in

Le spiagge più belle della Sardegna del Sud

- - 4 commenti

  

 
La Sardegna del sud è piena di spiagge bellissime e non ha niente da invidiare a quelle più famose del nord. Quindi andiamo subito a vedere quali sono le spiagge più belle della Sardegna del Sud.

Le spiagge più belle della Sardegna del Sud


Di spiagge da sogno lungo tutta la costa sud della Sardegna, risalendo anche un po' lungo la costa ovest e la costa est, ce ne sono davvero tante. Anzi, una delle cose più difficili è stato scegliere ogni giorno a quale spiaggia (o spiagge) andare, perché la scelta non manca! Questo post nasce proprio da una ricerca che ho fatto prima di partire per capire quali fossero le spiagge più belle (le trovate sulla mappa a fine post segnalate da un ombrellone di colore rosa) e quelle che magari, per quanto belle, si potevano anche lasciare per una visita successiva o che andavano comunque solo viste (sono indicate sulla mappa con un ombrellone di colore bordeaux).

Una costante che ha accomunato tutte le spiagge visitate, sia quelle dove ci siamo fermati a fare il bagno, sia quelle che abbiamo solo visto di sfuggita è la presenza di parcheggi a pagamento. Il prezzo è andato dai 3 Euro fino ai 10 Euro al giorno. La maggior parte dei parcheggi ha un costo di 5 Euro al giorno. I prezzi indicati sono relativi alla nostra visita nel 2020 e al mese di Settembre.

Per questo motivo alcune spiagge che avremmo voluto almeno vedere, non le abbiamo viste. Avremmo dovuto pagare il parcheggio solo per scendere a dare uno sguardo. Ma comunque ne abbiamo viste tante e ci siamo fatti un'idea ben precisa delle più belle. Di quelle che abbiamo visto trovate le foto assieme a tutte le caratteristiche della spiaggia.

Proprio perché ovunque abbiamo trovato tantissime spiagge libere (anche dove c'erano i lidi), un consiglio che vi do, anche per risparmiare un bel po' di soldi, è di portarvi un ombrellone (soprattutto se siete con la vostra macchina) o di comprarne uno. C'è spazio per tutti. Anzi, a volte erano molto più distanziati gli ombrelloni sulle spiagge libere che nei lidi anche considerando che spesso le spiagge sono davvero molto lunghe. Magari portatene uno solido in caso di vento più forte che in Sardegna non è una rarità. Noi avevamo il nostro col bastone in 3 sezioni, da viaggio, che comunque ci è stato comodo quando non abbiamo trovato posto ai lidi.

Partiamo dalla costa occidentale, scendendo verso Cagliari e poi risalendo lungo la costa sud orientale in questa nostra carrellata delle spiagge più belle del Sud della Sardegna.
La costa ovest ha anche tante cose interessanti da visitare oltre a belle spiagge.
Se invece volete fare solo mare, io vi consiglio di più la costa est, con spiagge davvero bellissime!

 

 

Spiaggia di Piscinas


Per arrivare alla spiaggia di Piscinas passerete per la zona Minieraria di Ingurtosu lungo la SP4. Passata la Laveria Brassey, un grosso edificio industriale in stato di abbandono, inizia uno sterrato di 5 km di lunghezza (via Bau) tenuto in buone condizioni che vi porterà al grande parcheggio in mezzo alle dune di Piscinas (prezzo: 3 Euro).

Le dune si estondo anche verso l'interno e possono raggiungere i 60 metri altezza. Sulla spiaggia sono presenti due lidi anche se non è facile trovare posto se non arrivate presto. Altrimenti c'è tantissima spiaggia libera da poter utilizzare.

La sabbia è proprio color "sabbia", beige/dorata, un po' granulosa e mista ma non scotta. Vicino alla riva e appena scesi a mare ci sono dei piccoli ciottoli che non danno fastidio e poi inizia la sabbia ma qui dopo poco l'acqua diventa profonda e non si tocca più. L'acqua è un po' più fredda rispetto ad altre zone dove il fondale è più basso ma è comunque cristallina e bellissima. Come stanno a dimostrare le dune, la zona può essere molto ventosa.
800 m di spiaggia sono per naturisti. A 200 metri dalla costa c'è il relitto di una nave inglese.

