in

Cosa vedere a Cagliari in una giornata

- - Nessun commento

 

Cagliari si visita molto bene in una giornata. Vale la pena vedere le attrazioni principali, ma anche viverne un po' la bella atmosfera, di giorno e di notte.

Cosa vedere a Cagliari in una giornata

Abbiamo visitato Cagliari praticamente 2 volte nella stessa giornata, la prima sotto la minaccia e poi sotto l'acqua di un forte temporale e poco dopo con un sole splendente.
La città già comunque ci aveva fatto un'ottima impressione! Il centro storico di Cagliari è davvero splendido!


Cagliari è una città portuale che si sviluppa in altezza, con diversi punti panoramici ed un centro storico raccolto. Preparatevi a "perdervi" tra i suoi stretti vicoli, a lasciarvi affascinare da scorci insoliti che si aprono su ampie terrazze panoramiche.
Diversi punti della città sono collegati con scale e/o ascensori pubblici (Piazza dell'Indipendenza, Santa Chiara e del Bastione di Saint Remy). 


Per quanto in centro ci siano dei parcheggi pubblici (Via San Giorgio, via dei Genovesi, o alla Marina a Piazza Giacomo Matteotti ed in via Sassari) e li trovate anche indicati nella mappa a fine post, anche considerando che non è facile trovare posti liberi, vi consiglio di parcheggiare o al parcheggio Regina Elena, dal quale potete accedere al quartiere Castello tramite l'ascensore pubblico panoramico di Piazza dell'Indipendenza (salite all'ultimo piano. Vi troverete davanti un campetto di calcetto, non vi preoccupate, uscite e cercate l'ascensore) oppure al Metropark in zona Marina che sono grandi e non avrete difficoltà a trovare posto. Da lì potete girare e visitare la città completamente a piedi.


Potete salire al quartiere Castello da Piazza Yenne (prendendo l'ascensore vicino alla chiesa di Santa Chiara o percorrendo in salita la commerciale via Giuseppe Manno), oppure potete salire le scale del bastione di Saint Remy, in piazza Costituzione.

Ma veniamo più nel dettaglio a cosa vedere a Cagliari in una giornata.
Sulla mappa ho indicato in arancione le cose più interessanti e facili da vedere, in blu le altre.

Verificate sempre orari di apertura, giorni di chiusura ed aventuali prezzi indicati che potrebbero cambiare nel tempo.

 

 

Cattedrale di Santa Maria Assunta e di Santa Cecilia

(Orario: Feriali, 9-14 e 16-20; Festivi, 8-13 e 16:30-20)
Uno dei simboli e degli edifici religiosi sicuramente da non perdere a Cagliari è la Cattedrale di Santa Maria Assunta e di Santa Cecilia. Siamo nel cuore del centro storico di Cagliari, nel quartiere Castello. Si trova nella bella e molto grande Piazza Palazzo, dove troverete anche il Palazzo reale che oggi ospita la Prefettura e gli uffici della città metropolitana. La chiesa inoltre affaccia sulla bellissima e scenografica Piazza Carlo Alberto con i tavolini dei bar pronti ad accogliervi.


E' in stile romanico pisano e risale al XIII secolo, presenta 3 navate ed è a pianta a croce latina. Divenne Cattedrale nel 1258. Nel tempo ha avuto diversi rifacimenti con abbellimenti barocchi e neoromanici, con una ispirazione al Duomo di Pisa.
A parte le diverse cappelle laterali, da non perdere la cripta, davvero bellissima.

 Cattedrale di Santa Maria Assunta e di santa Cecilia-Cagliari

Cattedrale di Santa Maria Assunta e di santa Cecilia-Cagliari

Cattedrale di Santa Maria Assunta e di santa Cecilia-Cagliari

Cattedrale di Santa Maria Assunta e di santa Cecilia-Cagliari

Cattedrale di Santa Maria Assunta e di santa Cecilia-Cagliari

Cattedrale di Santa Maria Assunta e di santa Cecilia-Cagliari

Cattedrale di Santa Maria Assunta e di santa Cecilia-Cagliari

Cattedrale di Santa Maria Assunta e di santa Cecilia-Cagliari

Cattedrale di Santa Maria Assunta e di santa Cecilia-Cagliari

Cattedrale di Santa Maria Assunta e di santa Cecilia-Cagliari

 

 

Chiesa di San Michele


(Orario: nei giorni feriali dalle 8 alle 11 e dalle 19 alle 20:30. Nei giorni festivi dalle 10 alle 12 e dalle 19 alle 21)
La chiesa di San Michele è un complesso monumentale che include la chiesa e quella che era la residenza dei Gesuiti, poi trasformata in Ospedale militare e che oggi ospita il Dipartimento militare di Medicina legale ed è comunque gestita dai Padri gesuiti. E' il più importante esempio di arte rococò e barocca a Cagliari. I Gesuiti arrivarono a Cagliari nel 1564 ed inizialmente si stabilirono presso la Chiesa di Santa Croce che anche merita sicuramente una visita.


