in

Cosa vedere ad Abu Dhabi in due giorni

- - Nessun commento


Visto che per andare alle Maldive abbiamo viaggiato con Etihad che fa scalo ad Abu Dhabi, non avendola mai visitata prima e per allungare un po' la vacanza, nel viaggio di ritorno, abbiamo deciso di fare qui uno stop over e trascorrere due giorni alla sua scoperta della Capitale degli Emirati Arabi Uniti.
Devo dire che inizialmente pensavo che due giorni fossero più che sufficienti per visitare Abu Dhabi; poi, iniziando a dare uno sguardo a cosa vedere, ho iniziato ad avere paura di non farcela e questo per due motivi fondamentali.
Il primo è che la città non è grande ma di più; è enorme. Per vedere alcune attrattive bisogna percorrere anche mezz'ora di macchina. In secondo luogo c'è comunque tanto da vedere e considerate le distanze ed il tempo da dedicare alle varie visite, un paio di giorni sono perfetti (un giorno basta se vi accontentate di vedere giusto le cose principali).
In due giorni infatti riuscirete comunque a farvi un'idea sostanziosa di questa città. Noi in realtà arriveremo la sera dalle Maldive e poi avremo due giorni pieni davanti a noi per ripartire la notte del terzo giorno, secondo di visita effettiva.
Come accennavo, essendo la città molto grande e non essendoci la metroplitana, per spostarvi in centro (anche se un vero centro non esiste) se non volete utilizzare i bus, ci sono i taxi.

Da e per l'aeroporto
Dall'aeroporto anche ci sono i bus (l'A1 e l'A2) per arrivare "in centro" ma pochi li utilizzano. Partono ogni 30 min, 24 h al giorno ed impiegano circa un'ora per raggiungere il centro città.
I taxi sono dotati di tassamentro. Dall'aeroporto potrete prendere un Van o un taxi "normale", la differenza sta solo nella tariffa di partenza, 25 con 20 AED (i dirham, la moneta locale). Il tempo per raggiungere il centro è di circa 30 minuti ed il costo si aggira intorno ai 90 AED (circa 22 Euro). In inglese il computer di bordo vi darà il benvenuto nel taxi "di" (nome del tassista) e solo quando inizierà a muoversi partirà il tassametro.
I taxi hanno la velocità controllata e quando superano i limiti ricevono un warning dal computer di bordo e rallentano. Le strade ad Abu Dhabi, anche in centro, sono a 4 corsie e nonostante il traffico ed i tanti semafori ad ogni isolato, è facile pigiare un po' troppo sull'acceleratore.
Troverete i taxi molto facilmente in città (hanno la luce verde accesa se sono liberi) o vicino alle fermate dei bus o sotto gli hotel oltre che in giro. Inoltre scaricatevi l'app "Abu Dhabi taxi"" per IOS o Android per prenotare i taxi direttamente dal vostro cellulare (noi l'abbiamo trovata comodissima!) oppure Uber, anch'esso presente ad Abu Dhabi.

Per navigare in internet
All'uscita dall'aeroporto abbiamo acquistato una SIM locale della Etisalat (2 Gb a 55 AED per 48 ore o a 80 AED per 14 giorni). Ve la configureranno direttamente al desk e sarete operativi. Comunque è una grande comodità muoversi con internet disponibile ad un prezzo accessibile.

Dove alloggiare
Non avendo la città un vero centro o una zona particolarmente viva la sera per esempio, mi terrei comunque in prossimità della Corniche, il lungomare. Vi sposterete tanto in taxi, quindi la posizione è relativa. Noi abbiamo scelto l'Al Maha Arjann by Rotana. Si tratta di un aparthotel molto curato, con camere spaziose, posizione ottima, piscina all'ultimo piano e colazione nel caffé dell'hotel.
Ve ne parlerò meglio nel prossimo post. In città troverete degli hotel fantastici se volete spendere qualcosa in più. Il nostro aveva un ottimo rapporto qualità/prezzo. Consigliatissimo.

