giovedì 14 aprile 2016

Per iniziare bene la giornata: Focaccia aromatica di Iginio Massari



Da quando ho iniziato ad andare d'accordo con il mio lievito madre, mi piace coccolarlo ed ammetto di parlarci anche di tanto in tanto (ma non mi prendete per matta...ok, solo un pochino). Mi piace soprattutto metterlo alla prova dopo averlo rinfrescato varie volte, quando vedo che il suo colore è bianco, forma delle bolle enormi nel barattolo in cui vive e profuma di pane. In quel momento so che l'ho allenato bene ed è disposto a fare il suo dovere a puntino.
Potrei utilizzarlo per preparare del pane, ma Fabio ed io cerchiamo di evitare di avere questa grossa tentazione in casa, dato che inizieremmo a mangiarlo al mattino e smetteremmo...solo dopo averlo terminato.
Tutt'altro discorso vale per le brioches e tutto ciò che ruota attorno alla colazione. In quel caso diventiamo bravissimi e ci limitiamo a mangiarne solo al mattino (...ok, magari un pezzettino durante la giornata ci scappa di tanto in tanto).
Inoltre io amo preparare prodotti per la colazione perché mi piace iniziare bene la giornata e perché quando un prodotto è genuino e fatto con ingredienti "veri" e di qualità, se ne apprezza ancor più la bontà.


Così mi diletto a preparare vari prodotti da forno che, a parte distribuire talvolta tra amici e parenti, congelo quando si tratta di monoporzioni oppure consumiamo pian piano quando si tratta di grandi lievitati che mantengono le loro caratteristiche organolettiche inalterate per tempi abbastanza lunghi.
Cercando appunto una soluzione per la colazione, mi sono imbattuta nella ricetta della focaccia aromatica del maestro Massari.
Sono rimasta subito affascinata dalla sua affermazione introduttiva in cui spiega che è un prodotto intelligente perché contiene cioccolato bianco e, volendo capire il motivo di questa affermazione non mi è rimasto che allenare i muscoli del mio lievito madre e cimentarmi nella preparazione di questo lievitato.
Riporto la ricetta nelle proporzioni utilizzate da me (1/10 di quelle indicate sul libro) e con l'introduzione in sequenza degli ingredienti, anche se il maestro Massari inizia mettendo tutti gli ingredienti, tranne le uova, direttamente in planetaria (va bene che il lievito madre è allenato, ma non sfidiamo la sorte!).


Focaccia aromatica  (da "Non solo zucchero 2" di Iginio Massari)

Dolce lievitato di concezione intelligente nell'utilizzo del cioccolato non fondente (produce invecchiamento precoce) per il contenuto di cacao, ma cioccolato bianco che dà fragranza e gusti aromatici gradevoli.

Ingredienti:
1° impasto:
150 g di lievito naturale rinfrescato 3 volte a distanza di 3 ore
400 g di farina bianca 00 W 380
170 g di acqua
200 g di tuorli
200 g di burro
175 g di zucchero

2° impasto:
125 g di  farina bianca 00 W 380
50 g di burro
45 g di zucchero
50 g di tuorli
12 g di sale
200 g di cioccolato bianco tritato
1 baccello di vaniglia


Versare nell'impastatrice il lievito stemperato nell'acqua e la farina setacciata. Impastare per circa 15 minuti ed aggiungere i tuorli sbattuti poco alla volta, quindi lo zucchero sempre un po' per volta ed alla fine a piccoli pezzi il burro ammorbidito a pomata.
Impastare a velocità 2 fino a che la pasta comincerà a diventare liscia ed inizierà a fare delle grosse bolle in superficie, diventando elastica. Mettere a lievitare per 11-12 ore a 26°-28°C, finché avrà triplicato il volume.
Il giorno successivo versare nell'impastatrice il primo impasto con la farina setacciata ed i semi di vaniglia. Impastare a velocità 2 finché la pasta si presenterà liscia ed elastica, aggiungere quindi lo zucchero e metà dei tuorli. Impastare fino a quando l'aspetto della pasta si presenterà liscio ed elastico ed aggiungere il burro ammorbidito. Inserire i tuorli rimanenti ed attendere che l'impasto riacquisti elasticità, quindi aggiungere il sale ed il cioccolato bianco tritato.
Lasciare riposare l'impasto circa 30 minuti sul banco di lavoro. Spezzare l'impasto in pezzi da 500 g, arrotolarli ben chiusi e lasciarli riposare per circa un'ora a 28°C con un umidità del 65%. Schiacciare la pasta con le mani delicatamente, dando una forma tonda alta circa 2 cm. Posizionarla sulle teglie e fare lievitare per circa 6/7 ore a 28°C.
Dorare la superficie con un uovo sbattuto e cospargerla di zucchero semolato aromatizzato alla vaniglia. Infornare in forno preriscaldato a 160°C per 50 minuti.
Il dolce si conserva per 30 giorni.

Note mie: con questa dose ho preparato 2 focacce aromatiche un po' più grandi. Dopo circa 15-20 minuti di cottura ho coperto le focacce con un foglio di carta alluminio perché lo zucchero stava caramellando e temevo si bruciasse la superficie.


Il risultato è stato eccellente e ne siamo rimasti entusiasti...questo vuol dire iniziare bene la giornata.

Anna Luisa

5 commenti:

  1. ...sai cosa ci vedo bene qui sopra..?!?!? Un velo della mia marmellata alla pesca e lavanda!!!! Ecco , cara AnnaLu...ora mi tocca fare questa delizia! Bravissima!

    RispondiElimina
  2. Bravissima è davvero molto bella e buona :-D che spettacolo è davvero meravigliosa :-D

    RispondiElimina
  3. E' splendida!! Bravissima, anceh io amo concedermi i dolci a colazione, e questa focaccia dolce è perfetta per iniziare la giornata con il piede giusto!!! Buon fine settimana!!

    RispondiElimina
  4. Questa focaccia sembra meravigliosa, e sono sicura che sia anche ottima! Buon fine settimana

    L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

    RispondiElimina
  5. credo sia assolutamente fisiologico litigare con il proprio lievito madre, amarlo, odiarlo, prenderlo e mollarlo e ricominciare tutto daccapo :-)
    Davvero una meraviglia questa focaccia dolce cara Anna Luisa! complimenti

    RispondiElimina