in

Soupe d'oignon

- - 15 commenti
Mi rendo conto che l'inverno è ormai entrato da tre settimane, ma il freddo vero pare sia arrivato o stia arrivando solo in questi giorni. Si, perché in realtà i nostri 6°C per me sono pochini, ma le previsioni annunciano un'abbassamento della temperatura che non mi fa molto piacere. Avrete capito che sono una freddolosa, per cui se a 6°C esco di casa con un piumino che mi arriva alla caviglia, a 2-3°C aggiungo le calze tipo nonna di cappuccetto rosso, con tanto di cappellino e sciarpa, ma (sperando di non arrivarci mai) sotto lo zero, che faccio? La soluzione in realtà l'avrei trovata, anche se fortunatamente non mi è mai stata data occasione di provarla: uscire con uno scaldino al seguito, magari sotto il piumino! Dite che non è fattibile?
Comunque, dato che per ora non siamo ancora arrivati a queste situazioni "estreme", ma fuori fa decisamente freddo, ho pensato di preparare un piatto corroborante, ma sempre buono: la soupe d'oignon, che per chi non la conoscesse è semplicemente la zuppa di cipolle. Ai più restii a provarla vorrei fare notare che è vero che è a base di cipolle, ma di queste ultime si avverte solo il sapore un po' dolce, senza dare i problemi che solitamente seguono l'ingestione di questi bulbi. Ho trovato la ricetta molti anni fa a casa di mio nonno su un libro di cucina francese e dato che all'epoca non sapevo cucinare per nulla, mi entusiasmò la semplicità della preparazione, ma soprattutto la bontà di questa calda zuppa!



Soupe d'oignon

Ingredienti:
250 g di cipolle
60 g di burro
80 g di farina
1l e 1/2 di brodo vegetale
sale
pane tostato o crostini

Affettare sottilmente la cipolla e farla soffriggere finché non diventi dorata. Aggiungere la farina setacciata e quindi il brodo caldo, poco alla volta, mescolando ed avendo l'accortezza di non aggiungerne altro finché non sia stato assorbito il precedente. Cuocere 20 minuti ed alla fine salare. Servire la zuppa accompagnandola con dei crostini o delle fette di pane tostato.
Una variante ricca di questa zuppa prevede l'aggiunta di formaggio svizzero e la successiva gratinatura. A noi piace semplicemente così, però volendola servire ad una cena tra amici, questa variante fa la sua bella figura ;-)


Anna Luisa

15 commenti

  1. Aglio e cipolla, posso mangiarne kili...mi piacciono troppo! vellutata questa zuppa.
    p.s sono anch'io freddolosissima, ecco appunto mi vesto a cipolla ;-)

    RispondiElimina
  2. oh che buona la zuppa di cipolle, la adoro!
    E si che è possibile uscire con lo scaldino al seguito.
    Io l'avevo quando le bambine erano piccole. Si chiama, pensa un po', "Sole mio", si carica a casa, alla presa della corrente, poi si stacca e si porta fuori. Dura bello caldo alcune ore.
    Comodo, no??
    Baci!!
    Patrizia

    RispondiElimina
  3. Buonabuona, la zuppa di cipolle, sìsì :)

    RispondiElimina
  4. Grazi Annalu, me la faccio stasera, qui continua a nevicare...

    RispondiElimina
  5. noi amiamo le cipolle e mia figlia più di tutti quanti quindi annoto ! per il freddo... qui a Milano si gela e io sono supervestita quando esco si vedono solo gli occhi, sono tutta imbottita, giubotto, cappello e sciarpa... cerco di essere sexy con l'effetto vedo e non vedo e non vedo ;) Un bacione...
    x fabio: ma la tua squadra ? meglio la mia, cambiala dai !

    RispondiElimina
  6. brava annalù! mi piace molto!
    ps: se vuoi ti presto il mio scaldamani ;-)

    RispondiElimina
  7. @Pagnottella, anche io adoro le cipolle (se non si fosse capito), più dell'aglio, anche se non lo disdegno;-) L'idea di vestirsi a cipolla è quanto mai indicata ^_^
    @Patrizia, grazie per l'indicazione, lo sto già cercando online ;-)
    @Martin, Grazie!
    @Stefania,forza, arriverà la primavera ^_^
    @Ale, mi sa che tra qualche giorno starò nella tua stessa situazione...preparo la mia super attrezzatura da mercatini di Natale ;-)
    @Valya, grazie 100 per la gentile offerta ^_^

    RispondiElimina
  8. Ottima, la zuppa di cipolla... belle le foto, eccellente presentazione... Bravissimi come sempre, carissimi. Potrei sempre suggerirti una bella borsa d'acqua calda, da portare appesa al collo! :)) anche qui a Roma ci vorrebbe uno scafandro termico, avessi visto come siamo usciti stamattina Taddeo ed io... si vedevano solo gli occhi. Per la popolazione è un bene, che vada così coperta! Ciaooo, un bacione!

    RispondiElimina
  9. @Ross, bella l'idea dello scafandro termico...e bella anche la battuta della popolazione!!! :-DDDDD
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  10. Mi piace la versione senza formaggio e adoro la cipolla, magari si può allegerire con l'olio... ma perché alleggerirla ancora... con sto freddo!

    RispondiElimina
  11. @ sto studiando da un po' una versione "rivoluzionaria" di questa zuppa, che metto di diritto fra le cose che mi piacciono di più in assoluto e che, fino ad oggi, ho sempre preparato con immensa goduria con una ricetta identica alla tua. Se riesce, te la passo e le alterniamo, freddo o non freddo, cosa dici?
    Per inciso, freddo becco anche qui..
    ale

    RispondiElimina
  12. @Fantasie, ma è così buona con il burro e poi come dicevi anche tu, con questo freddo un paio di calorie in più che differenza fanno? ^_^
    @Ale, aspetto con ansia la tua versione "rivoluzionaria"...basta che non ci metti la coca-cola! :-DDD

    RispondiElimina
  13. Ammazza quanto mi piace la zuppa di cipolle...in ogni versione!!!
    Noi la prepariamo con pane tostato e fettine di fontina valdostana sul fondo del piatto e poi sopra la zuppa!
    un sorriso affamato,
    D.

    RispondiElimina
  14. Non l'ho mai fatta, però l'ho mangiata e mi è piaciuta, prendo appunti perchè voglio provare la tua ricetta...grazie!!!

    RispondiElimina
  15. @Diletta, bella la tua versione della zuppa di cipolle, mi sa che la prossima volta vario...^_^
    @Luciana, orami questa ricetta è collaudatissima, vai tranquilla a provarla...;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina