in

Residenza Amblingh a Vasto: recensione

- - Nessun commento

 

 Durante il nostro fine settimana a Vasto abbiamo alloggiato in un posto davvero speciale: la Residenza Amblingh.

Residenza Amblingh a Vasto: recensione


Alla Residenza Amblingh abbiamo soggiornato 2 notti e quindi ci siamo fatti una buona idea di questa struttura e vogliamo condividerla attraverso la nostra recensione.

 

 

Residenza Amblingh


Che si tratti di un posto speciale lo capirete subito, per la sua posizione innanzitutto. La Residenza Amblingh, dimora del XVIII secolo, infatti si trova in uno dei posti più belli di Vasto, sicuramente quello con la vista migliore, dove vastesi e turisti non mancheranno di passare per godere del magnifico panorama sulla costa e su Vasto marina.
Dalla struttura si può godere di questo stesso magnifico panorama sia da due camere/suites, vale a dire "il Golfo" (dove abbiamo alloggiato noi) e "Palazzo d'Avalos" che dalla bellissima terrazza panoramica dove viene servita la colazione.

La residenza prende il nome da Guglielmo Amblingh, comandante delle truppe baronali di Palazzo d'Avalos di cui si possono ammirare dall'alto i giardini napoletani.
Siamo proprio nel cuore del borgo antico pedonale. Proprio perché pedonale questa zona, se arrivate in macchina, potrete usufruire del comodo parcheggio multipiano "Ugo Foscolo" che si trova a 5 minuti a piedi dalla residenza Amblingh, passando per il castello Caldoresco, per corso de Parma, palazzo d'Avalos e quindi per la loggia Amblingh. Da qui basterà salire 8 gradoni e sarete all'ingresso della Residenza Amblingh.

Entrati nel cancelletto, attraversando un grazioso giardino, entrerete in un ambiente raffinato, dove ogni particolare è curato e di design. Qui vi accoglierà Francesco, sempre gentilissimo e disponibile per qualsiasi vostra richiesta e necessità, che vi darà tutte le indicazioni, anche per entrare ed uscire nelle fasce orarie in cui è assente e vi accompagnerà alla camera.

Ingresso Residenza Amblingh-Vasto

Ingresso Residenza Amblingh-Vasto

Esterno della Residenza Amblingh-Vasto

Vista dalla sala colazione panoramica della Residenza Amblingh-Vasto

 

 

La camera


La camera che abbiamo scelto per il nostro soggiorno è "Il golfo". La camera prende questo nome proprio perché dalla finestra che si affaccia sulla Loggia Amblingh si ammira il paesaggio sulla costa ma anche su Palazzo d'Avalos. La camera ha uno stile molto pulito e raffinato, dai toni rilassanti e piacevoli. E' comoda e spaziosa. 

Anche il letto è comodo, con materasso memory e menu dei cuscini con ben 7 scelte (adatto a tutti, memory, in fiocchi di kapok, in piuma d'oca riciclata, in riccioli di pino cimbro e per chi dorme a pancia in giù). Troverete anche un comodo puff, delle grucce, un angolo tè/caffè, la cassetta di sicurezza, il phon, il frigo bar (con prezzi onestissimi), l'aria condizionata, asciugamani e ciabattine di cortesia.

Il bagno è molto particolare. Il lavandino infatti è in camera con un comodo piano di appoggio, poi si entra nella zona dei servizi ed infine nella grande doccia con doccione a pioggia a soffitto che dà sulla camera da letto attraverso un vetro oscurato nella parte bassa.

C'è anche un ombrello di cortesia in camera che può sempre essere comodo, oltre ad una sedia.





 

 

La colazione


La colazione viene servita nella bella terrazza panoramica che si trova al piano superiore. Per accedervi bisogna passare per un bel salottino/libreria, molto elegante, dove poter sorseggiare una bevanda oppure leggere un libro. Qui infatti è anche possibile fare book crossing, lasciando un proprio libro, prendendone uno della libreria.

La terrazza dove viene servita la colazione è ampia e sufficiente per gli ospiti della residenza. Noi siamo stati nel periodo dell'emergenza covid ed erano organizzati 3 turni per servire la colazione (8:00-8:45-9:30) per limitare la presenza degli ospiti e mantenere le distanze.
Proprio per questo motivo la colazione non era a buffet, ma la sera prima abbiamo compilato il modulo (tipo quello per la colazione in camera, pure possibile) e la mattina ci è stata servita la colazione ordinata.

La scelta era molto ampia, con cornetti, torte fresche, dolci tipici abruzzesi, bevande calde e fredde, succhi, yogurt, frutta fresca...insomma, varia ed abbondante. In sala la gentilissima Francesca sarà attenta ad ogni vostro bisogno. Durante questo periodo la colazione va consumata entro 30 minuti (più che sufficienti) per permettere la sanificazione dell'ambiente e la preparazione per gli ospiti successivi.


Colazione alla Residenza Amblingh-Vasto

Sulla terrazza panoramica c'è anche un honesty bar. Prendete quello che volete e poi lo comunicate al momento del check out.

Abbiamo scelto questa struttura anche perché molto attenta al tema coronavirus. A parte indossare sempre il personale la mascherina, all'ingresso c'era il gel mani e siamo stati accompagnati solo alla camera, ma Francesco non è entrato a mostrarcela, essendo il pavimento sanificato. Potevamo anche scegliere di non far fare le pulizie.

Inoltre alla struttura appartiene anche il bellissimo trabocco nella riserva naturale di Punta Aderci che vi consiglio di andare a vedere. Così come vi consiglio di visitare tutta la Costa dei trabocchi.

Trabocco nella Riserva naturale di Punta Aderci

Trabocco nella Riserva naturale di Punta Aderci

Dovessimo un domani tornare a Vasto, di sicuro sceglieremmo di nuovo questo posto che riteniamo molto bello, in pieno centro, a due passi dalle principali attrazioni turistiche di Vasto.

Puoi leggere anche: Cosa vedere a Vasto e Trabocchi e Costa dei trabocchi in Abruzzo: cosa vedere.

Fabio e Anna Luisa


Nessun commento

Posta un commento

Lasciateci un commento, lo apprezziamo molto.