in

Patate dolci con crumble di quinoa

- - 2 commenti


Durante il periodo natalizio ho adocchiato questo piatto su una rivista, un piatto vegetariano e senza glutine, che vi permetterà di fare bella figura se presentato agli amici, oppure vi risolverà una cena senza appesantirvi troppo.
Avete mai provato a mettere insieme le patate dolci, la quinoa, la feta e la melagrana, magari con un bel mix di spezie? Se non lo avete ancora fatto, è il momento di provare.
Capisco che si possa pensare che io cucini solo dolci e in realtà è quasi vero, nel senso che durante la giornata penso spesso a quale dolce preparare, ed ormai sono giunta al punto di desiderare che un dolce finisca in fretta in modo da poterne fare uno nuovo. Insomma la pasticciera che è in me sta avendo la meglio e questo di certo non fa piacere alla bilancia.
Così mi capita di avere qualche piccolo rimorso di coscienza di tanto in tanto ed invece di optare per un pasto completo dall'antipasto al dolce (scherzo, ovviamente😄), decido di preparare un piatto unico, possibilmente leggero,  che cerco di rendere però goloso e possibilmente bello. D'altro canto anche l'occhio vuole la sua parte, no?


Non è un piatto proprio light light, ma è un ottimo compromesso per mettere a tacere la coscienza.
Dall'aspetto sembrerebbe un piatto della cucina persiana, ma non essendo specificato nella ricetta, non ne sono certa, anche se il mix di spezie utilizzato depone a favore di questa teoria.
Sono proprio le spezie a conferire al piatto un valore in più e per l'ennesima volta mi domando perché non ne usi mai tante nei piatti che preparo, visto che sono in grado di fare la differenza.
Il piatto di oggi è estremamente semplice e se avete ospiti, si può preparare anche il giorno prima e completarlo prima di servirlo.
Come dicevo, è ricco di spezie, ma non esitate ad usarle, ci stanno benissimo!


Patate dolci con crumble di quinoa
900 g di patate dolci
3 cucchiai di olio
3 cucchiaini di cumino
2 cucchiaini di coriandolo
1 cucchiaino di cannella
500 g di porri puliti e tagliati
1 peperoncino tagliato finemente + altro per la decorazione
1 spicchio d'aglio
500 g di pomodori tagliati a pezzi
1 mazzetto di prezzemolo tritato
1 mazzetto di menta tritata
200 g di feta tagliata a pezzetti
75 g di chicchi di melagrana

Per il crumble
300 g di quinoa cotta
75 g di burro sciolto
100 g di granella di pistacchio
1/2 cucchiaino di cannella

Preriscaldare il forno a 180°C.
Pelare le patate e tagliarle a pezzi di 2,5 cm. Metterle in una teglia e condirle con 1 cucchiaio d'olio, 2 cucchiaini di cumino, il coriandolo e la cannella. Cuocere per 25-30 minuti, finché diventino morbide.
Nel frattempo riscaldare il restante olio in una padella e friggere i porri per 10 minuti, aggiungervi il restante cumino, il peperoncino e l'aglio e cuocere per 1 minuto. Aggiungere i pomodori e cuocere a fuoco lento per altri 5 minuti. Mescolare con le patate e la maggior parte delle erbe aromatiche.
Trasferire in una teglia da forno da 2 litri e spargervi sopra la feta.
Preparare il crumble, mescolare la quinoa con il burro sciolto. Mescolare con 75 g di pistacchi e con la cannella. Stendere sullo strato di verdure e formaggio e cuocere in forno per 25-30 minuti, finché la superficie sia dorata.
Prima di servire, cospargere con le restanti erbe aromatiche, la restante granella di pistacchio, i chicchi di melagrana ed il peperoncino.


Ogni tanto un piatto salato ci sta...e poi vi assicuro, questo è una delizia al pari di un dolce.

Anna Luisa

2 commenti

  1. Confermo, proverò a replicarla! Solo una domanda: non essendo una grande amante della feta, è possibile sostituirla con altro? Immagino non si possa eliminare del tutto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sono felice che ti sia piaciuta la nostra ricetta 😊 Certo, puoi sostituirla, così mi verrebbe da dirti con un primosale, ma ci vedrei bene anche una ricotta tipo romana, soda insomma, magari arricchita da una grattugiata di pecorino 😉 Mi raccomando, fammi sapere come è andata 😉 Buona serata Anna Luisa

      Elimina

Lasciateci un commento. È molto apprezzato.