Cambio (al momento del nostro viaggio, Ottobre 2019)
100AED (dirham)= 25 euro
100 Euro= 404 AED

Come già ho detto, abiamo dedicato due giornate piene a questa città. Volendo, potete dedicargliene anche di più se per esempio, a parte quello che abbiamo visto noi, volete vedere anche altro o se volete dedicare più tempo alle visite. Come pure potete dedicargliene uno solo se quetso è il tempo che avrete a disposizione.

Vediamo dunque cosa visitare in due giorni ad Abu Dhabi.

Shaikh Zayed Grand Mosque (Grande Moschea dello Sceicco Zayed)(orario: 9-22 sab-gio e 16:30-22 ven)(visite guidate di 45-60 min in inglese ed in arabo alle 10, 11 e 17 dom-gio, 14 e 19 sab,17 e 19 ven)*
E' sicuramente il monumento che più vi rimarrà impresso, ne porterete uno splendido ricordo, è quello più maestoso ed imponente. E' la Moschea dedicata al fondatore della città, lo Sceicco Zayed appunto. Da sola vale il viaggio.
E' anche il luogo di culto più importante della città, può ospitare infatti ben 41000 fedeli.
Potete prenotare il biglietto gratuito on line o se non vi siete prenotati, seguite la fila gialla, vi porterà ai chioschi elettronici dove inserirete i vostri dati e vi sarà rilasciato il biglietto.
Alle donne viene dato "un abito" per coprirsi. Dalle 10, ogni ora, ci sono le visite guidate (durata: 45-60 minuti, partono dal primo atrio che incontrerete una volta entrati nella Moschea. Sono solo in arabo ed in inglese). In alternativa potete prendere l'audio guida lasciando un documento di identità (lascerete la carta di identità, non il passaporto) e la riconsegnerete a fine visita. Controllate comunque sul sito ufficiale gli orari di apertura. Questo è uno dei pochi luoghi di culto dove sono ammessi non musulmani, tranne se è in corso la preghiera. Anche gli orari di quest'ultima sono indicati sul sito internet.
Considerate che dista quasi 30 minuti di macchina dal centro città, in direzione aeroporto. Infatti dà un po' il benvenuto a chi arriva ad Abu Dhabi. E' visibile da tutti e tre i ponti principali della città. Presenta 80 cupole di marmo sul tetto, più di 1000 colonne e 4 minareti alti 107 metri. Sono state necessarie più di centomila tonnellate di marmo bianco per la sua costruzione. Il suo candore è stupendo!
Ha tantissimi lampadari, il più pesane dei quali pesa addirittra 12 tonnellate ed è adornato con Swarosky ricoperti di oro 24 carati. Non si è badato a spese. Molto belli anche i motivi floreali sulle pareti.
Altro elemento importane è il tappeto annodato a mano più grande al mondo. E' stato intessuto da 1200 artigiani in soli due anni.
Il Mausoleo dedicato allo Sceicco è sulla via di ingresso alla Moschea.
Considerate che l'entrata non è verso la moschea ma nelle due cupole che troverete appena passata la porta d'ingresso. Probabilmente i taxi vi lasceranno proprio qui. Non fate l'errore di andare verso la moschea se non per ammirarla.
Si può visitare anche la bibloteca. Dal suo minareto si ha una bella vista sulle cupole della moschea, sulle isole circostanti e sulla città.















Qasr al Hosn (Forte bianco) (ore 9-20)
Il forte, riprodotto anche sulle banconote da 1000 dirham, è del 1760. Era un posto di guardia a protezione di un prezioso pozzo di acqua dolce (ricordiamoci che qui siamo nel deserto, anche se non sembra!). E' stato residenza reale fino al 1966. Il forte è stato restaurato ed ora è aperto al pubblico. Si paga un biglietto di ingresso di 30 dirham per visitarlo. E' possibile anche fare una visita guidata (in inglese) molto piacevole ed interessante che vi spiegherà la storia di Abu Dhabi attraverso fotografie, reperti, abiti.





