in

Blog tour con Anek Lines: Lefkada, secondo giorno

- - 3 commenti



Già ieri abbiamo avuto modi di farci una prima idea del'isola greca di Lefkada, avendo visitato diverse località lungo la costa. Oggi invece ci aspetta una mini crociera per le isole nei dintorni di Lefkada. In realtà faremo solo una parte del giro che fanno di solito (il giro completo comprende: Cefalonia, Itaca, Meganisi, Scorpios e Madouri).
Non abbiamo tantissimo tempo a disposizione visto che in tarda serata è prevista la ripartenza per l'Italia e nel pomerigio dovremmo visitare anche Parga. Ci svegliamo con una bella alba proprio di fronte al nostro terrazzino.




Dopo aver fato colazione, ci spostiamo nella vicina Nidri dove ci aspetta la motonave Nidri star.

















Costeggiamo un po' di isole, scorgendo piccole baie ed un mare cristallino fino ad arrivare alla grotta Papanicolis nella quale si riesce anche ad entrare un po' all'interno. La grotta è chiamata così perché fu usata come riparo dal sottomarino Papanicolis nella seconda guerra mondiale. Faceva le sue incursioni e poi tornava qui a nascondersi.










Siamo sull'isola di Meganisi. Qui abbiamo anche modo di scendere a terra per visitarla un po'. Già dalla imbarcazione l'isola ci copisce per il suo verde e le belle e piacevoli architetture.












Merita sicuramente una visita il piccolo porticciolo di Vathi, dove attracchiamo. C'è una tipica cappelle greca, la chiesa, dove oggi verrà celebrato un battesimo e tanti altri localini. Ci si può passare tranquillamente del tempo in relax.














Altra sosta la faremo in una spiaggetta di un'altra isola, Scorpios, che fu di proprietà di Onassis ed oggi di un magnate russo. Alcune zone sono off limit nel periodo estivo, in alcune già ora non ci si può avvicinare più di tanto alla costa. Anche qui l'acqua è cristallina e nonostante all'ingresso in acqua non sia proprio caldissima, ci scappa un altro bagno.









Rientriamo quindi a Lefkada dove pranzeremo da El Greco.




Torniamo agli appartamenti con un po' di tempo a disposizione e ne approfittiamo per andare a rilassarci un po' a mare.
Da qui alle 17:30 partiamo in direzione Parga, nell'Epiro. Stasera abbiamo il traghetto che parte intorno alle 23 e così ci avviciniamo anche ad Igoumenitsa, porto di imbarco del traghetto Anek Lines che ci riporterà ad Ancona.

















Parga subito ci piace un sacco. C'è dapprima una bella ed ampia spiaggia con degli isolotti a mare che la caratterizzano, poi, girando l'angolo del lungomare scorgiamo un centro fatto di tante case colorate che a me ricordano tanto la Corricella di Procida. E' il tipico borgo dei pescatori che nel tempo si è aperto al turismo. Inutile dirlo che anche qui ci sono tantissimi ristorantini dove assaporare le specialità greche. Siamo a soli 50 km da Igoumenitsa. Al largo è possibile vedere nelle giornate terse le vicine isole di Paxos ed Antipaxos.














Dopo una bella cena a base di pesce da Souli, tante foto al borgo e pure ad una coppia di sposi che lascia il lungomare in auto d'epoca, è tempo di raggiungere il porto di Igoumenitsa dove ci attende il traghetto in arrivo da Patrasso.



Il tempo di sbrigare le pratiche per l'imbarco e di caricare mezzi e persone e si riparte.
Contrariamente all'andata, facciamo la prima parte di viaggio di notte. Avremo modo di dormire nelle nostre cabine e poi  di fare colazione e di pranzare a bordo prima dell'arrivo alle 14 ad Ancona. Ci sarà spazio per un briefing a bordo coi compagni di viaggio e poi  ci saluteremo per ritornare a casa. Prima di sbarcare avremo anche la possibilità di salutare il Comandante sulla plancia di comando (nella foto il Comandante in seconda).


Un grazie speciale, per finire va ad Anek Lines che ci ha ospitati e coccolati nelle persone di Eleonora, Ilaria ed Attilio oltre all'amministratore unico, Sig. De Gennaro. Grazie anche ad Antonella dell'Ente ellenico per il turismo.

Fabio

3 commenti

  1. Ma dai...siete stati a Parga :)) Conosco molto bene, e non vedo l'ora di tornarci questa estate :) Io sono abituata a vederla un pò più affollata, ti dirò che così è anche più bella :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per noi è stata una vera scoperta! Immagino che in piena estate sia molto più affollata, noi ce la siamo proprio goduta! Posto delizioso.
      Buona vacanzaa Parga :-)

      Fabio

      Elimina
  2. Sempre ottimi reportage ComplImenti
    Maurizio

    RispondiElimina