Da notare la bellissima facciata esterna, in tufo argilloso su tre livelli e la cupola ottagonale sulla destra.
Sul livello più basso c'è un bel porticato, poi un livello con le finestre ed infine una nicchia con la statua del Patrono, ovvero San Michele Arcangelo. Molto bello l'interno con le varie cappelle collegate, merita una visita anche la Sagrestia.

Chiesa di San Michele-Cagliari

Chiesa di San Michele-Cagliari

 

 

Chiesa Collegiata di Sant'Anna


(Orario: tutti i giorni dalle 8 alle 12)
La chiesa di Sant'Anna si trova nel quartiere Stampece, precisamente in via Azuni, in posizione laterale, sulla strada che in fondo vede la facciata della Chiesa di San Michele. E' del XVIII secolo, in stile barocco, sorgeva su un'altra chiesa più piccola e fu fortemente dannegggiata durante la Seconda guerra mondiale cosa che ne rese necesaria la ricostruzione nel dopoguerra.
La facciata è davvero imponente, affiancata da due campanili e con l'ingresso nella sommità di una bella scalinata. Senz'altro una delle chiese da non perdere.

Chiesa Collegiata di Sant'Anna-Cagliari

 

 

Quartiere Castello


Il quartiere Castello è uno dei 4 storici quartieri di Cagliari, sicuramente il più caratteristico. Si trova nella parte alta della città su una rupe calcarea. Il quartiere Castello fu fondato dai Pisani nel XIII secolo, lo fortificarono con mura, torri e bastioni proprio perché questa divenne e rimase nel tempo la sede del potere cittadino. Qui infatti troviamo la Prefettuta, la sede della Città metropolitana di Cagliari (in piazza Palazzo), la Cattedrale di Santa Maria Assunta e di Santa Cecilia e l'Università.
Oltre alla scenografica Piazza Carlo Alberto, percorrete i caratteristici vicoli di via Lamormora, via Nicolò Canelles e via dei Genovesi dove si respira la vera anima della città.

Quartiere Castello-Piazza Carlo Alberto-Cagliari

Quartiere Castello-Piazza Carlo Alberto-Cagliari

Quartiere Castello-Piazza Carlo Alberto-Cagliari

Quartiere Castello-Cagliari

Quartiere Castello-Cagliari

Quartiere Castello-Cagliari

Quartiere Castello-Cagliari

Quartiere Castello-Cagliari

Quartiere Castello-Piazza Carlo Alberto-Cagliari

Quartiere Castello-Piazza Palazzo-Cagliari

Quartiere Castello-Piazza Palazzo-Cagliari

 

 

Bastione di Santa Croce


Al Bastione di Santa Croce si accede dal quartiere Castello attraversando la torre dell'elefante. Arriverete così su uno dei punti panoramici più belli di Cagliari. Il bastione è noto anche come Bastione di Santu Juanni ed in passato ha ospitato la Giudaria, ovvero il quartiere ebraico. Quando poi gli ebrei furono cacciati, quella che era la loro Sinagoga fu trasformata nell'attuale chiesa di Santa Croce.
Molto bella la pavimentazione come le facciate dei palazzi che qui si affacciano.
Proseguendo verso la Chiesa di Santa Chiara troverete un comodo ascensore che vi porterà nelle vicinanze della chiesa e del mercato di Santa Chiara. 

Vista dal Bastione di Santa Croce-Cagliari

Vista dal Bastione di Santa Croce-Cagliari

Bastione di Santa Croce-Cagliari

Bastione di Santa Croce-Cagliari

 

 

Bastione di Saint Remy e terrazza Umberto I


Il bastione di Saint Remy è quello più imponente e maestoso. Il nome è dovuto al Viceré piemontese, barone di Saint  Remy. La scalinata monumentale che è possibile ammirare ora, sormontata dall'arco di trionfo e che conduce alla grande terrazza panoramica, è del XIX secolo. Qui potrete percorrere la passeggiata coperta ed ammirare il panorama dalla terrazza Umberto I.