Spiaggia di Piscinas

Spiaggia di Piscinas

Spiaggia di Piscinas

Spiaggia di Piscinas

Spiaggia di Piscinas

Spiaggia di Piscinas

Spiaggia di Piscinas

Spiaggia di Piscinas

Spiaggia di Piscinas-Mare

Spiaggia di Piscinas-Sabbia

 

 

Spiaggia di Cala domestica


La spiaggia di Cala Domestica si raggiunge percorrendo la SP83 fino a quando troverete l'indicazione che vi porterà alla fine della stradina dove ci sono due parcheggi. Il primo ad un costo di 5 Euro per tutta la giornata ed il secondo, alla fine della strada con due fasce orarie, fino alle 14 e dopo le 14 ad un costo di 2 Euro ciascuna fascia oraria oppure 4 Euro per tutta la giornata.

Dal parcheggio si prende la passerella in legno in mezzo alle dune di sabbia che porta verso la spiaggia. Ad un certo punto troverete una biforcazione. A sinistra si va a Cala Domestica, mentre a destra si prende per Cala Lunga.

A Cala domestica troverete una porzione di spiaggia libera, che non è molto grande (anzi, nei giorni di maggiore affluenza tende a riempirsi), ma c'è anche un lido attrezzato (The smile of Summer) dove potete prendere un ombrellone con due lettini al costo di 30 Euro per la prima fila e di 25 Euro per la seconda fila. Al lido c'è un bar dove poter comprare qualcosa da bere e da mangiare, si possono noleggiare pedalò ed altre attrezzature. I bagni invece sono al parcheggio per i camper.
Qui c'è anche una costruzione abbandonata ed è bello il colpo d'occhio che si ha salendo all'estremità sinistra della spiaggia guardando il mare.

Spiaggia di Cala domestica

Spiaggia di Cala domestica

Spiaggia di Cala domestica

Spiaggia di Cala domestica

Spiaggia di Cala domestica-Lido

Spiaggia di Cala domestica-Lido

Spiaggia di Cala domestica-Dune di sabbia

Spiaggia di Cala domestica

Spiaggia di Cala domestica

Spiaggia di Cala domestica

Se invece al bivio andate a destra, arriverete a Cala Lunga. La strada è sicuramente meno agevole della passerella in legno, infatti si cammina sulle rocce/scogli. Ma comunque, se non avete grosse difficoltà motorie, è piuttosto semplice (mia moglie comunque si sarebbe lamentata! :-D). Magari meglio da fare con delle scarpe chiuse, c'è solo un punto che richiede un minimo di impegno in più. Però quando si passa attraverso la piccola galleria, si arriva su questa spiagetta libera da sogno, riparata dai venti dalle alte falesie. A Cala Domestica invece, a causa del fondo basso per un bel po' e del vento, potreste trovare più facilmente agitato.
La sabbia è fine, non scotta ed è del color tipico della sabbia, beige/dorato. 

Spiaggia di Cala Lunga

Spiaggia di Cala Lunga

Spiaggia di Cala Lunga

Spiaggia di Cala Lunga-Galleria

Spiaggia di Cala Lunga-Sentiero

Nelle vicinanze potete visitare Porto Flavia. Altre spiagge belle nelle vicinanze sono la spiaggia di Buggerru poco a nord e la spiaggia di Masua con vista sul Pan di zucchero, grosso faraglione calcareo, simbolo della zonale. Ancora più a sud, la spiaggia di Plagemesu con sabbia bianca a grani medi, acque cristalline con fondale sabbioso misto a roccia.

Spiaggia di Masua e Pan di zucchero

Spiaggia di Masua

Spiaggia di Masua

Spiaggia di Masua e Pan di zucchero

 

 

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino


Più a sud di Sant'Antioco si trova la spiaggia di Is Arenas Biancas. Il nome già dice tutto: qui la spiaggia di sabbia bianca è davvero bellissima e ricorda mari caraibici e tropicali.
La spiaggia si può dividere in tre sezioni. La prima è a Porto Pino proprio, dove c'è anche il porto, è lunga 600 metri e può essere molto frequentata. La sabbia è meno bella rispetto al resto della spiaggia. C'è il parcheggio a ridosso della spiaggia.

