in

Migliaccio dolce...modificato...o dovrei dire rivisitato?!?!?

- - 20 commenti


Da quando abbiamo questo blog, ho notato che tendo a preparare maggiormente i piatti della nostra tradizione. Probabilmente perchè sono contenta di farveli assaporare almeno virtualmente e, per chi si vuole dilettare in cucina, sono certa che li possa riprodurre con estrema semplicità.
In questo periodo (anche se credo che sia un piatto del carnevale più che della Quaresima) da noi si prepara il migliaccio, un piatto che ha come base del semolino cotto. Ne esistono due versioni: la dolce e la salata. La versione salata si prepara con ciccioli e parmigiano, mentre per la dolce si usano ricotta e canditi. Quest'anno per la prima volta ho pensato di preparare la versione dolce, ma chiedendomi quanto successo avrebbe potuto riscuotere a casa mia, considerando che non siamo grandi amanti dei canditi. Mentre decidevo come preparare il migliaccio dolce, ho letto un intervento su Facebook in cui Elisabetta Cuomo parlando di una torta alla ricotta, diceva di aver sostituito le gocce di cioccolato con le amarene...ed allora, amarene siano anche nella mia versione del migliaccio!



Migliaccio dolce

80 g di semolino
250 g di ricotta asciutta
250 g di zucchero
4 uova
1 cucchiaino di scorza grattugiata di limone
1 barattolino di amarene sciroppate

Portare ad ebollizione 330 ml di acqua. Quando bolle, spegnere il fuoco, versare il semolino a pioggia, mescolare bene affinché non si formino grumi. Lasciare raffreddare. Sbattere bene i tuorli d'uovo con lo zucchero, quindi incorporarvi, alternandoli, il semolino e la ricotta. Aggiungere la scorza di limone ed infine gli albumi montati a neve. Versare il composto nella teglia e disporre un po' distanziate le une dalle altre, le amarene sgocciolate. Infornare a 170°C per circa un'ora. Servire le fette di migliaccio accompagnandole con lo sciroppo delle amarene.




Considerando che la mia nipotina Milena è stata molto contenta di questa torta perchè ama le amarene, credo di aver fatto la scelta giusta ^_^

Anna Luisa

20 commenti

  1. Non conoscevo questo dolce di semolino e vi diro'... mi sfizia. Mi vengono già in mente possibili variazioni sul tema (per esempio senza amarene, che a casa mia non hanno successo) e vi ringrazio dunque per la ricetta.
    A presto!

    Sabrine

    RispondiElimina
  2. La ricetta del migliaccio dolce è una di quelle che dev'essere rimasta (stampata in chissà quante copie!!!) sotterrata sotto una pila di altri foglietti, finita nel dimenticatoio. E dire che mi tenta così tanto. Una vaschetta di ricotta in frigo c'è...fosse la volta buona che la prendo al volo! Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  3. Quando ho guardato la foto, mi è venuto un colpo, perchè mi ricordavo che nel migliaccio ci andava il sangue di maiale e proprio non me lo aspettavo da Annalù...ma sono amarene, son proprio rinc...!

    RispondiElimina
  4. @Sabrine, in ogni casa ci sono le proprie preferenze ^_^ Potresti provare cn le gocce di cioccolato...;-)
    @Federica, dai fallo, è anche velocissimo...te lo trovi pronto per merenda ;-)
    @Stefania, in realtà era uno scherzo di carnevale in ritardo :-D
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  5. Mi piacerebbe proprio provare questo dolce, penso sia delicato e buonissimo!1
    Grazie.
    Sandra

    RispondiElimina
  6. puoi dire modificato, o rivisitato o qualunque altra cosa tu desideri, ma questo dolce è proprio perfetto così come lo ha presentato. Il semolino mi piace da pazzi (ho gusti strani , lo so) anche salato e semplice: ma così è una squisitezza. Penso che me lo preparerò appena finita la "quaresima" della dieta!! baci golosissimi

    RispondiElimina
  7. penso che lo proverò con le gocce di cioccolato,non amo molto le amrene ! grazie

    RispondiElimina
  8. Ciao!una ricetta che non abbiamo mai assaggiato! interessante la doppia versione dolce e salto! sarebbero proprio da provare entrambe!!
    il vostro è riuscito davvero molto bene!
    un bacione

    RispondiElimina
  9. @Sandra, se lo provi, fammi sapere se ti è piaciuto! ;-)
    @Daniela, grazie! Sicuramente è un dolce di nicchia nell'assortimento napoletano, ma ne vale la pena provarlo! ^_^
    @Ale, sicuramente è ottimo anche con le gocce di cioccolato...;-)
    @Manuela e Silvia,provate anche la versione salata...è ottima (magari prossimamente faccio anche quella, così vi posto la ricetta ;-))
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  10. Anch'io tendo a fare le ricette tradizionali del mio paese, forse perchè sotto le riteniamo le migliori:Adoro il migliaccio,è una delle prime ricette che ho fatto!Il vostro è perfetto!

    RispondiElimina
  11. sai che non ho mai fatto il migliaccio??? dovrò provare prima o poi, complimenti il tuo è davvero invitantissimo!
    a presto.
    buona serata.

    RispondiElimina
  12. @Damiana, hai ragione, come ai ricordi, così siamo legati alle ricette della tradizione ;-)
    @Betty,Provalo, sono sicura che ti piacerà ^_^
    Grazie ad entrambe
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  13. Cara Anna Luisa, che bello!
    Mi fa pensare tanto a un bel dolce con la famiglia tutta riunita e al suo bel profumino nell'aria!
    Dev'essere squisito!
    Grazie per il tuo passaggio sul mio blog: è sempre bellissimo vedere che lasci le tue orme.
    Un bacione!

    RispondiElimina
  14. buona questa torta! adoro le amarene :-) ciao Ely

    RispondiElimina
  15. @Luna d'argento grazie a te!!! E' sempre un piacere leggerti ^_^
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  16. non lo conoscevo, ma faccio in tempo a presentarmi..eheheh....io poi le amarene le adoro, uh mamma la gocciolina!!

    RispondiElimina
  17. Non conoscevo il migliaccio, ma mi ispira tantissimo, adoro sia il semolino che la ricotta! Peccato che la mia homemade ricotta abbia gia' fatto la sua bella fine.
    Bella l'idea delle amarene, anche io non amo molto i canditi...

    RispondiElimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. @ Douly, ti assicuro che è una conoscenza gradita...(o dovrei dire gradevole?);-)
    @Sara, sono sicura che con la tua ricotta verrebbe ancora più buono! ^_^
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina