giovedì 27 giugno 2013

MTchallenge di Giugno: la Mediterranean Caesar salad



Dopo che Fabio ha raccontato la sua versione di come va a fare la spesa, mi sembra doveroso che io vi racconti il mio punto di vista.
Il mio "lui" è bravissimo in tantissime cose, fa delle foto stupende, organizza i nostri viaggetti alla perfezione, si destreggia bene in cucina, sa fare anche le pulizie di casa e mi aiuta in tantissime cose, e devo dire che anche nel fare la spesa è meticoloso e spesso lo mando, pur sapendo che indipendentemente da cosa dovrebbe comprare, tornerà con un bel barattolo di Nutella e, se mi va bene, con ciò per cui l'ho mandato al supermercato. Purtroppo è capitato che quell'unico ingrediente che avrebbe dovuto comprare è rimasto nel suo bello scaffale, senza mai giungere nel nostro carello della spesa.
Ma non è stato sempre così, infatti questa fase è un'evoluzione della fase precedente, in cui eravamo soliti un paio di volte l'anno, non di più, andare insieme all'ipermercato, dove, si sa, le tentazioni sono tantissime e si esce puntualmente con un carrello straripante. Ecco, io entravo con intenzioni bellicose, mentre lui...no. Per cui dopo una serie di "Ma a cosa ti serve questo?" "Mi pare che questo prodotto tal dei tali ci sia già a casa" "Lo compri e poi va a finire che ti scade", mi dissuadeva da ogni genere d'acquisto, finendo per farci uscire con il carrello incredibilmente...vuoto! Vi lascio solo immaginare il mio imbarazzo nel passare le casse senza aver acquistato nulla (tranne l'immancabile barattolo, sia chiaro).
L'evoluzione dalla fase 1 alla fase 2 si è avuta grazie alll'MTchallenge , perché da quando partecipiamo, si è venuta a creare l'unica eccezione ammessa, in cui bisogna avere gli ingredienti più disparati, armati fino ai denti per preparare la o le ricette che gareggeranno.
Dato il tema di questo mese, la Cesar salad, scelto da Leonardo, vincitore dell'ultimo Mtchallenge, era ovvio che gli ingredienti da acquistare si moltiplicassero all'ennesima potenza, facendomi trovare, di ritorno a casa, un frigorifero staripante di prodotti, tanto da fare invidia al più fornito ipermercato d'Italia.
Devo dire che però con gli ingredienti che ha comprato, ha fatto una Nordic Cesar salad veramente buona, da leccarsi i baffi.
Potevo io allora restare qui a guardare senza rispondere alla sua sfida? Certo che no! Quindi ecco la mia Mediterranean Cesar salad.


Mediterranean Caesar salad
Ingredienti:
1 cespo di lattughino
100 g di pomodori secchi
200 g di ricotta di pecora
5-6 fette di pane larghe un dito
50 g di olive nere di Gaeta
origano
peperoncino
olio
sale
colatura di alici di Cetara


Lavare bene l'insalata e spezzettare le foglie più grandi. Metterle in un'insalatiera.
Tagliare le fette di pane a cubetti, versarvi 2-3 cucchiai d'olio ed un'abbondante manciata di origano e mescolare bene. Mettere i pezzetti di pane in forno preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti.
Togliere il pane dal forno e tritare una metà dei crostini.
Preparare le palline di ricotta: mettere la ricotta in una ciotola e condirla con olio e sale. Metterla quindi in una sac à poche e fare dei mucchietti di ricotta nel pan grattugiato ottenuto con in crostini. Fare girare la ricotta in modo da ottenere delle sfere. Metterle in frigorifero a raffreddare.
Dopo un'ora circa, aggiungere all'insalata i pomodori secchi, le olive di Gaeta e condire con olio, sale, qualche semino di peperoncino e qualche goccia di colatura di alici. Mescolare bene, quindi aggiungere  le palline di ricotta ed i crostini. Servire.


Sia che si trovi nella fase uno, sia che si trovi nella fase due, sono contenta che la mia dolce metà si diverta come me e con me in cucina.

Con questa ricetta partecipo anche al contest "Sapore di Mediterraneo"




Anna Luisa

44 commenti:

  1. Questa me la faccio oggi a pranzo paro-paro!!
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che ti sia piaciuta...io penso che la riproporrò spesso durante l'estate ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  2. questi uomini ci fanno impazzire, Anna Luisa, nel bene e nel male ^_^
    ma se non ci fossero, come si farebbe? <3
    deliziosa questa tua mediterranean salad, le gocce di colatura di alici e le polpettine di ricotta belle fredde..mi hanno fatto venire una fame che non ti dico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mile, hai ragione, che mondo sarebbe senza i nostri mariti? (era più o meno così, vero la pubblicità ;-))
      Sono felice che ti sia piaciuta, l'idea delle polpette l'ho presa dallo chef Cannavacciuolo, anche se lui le aveva abbinate ad una zuppa ;-)
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina
  3. buona!!! la mia dolce metà invece pur comportandosi come il tuo nella fase 1 non ama cucinare e quindi lui alla fase 2 non ci è mai arrivato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non disperare, potrebbe passare alla fase 2 da un momento all'altro ;-)

