in

Cosa vedere a Salisburgo in un fine settimana

- - 2 commenti

Se avete voglia di scoprire in un fine settimana una città bella, elegante, ricca di storia, di monumenti e della musica di Mozart che qui nacque, Salisburgo è la città che fa per voi.


Cosa vedere a Salisburgo in un fine settimana


Prima di scoprire nello specifico cosa vedere a Salisburgo in un fine settimana o in un paio di giorni, partiamo subito da qualche informazione pratica.

Informazioni pratiche


Salisburgo prende il suo nome dal sale, o meglio, dal salgemma che si estrae dalle vicine miniere di Hallein, tra l'altro visitabili. Il sale è stato nei secoli molto importante per la conservazione dei cibi e questo ha consentito alla città di arricchirsi di tutte le bellezze che possiamo ammirare oggi.
La città è stata dominata a lungo dai Principi Arcivescovi ed ha mantenuto per molto tempo la sua autonomia.
In bilico tra Austria e Germania nell'800, alla fine fu annessa all'Austria.



Diario di viaggio giorno per giorno

Di seguito le nostre visite giorno per giorno che potete leggere nel diario di viaggo.
Il secondo giorno l'abbiamo dedicato ad alcune località poco fuori Salisburgo, ma sempre nel Salisburghese.

  1. Primo giorno: Mozartplatz, Domplatz, Kapitel platz, Stiftskirche Sankt Peter e Petersfriedhof, Teatro di Salisburgo, Franziskanerkirke, Alter Markt (Piazza del vecchio mercato), Kollegienkirke, casa natale di Mozart e fiume Salzach.

  2. Secondo giorno: Sankt Wolfgang, Hallstatt e Gmunden.

  3. Terzo giorno: Mozart-Wohnaus, Franziskanerkirche, Festung Hohensalzburg (fortezza), Chiesa di San Pietro (Petersfriedhof Salzburg), Domquartier, Goldgasse, Getreidegasse, Casa natale di Mozart, Collina del Mönchsberg, Hotel Sacher, Castello di Mirabell, Ponte Müllner steg e Kaipromenade (lungofiume).





Come arrivare a Salisburgo

Purtroppo non ci sono voli diretti dall'Italia per Salisburgo, quindi, se si vuole andare in aereo, è necessario fare almeno uno scalo in un'altra città (Vienna, Francoforte o Monaco).
Invece dall'Italia si può raggiungere Salisburgo anche in treno.

Un'altra possibilità è quella di combinare un volo con il treno. Noi per esempio abbiamo volato su Monaco di Baviera e da lì abbiamo preso il treno per Salisburgo. Dal terminal dell'aeroporto di Monaco infatti è possibile prendere i treni suburbani S1 o S8 che in circa 40 o 50 minuti, a seconda della linea, arrivano alla stazione di München Ost (Ostbanhof) e da qui poi si prende il treno diretto che in 1h e 40 minuti arriva a Salisburgo, attraversando anche piacevoli paesaggi.

Altrimenti, essendo Salisburgo a circa 180 km di distanza da Monaco, se si intende fare un giro nel salisburghese per visitare altri posti (noi abbiamo visitato per esempio Hallstatt, St. Wolfgang e Gmunden), potete anche noleggiare una macchina a Monaco.

Ovviamente ci sono anche dei bus che collegano Monaco con Salisburgo ed impiegano circa 2h e 40 min.

Altro aeroporto che può essere comodo per arrivare a Salisburgo è quello di Vienna, a circa 320 km di distanza.



Da e per l'aeroporto


L'aeroporto internazionale di Salisburgo, il W.A. Mozart International Airport, si trova a soli 3 km dal centro città.
Dall'aeroporto è possibile prendere il bus n° 2 che conduce alla stazione ferroviaria. I bus partono ogni 15-20 minuti ed impiegano circa mezz'ora.
Oppure potete prendere un taxi.




Come muoversi a Salisburgo

La città è relativamente piccola e si gira tranquillamente e comodamente a piedi. Anzi, essendo il suo centro pedonale, è la cosa migliore.




Dove alloggiare a Salisburgo


Se state cercando un posto dove dormire a Salisburgo, vi consiglio comunque di stare in centro, è più bello e più comodo essendo vicini alle principali attrazioni da visitare.

Noi abbiamo alloggiato all'hotel Meininger City Center, ad una ventina di minuti a piedi dal centro, raggiungibile anche con l'autobus n° 2 (lo stesso che va anche alla stazione dei treni e all'aeroporto) che ha la fermata proprio lì vicino. Hotel semplice, economico, con colazione da comprare a parte (6,90 Euro a persona). L'avevano già scelto i nostri compagni di viaggio e per stare assieme, non abbiamo valutato altro, ma potete trovare di meglio e di più comodo.



