in

Spagna, prima "tapas": Bilbao...e non solo...

- - 11 commenti
Quando gli amici di Menu Turistico ci hanno proposto di andare con loro qualche giorno in giro per la parte settentrionale della Spagna, pur non sapendo ancora niente di quella zona, di ciò che avremmo visitato, ci avremmo impiegato dai 5 ai 10 secondi a dire si...ma forse anche meno...
Anche se il tempo a disposizione per studiare posti ed itinerari, per cercare gli alberghi non è stato quello nostro solito, ci siamo catapultati a leggere guide e a cercare le sistemazioni pochi giorni prima della partenza. E così siamo passati dalle letture alla realtà del viaggio senza soluzione di continuità.
Preparati i bagagli, siamo di buon'ora in aeroporto per prendere il volo per Barcellona da dove proseguiremo per Bilbao. Peccato che i controllori di volo...francesi...oggi siano in sciopero e non ci viene data l'autorizzazione al decollo. Morale: perdiamo la coincidenza per Bilbao. Nel caos più totale creato da questa situazione, a Barcellona cerchiamo un'alternativa. Alla fine siamo costretti ad acquistare un biglietto ex novo con un'altra compagnia, ma ciò ci consente di essere a Bilbao alle 16:30 e di non perdere tutta la giornata.
Purtroppo non riusciamo ad accogliere gli amici di Menu Turistico col cartello che avevamo preparato per loro.



Ritirata l'auto, impostato il Tom Tom, arriviamo in hotel. Qui a Bilbao abbiamo scelto il Lopez de Haro. Si, ci siamo trattati bene, anche perché i prezzi in questo periodo sono davvero convenienti, come un buon 3 stelle in Italia. Secondo noi le classificazioni degli hotel spagnoli sono leggermente sovradimensionate rispetto alla categoria e a quello che ci si aspetterebbe.

L'hotel è ottimamene posizionato vicino al lungofiume e al bellissimo ponte di Calatrava che si intravede scendendo le scale tra le Torres Isozaki.








Svoltiamo a destra e percorriamo il lungofiume verso il centro, il casco viejo. Da qui possiamo vedere l'Ayuntamiento (il municipio), il teatro, la stazione. Alla fine arriviamo alla Catedral di Santiago che è chiusa.






 Passiamo da una piazza con una scalinata, da me ribatezzata "plaza de Espagna", non sarà (purtroppo per i compagni di viaggio) l'unica battuta...


Ci dirigiamo quindi verso Plaza Nueva dove siamo attirati dai vari localini che offrono le tapas, che qui si chiamano "pinxchos". Oltre ad essere molto ben preparate, originali ed invitanti, sono anche molto buone. Troppo. E ne mangiamo in quantità... Assaggiamo quelli di Zuga per primi e quelli di Casa Pedro.















Sazi, torniamo in hotel godendoci , il lungofiume, la zona del ponte di Calatrava, fino al Guggenheim. Un vero spettacolo.






























La mattina seguente alle 8 siamo già in giro. Puntiamo diritti al mercado de la Ribera. Carino, niente di particolare.
 
 








 Torniamo quindi verso la Cattedrale. Purtoppo aprirà alle 10:30 e dopo avere fatto colazione in un bar lì in piazza torniamo verso il Guggenheim che visiteremo stamattina.
 
 




 
 La struttura dall'esterno è splendida, ne siamo affascinato dalla forma, dai materiali, dai colori, dai riflessi.
 










 
 
 Le opere all'interno sono discutibili. Abbiamo anche la fortuna di assistere ad un artista (un pazzo per me :-D) che realizza una parte della sua opera sparando un proiettile di cera rossa verso un angolo di una parete che va ad aggiungersi a quelli precedentemente sparati, per poi restare lì, seduto, fermo,  in contemplazione del realizzato. Artisti...
Dal Guggenheim ci spostiamo al Museo de bellas artes, molto interessante. C'è anche una mostra temporanea sulla tauromachia di Picasso. Da vedere.




Tornati in hotel,  prendiamo l'auto e ci dirigiamo nel piccolo centro di Santillana del mar, dove visitiamo la Colegiata de Santa Juliana col bel chiostro. Fervono i preparitivi per una festa locale.


























Prima di rientrare a Bilbao facciamo sosta a Santander. Passiamo per il mercato e giriamo un po' per le strade dello shopping brulicanti di gente.