La seconda sezione è quella centrale, lunga 2 km e mezzo, di sabbia bianchissima. Per raggiungere questa parte della spiaggia c'è un grande parcheggio. Percorsa la diritta Via Is Pillonis, prenderete lo sterrato che costeggia gli stagni e arriverete al parcheggio custodito "Le dune". Per arrivare alla spiaggia seguite le indicazioni che troverete nel parcheggio, passate il ponticello e prendte la strada pedonale sterrata che costeggia gli stagni. Qui ce ne sono 5: lo stagno di Maestrale, lo stagno de Brebeis e lo stagno di Porto Pino, lo stagno de Foxi e lo stagno del corvo. Il parcheggio costa 6 Euro. Qui ci sono anche dei lidi. Noi siamo stati al lido Caraibi beach al costo di 25 Euro per ombrellone e due lettini. Sulla spiaggia, davanti al lido c'è anche un simpatico totem con indicate diverse località del mondo dove molti si fermano a fare foto.

Da qui si può anche facilmente raggiungere a piedi la terza parte della piaggia, quella guardando il mare, più a sinistra dove ci sono le belle dune di Porto Pino. L'area, come un po' tutte le dune che abbiamo trovato nel sud della Sardegna, non è accessibile ai bagnanti. Anzi, in questo caso c'è anche una classica torretta da bagnino che però è rivolta verso le dune proprio per richiamare e fare uscire dall'area le persone che dovessero entrare (magari per scattare e scattarsi fotofografie).
Le dune comunque si possono vedere dalla spiaggia.
La sabbia è bianca, fine, il fondale del mare sabbioso è basso e l'acqua è cristallina. Bellissima!
Anche qui non manca tanta tanta spiaggia libera.

Nelle vicinanze, anche la spiaggia di Porto Zafferano, dalla sabbia bianca, con riflessi rosa, ma non so se è raggiungibile solo via mare. Tra l'altro si trova in zona militare e non sempre è accessibile.

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino-Parcheggio

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino-Ponticello

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino-Sentiero e stagni

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino-Sentiero e stagni

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino-Lido

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino-Lido

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino-Lido

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino-Dune di sabbia

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino-Dune di sabbia

Spiaggia di Is Arenas Biancas-Porto Pino-Sabbia

 

 

Spiaggia di Tuerredda


La spiaggia di Tuerredda è un'altra spiaggia che avrei voluto vedere, ma purtroppo il costo del parcheggio (10 Euro al giorno) ci ha fatto desistere dal fermarci solo per vederla e quindi ci siamo limitati ad ammirarla dalla SP71. In realtà sulla strada, un po' più avanti, c'è un parcheggio più economico.
Vale la pena comunque percorrere questa strada provinciale anche per i bei punti panoramici, verso Teulada.
La spiaggia si trova tra Capo Malfatano e Capo Spartivento che la riparano dal maestrale assieme all'isola di Tuerredda che caratterizza il paesaggio. Sono presenti lidi, ristoranti e servizio di noleggio di canoe e pedalò.
Nelle vicinanze anche la spiaggia di Sa Perda Longa, con sabbia fine bianca, fondale basso ed acqua cristallina oltre a quella di Su Giudeu di cui vi dico subito.

Spiaggia di Tuerredda

Spiaggia di Tuerredda

 

 

Spiaggia di Su Giudeu


Quando arriverete nei pressi della spiaggia di Su Giudeu, troverete delle grandi indicazioni di parcheggio. Noi ci siamo fermati al primo che abbiamo trovato (5 Euro al giorno), ma andando poco più avanti ne troverete altri. Uno era dedicato ai camper, ma abbiamo visto anche tante macchine parcheggiate al suo interno. Da qui percorrerete la strada (dove c'è una indicazione di strada privata e di divieto di accesso) ed uscirete sulla spiaggia, all'altezza dello stagno Stangioni de Su Sali.

Ci sono diversi lidi lungo la spiaggia, noi siamo stati al lido Le dune dove abbiamo preso un ombrellone e due lettini al costo di 25 Euro.  La spiaggia è di colore bianco/dorata, fine e non scotta, davvero molto bella. Il mare è cristallino e bellissimo, col fondale basso. Spiagge libere e lidi si alternano.

