in

Trentino Alto Adige, diario di viaggio: terzo giorno

- - Nessun commento


Dopo esserci messi in forze con un'abbondante colazione in hotel, siamo pronti per partire alla scoperta di altre zone dell'Alto Adige.


Trentino Alto Adige, diario di viaggio: terzo giorno


Visto che in mattinata le previsioni del tempo sono migliori di quelle per il pomeriggio, decido di invertire il giro previsto originariamente ed iniziamo la nostra visita dai laghi che voglio vedere oggi.



Lago di Dobbiaco

Precisamente partiamo dal lago di Dobbiaco. Nonostante dei lavori in corso lungo la strada, impieghiamo solo mezz'ora da Brunico. Qui troverete un comodo parcheggio a pagamento al costo di 1€ per ogni mezz'ora di sosta.

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco

Ci dirigiamo prima a destra per vedere il lago in tutta la sua estensione dal fondo per poi prendere il sentiero a sinistra e costeggiarlo. Il sole infatti è a sinistra ed è più bello vederlo dall'altra parte.
Arriviamo alla fine del lago dove l'acqua lascia il posto alla vegetazione. Probabilmente proseguendo ancora potremmo completare il giro intero del lago, ma siamo soddisfatti così e ci rimettiamo in macchina.

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco

Lago di Dobbiaco



Lago di Landro

Arriviamo al vicino lago di Landro. Qui il parcheggio è libero e lungo la strada. Il sole è ancora un po' basso e ce lo troviamo di fronte. Forse è meglio venire a vederlo o più avanti nella giornata o al pomeriggio per avere la vista migliore.
In ogni caso le Dolomiti che si specchiano nel lago sono uno spettacolo!

Lago di Landro

Lago di Landro

Lago di Landro

Lago di Landro

Lago di Landro



Lago di Misurina

Solo un quarto d'ora di macchina ci separa dal terzo lago di giornata, il lago di Misurina. Anche se il cielo è in parte coperto, riusciamo a cogliere tutta la bellezza di questo lago caratterizzato da due grandi alberghi posti alle sue estremità.
Il primo parcheggio che incontriamo è a pagamento (strisce blu), mentre più avanti, lungo la strada e all'altra estremità del lago ce ne sono altri gratuiti.

Lago di Misurina

Lago di Misurina

Lago di Misurina

Lago di Misurina

Lago di Misurina

Lago di Misurina

Lago di Misurina

Lago di Misurina

Lago di Misurina

Lago di Misurina

Lago di Misurina

Lago di Misurina

Lago di Misurina



Tre cime di Lavaredo

Ci godiamo il paesaggio sulle Tre cime di Lavaredo con dei cavalli in libertà su questi prati sconfinati.

Tre cime di Lavaredo

Tre cime di Lavaredo

Tre cime di Lavaredo

Tre cime di Lavaredo

Tre cime di Lavaredo

Tre cime di Lavaredo

Tre cime di Lavaredo

Tre cime di Lavaredo

Tre cime di Lavaredo

Più avanti ci fermiamo a fotografare un'altra montagna con dei riflessi rossi nella roccia che credo essere il Croda rosso.

Croda rosso

Croda rosso



Cortina d'Ampezzo

In mezz'ora di macchina siamo a Cortina d'Ampezzo, star delle Dolomiti. Parcheggiamo al parcheggio Faloria che è a ridosso dal centro. Siamo fortunati, è gratuito fino al 15 Giugno.
Devo dire la verità, mi aspettavo qualcosa di più da questa rinomata località. Il contesto naturalistico da cui è circondata è bellissimo. Sicuramente darà il meglio di sé nel pieno della stagione invernale soprattutto, ma anche estiva.

Cortina d'Ampezzo

Cortina d'Ampezzo

Cortina d'Ampezzo

Cortina d'Ampezzo

Cortina d'Ampezzo

Cortina d'Ampezzo

Percorriamo il corso Italia, è quasi ora di pranzo e prendiamo una fetta di torta ed un succo di frutta.
Al ritorno da questo giretto entriamo nella bella Basilica.

