giovedì 1 dicembre 2016

Divino Amore: non un dolce di San Valentino, ma un dolce di Natale



Finalmente è arrivato Dicembre! Lo so, per molti significa dover correre ancora di più, trovarsi probabilmente nel traffico e nel caos, dover pensare ai regali di Natale ed a una serie di pranzi e cene...ma tutto questo è Natale, ed io amo il Natale, con tutte le sue sfaccettature: amo comprare i regali, amo addobbare la casa (ok, ora con i gatti non è più possibile), amo pensare a cosa cucinerò...forse il traffico non è proprio il lato che preferisco, ma evito semplicemente di prendere l'auto.
Insomma, per me Dicembre è il mese più bello dell'anno e come se non bastasse il Natale, c'è anche il mio compleanno!
Questo mese va festeggiato a dovere, per cui sono pronta a preparare una quantità di dolci di ogni tipo. Il panettone è già andato in produzione due volte, nei prossimi giorni farò la Fruit cake che a casa nostra non può mancare, poi la volta dei dolci napoletani, roccocò e mustacciuoli con la ricetta di fine '800 dello zio di mio padre, pasticciere,  i detù o pulci di monaco, dolce stabiese sempre preparati con la ricetta storica.
Quest'anno però ho deciso di andare oltre e provare a preparare altri dolci napoletani. Inizialmente avevo pensato di preparare i Susamielli, dolci a forma di "S" , ma poi cercando la ricetta, mi è caduto l'occhio su un altro dolce natalizio partenopeo, il Divino Amore, e a vederli capirete perché io ne sia stata attirata.
Vi domanderete cosa c'entri questo nome con il Natale. In realtà, come per la maggioranza dei nostri dolci natalizi, il Divino Amore nasce a Napoli in un convento, per la precisione quello del Divino Amore appunto, dove le suore li prepararono per la madre di Carlo II D'Angiò.
Questi dolcetti a base di mandorle e canditi e ricoperti da una glassa rosa, non possono mancare nel vassoio di dolci natalizi napoletani.


Divino Amore



Ingredienti (per 20 dolcini):
250 g di mandorle sgusciate non pelate
220 g di zucchero semolato
75 g di canditi misti
1 cucchiaio di essenza di vaniglia
buccia grattugiata di un limone
1 uova intere
1 tuorlo d’uovo
ostie

Gelatina di albicocche

Per la glassa:
125 g di zucchero a velo
60 g di acqua
Succo di limone
Colorante in gel rosa

Confettini argentati

Tritare finemente le mandorle con meta’ dello zucchero ed i canditi con l'altra metà di zucchero.
Unirli in una ciotola, aggiungere la vaniglia e la buccia di limone grattugiata, l'uovo ed il tuorlo ed impastare. 
Coprire la ciotola con la pellicola per alimenti e lasciar riposare per una notte
Il giorno seguente disporre le ostie su una placca da forno e formare delle palline di uguale misura con l'impasto. Dare loro la forma ovale e disporle sulle ostie.
Infornare per 15-20 minuti ne forno che avremo preriscaldato a 180°C. 
Estrarre i dolci dal forno ed appena saranno tiepidi, tagliare l'ostia in eccesso e spennellarli di gelatina di albicocche che avremo riscaldato un po'. 
Lasciarli raffreddare completamente.
Nel frattempo preparare la glassa: mettere in un pentolino lo zucchero a velo, l'acqua e qualche goccia di succo di limone e riscaldare fino a 38°C. Aggiungere il colorante rosa e mescolare bene.
Immergere i dolcetti capovolti nella glassa uno alla volta, quindi rigirarli e farli raffreddare sulla carta da forno. Prima che la glassa solidifichi disporre un confettino su ogni dolcetto.



Forse i Divino Amore sono meno noti di altri dolci natalizi, ma quando li avrete provati, vedrete che anche loro entreranno nel vostro menù di Natale.

Anna Luisa

15 commenti:

  1. meravigliosi e ne immagino deliziose scatole da portare in dono

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lara, hai ragione, una scatola di Divino amore, è un regalo che non può non essere apprezzato ;-)

      Elimina
  2. Tutta-tutta-tuttissima "roba" buonissima, golosa e irrinunciabile adattissima al mio giveaway... ehehhe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, parteciperei volentieri, ma non ho la foto della preparazione :-( Grazie lo stesso :-*

      Elimina
  3. Hanno tutte le carte in regola per entrare a far parte della tradizione natalizia della mia famiglia, anche se dalle mie mani non so se usciranno così perfetti....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roberta, sono certa che ti verranno meravigliosamente...questi sono i miei primi Divino Amore :-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  4. Che dolcetti...e che lista hai tirato fuori. Da far invidia!!! Io al massimo riuscirò forse a far qualche biscotto qui e là.
    Adoro questo mese anch'io. La magia che si respira nell'aria è qualcosa di unico. Le luci, i colori, i profumi...ogni cosa suscita ricordi d ne suggella momenti per poterne conservare altri.
    Sono elegantissimi i tuoi dolcetti, li adoro già! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fortunatamente i dolci di Natale possono essere preparati quasi tutti con largo anticipo :-)
      Il Natale è meraviglioso e tu sei riuscita ad esprimere alla perfezione tutta la sua magia ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  5. Dicembre, mese meraviglioso soprattutto per i compleanni, e poi si vocifera che i Sagittario siano persone fantastiche :)
    Hai delle mani, da cui escono fuori cose meravigliose, spesso sconosciute ai comuni mortali! Bravissima come sempre ( dai un bacio da parte mia al fotografo e uno grandissimo conservalo per te)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me è giunta la stessa voce sui Sagittari :-)
      Sei sempre troppo gentile amica mia...aggiungo anche questi alle cose da prepararti quando verrai a trovarmi ;-)
      Baci (da entrambi)
      Anna Luisa

      Elimina
  6. Non li ho mai visti né sentiti, e di sicuro non sapevo che fossero dolcetti napoletani D: io ci toglierei i canditi perché li odio, ma adoro i dolcetti col ripieno all'albicocca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono in molti a conoscerli e spesso vengono mangiati nel vassoio dei dolci natalizi senza conoscerne nè nome, nè storia.
      Anche io non sono una amante dei canditi, ma qui riescono a smorzare la dolcezza delle mandorle alla perfezione, però nessuno vieta di ometterli ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  7. Io vi adoro!!! Se questo Natale resto su, mi consolo facendo un bel vassoio di misto napoletano 😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola, che Natale sarebbe senza i nostri bellissimo dolci? :-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  8. Questi me li ero persa! Ignoro il motivo ma dal mio blog non vedo più i vostri aggiornamenti. Sono dolcetti super golosi e potrebbero essere perfetti anche x la calza della befana!

    RispondiElimina