La stessa spiaggia prende diversi nomi. Partendo da destra, guardando il mare, avremo la spiaggia di S'Acqua Durci, mentre andando verso sinistra arriveremo alla spiaggia di Campana Pontile, così chiamata a causa dei resti di un vecchio pontile che potete vedere in acqua. Da qui, superando una collinetta rocciosa, dove ci sono anche le dune protette ed un cratere, vi affaccerete sulla spiaggia di Campana Dune.

Nelle vicinanze anche la bella spiaggia di Cala Cipolla incastonata tra due promontori di granito rosa, è una sorta di piscina naturale. Anche qui sono presenti le dune di sabbia, il fondale è basso e tutto intorno è circondata dalla classica macchia mediterranea.

Spiaggia di Su Giudeu

Spiaggia di Su Giudeu

Spiaggia di Su Giudeu

Spiaggia di Su Giudeu

Spiaggia di Su Giudeu

Spiaggia di Su Giudeu

Spiaggia di Su Giudeu

Spiaggia di Su Giudeu

Spiaggia di Su Giudeu

Spiaggia di Su Giudeu

Spiaggia di Su Giudeu

Spiaggia di Su Giudeu

Spiaggia di Su Giudeu-Spiaggia di Campana Pontile

Spiaggia di Su Giudeu-Spiaggia di Campana Pontile

Spiaggia di Su Giudeu-Spiaggia di Campana Pontile

Spiaggia di Su Giudeu-Spiaggia di Campana Dune

Spiaggia di Su Giudeu-Spiaggia di Campana Dune

Spiaggia di Su Giudeu-Spiaggia di Campana Dune

Spiaggia di Su Giudeu-Spiaggia di Campana Pontile

Spiaggia di Su Giudeu-Spiaggia di Campana Pontile

Spiaggia di Su Giudeu-Spiaggia di Campana Pontile

Stangioni de su sali-Spiaggia di Su Giudeu

Stangioni de su sali-Spiaggia di Su Giudeu

Spiaggia di Su Giudeu-Sabbia

 

 

Spiaggia del Poetto (Cagliari)


La spiaggia del Poetto è la spiaggia dei cagliaritani e si estende per ben 8 km da Cagliari a Quartu Sant'Elena. All'interno rispetto alla strada principale presenta un lungomare con pista ciclopedonale che costeggia la strada. Nel tratto più ad occidente si può vedere bene il promontorio noto con il nome di Sella del diavolo. La sabbia è bianca, il fondale basso ed il mare cristallino. Si alternano i lidi a grandi tratti di spiaggia libera.
Alle spalle di questa zona si trovano le saline ed il parco di Molentargius. Già lungo la strada principale che costeggia le saline (oltre che al loro interno) è possibile vedere i fenicotteri rosa.

Spiaggia del Poetto

Spiaggia del Poetto

Spiaggia del Poetto

Spiaggia del Poetto

Spiaggia del Poetto

Andando ad est di Cagliari:

 

 

Spiaggia di Mari Pintau


La spiaggia di Mari Pintau è la prima bella che si incontra andando da Cagliari verso est. Il nome, che significa mare dipinto, già dice tutto e sottolinea il bellissimo colore di queste acque. Prendete l'uscita Geremeas dalla SS125 var ed in 5 minuti nemmeno la raggiungerete. Il fondale è di sassi e ciottoli arrotondati e poi di sabbia bianca. Si parcheggia lungo la strada e poi si scende alla spiaggia dotata anche di lido. La vista dall'alto è impagabile.

Spiaggia di Mari Pintau

Spiaggia di Mari Pintau

Spiaggia di Mari Pintau

 

 

Spiaggia di Porto Giunco

Un'altra bellissima spiaggia che consiglio di vedere è la spiaggia di Porto Giunco. Trovate il parcheggio alla fine della strada, verso lo stagno di Notteri dove potrete vedere i fenicotteri rosa. Visto che lo stagno è recintato e non ci si può avvicinare dalla spiaggia, per vederli meglio vi consiglio di spostarvi su Via dei Ginepri dove troverete delle piazzole per la sosta e tramite dei sentieri raggiungerete delle postazioni per il birdwatching (portatevi i binocoli o un buon teleobiettivo per la macchina fotografica). Anche se sulla mappa che trovate a fine post ci sono indicati 2 parcheggi, ne abbiamo trovato solo uno molto grande al prezzo di 5 Euro al giorno. 

