in

Mercatini di Natale a Londra: secondo giorno (seconda parte)

- - 12 commenti
 Una seconda giornata intensa, dopo la prima parte di giornata, spuntiamo su Whitechapel e percorriamo tutta la strada per arrivare al Borough market, un altro luogo del cuore. Qui abbiamo messo piede per la prima volta a Londra diversi anni fa ed è stato amore a prima vista. Un luogo davvero speciale con tanti venditori di street food. Assolutamente da non perdere! Tra l'altro, per gli amanti dei formaggi, proprio qui dietro c'è pure il negozio di Neal'sYard dove portete acquistare ottimi formaggi inglesi.
Lasciatevi coinvolgere dai profumi, dai sapori e dai colori di questo vivace ed affollato mercato.

















Siamo qui anche perché abbiamo prenotato per le 15 la visita al The Shard, la scheggia, il nuovo grattacielo progettato da Renzo Piano che ancora non abbiamo visitato. In raltà oggi avevamo in programma di andare allo Sky garden, ma non sappiamo perché, la visita non era prenotabile per il 7 pomeriggio e per l'8 dicembre. E per questo motivo abbiamo prenotato per domani (il 9 dicembre).
A differenza della visita allo Sky Garden che è gratuita (bisogna però necessariamente prenotare dal sito), per salire sullo Shard si pagano 15,95£ a persona. L'ingresso si trova nella piazza antistante la stazione dei treni di London bridge, si scende giù e ci sono i controlli di sicurezza. All'interno non si può portare il treppiede che deve essere lasciato ai controlli e recuperato all'uscita. Per salire ai piani 68-69 e 72 (dove ci sono le terrazze panoramiche) ci sono 2 ascensori che impiegano circa 25 secondi l'uno per coprire i 30 e passa piani. Arrivati sopra c'è anche un bel bar. Le vetrate però sono tutte sporche per la pioggia dei giorni scorsi (penso che pagando quella cifra, in una bella giornata almeno, i vetri dovrebbero essere puliti). Ma non è solo questo, c'è tanta gente, pochi punti dove si può stare tranquilli a vedere il panorama. Molti sono menefreghisti, si piazzano nelle zone più panoramiche e non si muovono più. Poi ci sono dei telescopi elettronici che consentono di vedere giù più da vicino. Anche questi in punti panoramici (e a pagamento) e quindi la visita non è proprio delle migliori e come vedete dalle foto, anche a causa dei tantissimi riflessi, contrariamente ad altri grattacieli sui quali siamo saliti in passato anche in altre città, non si riescono a portare a casa belle foto. Anche la terrazza aperta del 72° piano in realtà lo è solo sopra. Fa più freddo, ma la vista è uguale alla fine. Bellissimo, per carità, ma anche un po' una delusione.






quanto erano sporchi i vetri













Usciti dallo Shard ci incontriamo con Flavia a Victoria. Abbiamo infatti in programma una sosta golosa da Peggy Porschen cake che si trova nelle vicinanze. La pasticceria è una piccola boutique. Tutta rosa all'esterno e decorata per Natale, un posto delizioso. Nelle vetrine i dolci, le torte ed i cupcakes. Cerchiamo un tavolo all'interno, pensiamo se ne stiano liberando un paio, ma sembra ci fosse una fila d'attesa all'esterno. Sarà, ma quando siamo entrati non ci era sembrato. Quindi ci toccherebbe aspettare un bel po'. Così prendiamo posto all'esterno. Fa freddo, ma ci vengono date delle copertine. Ordiniamo e mangiamo un dolcino accompagnato da una bevanda calda.












Abbiamo fatto il pieno di energie. Facciamo un bel giro a piedi passando per la Westminster Cathedral e l'Abbey, il Big Ben circondato dalle impalcature visto che è in ristrutturazione, attraversiamo quindi il Westminster bridge e siamo sull'altra sponda del Tamigi. Siamo a due passi dal London Eye, la ruota panoramica di Londra illuminata di rosso. E' la prima volta che passiamo da questa sponda del fiume. Non saliremo sulla ruota ma ci fermeremo a scattare delle foto.


















