in

Tapas di baccalà per il Club del 27

- - 6 commenti

Tapas o aperitivo? Noi scegliamo le tapas, piccole porzioni che in Spagna si accompagnano ad un bel bicchiere di vino, divertenti, varie e soprattutto gustosissime, non si può dire Spagna senza dire tapas, ed allora, Vamos a tapear con il Club del 27.
In Italia si fa l'aperitivo, da quello semplice con patatine e salatini, fino a quello rinforzato che può comprendere anche insalate di pasta.
In Spagna da sempre invece esistono le tapas, nate come piccole porzioni che possono essere a base di salame, di jamon, di verdure, di pesce, servite da sole oppure poggiate su una fetta di pane o in bicchierini. Insomma, di tutto ciò che è declinabile in una monoporzione da accompagnare ad un buon bicchiere di vino. Le tapas infatti nascono proprio perché servivano a "tappare"(da cui il nome) il bicchiere di vino, in modo che venisse mangiato qualcosa prima di bere.
Sono varie, divertenti ed in grado di stuzzicare l'appetito anche dei palati più esigenti, insomma, non gli si può resistere.





Abbiamo già preparato delle tapas per la sfida dell'MTChallenge vinta da Mai, la nostra amica catalana. Quella volta preparammo le "Pas-tapas", delle tapas in cui l'elemento comune era la pasta.
Oggi, per il Club del 27 invece, abbiamo dovuto scegliere una tra le tante ricette partecipanti alla sfida e quelle che ci hanno colpito di più sono state le tapas di Arianna, tutte e tre a base di baccalà declinato in modo diverso.
Nella prima tapas il baccalà viene trasformato in arrosticini (tipico piatto abbruzzese a base di carne che però sono a base di carne), fritto ed accompagnato da una maionese al curry.
Il secondi tipo di tapas invece sono dei montadito, in cui il baccalà dopo essere mantecato, viene servito in cannoli di pane.
Infine l'ultima tapas vede il baccalà cotto in oliocottura e poggiato insieme alla sua pelle fritta, su una crema di zucchine.





Arrosticino di baccalà con maionese al curry

Ingredienti

Per gli arrosticini:
6 filetti (1 cm x 7-8 cm)
1 uovo
pangrattato
farina
semi di sesamo bianchi neri
olio d'oliva

Mettere l'olio in una padella/pentola abbastanza larga e profonda: il baccalà deve essere sommerso lasciando però libero lo stuzzicadenti.

Tagliare il baccalà a filetti sottili, come da dimensioni negli ingredienti. In un piatto sbattere l'uovo. In un secondo piatto disporre qualche cucchiaio di farina e in un terzo mischiare pangrattato e semi di sesamo.

Infilzare il baccalà sugli spiedini per tutta la loro lunghezze e passarli nella farina, poi nell'uovo ed infine nel pangrattato.

Friggere gli arrosticini fino a doratura.



Per la maionese al curry:

2 uova medie
300 ml di olio di semi
40 ml di succo di limone
un pizzico di sale
curry a seconda dei gusti

E' importante che tutti gli ingredienti abbiano la stessa temperatura (ambiente o di frigo).

Mettere nel bicchiere del mixer in ordine, le uova, l'olio, il succo di limone e il sale. Azionare il mixer a immersione e continuare a mixare fino a quando la maionese non abbia raggiunto la giusta consistenza. Se tutti gli ingredienti avranno la stessa temperatura ci vorranno 1-2 minuti scarsi.

Aggiungere il curry a seconda del proprio gusto, mescolare e mettere in un bicchierino.




Baccalà in oliocottura con crema di zucchine e pelle croccante

Ingredienti

Per la crema di zucchine:
2 zucchine
olio extravergine d'oliva


Tagliare le zucchine a rondelle spesse e lessarle in acqua bollente (in teoria salata) per 4-5 minuti. Frullarle aggiungendo l'olio e solo se necessario (non dovrebbe) un pochino dell'acqua di cottura, in moda da ottenere una crema morbida.

La semplicità. Non volevo troppi sapori.




Per la pelle di baccalà:
pelle di baccalà
farina
olio extravergine d'oliva

Tagliare a listarelle la pelle, passarle nella farine e friggerle in olio bollente. Scolarle e tenerle al caldo.

Per il baccalà:
6 cubetti di baccalà (3x3 cm)
1 foglia di salvia
1 foglia di alloro
1 rametto di rosmarino
1 pepe lungo
olio extravergine d'oliva

Versare l'olio in una pentola capiente: i cubetti devono essere totalmente immersi (qui come non mai vale il melius abundare quam deficere). Unire all'olio le foglie di alloro e salvia, il rametto di rosmarino e il pepe. Portare sul fuoco e far raggiungere i 60°C (indispensabile un termometro da cucina). Spegnere il fuoco e immergervi subito i bocconcini di baccalà, in modo che siano totalmente ricoperti.
Aspettare almeno 6 minuti, dopodiché toccare il baccalà: se le carni sono tenere è pronto, altrimenti lasciarlo cuocere ancora un po'. Il tempo di cottura dipende dalla grandezza dei pezzi.
Una volta pronto, scolare il baccalà e servirlo con la crema di zucchine e come decorazione la sua pelle fritta..



Cannolo di pane di segale e cereali con baccalà mantecato al cardamomo

Ingredienti:
6 fette di pane di segale e cereali
400 grammi baccalà
100 ml di olio extravergine di oliva
100 ml di latte
1 ciuffetto di prezzemolo
1 piccolo spicchio aglio
3 bacche di cardamomo

Avvolgere intorno a tubi per cannoli siciliani delle fette di pane tagliate molto sottilmente (meglio se con l'affettatrice) e tostarle in forno caldo a 200°C per 5 minuti.

Tagliare il pesce, in pezzi, metterlo in una pentola e coprirlo con acqua fredda e il latte. Aggiungere i semi delle bacche di cardamomo e portare a ebollizione. Cuocere il pesce per 15 minuti circa o fino a cottura, avendo cura di rimuovere la schiuma che si formerà sul filo del liquido con una schiumarola.
Scolare il baccalà dal liquido di cottura e pulirlo: rimuovere con cura la pelle, le lische con molta attenzione e i semi di cardamomo. Ridurlo a pezzettini e ponetelo in una ciotola capiente.
Mescolare con energia il baccalà con un cucchiaio di legno. Tritare il prezzemolo e l’aglio e aggiungere al composto. Mentre mescolare, aggiungere anche l’olio a filo: il composto dovrà risultare cremoso e compatto.

Mettere il composto dentro una sac à poche e farcire i cannoli di pane facendo attenzione a non romperli.


Non potevamo resistere a questo trio e voi, riuscirete a resistere o state già andando a preparare le vostre tapas?

Con queste ricette partecipiamo al Club del 27 di Giugno


Anna Luisa

6 commenti

  1. Sempre una tacca sopra, applausi e buone vacanze!

    RispondiElimina
  2. Tutto delizioso, tutto buonissimo, tutto invitante! Un abbraccio e buone vacanze.

    RispondiElimina
  3. Ma certo, chi può resistere a tanta bontà ^_^
    Un tris molto sfizioso.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Irresistibili, che dire? Buone ferie !

    RispondiElimina
  5. wow che belle proposte! quel cannolo è un'opera d'arte... voi siete sempre speciali!! Buona estate!

    RispondiElimina