in

Kanelbullar o Cinnamon Buns Svedesi

- - 2 commenti


Il 4 Ottobre in Svezia si festeggia il kanelbullens-dag la giornata dedicata a dei dolci tipici di questa nazione, i Kanelbullar, delle brioches che ci sono rimaste nel cuore durante il nostro viaggio in Svezia Per questo motivo con altre blogger abbiamo deciso di dedicare un post a questa ricorrenza.
Molto simili ai loro cugini d'oltreoceano, i cinnamon rolls, i kanelbullar se ne differenziano per alcune caratteristiche, prima fra tutte la presenza, oltre alla cannella che accomuna i due dolci, del cardamomo, ingrediente tipico dei dolci svedesi. Un'altra differenza è data dal fatto che i cinnamon rolls vengono solitamente cotti in una teglia uno accanto all'altro, in modo da creare quella mollica morbida tra gli uni e gli altri che a me piace tantissimo, mentre i kanelbullar vengono cotti separatamente, qualcuno li mette anche nei pirottini da muffin o comunque vengono distanziati quel tanto che basta affinché non si tocchino. L'ultima differenza è nella forma, in questo caso non è neanche tanto netta come differenza, in quanto i cinnamon rolls sono a forma di rotolo, mentre i kanelbullar possono avere una forma un po' più simile ad una chiocciola perché una estremità viene ripiegata sotto al centro, oppure gli viene data una forma simile ad un nodo. Non sapendo decidere ho provato a farli in entrambi i modi, e vi assicuro che è meno difficile di quanto sembri.



I Kanelbullar nascono nel 1920 e da allora per gli Svedesi non c'è "fika" o come diremmo noi pausa caffè, senza i kanelbullar. Il rito del fika è in realtà un tempo ritagliato alla routine ed agli impegni giornalieri, per incontrarsi con gli amici, fare quattro chiacchiere sorseggiando un caffè e mangiando i kanelbullar. Insomma, se a Napoli abbiamo il caffè inteso come rito, come momento di convivialità, in Svezia hanno il fika. E' facile quindi capire perché questa popolazione sia così legata ai kanelbullar.
Ovviamente, come ogni dolce molto diffuso e preparato in tutte le case, ne esistono tantissime versioni ed altrettante ricette.
Nella ricerca che ho fatto, mi ha colpito la ricetta preparata da Fanny del blog Likeastrawberrymilk e così ho provato a realizzarla anche io.


Kanelbullar

Ingredienti per 14-16 kanelbullar
530 g di farina forte (l'ho aumentata a 600 g)
70 g di zucchero semolato
16 g di lievito di birra
10 g di sale
1tsp di cannella in polvere
3 uova (150g)
190 g di latte caldo
da 130 a 200g di burro (ne ho messi 200 g...per non farci mancare nulla)

Per il burro alla cannella
250 g di burro
170 g di zucchero semolato
3 tbs di cannella in polvere
1 tsp di polvere di cardamomo

Per completare:
1 uovo sbattuto
75 g di acqua
75 g di zucchero semolato


Mescolare in una ciotola grande  la farina, lo zucchero, il lievito, il sale e la cannella. Aggiungere le uova ed il latte e mescolare con un cucchiaio fino a formare un impasto. Metterlo sul piano di lavoro ed impastare per circa 20 minuti (se si usa l'impastatrice, impastare con il gancio a velocità media per circa 10 minuti, finché l'impasto non si stacchi dai bordi della ciotola e diventi liscio e poco appiccicoso). Aggiungere il burro in tre-quattro volte se si impasta a mano, oppure se si usa l'impastatrice, poco alla volta, aspettando che sia assorbito il precedente, prima di aggiungerne altro.
Continuare ad impastare fino ad ottenere una pasta liscia.
Riporre l'impasto in una ciotola coperta con pellicola per alimenti e lasciare lievitare 1 ora, oppure riporlo in frigo dalle 8 alle 24 ore.
Il giorno dopo rivesti due teglie di carta da forno.
Prepara il burro alla cannella, mescolando tutti gli ingredienti fino a renderli lisci e spalmabili.
Infarinare leggermente il piano di lavoro e stendervi l'impasto fino ad ottenere un rettangolo 30x60 e di 5-6 mm di spessore e con il lato più lungo rivolto verso di voi.
Spalmare il burro alla cannella sull'impasto e piegarlo in 3, prima 1/3 sulla parte centrale e poi l'altro terzo sulla parte centrale. Dovreste ottenere un rettangolo 30x20.
Tagliare delle strisce di 2 cm di larghezza ed arrotolarle formando un nodo (o una chiocciola arrotolandole e mettendo poi l'estremità sotto) e metterle sulla teglia. Continuare fino ad esaurire l'impasto.
Coprire con la pellicola per alimenti e lasciare lievitare per 2 ore o fino a raddoppio del volume.
Preriscaldare il forno a 185°C. Spennellare con l'uovo la superficie dei kanelbullar e cospargere di zucchero.
Cuocere per 12-16 minuti fino a doratura. Trasferirli su una grata utilizzando una spatola e lasciare raffreddare leggermente.
Per ottenere dei kanelbullar più lucidi,appena cotti, spennellarli con uno sciroppo fatto con acqua e zucchero in eguali quantità, portati ad ebollizione.
Note mie: le misure tsp e tbs sono il tea-spoon ed il table-spoon americani, corrispondenti circa ad 1 cucchiaino e ad 1 cucchiaio, quindi, se non avete gli spoons americani, potete rifarvi a queste misure oppure andare un po' a naso, dato che si tratta di spezie.



Immaginerete il profumo di cannella che si è diffuso per casa. Già solo questo mi ha fatto capire perché gli svedesi siano così legati ai kanelbullar, ma mi ha messo dinnanzi ad una diatriba esistenziale...meglio i kanelbullar o i cinnamon rolls?...credo che l'unico modo per scoprirlo sia di preparare anche questi ultimi a breve e fare un confronto, quindi preparatevi ad un'altra ricettina e, se vi va, possiamo prendere un caffè insieme gustando entrambi.



Anna Luisa

2 commenti

  1. Ma che bel post!!!l'idea di legare un viaggio ad una ricetta mi è sempre piaciuto. Io, al momento, viaggio poco. Perciò faccio il contrario: provo le ricette dei luoghi dove vorrei andare....dici che funzionerà? Tu continua così e un saluto anche al bravissimo fotografo!

    RispondiElimina
  2. La prossima volta proverò a farli anch'io col nodo :) Vedo tante ricette per prepararli e in ogni caso sono buonissimi, stanno diventando il mio dolce preferito!

    RispondiElimina