      Elimina
  4. Direi che siete una coppia formidabile e che bello vedervi così affiatati ai fornelli! bellissima la tua versione mediterranea, con ingredienti di territorio e di grande qualità!
    Le palline di ricotta sono bellissime e una grande idea per un'insalata speciale.
    Bacioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francy, per fortuna stiamo bene insieme anche ai fornelli ^_^
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  5. Ragazzi questa sì che è una caesar come si deve...che raffinatezza e che belle foto (è difficilotto fotografare le insalate o sbaglio?)
    complimenti
    simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simo, grazie 1000 per tutti i complimenti! ^_^
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  6. Non amo l'insalata, ma questa ricetta mi ispira davvero tanto! Quasi quasi provo a farla *___*

    RispondiElimina
  7. bè ma che coppia! da conoscere come minimo! ;D un bacione e complimenti per la tua caesar!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, chissà che prima o poi non ci riusciamo ad incontrare ;-)
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina
  8. è bello quando una coppia ha degli interessi comuni come la cucina, su questo anche io mi sento fortunata :-) e che dire della tua insalata? una vera lotta, mi piace tantissimo sia la tua versione mediterranea che la versione nordica...per non sbagliare le segno entrambe :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ros, hai ragione, è una fortuna andare d'accordo anche in cucina.
      Le due insalate sono diverse, ma ti assicuro, entrambe buone...magari una per il pranzo ed una per la cena ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  9. Mi hai fatto sorridere :) secondo me uno dei campi in cui emergono maggiormente le differenze tra i due sessi è proprio quello della spesa, però Fabio nella fase 1 mi sembra un po' atipico perchè di solito gli uomini quando li mandi a comprare qualcosa devi dire sempre che ti serve la metà di quell'ingrediente perchè automaticamente moltiplicano per due.
    Con i gusti mediterranei non si sbaglia mai e se poi sono così perfettamente combinati come quelli della tua insalata... il successo e garantito! E ora vado a vedere quella della tua dolce metà che me l'ero persa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mari, non sai quanto io sia felice che Fabio sia passato alla fase 2...meglio mancare un ingrediente che non comprare nulla! :-D
      I sapori mediterranei legano sempre bene e mi sono divertita molto a combinarli in quest'insalata (anche se mi sono divertita di più a mangiarla :-P)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  10. Saro' campanilista ma questa soddisfa in pieno i miei gusti! Complimenti per la tua versione

    RispondiElimina
  11. "Ecceziuonale" come sempre abbia avuto l'idea simile, e moh ditelo...nn partecipo più... :-P:-P:-P:-P:-P:-P:-P:-P.p.s santi mariti ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, non si può non partecipare all'MTchallenge...è una droga! Quando inizi, non riesci più a fermarti :-D
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina
  12. Tra te e tuo marito è una bella sfida...complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ma per fortuna non è una vera competizione, però i divertiamo e ci impegnamo lo stesso ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  13. Quando vi ci mettete tra tutti e due è davvero una dura lotta. Il tocco finale della colatura di alici di Cetara, segna tutto il piatto, che solo per quello, nella mia personale classifica insalatesca, balza ai primissimi posti!
    Veramente molto bella e presentazione elegantissima.
    Un forte abbraccio, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty, diciamo che qesta volta abbiamo avuto due idee...divergenti, quindi questo era l'unico modo per parteciparec all'MTchallenge. ognuno la sua ;-)
      Sono felice che l'idea della colatura d'alici ti piaccia...speriamo piaccia anche ai giudici ^_^
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  14. A me e al mio lui non capita mai di tornare con il carrello vuoto...quelle rare volte in cui andiamo insieme riusciamo a prendere il doppio di quello che ci serviva! Ancora peggio i primi anni in cui stavamo insieme, carrelli enormi pieni di spesa, ovviamente di cavolate che finivano appena tornavamo a casa!
    Per l'insalata posso dirlo? Io mi tufferei sicuramente su questa perché non sono una appassionata di salmone, però bellissima coppia: creatività e tradizione in due perfetti mix di gusto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tery, è per quello che per una volta uscimmo senza niente, non immagini cosa già c'era a casa :-D
      Ma come? Non me lo sarei aspettato da te :-D Va bene, per questa volta ti perdono, i gusti son gusti :-)

      Fabio

      Elimina
    2. Evviva, 1-0 per me! :-D
      In realtà è stato ben più di una volta, ma il carrello vuoto ha traumatizzato solo me :-) Non posso dare torto a Fabio ed evitare gli sperchi è giusto, ma il carrello vuoto è decisamente troppo! :-D

      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  15. Aaaah ecco.
    Quando si dice che bisogna sempre ascoltare anche l'altra campana: è qui che si scoprono gli altarini! ^_^

    L'importante però è che lui sia cambiato, e pazienza se ha dimenticato di comprare l'ingrediente-chiave della TUA insalata... ;-)