Poco più avanti inizia la zona di un altro mercatino di Natale a Londra. Il mercatino si sviluppa nella zona della Queen's walk, andando verso il Waterloo bridge dal London Eye, sulla southbank.
C'è anche un ristorante fatto con tanti "igloo" che va prenotato, sembra simpatico!






















Questa zona è anche molto panoramica e mi fermo diverse volte a fare delle foto col treppiede. Salgo anche sul Millennium bridge che di sera/notte è più libero e la vista sulla St.Paul's Cathedral fantastica!













Facciamo una bella passeggiatona per arrivare al Flat iron sq, una zona in cui ci sono diversi venditori di street food al chiuso! E' troppo carino qui! Ognuno di noi si va a servire da chi preferisce e poi portiamo tutto a tavola per mangiare.









E' stata una giornata piena e molto interessante, ma è ora di rientrare a casa.
Domani ci aspetta un'altra giornata intera da vivere a Londra, l'ultima. Andremo alla scoperta di tanti altri posti interessanti, più o meno conosciuti.

Fabio

Trovate tutto il diario di viaggio nella pagina dei DIARI DI VIAGGIO





12 commenti

  1. Ti invidio tantissimo le foto del mercato, sopratutto quella del barbiere, e degli interni del flat iron square! Lo dico sempre e non lo faccio mai, devo fotografare le persone! E poi..Oddio quelle cupcakes rosa! Oddio quel mulled cider bollente! Che bello che e' stato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io a fotografare le persone ho comunque difficoltà. Lo faccio solo in questi posti, dove c'è tanta gente. Difficilmente fotografo una singola persona. Se vedi, nelle altre foto non ci sono infatti. Non è facile, ma anche io sto provando a farlo di più.
      E' stato proprio bello, lo sto rivivendo raccontando e tornerei ora stesso.

      Fabio

      Elimina
  2. Ok, credo che in foto, l'unico soggetto che amo più delle persone sia la bancarella piena di cibo locale. Le tue sono stupende come al solito, e ti dirò, quelle dello Shard coi riflessi dei vetri non mi dispiacciono. Certo che se devi pagare per salire e fare a botte con la gente per conquistare una vista decente direi proprio che non vale la pena di farlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo belle quelle bancarelle! Resterei lì per ore a provare tutto :-D
      Che c'erano dei riflessi, me ne sono accorto subito. Secondo me deve essere garantita una vista migliore. Poi ci ho un po' pure giocato con i vetri del palazzo, comunque bellissimo.
      Grazie sempre.

      Fabio

      Elimina
  3. Si si mi hai convinto il prox anno devo andarci prima di Natale. Foto bellissime ma quelle su Millennium bridge sono fantastiche con St Paul sullo sfondo...siete grandi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio bella, piacevole, te la godi in tutto e per tutto!
      Quasi quasi ci torno anche io ahahah
      Grazie mille!

      Fabio

      Elimina
  4. Che meraviglia Londra sotto Natale!! Ci sono stata secolo fa per capodanno, ancora la porto nel cuore!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero ancora più bella! Ed io che non ci avevo mai pensato prima! :-)

      Fabio

      Elimina
  5. Londra è sempre Londra! Adorabile carrellata di foto, grazie per il viaggio virtuale che mi avete fatto fare :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena! Troppo bella, ho fatto tantissime foto come puoi immaginare :-D

      Fabio

      Elimina
  6. Certo per quella cifra una pulitina ai vetri potrebbero anche darla! In ogni caso, nonostante i vetri sporchi e i riflessi, a me le foto del panorama e del tramonto sembrano molto belle! Che spettacolo quella pasticceria: davvero deliziosa, Bell arredamento e soprattutto bellissima "parata" di dolcetti!!
    Mi avete fatto venire voglia di tornare a Londra: una città veramente bella che prima di conoscere avevo fortemente sottovalutato!
    Felice anno nuovo, pieno di viaggi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo stesso per noi! Non capivamo perchè alcuni l'amassero tanto. Poi ci è bastato starci un paio di ore la prima volta causa un lungo scalo e ce ne siamo innamorati.

      Elimina