Stagno di Notteri-Spiaggia di Porto Giunco-Fenicotteri

Stagno di Notteri-Spiaggia di Porto Giunco-Fenicotteri

Stagno di Notteri-Spiaggia di Porto Giunco-Postazione di avvistamento per Fenicotteri

Quello che sorprende veramente sono i prezzi dei lidi (altissimi!). Noi siamo stati al lido Delfino club e abbiamo pagato per un ombrellone e due lettini in 5° fila ben 40 Euro! Un pacchetto per la prima fila costava ben 150 Euro mentre la prima fila 80 Euro, la seconda 60, la terza 55/50, la quarta 45/50, la quinta 45/40, a Settembre). Ancora più bello e probabilmente più caro il lido dell'Hotel Pullmann salvo che sia riservato agli ospiti.
Forse più economici sono i lidi verso destra, guardando il mare, cioè verso la torre di Porto Giunco. Qui c'è anche un altro parcheggio. 

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco

Proprio da qui, dalla fine della spiaggia, parte un sentiero che porta in 10-15 minuti di agevole passeggiata in salita alla Torre di Porto Giunco dalla quale si gode di una meravigliosa vista su tutta l'area marina protetta di Punta Carbonara, sullo stagno di Notteri e pure sull'altra costa (spiaggia della Fortezza e spiaggia di Campulongu).

Spiaggia di Porto Giunco-Sentiero per la torre di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco-Sentiero per la torre di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco-Sentiero per la torre di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco-Sentiero per la torre di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco-Sentiero per la torre di Porto Giunco

Spiaggia di Porto Giunco-Sentiero per la torre di Porto Giunco
 
I costi sono giustificati dalla presenza di una sabbia bianca finissima, tipo caraibica, con sfumature rosa, dal fondale basso, acque cristalline ed andando verso le rocce granitiche a sinistra (guardando il mare), c'è una piccola secca dove è possibile vedere tanti pesci e nuotare con loro (portatevi una maschera!). Bella anche la caletta dopo le rocce granitiche. Anche qui comunque c'è tantissima spiaggia libera. Quindi il consiglio, soprattutto qui che è molto caro, è di portarsi un proprio ombrellone. Poi comunque si potrà usufruire dei servizi dei lidi.

Nelle vicinanze anche la spiaggia di Porto Sa Ruxi caratterizzata da 3 grandi arcate, spiaggia bianca finissima e fitta macchia mediterranea.

 

 

Spiaggia di Simius


Un po' il prolungamento della spiaggia di Porto Giunco, caratterizzata da sabbia bianca finissima è la spiaggia "cittadina" di Villasimius. E' riparata dai venti ed il mare è trasparente e cristallino come un po' dappertutto in zona.

Nelle vicinanze anche la spiaggia di Punta Molentis, a numero chiuso.

 

 

Spiaggia di Cala Pira


La spiaggia di Cala Pira è caratterizzata da sabbia bianco-grigiastra, mare color turchese, fondale basso.
Alle spalle della spiaggia c'è un piccolo promontorio ricoperto di macchia mediterranea con la torre di Cala Pira. Non è possibile parcheggiare nello slargo che arriva alla spiaggia ma bisogna seguire le indicazioni per il parcheggio che vi porterà nella parte sinistra (guardando il mare) della spiaggia. 

Spiaggia di Cala Pira

 

 

Spiaggia di Cala Sinzias


Visto che la spiaggia del nostro hotel era molto bella, abbiamo dato solo un'occhiata alla spiaggia di Cala Sinzias che pure mi ero appuntato tra le più belle.
Per arrivarci ci sono diversi punti di accesso. Molto comodo quello che si raggiunge seguendo le indicazioni per il Lido Tamatete. Qui troverete un parcheggio pubblico e quello per i clienti del lido. La baia è protetta da due promontori e da un boschetto di eucalipiti. Anche qui c'è tanta spiaggia libera oltre al lido.