Salzburg card


Non sempre conviene acquistare le card per visitare le città, invece mi sento proprio di consigliarvi l'acquisto della Salzburg card per visitare Salisburgo. Ci sono diversi formati di card, quella da uno, due o tre giorni. Con la card potete viaggiare su tutti i mezzi pubblici, potete entrare nelle principali attrazioni ed avere sconti per altre attrazioni selezionate.

Basta vedere il prezzo dei biglietti di ingresso di alcune delle attrazioni principali di Salisburgo per farsi due conti e capire la convenienza.

Inoltre la card consente di saltare eventuali file ed anche questo non è affatto male.


Quanto tempo dedicare alla visita di Salisburgo? Io direi che in un giorno pieno già si vedono tutte le attrazioni principali, ma se si vuole avere un'idea più completa, l'ideale sarebbe almeno un giorno e mezzo o due pieni.

Verificate sempre orari e prezzi delle varie attrazioni al momento del vostro viaggio in quanto possono cambiare nel tempo rispetto a quelli indicati in questo post.



Festung Hohensalzburg (fortezza)


(Orario: 8:30-20)
Per arrivare alla Festung Hoensalzburg, la fortezza che domina Salisburgo dal monte dei monaci che fa da contraltare al monte dei cappuccini dall'altra parte del fiume Salzach, c'è una comoda funicolare, la Festungsbahn in Festungsgasse, 4, proprio subito dopo la Stiftskirche Sankt Peter. E' la funicolare più antica d'Austria!

Pochi minuti e sarete in cima alla collina Festungsberg. Qui, prima di accedere alla fortezza, sarà d'obbligo una sosta alla terrazza panoramica per vedere Salisburgo dall'alto.
Fu la residenza dei Principi Vescovi.

All'interno della fortezza, inclusa come la funicolare nella Salzburg card, potete dedicarvi a diverse visite: la torre delle torture, il museo delle marionette e soprattutto le stanze dei Principi, ricchissime e sontuose. Per queste ultime occorre fare un biglietto a parte o mostrare di nuovo la Salzburg card. Nella fortezza ci sono ampi cortili ed altre zone museali da visitare.
Una curiosità di questa fortezza è che è rimasta inespugnata nel tempo.

Sito ufficiale della Festung Hoensalzburg.

Vista dal Festung Hohensalzburg (fortezza) di Salisburgo



Kapitel platz


Kapitel platz, la piazza del capitolo, è la piazza che si trova proprio sotto la Festung Hohensalzburg che domina Salisburgo dall'alto. Nella bella e amplissima piazza potete notare una installazione artistica, la Sphaera, dell'artista tedesco Stephan Balkenhol. Si tratta di una grossa sfera dorata posta su un piedistallo con in cima un uomo. Se vi state chiedendo che significato abbia, bene, l'artista dice che non ha un significato specifico e che ne lascia libera interpretazione a chi la guarda.

Kapitel platz e Sphaera-Salisburgo



Dom (Cattedrale) e Domplatz

(Cliccando sul link, potete vedere gli orari di apertura della Cattedrale.)
La Domplatz è un'altra bellissima piazza di Salisburgo sulla quale si affaccia la Cattedrale, Dom. Ci si arriva attraversando gli archi dalla Mozartplatz. Al centro della piazza trovate una piramide di vetro.

Il Duomo è un esempio di primo barocco, dalla pianta romanica. Nel corso della Seconda guerra mondiale la cupola fu distrutta dai bombardamenti e successivamente fu ricostruita.
All'interno è possibile scendere anche nella cripta nella quale troverete una installazione di arte moderna che rappresenta lo scorrere inevitabile del tempo.

Nella fonte battesimale fu battezzato anche Mozart.

Anche i 4 organi che si trovano alla base della cupola sono tutti diversi ed ognuno è stato progettato per dei suoni diversi uno dall'altro.

Dom (Cattedrale) di Salisburgo vista da Mozartplatz





Domquartier

(Orario: 10-17, chiuso il martedì)
Si tratta di un complesso museale che si sviluppa nei palazzi che circondano la Domplatz.
All'ingresso, bisogna lasciare gli zaini negli armadietti. Il biglietto di ingresso è compreso nella Salzburg card.
Iniziate il percorso dalla Residenza e dai Saloni di gala della Residenza, quindi visitate la Galleria della Residenza, il museo del Duomo ed infine il museo di San Pietro.
 