AbuDhabi Louvre
Situato nel Cultural District, è una delle attrattive più interessanti. Sorge in questo che diventerà il polo culturale. Difatti è già in costruzione anche il Guggenheim. La struttura, costruita sull'acqua, è bellissima! La cupola traforata richiama sensazioni arabeggianti e regala giochi di luce sulle pareti. All'interno si fa un viaggio dall'antico Egitto fino ai giorni nostri. Piacevole ed interessante. Qui sono state conferite diverse opere sia dal Louve di Parigi che da altri musei francesi. E' stato progettato da Jean Nouvel.










Altri musei
Manarat al Saadiyat
Qui abbiamo visto, gratuitamente, due mostre fotografiche. Una provocatoria, con donne completamente ricoperte dal velo, delle migliori griffes e poi una con delle gigantografie di macro di coloratissimi scarafaggi (chi avrebbe mai detto che gli scarafaggi avessero dei colori e dei dettagli così interessanti!). Qui di fianco ci sarebbe anche l'UAE pavilion che però è in fase di ristrutturazione.






Emirates Palace
Situato verso l'estremità occidentale di Corinche road, il lunghissimo lungomare, è un grandioso palazzo che si sviluppa in orizzontale. E' davvero enorme! Pensate solo che ha una spiaggia privata di 1,3 km. Ha 440 stanze tra camere normali e suite. Pur essendo un hotel, essendo anche un centro culturale, si può comunque visitare. Qui vengono effettuati anche spettacoli ed esibizioni artistiche. Inoltre potrete concedervi un high tea o una cena in uno dei suoi splendidi ristoranti. Pensate che all'interno c'è un ATM che distribuisce lingotti d'oro.




Corniche (lungomare)
E' il lunghissimo lungomare di Abu Dhabi e quando dico lunghissimo, intendo ben 8 km! Questo vi farà rendere conto della grandezza della città.
E' molto bello, costeggia il mare ed anche la zona della spiagia dove si può fare il bagno. Ha tante panchine, verde pubblico e zone ombreggiate sotto delle grandi vele. E' molto frequentato anche se non ci sono lidi o bar/ristoranti dove fermarsi a bere o mangiare qualcosa, se non verso l'Emirates palace, ad al Kahlidivah, verso la ruota panoramica. Inoltre qui si trova la UAE flag, la più grande bandiera degli Emirati arabi uniti alta 122 metri.






Ferrari world
Si trova sull'isola di Yas. E' un grande parco a tema della Ferrari. Ha una cupola enorme con un grande cavallino rampante visibile già da molto lontano. Il prezzo del biglietto di ingresso è carissimo, 310 AED (circa 75 Euro), ma soprattutto poi ci sono tre attrazioni al suo interno per le quali dovrete pagare un altro biglietto. Tra queste il simulatore di guida (quasi altri 20 Euro!). Un po' esagerato sinceramente. Qui ci sono anche le montagne russe più veloci al mondo (240 km/h) ed un'altra giostra per chi ama l'alta velocità che "spara" un trenino ad alta velocità, poisi avvita sul binaro in verticale e torna indietro.
All'interno non mancano tanti gioci per i bambini, Ferrari (vere) da corsa e da strada.
Ci sono anche i ristoranti all'interno del parco. Abbiamo mangiato benissimo da Al Fanat.
Sinceramene, il parco in sè, è stato un po' una delusione.
Sempre sull'isola di Yas ci sono anche lo Yas Waterworld, un grosso parco acquatico che non abbiamo visitato, come lo Yas Marina, il circuito di Formula 1, visitabile, prenotandosi on line, dove è possibile anche vivere delle (costose) esperienze di guida in pista.







