in

Fall foliage in New England on the road: tredicesimo giorno, Boston

- - 6 commenti


20 Ottobre 2017

Siamo alla fine del nostro on the road nel New England. Ieri sera siamo arrivati a Boston. Purtroppo si è fatto tardi e non siamo riusciti a vedere proprio niente della città. Però da una parte questo mi piace. Oggi ci svegliamo in questa grande città americana della costa est ed avremo due giorni per espolarla per bene.
Ve lo dico subito, Boston mi è piaciuta tantissimo! Avevo un po' di timore, avevo visto alcune foto, i palazzi coi mattoni rossi, lo stile più british che americano e soprattutto temevo il confronto impietoso con la vicina New York, dove siamo stati già diverse volte e ne siamo innamorati.
Ma forse è stato meglio così, non c'erano grosse aspettative, se non quelle di visitare una città nuova e di rilassarsi un po' gli ultimi due giorni di viaggio prima del rientro in Italia.
In hotel c'è il bar, ma la colazione non è compresa nel prezzo della camera, allora ne approfittiamo per farla fuori. Anna Luisa ha notato che proprio dietro il nostro hotel c'è Flour! Una bakery della cui autrice lei ha il libro di ricette. Beh, era inevitabile andarci. E così abbiamo fatto. Giriamo l'angolo alla fine dell'isolato, pochi minuti e raggiungiamo questo piccolo locale. Dalla quantità di persone che vengono qui a fare colazione capiamo subito che deve essere buono. Si ordina (lo si può fare anche on line e ritirare in negozio) e poi si aspettano le varie cose ordinate e si viene chiamati per nome. Io li trovo deliziosi questi posti!




Ho pensato di visitare la città in una maniera un po' diversa dal solito. Ovvero di iniziare dalla parte più periferica, dalle zone più lontane in maniera tale che domani saremo più in centro, visto che poi la sera dovremo andare in aeroporto.
Attraversato il ponte che ci separa dalla Downtown, passiamo davanti alla South station e siamo subito circondati da bei grattacieli.


















In pochi minuti raggiungiamo la tipica porta cinese della Chinatown. E' presto e c'è ancora poca gente in giro. Molti sono ristoranti ed apriranno più tardi. Iniziamo quindi la visita della città dalla Chinatown e man mano ci sposteremo verso ovest dove ci sono diverse cose interessanti. Anzi, questa è una parte della città che mi è piaciuta un sacco.








La guida segnalava di andare a vedere le tipiche case a schiera di mattoni rossi ad Union park st.
Quindi ci spostiamo verso un'altra strada particolare, con le case tipiche ed una bella aiuola al centro, Tremont street verso Rutland sq.



















Qui in zona c'è anche un bell'osservatorio (Observation decks) sulla città. All'interno infatti della Prudential tower, precisamente al 50° piano c'è una bella piattaforma (chiusa) dalla quale si può osservare la città a 360 gradi. Il biglietto costa 19$ a persona e l'ascensore impiega solo 35 secondi per salire. Devo dire che è un po' caruccia, ma merita!












Da qui ci spostiamo nel vicino Mapparium, all'interno della Eddy Bakery library. Al Mapparium si accede solo tramite visita guidata che parte ogni 20 minuti e costa 6$ a persona. All'interno non è possibile fare foto. E' comunque una cosa carina, ai bambini soprattutto (ma anche ai grandi) piacerà sicuramente. Nell'atrio del palazzo notate i due lampadari che sono dei calendari.




Mapparium (immagine presa da internet)


Ci spostiamo nel parco Back Bay Fens dove c'è un laghetto/fiume e si può fare una passeggiata.





Lo attraversiamo per arrivare al Museum of fine arts. La struttura è molto grande, ma è un museo bellissimo con opere di tutti e 5 i continenti e di tutti i periodi storici. Dagli egiziani agli autori moderni. Assolutamente da non perdere. Mettete in conto almeno 2 ore per una visita veloce, ma anche di più, senza problemi.










C'è anche una temporanea di Muarakami.


















Dopo la prima parte di giornata trascorsa tra Chinatown, l'osservatorio panoramico, il Museum of fine arts, ci dirigiamo verso Kenmore sq (la riconoscerete dalla grande pubblicità Citgo) passando per il quartiere universitario di Fenway. Qui c'è anche lo stadio di baseball dei Boston Red Sox.