Torniamo quindi in hotel a Bilbao per prepararci per la serata. Questa sera ci siamo concessi una cena particolare, al ristorante stellato all'interno del Guggenheim. Dopo questa ottima cena, ci godiamo la zona con le luci della sera (qui in questo periodo fa notte molto tardi). Veniamo rapiti dalla bellezza del posto e dalle luci. Ormai cotti poniamo fine a questa nostra seconda giornata spagnola.
Bilbao è una delle città che ci è piaciuta di più in questo giro. Una vera sorpresa! Bellissima tutta la zona del lungofiume, il casco vejo con le sue stradine, le Chiese, i ristorantini di tapas (le migliori provate) in Plaza nueva, tutta la zona attorno al Guggenheim è curatissima. Vale la pena anche trascorrerci un fine settimana. Da non perdere!

Fabio

11 commenti

  1. bene, così ho già l'hotel tra i preferiti x qnd andrò a bilbao! ;-)
    ps: piacere leggere pure che sei VIVO !

    RispondiElimina
  2. Complimenti per le mete! La Spagna è tutta bellissima a mio parere.
    Vorrei chidervi quanti giorni siete stati a Bilbao?

    RispondiElimina
  3. Complimenti per le foto, sembra quasi di esserci .......ma non ci siamo ..invidia verde!!! un abbraccio Maria e C.

    RispondiElimina
  4. Complimenti per le foto... sembra quasi di esserci stata!!!! :-)
    e comunque, ora è appurato: visto che l'unico movimento che hai fatto in più di noi è stato quello di muovere ininterrottamente l'indice sinstro sul l'interruttore della macchina fotografica, e visto che tu sei dimagrito e io e la annalu no, da ora in poi faremo foto anche noi due. Le mie, di sicuro, verranno peggio, ma almeno potrò rientrare nei jeans... o no????
    Grazie ancora per questo viaggio, ci siamo divertiti davvero tantissimo
    ale

    RispondiElimina
  5. @mkvale: di hotel a Bilbao ce ne sono tanti. In questo periodo i prezzi erano anche superiori a quelli di Madrid. Poi abbiamo trovato questa offerta. La posizione comunque era ottima.
    @Chiara: I posti ci sono stati proposti da una coppia di amici. In realtà ne sapevamo ben poco. Ma siamo contentissimi di esserci stati. Abbiamo trovato tutto:arte, cultura, belle città, buon cibo. Da approfondire ulteriormente. A Bilbao siami stati il pomeriggio dell'arrivo, la mattina seguente e la sera. Diciamo che un giorno, un giorno e mezzo massimo sono sufficienti. Da vedere, sicuramente!
    @Maria: grazie. Sono contento di averti portata in giro con noi, almeno in maniera virtuale.
    @Ale: pensa che io avevo l'impressione che ci foste anche voi...che strano...sarà stata la sangria? Analizzando il responso della bilancia, mi sono dato la stessa risposta. Oltre all'intensa attività dell'indice, direi che gli spostamenti supplementari e le pose giapponesi hanno avuto il loro ruolo. A saperlo qualche tapas in più ci scappava...alla faccia del colesterolo! Grazie a voi per la compagnia, le chiacchiere, le buone mangiate. Mi dispiace che hai fatto tu da (ottima) guida stavolta, io mi sono goduto un po' la vacanza dedicandomi solo alle foto, tralasciando guide e cartine...Spero che ci saranno altre occasioni per ripetere questa bella esperienza!
    Fabio

    RispondiElimina
  6. belle foto.. e tapas sempre spettacolari=)

    www.modemuffins.blogspot.com

    RispondiElimina
  7. Grazie ragazze! La Spagna è splendida, sotto ogni punto di vista!

    RispondiElimina
  8. Adoro la Spagna e a Bilbao non sono mai stata e con queste foto mi hai fatto venire una grandissima curiosità... oltre a tanta invidia per questo vostro magnifico viagggio... perché non c'ero anche io??????????????

    RispondiElimina
  9. Bilbao ci ha proprio sorpresi.
    Dai che la prossima volta organizziamo un minibus! :-D

    RispondiElimina
  10. Che bel resoconto, che belle foto! Complimenti! Sono stata a Bilbao qualche anno fa e ne conservo un ricordo splendido...grazie per avermi fatto tornare in mente quella vecchia "gita"...un saluto
    simona

    RispondiElimina
  11. Simona, siamo contenti di averti fatto tornare alla mente il ricordo di quesa splendida città. Grazie per la visita.

    RispondiElimina