in

Che San Giuseppe sarebbe senza zeppole?!?!?

- - 10 commenti
Ebbene, certo è che questi fantastici dolcini ormai si trovano nelle pasticcerie durante tutto l'anno, ma il giorno di San Giuseppe non sarebbe tale senza le zeppole e di certo noi non potevamo esimerci dal prepararle!
Ormai gli studiosi hanno rinunciato a capire a quando risalga la nascita delle zeppole di San Giuseppe, probabilmente al 1800, ma forse anche prima. L'unica certezza è che il primo a venderle all'esterno della propria pasticceria, fu Pintauro, noto anche per essere l'inventore della sfogliatella. Comunque sia, indipendentemente da chi sia stato l'inventore delle zeppole di San Giuseppe e da chi ne ha fatto derivare altre tradizioni, tipo il venderle sulle caratteristiche bancarelle, questo dolce è buonissimo nella sua semplicità. Si tratta infatti di una ciambella di pasta bignè su cui viene poggiato un ciuffo di crema pasticcera ed il tutto viene sormontato da una o più amarene (vi prego non confettura di amarene perchè ci si resta troppo male nel mordere la zeppola e non trovarsi le amarene sotto i denti!). Vi confesso che non ci eravamo mai cimentati nella preparazione delle zeppole, ma questa volta abbiamo ceduto alla tentazione ed armati di tutti i testi che ne parlavano, abbiamo tratto questa ricetta.



Zeppole di San Giuseppe

Ingredienti
250 g di farina
250 g di acqua
125 g di burro
20 g di zucchero
5 g di sale
5 uova
Olio di oliva o strutto
Crema pasticcera
Amarene
Zucchero a velo



Mettere l'acqua in una pentola capiente e portarla ad ebollizione. Aggiungere lo zucchero, il sale ed il burro in pezzi e mescolare finché sia totalmente sciolto. Aggiungere quindi la farina in una sola volta e mescolare prima con la frusta e poi con un cucchiaio di legno, sempre sul fuoco, finché il composto si stacchi dai bordi della pentola. Versare su di un piatto e fare raffreddare fino a fare diventare il composto tiepido. Travasare in una ciotola ed aggiungere un uovo alla volta, senza aggiungere il successivo prima che il precedente sia stato completamente assorbito. Mettere l'impasto in una sacca da pasticcere munita di bocchetta a stella di 6 mm di diametro. Tagliare un foglio di carta da forno in quadrati e formarvi sopra delle ciambelle di composto. Riscaldare l'olio o lo strutto a 170°C ed immergervi le zeppole sottosopra (con la carta nella parte superiore). Il foglio di carta da forno si staccherà quasi subito e potrà essere eliminato. Mantenere le zeppole immerse, senza girarle, per 3 o 4 minuti, fino a doratura. Scolare le zeppole su carta assorbente e fare raffreddare.
Nel frattempo preparare la crema pasticcera

Crema pasticcera di Montersino

Ingredienti
800 g di latte intero fresco
200 g di panna
300 g di tuorli (4 tuorli)
300 g di zucchero semolato
40 g di amido di mais
35 g di amido di riso
1 baccello di vaniglia Bourbon

Portare a bollore il latte con la panna e i semi di vaniglia estratti dal baccello.
Nel frattempo montare in planetaria con la frusta i tuorli e lo zucchero fino a ottenere una consistenza spumosa, poi incorporare gli amidi sempre montando. Versate il composto sopra il latte in ebollizione e aspettate che si formino i "vulcani" causati dal latte bollente, amalgamare bene il tutto con la frusta. Togliere dal fuoco e stendere la crema in una teglia, copritela con la pellicola trasparente a contatto della crema stessa e riponete in frigo per 3-4 giorni al massimo.

Metter la crema in una tasca da pasticcere con foro a stella e formare un ciuffo sulle zeppole. Spolverizzare il
tutto di zucchero a velo e porvi sopra un'amarena sgocciolata dal suo sciroppo.


 

Vi confesso che ho provato a preparare la pasta per le zeppole con il Bimby, ma dato la particolare idiosincrasia che ho nei suoi confronti, il risultato è stato alquanto deludente per non dire disastroso, per cui mi sono armata di pazienza e le ho preparate alla vecchia maniera...con olio di gomito...

Anna Luisa

10 commenti

  1. Annalu, tu e il bimby proprio non vi piacete !!!;) bellissime, direi perfette le zeppole !

    RispondiElimina
  2. Nessuno!!! e le vostre sono perfette oltre che buonissime. Ciao.

    RispondiElimina
  3. @Ale, mi sa che hai proprio ragione...
    @Max ed Alem, grazie!!!
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  4. bellissime e troppo golose!!
    p.s: sto sognando o manca il burro nella lista degli ingredienti? troppo bello sarebbe, sai che scorpacciate...:D

    RispondiElimina
  5. Ops, chiedo venia...mi ero dimenticata di mettere il burro tra gli ingredienti, ma ho già provveduto a correggere...
    @Grazie BreadanfBreakfast per i complimenti e...per avermi fatto notare questa mia distrazione...sarà la primavera?...
    Un abbraccio
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  6. annalù scusa qs dosi per quante zeppole sono + o meno? grazie!

    RispondiElimina
  7. ciao annaluisa! come mai nell'impasto ci metti lo zucchero? di sicuro sono buone,io le ho fatte senza zucchero perchè dopo le ho cosparse con esso! buonissime!

    RispondiElimina
  8. Lo sapevo che non dovevo aprire questo post, io quest'anno niente zeppole, che sono tra i miei dolci preferiti...

    RispondiElimina
  9. @Ciao Vale, con questa dose abbiamo preparato circa 30 zeppole, non troppo grandi, diciamo del diametro di una mela, da cotte.
    @Antonella, solitamente nella pasta bignè non ci vorrebbe lo zucchero, ma in alcune delle ricette che ho trovato c'era, così ho provato anche io. in realtà si potrebbe anche omettere...
    @Lydia, dai, quando vieni da queste parti prometto che te le preparo ^_^
    Anna Luisa

    RispondiElimina