in

Strawberry Rhubarb Pie per il Club del 27

- - 14 commenti

Oggi inizia una nuova avventura per me, sono entrata nel Club del 27, un gruppo che nasce dall'MTChallenge, con la volontà dei suoi membri di confrontarsi per crescere, realizzando delle ricette tratte da un libro che ogni mese viene scelto tra i tantissimi libri di cucina che esistono.
Un po' perché molti degli iscritti al gruppo sono vecchie conoscenze in quanto partecipanti all'MTChallenge, un po' perché il Club del 27 mi ricorda quello che una volta erano i forum dove ci si scambiava ricette, confrontandosi e dandosi una mano per realizzarle o migliorarle, qui mi sono sentita subito a casa.


Il libro scelto questo mese è "Bring it!" di Ali Rosen, che propone ricette per il Potluck, cioè quelle feste tra amici in cui ognuno porta qualcosa preparato a casa e tutti i piatti che i partecipanti alla festa hanno preparato, vengono posti su un tavolo e si apre il buffet.




Se io fossi invitata ad un Potluck e dovessi scegliere, vi pare che tra tante ricette, potrei non decidere di portare una torta? Ecco allora la Strawberry Rhubarb Pie o Crostata di fragole e rabarbaro se preferite, una torta che avevo sempre voluto fare, ma non mi era mai stato possibile a causa della difficile reperibilità del rabarbaro, ma questa volta ho deciso che volevo farla ad ogni costo ed ho messo sottosopra mari e monti, finché non ho trovato queste bellissime coste rosse.


Strawberry Rhubarb Pie

Per il guscio della torta:
290 g di farina
1 cucchiaino di sale
25 g di  zucchero (o 20 g per torte salate)
230 g di burro molto freddo
4-8 cucchiai di acqua ghiacciata

Setaccia insieme la farina, lo zucchero ed il sale. Aggiungi il burro usando due coltelli o due cucchiai, ma cerca di non usare troppo le mani perché si vuole che l'impasto resti il più freddo possibile. E' inoltre possibile combinare gli ingredienti secchi con il burro in un robot da cucina usando l'impostazione dell'impulso. L'obbiettivo è quello di incorporare il burro alla farina, creando dei pezzi grandi come piselli. Aggiungi lentamente l'acqua ed impasta finché non si sarà formato un impasto omogeneo. La quantità varia a seconda del tipo di farina e burro che usi, ne potrebbe servire di più o di meno. Versa l'impasto su un foglio di pellicola trasparente, arrotolalo e lascialo riposare almeno un'ora. Per stenderlo, dividi l'impasto a metà e stendilo sul piano di lavoro infarinato. Usando un matterello (o una bottiglia di vino vuota, se non ne hai uno), stendi ogni metà in un cerchio di 2,5 cm di spessore, creando due gusci. I gusci sono ora pronti per essere usati.

Dose per 8 persone
(il giorno prima)
400 g di fragole a pezzi
180 g di rabarbaro a pezzi
100 g di zucchero diviso in due parti
2 dischi di impasto per pie
6 g di buccia di limone grattugiata
1 cucchiaino di succo di limone
16 g di farina
1 pizzico di sale

Mescola le fragole ed il rabarbaro in una ciotola. Cospargi con metà dello zucchero e metti la frutta in un colino posto su una ciotola a sgocciolare per 1 ora.
Riscalda il forno a 200°C. Sposta la griglia al terzo livello dal basso.
Se si usa l'impasto per pie fatto in casa, stendere una sfoglia su una teglia di 20-22 cm facendola trasbordare dai lati.
Metti in una ciotola la frutta sgocciolata ed aggiungi le buccia di limone, il succo, la farina e il sale e mescolare. Riempi il guscio di torta con la frutta, e copri con l'altro disco di pasta oppure prepara delle strisce di impasto e disponi una striscia verticale e poi una orizzontale. Disponi ora una striscia verticale che passi sotto quella orizzontale e poi un'altra orizzontale che passi sotto la prima verticale. continua così per tutte le strisce. Dovresti avere lo stesso numero di strisce verticali ed orizzontali che si intrecciano le une con le altre.
Sistema la torta in una teglia rivestita da un foglio di alluminio (in modo da contenere eventuali perdite di liquido) e cuoci la torta in forno per circa 35 minuti.Se i bordi della torta si stanno colorando troppo, coprila con un foglio di carta alluminio. Continua a cuocere la torta per altri 10 minuti, finché la crosta sarà dorata ed il succo della frutta faccia delle bolle al centro.
Togli la torta dal forno e ponila su una griglia a raffreddare.

Come portarla
Le pie sono migliori se servite calde, ma in realtà hanno bisogno di un po' di tempo di riposo per assestarsi. Si può certamente fare questa torta e rimetterla in forno per qualche minuto a riscaldare, ma non è così necessario.


Ed orgogliosamente vi mostro la mia tessera n° 101 del Club del 27



14 commenti

  1. Ho congelato giusto giusto 200 g di rabarbaro dopo il mio viaggio a Berlino, non mancherò di fare questa deliziosa pie. e Benvenuta!

    RispondiElimina
  2. Avrei troppo voluto farla... ma impossibile trovare il rabarbaro in questo sperduto ...ma appena lo trovo, non mi ferma nessuno ;-)

    RispondiElimina
  3. Tu non sai che voglia avevo di provare questa pie, ma purtroppo ho avuto delle difficoltà a reperire il rabarbaro.
    E' stupenda ed invitante!
    Benvenuti nel club :)

    RispondiElimina
  4. Torta bellissima e l'abbinamento fragole-rabarbaro non l'ho mai provato, devo proprio farla, quando troverò il rabarbaro. Un abbraccio e benvenuta nel Club.

    RispondiElimina
  5. E' bellissima. Volevo farla anche io ma il rabarbaro è introvabile. Avevo pensato di ordinarlo on-line ma mi sono decisa troppo tardi! Sarà per la prossima volta, intanto ammiro la tua creazione come sempre magnifica! buon fine settimana

    RispondiElimina
  6. Mi ispira moltissimo, soprattutto per il rabarbaro.
    Complimenti

    RispondiElimina
  7. Questa mi sarebbe piaciuto ..ma non ho trovato il rabarbaro. Complimenti

    RispondiElimina
  8. Intanto benvenutanel Club;) e poi complimenti per aver scelto una torta deliziosa!!

    RispondiElimina
  9. Avrei voluto tanto farla! Ma da me il rabarbaro proprio non si trova...bellissima!

    RispondiElimina
  10. Che rabbia non avere il rabarbaro! Brava!

    RispondiElimina
  11. L'avrei fatta anche io, se solo avessi trovato il rabarbaro. Nella ricerca mi sento tanto una di quei pionieri che partiva per l'America alla ricerca dell'oro.. ahah Magari mi potrei risparmiare la pena e autoinvitarmi a casa vostra :D Io porto l'hummus :D

    RispondiElimina
  12. benvenuta! una meraviglia la tua pie, sarei davvero curiosa di assaggiarla, sai che non ho mai assaggiato il rabarbaro nei dolci? Qui non si trova, purtroppo!

    RispondiElimina
  13. Il rabarbaro ce l'ho, le fragole pure. Mi manca solo il tempo, ma troverò anche quello!

    RispondiElimina