Bastione di Saint Remy-Cagliari

Vista dal Bastione di Saint Remy e terrazza Umberto I-Cagliari

Vista dal Bastione di Saint Remy e terrazza Umberto I-Cagliari

Bastione di Saint Remy e terrazza Umberto I-Cagliari

Bastione di Saint Remy e terrazza Umberto I-Cagliari

Vista da Via del Fossario-Cagliari

 

 

Torre dell'elefante


(Al momento della stesura di questo post era chiusa per lavori di restauro. Accesso dal lato destro della Chiesa di San Giuseppe)
A causa della minaccia aragonese, i Pisani fecero costruire due torri divensive gemelle imponenti, la torre dell'elefante e la torre di San Pancrazio. La prima fu completata nel 1307 e si sviluppa su 4 livelli per un'altezza di 30 metri. Prende il nome da una statua marmorea di un elefante con la quale è decorata. Ottimo punto di osservazione dei nemici è anche un ottimo punto panoramico.

Torre dell'elefante-Cagliari

 

 

Santuario di Nostra Signora di Bonaria


(Orario: da lun a ven 7-11:30 e 16:30-19:30. Sab dalle 7 alle 12 e dalle 16:30 ale 20 e domenica dalle 7:30 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 20)
Fuori dal centro storico (ci si arriva a piedi, ma forse è meglio con la macchina), sull'omonimo colle c'è il Santuario di Nostra Signora di Bonaria, il più importante sito mariano di Cagliari. Si tratta di un complesso religioso formato dal Santuario del XIV secolo, la Basilica del XVIII secolo in stile neoclassico, il cimitero monumentale e dal Convento dei padri mercedari.


Il Santuario è il primo esempio di architettura gotico-catalana in Sardegna. Le facciate del Santuario e della Basilica sono adiacenti. L'interno del Santuario presenta un'unica navata principale con delle cappelle laterali. Ospita la trecentesca statua lignea della Madonna con bambino, detta Nostra Signora di Bonaria. Il Santuario fu edificato perché sembra che una nave in difficoltà gettò in acqua il suo carico ed una cassa, che poi portata a Cagliari, conteneva la statua lignea della Madonna, che quando fu gettata in acqua, placò la tempesta.

Santuario di Nostra Signora di Bonaria-Cagliari

Santuario di Nostra Signora di Bonaria-Cagliari

Santuario di Nostra Signora di Bonaria-Cagliari

 

 

Cimitero monumentale di Bonaria


(Orario: 8-13 tutti i giorni tranne il lunedì che è chiuso ed il giovedì è aperto anche al pomeriggio dalle 14:30 alle 17:30)
E' il grande cimitero che si trova alle spalle del Santuario di Nostra Signora di Bonaria e vi si accede dall'ingresso principale su Piazza cimitero ma anche dalle spalle del Santuario, su via Ravenna. Sorge lì dove ci sono testimonianze di sepolture già ai tempi dei punici, dei romani e dei primi cristiani a Cagliari. Qui sono sepolti diversi personaggi famosi.

 

 

Basilica paleocristiana di San Saturnino


(Orario: 9-13, chiusa il martedì ed il mercoledì)
La Basilica paleocristiana di San Saturnino è la chiesa più antica di Cagliari ed è dedicata al Patrono della città. Siamo nel quartiere Villanova, precisamente in piazza San Cosimo. Alla chiesa si arriva attraversando un piccolo parco. C'è anche una necropoli che si estende fin sotto la vicina chiesa di San Lucifero.
La pianta originaria era a croce greca, a noi è arrivato solo il corpo centrale con la cupola, la parte più antica. 

Basilica paleocristiana di San Saturnino-Cagliari

Basilica paleocristiana di San Saturnino-Cagliari

Basilica paleocristiana di San Saturnino-Cagliari

 

 

Lazzaretto


(Orario: 9-13 e 16-20 tutti i giorni. Chiuso il lunedì)
Il Lazzaretto di Cagliari si trova molto fuori dal centro, nel quartiere di Sant'Elia. Il Lazzaretto risale al XVII secolo e successivamente fu trasformato in Ospedale per malattie contagiose. Dopo essere stato chiuso verso la fine del XIX secolo con l'introduzione della quarantena, oggi ospita eventi culturali.
Ospita il museo delle torri e dei Castelli di Sardegna con 19 modelli in scala.