Sito ufficiale del Domquartier.

Dom e Domquartier-Salisburgo



Stiftskirche Sankt Peter e Petersfriedhof

(Orario: 8-12 e 12:30-18:30, chiusa il sabato e la domenica)
Proprio accanto alla Stiftskirche Sankt Peter, trovate la Stiftsbackerei St. Peter, ovvero la panetteria annessa alla chiesa che produce ottime brioches che potete comprare.

All'interno del cortile della chiesa di San Pietro c'è il Petersfriedhof, ovvero il cimitero della chiesa. Inoltre è possibile visitare le catacombe che inusualmente sono in alto, scavate nella roccia.

Se state facendo una visita guidata, qui dovrete girare da soli in quanto non è consentito l'accesso alla guide turistiche.

Stiftskirche Sankt Peter e Petersfriedhof-Salisburgo



Teatro di Salisburgo


La città in cui è nato uno dei più grandi musicisti e compositori di tutti i tempi, vale a dire Mozart, non può non avere un feeling speciale con la musica. Oltre ad essere rappresentati diversi concerti durante tutto l'anno, Salisburgo è anche la sede di un famoso festival musicale, il Salzburg festival.

Sito ufficiale del Salzburg Festival.

Teatro di Salisburgo



Franziskanerkirche


La Franziskanerkirche è una chiesa cattolica, precisamente la Chiesa dei francescani. E' la chiesa del convento dei francescani ed è una delle chiese più antiche di Salisburgo. E' una basilica romanica a 3 navate con il coro tardogotico, volte stellate ed un bel campanile.

Franziskanerkirche-Salisburgo



Alter Markt (Piazza del vecchio mercato)


L'Alter Markt è bella piazza del vecchio mercato. Qui ci si viene anche per altri due motivi legati alla gola. Potete infatti andare al Caffè Tomaselli e al Cafè Konditorei Fürst.

Il primo è stato luogo di incontro degli intellettuali di inizio '700, voluto dal tenore Tomaselli ed ancora oggi è gestito dalla sua famiglia. Qui si respira un'aria d'altri tempi.

Il secondo invece è famoso per aver creato le famose Palle di Mozart, deliziosi cioccolatini che però non furono brevettati e per questo motivo oggi le producono anche altre cioccolaterie. Devo dire che ne abbiamo provate diverse ma a parer nostro le loro sono le migliori.

Alter Markt (Piazza del vecchio mercato)-Salisburgo



Kollegienkirche (Chiesa dell'Università)


La Kollegienkirche è la chiesa dell'Università. Si tratta di una chiesa rimasta incompleta come si può intuire dai tanti spazi vuoti al suo interno ed ospita sulle pareti laterali le cappelle delle diverse facoltà dell'Università ma anche un'opera molto interessante dedicata al Cardinale Carlo Borromeo.

Kollegienkirche (Chiesa dell'Università)-Salisburgo



Mozartplatz


La Mozartplatz è una delle piazze principali di Salisburgo che celebra Mozart con una statua posta nella piazza. La piazza è molto cambiata nel tempo e su di essa si affacciano la Residenza, ma anche il Duomo a cui si accede passando sotto delle arcate che collegano le due piazze.
Qui potete anche prendere una carrozza con i cavalli per fare un giro turistico diverso della città.

Mozartplatz-Salisburgo



Casa natale di Mozart (Mozart's Geburtshaus) e Mozart-Wohnaus

Sono rispettivamente la casa dove è nato Mozart e quella in cui vi si trasferì.
Nella prima, la Mozart's Geburtshaus (orario: tutti i giorni dalle 9 alle 17:30), si accede con la Salzburg card e potete vedere diversi documenti del musicista e compositore che raccontano della sua storia ma probabilmente è meno interessante della Mozart-Wohnaus (orario: 9-17:30, chiusa il lunedì). Al suo interno non è possibile scattare fotografie.

La seconda infatti è sicuramente più grande e confortevole rispetto alla casa natale. Qui troverete diversi documenti, ma anche spartiti e strumenti musicali. Tramite l'audio guida inclusa nel biglietto d'ingresso potrete approfondire altri aspetti della vita di Mozart.
Inutile dire che anche questo ingresso è compreso nella Salzburg card.

Casa natale di Mozart (Mozart's Geburtshaus)-Salisburgo



Goldgasse e Getreidegasse


Goldgasse e Getreidegasse sono due strade molto caratteristiche di Salisburgo, sicuramente da vedere.
In Goldgasse troverete gioiellerie, negozi di antiquariato, fiorai ed artigiani vari.
Getreidegasse invece è caratterizzata dalle tipiche insegne dei negozi in ferro battuto che troverete all'esterno delle diverse attività commerciali.
Lungo questa strada c'è la casa natale di Mozart dalla vistosa facciata gialla.