Mercati
Andando verso la zona del porto, dove ci sono le caratteristiche imbarcazioni locali, i dhow, arriverete nella zona dei mercati ortofrutticolo, dei datteri e dei tappeti. Devo dire che mi li aspettavo molto più caratteristici. Sembrano un po' i mercati generali. I venditori, all'esterno dei negozi, vi chiameranno TUTTI per farvi entrare nel loro negozio. Un po' seccante. Ne approfittiamo comunque per comprare dei datteri (prendete i più cari, sono i migliori e alla fine non costano molto. Anzi, vi pentirete di non averne presi altri!). Ci sarebbe piaciuto anche entrare in quello dei tappeti a dare uno sguardo per curiosità, ma gli inviti insistenti a visitare i negozi più che incuriosirci ci hanno fatto "scappare".

Centri commerciali
Ce ne sono diversi in città. Pur non amando il genere in viaggio, lo shopping da queste parti è un classico. Noi abbiamo visitato il mall La Galleria. Davvero molto molto bello, con tantissimi negozi, un'ala nuova appena aperta, tani ristoranti e bar. Ma la cosa più bella è sicurmente il panorma sui grattacieli di fronte e la possibilità di vedere anche il tramonto dietro questi ultimi passeggiando su Al Maryah Promenade.







Il The Mall World Trade Center. All'interno di questo altro bellissimo centro commerciale c'è anche una parte chiamata The Souq, sempre con negozi moderni, ma con anche prodotti tipici e locali.



Un po' deludente invece il Souq al Maqta. Me lo aspettavo più tipico e non con negozi e marche mderne. Da qui però si può ammirare abbastanza bene il ponte ondulato di Zaha Adid.





Grattacieli
Brj Mohammed bin Rashi
Si tratta del grattacielo più alto di Abu Dhabi, si trova nel World Trade center (WTC) ed ha una caratteristica forma cilindrica, troncato in cima in diagonale. Ha un giardino pensile al 90°piano. Di fianco ce n'è uno simile, leggermente più basso.
La maggior parte dei grattacieli sono tutto sommato abbastanza anonimi, mentre ce ne sono altri sia in centro che fuori che invece sono molto belli. Da Qasr al hosn c'è una bella vista sui grattacieli del WTC. Vi segnalo i più belli.








A parte quelli del World Trade center di cui vi ho già detto (Burj Mohammed bin Rashid), molto bello l'Aldar HQ. Si tratta del primo grattacielo tondo, soprannominato per questo motivo "The coin", la moneta. Davvero impressionante! E' la sede dell'Aldar, importante agenzia immobiliare.
potrete fermarvi qui andando verso l'isola di Yas (è nelle vicinanze della E10).




Bello anche l'Etisalat Head Office, grattacielo della compagnia telefonica che si caraterizza per una enorme pallina da golf sul suo tetto. Si trova nelle vicinanze di Qasr Al hosn.


Capital gate invece è un grattacielo inclinato, il più inclinato al mondo. Ben 18 gradi, 4 volte la Torre di Pisa! Potrete fermarvi qui andando alla Grande Moschea.


Altre cose che si possono fare sono: una escursione in una foresta di mangrovie praticamente in centro, oppure si può fare una crociera al tramonto, o si possono andare a pescare le ostriche per trovare le perle.
Insomma, come passare il tempo non è un problema qui. E neanche se volete spendere soldi.
La città in sè nel complesso non mi ha entusiasmato. Si gira tanto in taxi, si vive poco la vita di strada e per quel poco che siamo riusciti a farlo, non è coinvolgente, se non buttadosi nelle strade secondarie dove si vede un po' più di vita vera.
Ma sicuramente la Grande Moschea merita da sola il viaggio, assieme al Louvre!

Qui trovate la mia mappa virtuale di Google con tutti i punti di interesse.

Fabio

Trovate tutto il diario di viaggio di Abu Dhabi nella pagina dei DIARI DI VIAGGI ed in quella dedicata agli EMIRATI ARABI UNITI.

*verificate sempre gli orari ed i giorni di apertura dei luoghi segnalati sui siti ufficiali












Nessun commento

Posta un commento

Lasciateci un commento. È molto apprezzato.