 

 

Parco Naturale Molentargius-Saline


(Orario: 9-19:30 tutti i giorni)
Un posto che merita senz'altro una visita è il Parco Naturale Molentargius-Saline. Il parco è accessibile anche liberamente, si può infatti venire qui a fare una passeggiata nella zona delle saline, oppure si può venire con o prendere, dando solo un documento di identità, una bicicletta e vista l'estensione del parco, è consigliabile. Inoltre è possibile partecipare anche ad una visita guidata nel parco e nelle saline che porta alla scoperta di come funzionavano le saline (ormai chiuse dal 1985) e soprattutto che portano all'interno della zona protetta dove nidificano e stanziano i fenicotteri, alla quale si può accedere solo in questo modo.
Comunque qui i fenicotteri ci sono tutto l'anno e li vedrete con relativa facilità anche nelle vasche delle saline.


Putroppo il maltempo che ha colpito Cagliari durante la nostra visita ha portato al crollo del fatiscente nastro trasportatore.
Considerate che le visite guidate si svolgono solo in alcuni orari ed i posti sono limitati, quindi vi consiglio vivamente di prenotare la visita in anticipo. Lo potete fare anche on line, dando solo un acconto di 10 Euro e poi salderete il resto sul luogo. Il biglieto per la visita costa 15 Euro a persona, mentre l'accesso al solo parco è libero e gratuito. 


La visita avviene su un cart elettrico guidato dalla guida e si può scendere dallo stesso solo in alcuni punti. Consigliato teleobiettivo per la macchina fotografica e binocolo (il binocolo lo danno anche loro).
Sedetevi a sinistra nel cart perché lo stagno dove sono i fenicotteri ve lo troverete appunto sulla sinistra (all'andata. Al ritorno a destra, ma magari dopo il passaggio del cart eventuali uccelli vicini al sentiero potrebbero volare via).
Sito ufficiale del Parco Naturale Molentargius-Saline
.

Fenicotteri al Parco Naturale Molentargius-Saline-Cagliari

Fenicotteri al Parco Naturale Molentargius-Saline-Cagliari

Fenicotteri al Parco Naturale Molentargius-Saline-Cagliari

Fenicotteri al Parco Naturale Molentargius-Saline-Cagliari

Parco Naturale Molentargius-Saline-Cagliari

Parco Naturale Molentargius-Saline-Cagliari

Parco Naturale Molentargius-Saline-Cagliari

Parco Naturale Molentargius-Saline-Cagliari

 

 

Spiaggia del Poetto


La spiaggia del Poetto è la spiaggia dei cagliaritani. Se siete a Cagliari e non avete voglia o tempo di spostarvi verso le spiagge più belle della Sardegna del Sud, non vi preoccupate. Qui troverete una spiaggia bellissima, dalla sabbia bianca e mare cristallino. Inoltre non averete difficoltà a trovare posto. La spiaggia è lunga 8 km ed arriva fino a Quartu Sant'Elena. Ci sono sia lidi attrezzati che tanta spiaggia libera. Comodi parcheggi si trovano lungo tutta la strada. Basta spostarsi un po' più all'interno su via Lungo Saline per poter anche avvistare dalla strada dei fenicotteri. 


Invece sul lungomare proprio della spiaggia del Poetto potete passeggiare oppure potete anche utilizzare la pista ciclabile. Da qui si ha anche una bella vista sul promontorio della Sella del Diavolo.

Spiaggia del Poetto-Cagliari

Spiaggia del Poetto-Cagliari

Spiaggia del Poetto-Cagliari

 

 

Marina


La Marina è la zona che si sviluppa vicino al porto turistico di Cagliari. Qui si affacciano i bei palazzi di Via Roma dove sotto i portici troverete caffé e negozi eleganti. Oppure potete percorrere la pedonale e commerciale Via Giuseppe Manno per arrivare al Bastione di Saint Remy o fare una passeggiata sul pedonale Corso Vittorio Emanuele II.
In tutta l'area troverete diversi bar e ristoranti, soprattutto di pesce. Sotto la Chiesa di Santa Eulalia c'è una strada lastricata del IV secolo.

Ruota panoramica di Cagliari

Marina di Cagliari vista dal mare/porto

 

 

Castello di San Michele


(Orario 15-20. Il sabatoe la domenica aperto anche dalle 10 alle 13. Chiuso il lunedì)
Il Castello di San Michele si trova su uno dei colli di Cagliari, all'interno del parco di San Michele, un po' fuori dal centro storico, verso nord, nel quartiere Is Mirrionis. Risale al periodo giudicale e presenta 3 torri angolari ed è circodandato da un fossato.

