riesenrad, divenuta un simbolo di Vienna. La Riesenrad è alta 65 metri, ed impiega circa 20 minuti per fare un giro completo. Ma ce n'è anche un'altra più grande e poi qualunque tipo di giostra, per i più piccoli ma anche per i grandi.
La seconda parte è l'Unterer Prater, ex riserva di caccia degli Asburgo ed oggi parco dove fare una passeggiata, girare in bicicletta o fare un picnic.

Riesenrad-Ruota panoramica-Prater-Vienna

 

 

Cosa vedere fuori Vienna


 

 

Castello di Schönbrunn

(Orario e prezzi: verificate sul sito ufficiale del Castello di Schönbrunn gli orari delle varie sezioni ed i vari biglietti possibili)
Si trova fuori dal centro uno dei più bei castelli di Vienna, il castello di Schönbrunn. Per visitare il Castello ci sono diverse tipologie di biglietti, scegliete quella che vi interessa di più. Si possono visitare gli Appartamenti reali, i giardini (consiglio il Kronprinzergarten), con la splendida Gloriette in cima alla collina dalla quale si può vedere tutta Vienna. Fate una sosta alla Fontana di Nettuno (Neptunbrunnen). All'interno dell'Irrgarten trovate un labirinto fatto con le siepi, più deludente l'Orangerie.Castello di Schönbrunn-ViennaCastello di Schönbrunn-Vienna


 

 

Grinzing

Se avete tempo a disposizione, potete fare una piccola deviazione fuori città per andare a Grinzing. Due sono  i motivi che vi spingeranno qui, le case molto carine e gli Heurigen, dei posti molto caratteristici dove mangiare. Per andare a Grinzing bisogna prendere la U4 (o il tram D) fino ad Heiligenstadt e poi l'autobus n° 38A.
Oppure potete prendere sempre il tram D fino alla fermata Grinzinger strasse e poi l'autobus n° 38A. Potete anche prendere la metro U2 o U4 fino alla fermata Shottentor e poi stesso da lì tram n° 38 con lo stesso biglietto urbano, che in circa 15 minuti arriva a Grinzing. 

Heurigen a Grinzing
 


 

 

Dove mangiare a Vienna


Un'altra esperienza interessante che potete fare a Vienna riguarda il cibo.
Da Figlmuller potete provare la famosa schnitzel, la cotoletta di vitello o di maiale, tipo quella ad orecchio di elefante milanese, tenera e buonissima.
Demel e l'Hotel Sacher se la giocano per la vera, ma soprattutto per la più buona Sachertorte. Secondo noi la migliore è quella dell'Hotel Sacher.
A cena invece abbiamo provato diversi ristoranti che ci eravamo segnati da casa e che ci sono piaciuti e per questo motivo ve li segnaliamo: Ef16 e Meierei in Stadtpark. Ci sarebbe piaciuto provare anche Plachutta.

Schnitzel (cotoletta) da Figlmuller-Vienna

Mappa di Vienna


Sulla mappa di Google che ho creato, trovate tutti i punti di interesse di cui ho parlato in questo post.




Trovate tutto il diario di viaggio a Vienna anche nella pagina dei DIARI DI VIAGGIO ed in quella dedicata all'Austria.

Fabio


2 commenti

  1. Che spettacolo Vienna :) Leggendo questo vostro articolo mi avete fatto venire voglia di tornarci.
    Ci sono stata nell'agosto del 2006 e molte cose, purtroppo, non sono riuscita a vederle (le case colorate, per esempio, o il famoso bacio di Klimt). Quindi, quando ci tornerò, farò sicuramente un salto al Belvedere.
    Grazie per le dritte e le info utili :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che tu abbia trovato degli spunti interessanti. Noi abbiamo rimandato la visita a qualche museo al periodo invernale. Essendoci andati in primaver, ci siamo goduti più le cose all'aperto. Ci piacerebbe tornare per i mercatini di Natale :-)

      Fabio

      Elimina

Lasciateci un commento, lo apprezziamo molto.