Corso Italia-Cortina d'Ampezzo

Corso Italia-Cortina d'Ampezzo

Corso Italia-Cortina d'Ampezzo

Corso Italia-Cortina d'Ampezzo

Basilica di Cortina d'Ampezzo

Basilica di Cortina d'Ampezzo

Cortina d'Ampezzo



Pieve di Cadore

Prossima tappa è Pieve di Cadore. Qui visitiamo la Chiesa di Santa Maria nascente. Molto bello anche il palazzo della Comunità di Cadore.
Questa cittadina è famosa anche perché ha dato i natali a Tiziano e ovviamente andiamo a vedere la sua casa natale.

Chiesa di Santa Maria nascente-Pieve di Cadore

Chiesa di Santa Maria nascente-Pieve di Cadore

Chiesa di Santa Maria nascente-Pieve di Cadore

Palazzo della comunità di Cadore-Pieve di Cadore

Palazzo della comunità di Cadore-Pieve di Cadore

Casa natale di Tiziano-Pieve di Cadore

Casa natale di Tiziano-Pieve di Cadore



Lago di Cadore e lago di Lagole

Non siamo ancora sazi di laghi e quindi facciamo un giro al bellissimo Lago di Cadore ed al vicino e molto più piccolo lago di Lagole.

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole

Lago di Cadore e lago di Lagole



Lago di Santa Caterina

Bellissimo anche il lago di Santa Caterina con vista su Auronzo di Cadore, anche se qui c'è uno sbarramento artificiale.

Lago di Santa Caterina-Auronzo di Cadore

Lago di Santa Caterina-Auronzo di Cadore

Lago di Santa Caterina-Auronzo di Cadore

Lago di Santa Caterina-Auronzo di Cadore

Lago di Santa Caterina-Auronzo di Cadore



Cascata del Pissandolo e passo monte Croce

Lungo la strada del ritorno ci fermiamo alla cascata del Pissandolo e poi a Comelico superiore, al passo monte Croce a 1636 metri slm.

Cascata del Pissandolo

Cascata del Pissandolo

Passo monte Croce

Passo monte Croce



San Candido

Imperdibile è una sosta nella deliziosa San Candido dove arriviamo nel pomeriggio.
Qui visitiamo la Collegiata dei Santi Candido e Corbiniano e la Chiesa di San Michele.

San Candido

San Candido

Collegiata dei Santi Candido e Corbiniano-San Candido

Collegiata dei Santi Candido e Corbiniano-San Candido

Collegiata dei Santi Candido e Corbiniano-San Candido

Chiesa di San Michele-San Candido

Chiesa di San Michele-San Candido

San Candido

Chiesa di San Michele-San Candido

Percorriamo tutta via Peter Raul Rainer per andare a vedere la cappella di Altotting e del Santo Sepolcro che purtroppo troviamo chiusa.

Via Peter Raul Rainer-San Candido

San Candido

Cappella di Altotting e del Santo Sepolcro-San Candido

San Candido

San Candido



Dobbiaco

Siamo stanchi, ma visto che è di strada, ci fermiamo anche a Dobbiaco.
Qui sono da vedere il Castel Herbstenburg, le cinque Cappelle della via Crucis che forse sono nel cimitero e la Chiesa di San Giovanni Battista.
Sicuramente più carina San Candido dove ci sono praticamente in centro anche gli impianti di risalita.

Cinque Cappelle della via Crucis-Dobbiaco

Castel Herbstenburg-Dobbiaco

Chiesa di San Giovanni Battista-Dobbiaco

Chiesa di San Giovanni Battista-Dobbiaco



Brunico

Prima di rientrare in hotel ci facciamo anche un'idea di Brunico che poi visiteremo meglio l'ultimo giorno.

Brunico

Brunico

Brunico

Brunico

Brunico

Brunico

Brunico

Brunico

Brunico

Brunico

Brunico

Brunico

Brunico

Brunico

Brunico

Torniamo in hotel per prepararci per la cena.

Cena all'hotel Das Majestic

Cena all'hotel Das Majestic

Cena all'hotel Das Majestic

Cena all'hotel Das Majestic

Fabio

Trovate tutto il diario di viaggio nella pagina dei diari di viaggio ed in quella dedicata all'Italia.

Nessun commento

Posta un commento

Lasciateci un commento, lo apprezziamo molto.