 

 

Necropoli di Tuvixeddu


(Orario: tutti i giorni dalle 8:30 alle 21:30)
La necropoli di Tuvixeddu pure si trova fuori dal centro storico di Cagliari ed è un esempio di necropoli punica, anzi è la più grande rinvenuta. Si estendeva su una superficie di 80 ettari. Il nome deriva proprio da "tuvu" che vuol dire buco, proprio per la presenza delle tante fosse scavate nella roccia. Anche in questo sito, come in altri analoghi in Sardegna ci sono testimonianze di una presenza umana già nel neolitico, prima dell'arrivo dei cartaginesi.

 

 

Anfiteatro romano


(Orario: tutti i giorni dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 19. Chiuso il lunedì.)
Molto scenografico è l'anfiteatro romano di Cagliari scavato nella roccia, almeno la parte che è arrivata a noi. Probabilmente infatti la parte mancante era costruita in calcare bianco e doveva superare i 20 metri di altezza. Qui si svolgevano combattimenti tra animali o tra gladiatori fino alla diffusione del cristianesimo e alla dichiarazione di illegalità degli stessi.Questo decretò anche l'abbandono dell'anfiteatro che fu usato anche come cava per reperire materiali da costruzione.

 

 

Giardini pubblici


(Aperti dalle 6 alle 24)
I Giardini pubblici sono un bel parco cittadino della grandezza di due ettari situati tra il quartiere La vega ed il quartiere Castello, nelle vicinanze dell'anfiteatro romano. Al loro interno c'è anche la Galleria comunale d'arte di Cagliari che un tempo aveva la funzione di polveriera.

 

 

Parco della musica


(Orario: 07-01)
Il Parco della musica è uno spazio che ha la funzione di ospitare eventi musicali e culturali. Al suo interno i sono un teatro lirico, una grande piazza e parcheggi. E' anche percorso da un corso d'acqua artificiale.

 

 

Mercato civico di San Benedetto


(Orario 7-14, chiuso la domenica)
Il mercato di San Benedetto si sviluppa su 2 piani per una superficie di 8000 metri quadrati che lo rendono il mercato civico più grande d'Europa. Al piano terra c'è il mercato del pesce, mentre al primo piano quello delle carni, di altri generi alimentari e servizi vari.
Qui nelle vicinanze c'è anche la pasticceria Piemontese di Gianluca Aresu, in via Francesco Cocco Ortu, 39, che merita una sosta golosa.

Noi invece abbiamo visitato il mercato di Santa Croce vicino all'omonima chiesa di cui vedete le foto qui sotto.

Mercato civico di Santa Croce-Cagliari

Mercato civico di Santa Croce-Cagliari

 

 

Museo archeologico nazionale


(Orario: 9-20, la biglietteria chiude alle 19:15, chiuso il lunedì. Prenotazione obbligatoria)
Il Museo archeologico nazionale di Cagliari è il più importante della Sardegna e si trova all'interno della Cittadella dei musei. Qui sono esposti reperti dall'epoca preistorica fino a quella bizantina, rinvenuti soprattutto nelle province di Cagliari e di Oristano ma anche in altre della Sardegna. Si sviluppa su quattro piano con esposizioni permanenti e temporanee.
Sito ufficiale del museo archeologico nazionale di Cagliari.

 

 

Piazza Jenne e via Giuseppe Manno


Sicuramente vi troverete a passare per piazza Jenne duranta la vostra visita di Cagliari e da qui potete prendere la pedonale e commerciale via Giuseppe Manno con tanti bei negozi.

Piazza Jenne-Cagliari

Piazza Jenne-Cagliari

Via Giuseppe Manno-Cagliari

Via Giuseppe Manno-Cagliari

Via Giuseppe Manno-Cagliari

 

 

Mappa di Cagliari


Qui di seguito travate la mappa di Cagliari con indicati tutti i punti di interesse di cui vi ho parlato ma anche tutte le cose da vedere e le spiagge piùbelle di tutta la Sardegna del Sud.


 

Potrebbero anche interessarti questi altri due nostri post:

Le spiagge più belle della Sardegna del Sud

e

Cosa vedere nella Sardegna del Sud.

Fabio

 

 


Nessun commento

Posta un commento

Lasciateci un commento, lo apprezziamo molto.