in

Zuppa di farro, fagioli e castagne

- - 2 commenti


Le zuppe sono dei piatti decisamente semplici, si potrebbe definirli poveri, eppure ricche di proteine e risultano anche molto buone.
 Nell'antichità le zuppe di legumi erano il piatto povero per eccellenza, fatte con ingredienti che costavano poco, ma in grado di apportare una buona quantità di proteine a chi non poteva permettersi di acquistare la carne.
Oggi le esigenze alimentari sono cambiate, ma le zuppe ormai si sono radicate nella tradizione di molte Regioni e, soprattutto d'inverno, sono arrivate a diventare un comfort food a cui non riusciamo a rinunciare.
Esiste un numero infinito di zuppe, da quelle di legumi come fagioli, lenticchie e ceci per nominarne alcune, fino a quelle di cereali, quinoa, farro, per arrivare a quelle che preferisco, le zuppe miste, dove si crea un piacevole abbinamento tra cereali e legumi.
Giocando un po' con la fantasia, abbinando più sapori e più consistenze, si ottengono piatti da leccarsi letteralmente i baffi.
Se si vuole, si possono anche aggiungere magari dei funghi, dato il periodo, oppure, come ho fatto io, delle castagne.
Quella che vi propongo oggi è proprio una zuppa di farro, fagioli e castagne, perfetta per una giornata di freddo e pioggia, quando l'unica cosa che vorresti fare, è rintanarti sotto le coperte o passare la serata davanti al camino avvolta in una coperta e magari con una zuppa come questa tra le mani.

Zuppa di farro, fagioli e lenticchie

250 g di farro decorticato
250 g di fagioli
200 g di castagne lesse (per lessarle e pelarle con semplicità, leggi qui)
1 spicchio d'aglio
1/2 bicchiere di vino rosso
olio
sale e pepe
peperoncino se vi piace


La sera prima, mettere in ammollo in acqua  il farro ed i fagioli in due ciotole diverse.
La mattina seguente scolare il farro e metterlo in un tegame a cuocere coperto di acqua per circa 45 minuti dall'ebollizione.
Fare lo stesso per i fagioli e cuocere per circa un'ora (dovranno risultare teneri, ma non rompersi).
Una volta cotti, scolare sia il farro che i fagioli, tenendo da parte l'acqua di cottura.
In un tegame, soffriggere l'agio nell'olio, eliminare l'aglio quando si sarà fatto dorato ed aggiungervi i fagioli e il farro. Sfumare con il vino tenendo la fiamma abbastanza alta. Quando il vino sarà completamente evaporato, aggiungere l'acqua di cottura dei fagioli e del farro un mestolo alla volta, in modo da non avere mai troppo liquido. Proseguire la cottura della zuppa per 10 minuti, quindi aggiungere le castagne, regolare di sale e dopo 5 minuti terminare la cottura.
Aggiungere pepe o peperoncino se lo si desidera.
Servire calda.


Questa zuppa è di una semplicità disarmante, eppure è così buona che Fabio dopo pochi giorni mi ha chiesto già di rifarla.

Anna Luisa

2 commenti

  1. Si può fare anche con farro e fagioli in scatola? Per me sarebbe più semplice!

    RispondiElimina