in

Quel tonno di Fabio...

- - 7 commenti


Il primo che pensa che qualcuno mi ha dato del tonno...ha ragione! Chi, vi starete domandando. Ma il pescivendolo of course! (chi ha deciso di non andare avanti con la lettura è perdonato...)
Uno dei pesci che amo maggiormente è sicuramente il tonno. In questo periodo, sui banchi delle pescherie, cominciano a vedersi questi bei pezzi di carni rosse che sono una vera tentazione. Qualche giorno fa l'ho visto è ho ceduto. Il modo classico in cui lo preparo è con i semi di sesamo, leggermente scottato in padella. Questa volta però ho voluto dare un'interpretazione diversa. Visto che l'albero di limoni in giardino gronda letteralmente di questi splendidi frutti dorati  ho pensato di usare la loro buccia profumatissima e un po' di timo fresco per la realizzazione di questo piatto. In genere i pesci amano cotture brevi che lascino le carni tenere. Il tonno ancora di più, va tenuto quasi crudo per assaporarlo al meglio. Quando è freschissimo, il pesce crudo è il massimo. Difatti a me piacciono tantissimo anche sushi e sashimi che ho avuto modo di preparare per una cena tra amici tempo fa, seppure in una versione "soft" per venire incontro ai gusti dei commensali. Ed ecco il risultato...



Ingredienti
fette di tonno alte circa 2 cm
buccia di limone
timo fresco
olio
sale grigio bretone

Preparazione

Lavare e sbucciare un limone non trattato facendo attenzione a prendere solo la parte gialla e non anche quella bianca amara e tagliare la buccia a listarelle. Lavare per bene il timo ed asciugarlo. Mettere da parte.
In una padella antiaderente versare un filo di olio extra vergine d'oliva, riscaldarlo per bene e mettere la fetta di tonno. Dopo un minuto e mezzo,massimo due minuti rigirare e tenere per lo stesso tempo. Il cuore della carne deve rimanere di un bel rosso intenso. Una volta cotto, mettere su un tagliere e ricavarne dei cubetti.
Ho messo la julienne di buccia di limone sul fondo del piatto, i cubetti di tonno salati con del sale grigio bretone e ho decorato con un po' di timo fresco.



Credo che il gusto del limone e quello del timo si siano sposati particolarmente bene col tonno.
Ah, e sappiate che se qualcuno volesse darmi ancora del tonno...è ben accetto!

Fabio

7 commenti

  1. Per l'amicizia che ci lega...sono andata avanti nella lettura(aahhahahah)!Io amo il pesce e ...allora? Ti rubo la ricetta!Cmq per fare le foto effetto cinema ,nn ti basta altro che andare su picnik,è una delle sue tante opzioni nella scelta di creare.Un bacio a voi due

    RispondiElimina
  2. Il tonno è tra i miei preferiti lo mangio almeno una volta a settimana. Questa ricetta verrà copiata subito..forse anche stasera.
    Grazie
    Sonia

    RispondiElimina
  3. anche a me il tonno piace moltissimo!!
    Ma deve essere come il tuo, praticaente semicrudo.
    Lo lascio cuocere solo per aggiungerlo alla pasta! :)

    RispondiElimina
  4. Semplicità e gusto..un buon pesce e buoni aromi e si ha un piatto sublime!
    ottima ricetta!

    RispondiElimina
  5. Anch'io amo moltissimo il tonno. In particolare quello rosso del mediterraneo. Ne parlai anche in un post di qualche mese fa. Quando è di buona qualità diventa qualcosa di eccezionale e va cotto esattamente come fai tu. Complimenti, anche per come lo hai presentato.

    RispondiElimina
  6. Il tonno è SUPER! Adoro quello pinna gialla...
    La tua ricetta la terrò di sicuro presente
    GRAZIE!

    p.s carinissimo il titolo ^_^

    RispondiElimina
  7. @rossairlandese:sei proprio un'amica! :-D E grazie anche per il suggerimento fotografico;-)
    @alberodellacarambola: l'hai provato? Ti è piaciuto?
    @Alem: così da il meglio di sé!
    @terry e Sergio:grazie mille!
    @pagnotella: provalo e mi dirai. A me è piciuto molto.

    RispondiElimina