Arriviamo alla Charles river esplanada, una bella passeggiata lungo il fiume dove ci sono tantissime persone che corrono o che vanno in bicicletta o che semplicemente passeggiano. Boston è sicuramente la città in cui abbiamo visto più persone allenarsi correndo di qualunque altra visitata in passato, probabilmente a causa della maratona che qui si corre. Ma veramente le abbiamo viste dappertutto e a qualunque orario. Una cosa che mi preme dire è che anche in questa parte più periferica rispetto al centro ci siamo sempre sentiti sicurissimi, mai abbiamo avuto una brutta sensazione. Tutta la città è tranquillissima.












Un'altra strada che merita sicuramente una passeggiata è Newbury street coi tanti localini, i piccoli negozi di abbigliamento e di tante altre cose. Qui c'è una bella atmosfera, gente che passeggia e fa compere ma non ci sono i grandi magazzini.














Arriviamo alla Public library, molto bella all'esterno, ma anche all'interno e la Old South church. Su Copley sq c'è un mercatino.












Vorremmo vedere anche la Trinity church ma è chiusa.











Abbiamo terminato di visitare questa parte della città e mentre il sole lentamente scende (tramonta verso le 18 ad Ottobre), ci riavviciniamo al centro. Qui arriviamo al Boston public garden con le swan boat e al confinante Boston Common. Due parchi pieni di gente, una bellissima atmosfera anche qui. Inoltre ci sono dei preparativi per Halloween e ci sono anche tantissimi bambini. Non possono mancare gli scoiattoli.



















Ne approfittiamo per andare a vedere altre cose qui vicino, come la Massachussets State house con il suo cupolone dorato.






Ci spingiamo fino a Beacon hill, zona molto tranquilla con belle cosa e tanti negozietti.
Arriviamo anche a Louisebourg sq che però non è niente di che. Molto bella invece Charles st a Beacon hill.














Rientriamo lentamente in hotel e ne approfittiamo per qualche foto in notturna prima dalla Downtown e poi dalla zona del Seaport district, dietro al nostro hotel. Dal fan pier park infatti c'è una bellissima vista! Ovviamente vado a prendere il cavalletto in hotel visto che è proprio qui dietro.











Per cena andremo da Outlook kitchen and bar. In realtà siamo stati ingannati dalla terrazza panoramica che probabilmente è aperta d'estate solo e ceniamo nel ristorante di questo hotel vicino al nostro, al piano terra. C'è comunque una bella atmosfera anche qui, è venerdì sera e mangiamo bene.










Fabio

P.S. trovate tutto il diario di viaggio nella pagina dei DIARI DI VIAGGIO.




6 commenti

  1. Sarà che da tanto voglio visitare Boston perchè l'ho vista in tanti film e telefilm mail vostro articolo mi è piaciuto moltissimo! Anche le foto sono belle, avevo l'acquolina in bocca a vedere le immagini dei dolcetti! Avete fatto uno splendido viaggio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! E considera che questa è la parte periferica ed un pezzetto della Downtown.
      Arriverà la seconda parte a completare il racconto della visita di questa splendida città!

      Fabio

      Elimina
  2. Queste foto sono un sogno! Sono stata qualche giorno a Boston, ma ero in pieno stress post-traumatico perciò non ricordo molto. Ricordo solo che faceva un freddo cane ma che il cielo era azzurrissimo, come qui, il che mi aveva fatto comunque bene all'anima. Ora mi sembra di esserci stata un po' di più. Che belli gli scoiattoli! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi siamo stati fortunati a trovare l'indian summer, con una bellissima temperatura, intorno ai 25 gradi a fine ottobre. Sì, col cielo blue è ancora più bella! peccato per la tua visita, spero che avrai modo di godertela per bene questa bella città in futuro.

      Fabio

      Elimina
  3. Il plus di questo bellissimo post sono senza dubbio le foto! Boston mi affascina da tempo e da tempo spero di poterla visitare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, gentilissima! E' la città che è molto bella, mi sono limitato a fotografarla :-) Te lo auguro, una visita la merita di sicuro!

      Fabio

      Elimina