martedì 17 maggio 2016

Brioscine Ingabbiate di Sara Papa per utilizzare il lievito madre


Il mio lievito madre ed io ormai siamo diventati inseparabili. Lo rinfresco un paio di volte a settimana e lui bravo bravo lievita riempendo il barattolo e facendo quei ricciolini tanto carini che sono indice di buona salute. Poi, quando mi serve, lo rinfresco per un paio di giorni di seguito e due volte nella giornata in cui lo devo utilizzare et voilà l'impasto mi viene una meraviglia.
Il problema è che Fabio ed io raramente mangiamo pane (non perché non ci piaccia, ma in qualcosa bisogna pur limitarsi, ahinoi), per cui con mio grande "rammarico" sono costretta ad utilizzare il lievito per fare dei dolci. Per questa ragione giro spesso sui siti e sfoglio libri alla ricerca di qualcosa che mi ispiri.
Qualche tempo fa ho preparato la Focaccia aromatica di Massari ed ora sono passata a delle monoporzioni: le Brioscine ingabbiate di Sara Papa.
Fabio mi ha regalato per il mio compleanno il suo libro "Lievito madre fresco" ed io aspettavo giusto l'occasione per utilizzarlo.
Queste brioscine mi hanno colpito dall'inizio perché, anche se l'impasto delle brioscine stesse e la loro "gabbia" sembrano diversi, in realtà sono il medesimo impasto che, una volta pronto, viene diviso e ad una parte di esso viene aggiunto del cacao per farlo nero.


Brioscine ingabbiate (da "lievito madre vivo" di Sara Papa)

Ingredenti:
500 g di farina W350
100 g di lievito madre
250 g di acqua
100 g di zucchero
2 g di sale
75 g di burro
1 bacca di vaniglia
15 g di cacao

Per lucidare:
2 tuorli
2 cucchiaini di latte


Lavorare nell'impastatrice la farina con il lievito, l'acqua, lo zucchero e i semi di vaniglia; durante l'impastamento aggiungere gradualmente i tuorli, il sale e il burro a temperatura ambiente;lavorare finché l'impasto non risulterà molto liscio. Pesare l'impasto ottenuto, prelevarne un quarto e lavorarlo con il cacao, in modo da incorporarlo bene. Porre gli impasti in due contenitori emetterli a lievitare per circa 12 ore o fino al raddoppio del volume.
Rovesciare l'impasto bianco sul tavolo e dividerlo in paninetti di ugual peso, da circa 80 g l'uno.
Dall'impasto al cacao ricavare un rettangolo spesso circa mezzo centimetro e, con l'apposita rotella grigliata, formare le gabbiette. Avvolgere ogni paninetto in un pezzo di gabbia fino a ricoprirlo, rimboccandola nella parte inferiore.
Fare lievitare circa 60 minuto, spennellare con i tuorli stemperati con il latte ed infornare a 180°C per circa 20 minuti.

Note mie: purtroppo non avevo la rotella, quindi ho fatto delle incisioni sulla pasta circa della stessa lunghezza ed equidistanti, formando delle file alternate per ottenere l'effetto "gabbia".


Sia che vengano farcite con qualche confettura, sia che vengano mangiate semplicemente così, queste brioscine sono ottime e riscuotono un gran successo tra grandi e piccini.

Anna Luisa

17 commenti:

  1. Risposte
    1. Il successo è assicurato ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  2. Sono meravigliose! E vista la mia passione per questo tipo di impasto direi che questa ricetta finisce immediatamente nella mia "To do list" ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono rimasta affascinata da queste brioscine e il gisto supera l'aspetto ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  3. Sono bellissime! Io le ho appena viste e sono arrivata dritta dritta qui prima che finiscano! Io non potrei vivere senza pane, tutte le volte che mi è possibile lo impasto. Certo, i dolci hanno il loro perché, specie quando si presentano in questo modo! Complimenti a voi! Siete bravissimi un abbraccio Melania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Melania :-)
      Hai ragione, noi non compriamo nè facciamo più pane perchè non resistevamo e ne mangiavamo troppo :-(
      Per fortuna esistono le brooscine per la colazione ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  4. Ma che belle! Da qui appena avrò un minuto prenderò spunto!!

    RispondiElimina
  5. Ma meraviglia delle meraviglie! Le voglio fare!... Ma senza il lievito madre che puntualmente mi si suicida!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho avuto alto e bassi con il lievito madre...ora per fortuna pare che abbiamo deposto le armi ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  6. Ma sono bellissime! Le voglio fare anch'io!!!
    Quanto mi piacciono.
    Anche io mi limito con i prodotti da forno, soprattutto pane, ma con queste non potrei.
    Abbracci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Natalia, anche noi non siamo riusciti a limitarci...però almeno ne è valsa la pena ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  7. Ma quanto sono belle!!!
    Anche io uso sempre il lievito madree che dire, non ne riesco più a fare a meno!!
    Buona serata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, il lievito madre sa dare grandi soddisfazioni...e queste brioscine lo dimostrano ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  8. Che brava!!! Sono bellissime da vedere e poi col lievito madre!!!! Complimenti

    RispondiElimina