    Stupenda anche la tua, con i sapori della Campania che esplodono a ogni boccone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mapi, è successo solo una volta di uscire col carrello vuoto (e senza neanche "il barattolo", ti assicuro) perché in effetti non ci serviva proprio niente e/o comunque fare la fila alla cassa (non c'era ancora quella veloce) per due/tre cose, non valeva la pena :-) Anche questo vuol dire saper fare la spesa :-D E comunque non sono cambiato per l'MTC. Sempre stato così :-)
      Giusto per avere tutti i punti di vista :-D

      Fabio

      Elimina
    2. Mi sa che devo fare una cura di fosforo a Fabio :-D
      Grazie tesoro ^_^
      Anna Luisa

      Elimina
  16. sfida in famiglia ed è una gara dura!
    fare spese coi mariti è un'impresa, non serve mai niente secondo loro, ma quando sono da soli svuotano i negozi :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo spezzare una lancia in favore di Fabio, difficilmente compra più di quello che serve, ed alla fine comunque sono prodotti utilizzabilissimi ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  17. ecco! oltre che per la pasta adesso SO come usare la colatura di alici che comprai al salone...
    bellissima versione la vostra, mi par di assaggiarla buonissima. e foto splendida. ma questo, si sa, ca va sans dire....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io non sapevo in che altro modo usarla, poi mi si è accesa la lampadina ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  18. ah qst uomini!!!!! ma senza come faremmo ??? :-D
    che meraviglia la tua versione cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, assolutamente non ne potremmo fare a meno :-)
      Grazie per i complimenti ^_^
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  19. in un matrimonio ho imparato che esisto diverse fasi...la fase sesso( con possibili conseguenze) la fase sistemare casa ( alla ricerca dei propri spazi...io ancora ho il mio comodino) la fase della spesa ( sono ancora un uomo carrello) e poi questa nuova fase proposta dalla coppia perfetta di mtc : la donna cucina, l'uomo pure. ora non so come fare. dovrei comprarmi tutto il set di cucina, tutte le spezie, andare a fare la spesa ( non sarò piu' carrello)...perchè di una cosa sono sicuro...non credo che la mai mi lascerà usare le sue cose. è un' ariete ascendente ariete, mentre io da sagittario non mi resterà che guardare con la mia freccia il cielo. eppure quando mi ha gentilmente prestato i suoi arnesi ho vinto. a fabio ho consigliato di fare un blog sul marito perfetto. a te analulu( cosi' ormai ti chiamo) pure. siete davvero stupendi. ora parlerò della tua insalata. un insalata piccante, ottima la scelta dei pomodori secchi, e che dire della ricotta di pecora? abbinamenti perfetti. grazie analulu per questa insalata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leonardo, mi hai fatto morire dal ridere nella descrizione delle fasi, senza parlare dell'uomo-carrello...ahahaha.
      Anche io sono saggittario e mi sa che se Fabio continua a cucinare come sta facendo per questi ultimi MTchallenge, mi toccherà cedergli i fornelli e gurdare anche io la mia freccia scoccata in cieo :-D.
      Grazie per essre passato e per tutti i complimenti :-)
      Un abbraccio
      Anna Luisa

      Elimina
  20. E allora potevi dirlo subito, annalu, che avevi sposato un pokemon! quelli che si evolvono, hai presente? Fabiot e Annaluisaur, vi chiameremo (la vostra nipote acquisita è Rom-Pickatchu, per inciso)
    Senti: io voto per la tua versione (a lui dirò lo stesso, ovviamente #amolapaceinfamiglia). Perchè mi piacciono i sapori intensi e pungenti, come quelli che hai scelto tu. Era molto difficile, una virata così decisa verso questa gamma di sapori, perchè il rischio di una persistenza troppo accentuata del "forte" c'era: però, l'hai evitato, con un crescendo senza troppi stacchi, sul fronte dei gusti decisi- e il sottofondo del lattughino, a "spegnere" le punte più decise. Più che un'insalata, una sinfonia mediterranea, direi... di quelle per cui ci vuole un bis, e magari anche un ter.
    Le foto sono incredibili... ma i gradi di evoluzione non erano solo tre???? ;-)

    RispondiElimina
  21. Ma che bella famiglia (nipote compressa ovviamente!) ahahahahah
    Preparare questa mia versione della Cesar salad, mi sembrava il minimo, soprattutto dopo aver provato quella di Fabio,sono felice che ti sia piaciuta^_^
    Baci
    Anna Luisa
    P.S. esiste anche la fase 3 a quanto pare ;-)

    RispondiElimina
  22. Ottime entrambe, ma tra le due... voto la tua, non resisto ai pomodori secchi!!! :D Complimenti, un blog bellissimo e delicato, da oggi vi seguo anch'io!! Un abbraccio
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa, piacere di conoscerti ^_^
      Grazie per aver preferito la mia Cesar salad (anche s e detto tra di noi anche quella di fabio era fantastica! ;-P)
      A presto
      Anna Luisa

      Elimina