Spiaggia di Cala Sinzias

Spiaggia di Cala Sinzias

Spiaggia di Cala Sinzias-Parcheggio

Spiaggia di Cala Sinzias-Parcheggio

 

 

Spiaggia di Costa rei


La spiaggia privata del nostro albergo, Villas resort hotel a Castiadas, era sulla spiaggia di Costa rei, nelle vicinanze dello scoglio di Peppino sul promontorio di Punta Giusta. Devo dire che è un tratto di costa splendido, con spiaggia di sabbia fine bianca e mare dal color turchese cristallino. Anche qui c'è tanta spiaggia libera. Seguendo le indicazioni per la spiaggia di Punta Giusta arriverete ad un parcheggio (10 Euro per tutta la giornata e 6 Euro per mezza giornata), da qui potete prendere il sentiero che porta allo scoglio di Peppino dove c'è anche un punto panoramico con un Cristo rivolto verso il mare.

Spiaggia di Costa rei

Spiaggia di Costa rei

Spiaggia di Costa rei

Spiaggia di Costa rei

Spiaggia di Costa rei-Sabbia

Spiaggia di Costa rei

Spiaggia di Costa rei

Spiaggia di Costa rei

Spiaggia di Costa rei

Spiaggia di Costa rei

Spiaggia di Costa rei-Scoglio di Peppino

Spiaggia di Costa rei-Santa Giusta

Spiaggia di Costa rei-Scoglio di Peppino

Spiaggia di Costa rei-Scoglio di Peppino

Spiaggia di Costa rei-Scoglio di Peppino

Spiaggia di Costa rei-Scoglio di Peppino

Spiaggia di Costa rei

 

 

Altre spiagge


Inoltre, sempre partendo da ovest verso est, comunque belle, vi segnalo altre spiagge se avete più tempo di noi a disposizione o se già avete visto le principali che vi ho segnalato:

spiaggia di Scivu, spiaggia di Buggerru, spiaggia di Plagemesu e di Fontanamare, spiaggia di Maladroxia e spiaggia Coaquaddus (a Sant'Antioco), spiaggia di Porto Pineddu, spiaggia di Porto zafferano, spiaggia di Sa Perda longa, spiaggia di s'Acqua durci, spiaggia di Porto Sa Ruxi, spiaggia di Punta Molentis (a numero chiuso), spiaggia di Cala Monte Turno, spiaggia di Costa Rei, spiaggia di Portu s'Ilixi.
Molto bella anche la spiaggia di Nora, tutta spiaggia libera nelle adiacenze dell'Area archeologica di Nora.

Spiaggia di Nora

Spiaggia di Nora

 

 

Mappa della Sardegna del Sud


Di seguito trovate la mappa della Sardegna del sud con indicate tutte le spiagge di cui vi ho parlato, ma anche le cose da vedere nella Sardegna del Sud e a Cagliari.

Qui potete leggere anche il nostro post su Cosa vedere nella Sardegna del Sud se oltre al mare volete anche girare un po' e visitare gli interessanti siti della zona.

E qui quello su Cosa vedere a Cagliari in una giornata.

Fabio


4 commenti

  1. Santo cielo quante cose da scoprire! Speriamo di potermelo permettere un giorno. Davvero un viaggio sorprendente e così vicino, anche se scomodo, traghetto, macchina, ecc.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono dei posti e delle spiagge davvero bellissime! Il viaggio per noi è stato molto comodo, siamo partiti la sera, abbiamo dormito nella cabina e la mattina eravamo arrivati! E poi abbiamo avuto il vantaggio di girare con la nostra macchina e portarci quello che volevamo, ma anche comprare quello che volevamo :-) Ovviamente l'alternativa è andare in aereo e noleggiarla la macchina, a meno che non si vuole stare solo sulla spiaggia dell'hotel.

      Fabio

      Elimina
  2. Plagemesu e Fontana mare sono le spiagge che trenta anni fa non erano cercate da nessuno. Le spiagge di noi di Iglesias che nella pausa pranzo profittavano di tanta grazia ...conosco tutte le altre dove si stava anche a pranzo
    Miriam

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, sono vicinissime! Che bello comunque potersele godere senza i turisti, in bassa stagione. Fontanamare non l'avevo trovata nelle mie ricerche, l'aggiungerò! Grazie!
      In ogni caso c'è una scelta davvero grandissima! Difficile trovare un posto con così tante spiagge e tutte bellissime!

      Fabio

      Elimina

Lasciateci un commento, lo apprezziamo molto.