in

Ravioli cinesi

- - 1 commento

Oggi si festeggia il Capodanno cinese, per cui quale migliore occasione per cimentarmi a preparare i buonissimi ravioli cinesi? Per vedere come fare i ravioli cinesi, guardate il video in fondo a questo post.
Non tutti sanno che i Cinesi, a differenza degli occidentali, seguono il calendario lunare e non quello solare, per cui il loro capodanno cade in una data tra il 21 gennaio ed il 20 febbraio, che varia ogni anno in base alla seconda luna nuova dopo il solstizio d'inverno, che quest'anno è il 5 febbraio.
Ogni anno è dedicato ad un segno dell'oroscopo cinese, stiamo uscendo dall'anno del Cane per entrare in quello del Maiale e similmente a come avviene per il nostro oroscopo, i nati in quest'anno lunare dovrebbero essere determinati e generosi, ma anche introversi.
I festeggiamenti per il nuovo anno dureranno 16 giorni e termineranno con la Festa delle lanterne, quando, secondo tradizione, i bambini usciranno a fare una passeggiata con i genitori durante la notte, portando una lanterna in mano.
Come in tutte le feste, esistono dei piatti tipici anche per il Capodanno cinese, l'anatra, il pesce i noodles ed i ravioli anche sono tra questi. In particolare, i ravioli che ho deciso di preparare simboleggiano fortuna e felicità.
Ricordo bene la prima volta che provammo i ravioli cinesi o dumpling, eravamo a Taiwan, il nostro primo viaggio in Oriente.
Eravamo andati a visitare quella magnifica isola, invogliati dai racconti di una nostra cara amica taiwanese, Tsueinan, che ci fece da guida ed accompagnatrice durante i giorni che trascorremmo nel suo Paese.
Ricordo bene che arrivammo stanchissimi per il lungo viaggio, ma desiderosi di scoprire le bellezze dell'isola e di vedere con i nostri occhi tutto ciò che fino ad allora avevamo solo potuto immaginare attraverso i racconti della nostra amica.
Proprio la prima sera ci portò a cena con tutta la sua famiglia in un ristorante che preparava ravioli cinesi. Uno spettacolo!
Attraverso la vetrina potevamo ammirare tra nuvole di vapore, le mani che si muovevano veloci a chiudere i ravioli e le altissime file di ceste per la cottura a vapore in cui poi sarebbero stati anche  serviti.
Non ricordo quanti tipi di ravioli ci furono serviti, ma ricordo bene che erano tantissimi, ognuno di forma diversa, e per ognuno Tsueinan ci diceva come era fatto e se mangiarlo intinto nella salsa di soia o versando la salsa all'interno del raviolo prima di mangiarlo.
Era la prima volta che usavamo le bacchette, ma a fine vacanza ero orgogliosa di saperle usare tanto bene da riuscire a prendere anche un solo chicco di riso.
Passammo dei giorni splendidi, l'isola era meravigliosa come aveva detto la nostra amica, grazie a lei potemmo capire usi e costumi, perché facevano il bagno a mare con la t-shirt, perché i cimiteri si trovavano in posti magnifici, ci fece scoprire i food market notturni e ci raccontò la storia di Chiang Kai-shek e del popolo di Taiwan. Fu una splendida vacanza che porteremo sempre nei nostri cuori.
Ovviamente, quando ho deciso di preparare i ravioli cinesi, ho chiesto aiuto a Tsueinan, che per prima cosa mi ha indicato dei video da vedere e poi mi ha seguita in ogni fase della preparazione, con me che le facevo mille domande a raffica. Ed alla fine sono riuscita nel mio intento.


Ravioli cinesi

Ingredienti:
200 g di farina 00
80 g di acqua
300 g di carne di maiale macinata
1 verza piccola
2 carote
1 cipollotto
1 porro
2 cucchiai di salsa di soia
zenzero grattugiato
sale


Preparare la pasta impastando prima in una ciotola e poi sul tavolo la farina e l'acqua.
Quando la pasta sarà soda ed omogenea, metterla in un sacchetto chiuso a riposare.
Preparare il ripieno.
Tritare a verza dopo averla lavata e metterla in una ciotola con il sale. Lasciare riposare mezz'ora.
Nel frattempo tritare la carota ed affettare il porro ed il cipollotto. Unirli alla carne macinata, aggiungere lo zenzero grattugiato.
Mettere la verza in una garza e strizzare in modo da eliminare quasi tutta l'acqua. Unirla alla carne, aggiungere la salsa di soia e mescolare il tutto per ottenere il ripieno. Lasciarlo riposare un'ora in frigorifero.
Ricavare dei cilindri dalla pasta e tagliarli a pezzi uguali. Stenderli quindi con il matterello sul piano ben infarinato.
Farcire ciascun raviolo con il ripieno e chiudere dandogli la forma desiderata.
Cuocere 5 minuti se si sceglie di bollirli, oppure 15 minuti in vaporiera.
Servire accompagnandoli con la salsa di soia.


Mi sono divertita tantissimo a preparare i ravioli ed a cimentarmi nelle diverse chiusure ed ho pensato anche questa volta di fare un video per mostrarvi come ottenere le forme che vedete in foto.


Non so se torneremo mai a Taiwan, ma so di certo che quel Paese  resterà sempre nei nostri cuori, così come la nostra amica Tsueinan.

Anna Luisa





1 commento

  1. Mi piacciono moltissimo anche la versione grigliata o fritta ma farli ci rinuncio. Posso acquistarli freschi al ristorante storico cinese a Trieste (ormai la terza generazione) che li fanno freschi per asporto e tu a casa li cuoci come vuoi. Grazie del video. Buona serata.

    RispondiElimina

Lasciateci un commento. È molto apprezzato.