Getreidegasse-Salisburgo



Collina del Mönchsberg


La Collina del Mönchsberg è un po' una chicca che però, se avete tempo, vi consiglio di non perdervi assolutamente.
Al n° 13 di Gstättengasse infatti troverete dei grandi ascensori che vi porteranno in cima alla collina. Da qui c'è una vista davvero stupenda su tutta Salisburgo, probabilmente la più bella dall'alto.
Inoltre qui potete visitare il Museum der moderne, un museo di arte moderna.
Anche questo è compreso nella Salzburg card.

Panorama dalla Collina del Mönchsberg-Salisburgo



Castello di Mirabell


Il Castello di Mirabell è un'altra attrazione da non perdere a Salisburgo soprattutto per la visita ai suoi giardini, sempre curati e con accesso libero. Probabilmente danno il meglio di loro in primavera.

Giardini del Castello di Mirabell-Salisburgo



Salisburgo vista dai suoi ponti


Salisburgo è attraversata dal fiume e Salzach e quindi ci sono diversiponti che collegano le due sponde. Vi segnalo due delle viste migliori di Salisburgo che si possono avere dai ponti: il ponte Staatsbrücke collega le due sponde della città proprio nel centro di Salisburgo mentre il ponte Müllner steg si trova un po' fuori dal centro, verso nord e da qui c'è una vista davvero magnifica sulla città.
Carino anche il Mozartsteg, più a sud, ponte pedonale in ferro.

Vista dal ponte Müllner steg-Salisburgo

Vista dal ponte Staatsbrücke -Salisburgo



Kaipromenade (lungofiume)


La Kaipromende è la passeggiata lungofiume che collega i ponti Staatsbrücke ed il Müllner steg. E' un ottimo modo per fare una piacevole e rilassante passeggiata godendosi scorci inusuali della città.

Kaipromenade (lungofiume)-Salisburgo

Vista dalla Kaipromenade (lungofiume)-Salisburgo



Dove e cosa mangiare a Salisburgo


A Salisburgo abbiamo avuto modo di provare diversi locali tipici che vi consiglio: Goldene Kugel, Zum Zirkelwirt e Zwettler's. Sono tutti posti molto tipici e caratteristici dove potete provare i piatti tipici di Salisburgo come la cotoletta di vitello o di pollo alla viennese, i canederli (knodel), il goulash, gli spatzli, gli stinchi di maiale ed altre specialità locali.

Non perdetevi il Salzburger Nockerl, lo gnocco di neve, dolce tipico di Salisburgo, un ottimo soufflé accompagnato con una salsa ai lamponi.

Immancabile una sosta all'Hotel Sacher per una fetta di Sachertorte o per una una di apfelstrudel, cioè lo strudel di mele.

Sempre per i golosi, provate tutte le palle di Mozart e decidete quali sono per voi quelle più buone.

Salzburger Nockerl



Palle di Mozart


Sono diventate un po' il simbolo dolce di Salisburgo queste palline di cioccolato con all'interno un pezzetto di marzapane rinchiuse in carta argentata ricoperta dalla faccia di Mozart. Non resisterete ad assaggiarle. Le nostre preferite sono quelle del Cafè Konditorei Fürst.

Cafè Konditorei Fürst-Salisburgo

Cafè Konditorei Fürst-Salisburgo



Mappa di Salisburgo


Di seguito vi lascio la mappa interattiva di Salisburgo nella quale ho indicato i diversi punti di interesse di cui vi ho parlato in questo post.



Inoltre trovate tutto il diario di viaggio a Salisburgo nella pagina dei DIARI DI VIAGGIO ed in quella dedicata all'Austria dove potrete leggere anche di altri nostri viaggi in Austria.

Fabio


2 commenti

  1. Io preferisco arrivare a Salisburgo da Vienna, perché trovo comodo che la stazione ferroviaria sia all'interno dell'aeroporto. Se si atterra a Monaco, invece, bisogna spostarsi per raggiungere la stazione. E' vero che ci sono anche i bus, ma non sono molto frequenti, se ricordo bene, ce ne sono due al mattino e due al pomeriggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti ho segnalato l'opzione volo più treno che comunque resta cooda, che sia da Monaco o da Vienna. Comunque s', il fatto di prendere il treno direttamente in aeroporto non è male, grazie per l'integrazione :-)

      Fabio

      Elimina

Lasciateci un commento, lo apprezziamo molto.