giovedì 17 novembre 2016

MTChallenge di Novembre: il Ghostiramisù, ovvero il Tiramisù fantasma


Da sempre sostengo che l'MTChallenge sia un gioco meraviglioso che ci porta a crescere e a migliorare, offrendoci sempre nuovi spunti e nuovi traguardi da raggiungere.
Ultimamente mi sono resa conto anche che quanto più semplice sembra una sfida, più può risultare insidiosa, sia per le difficoltà che anche un piatto semplicissimo può presentare se lo si cerca di preparare a regola d'arte, sia perché se la vincitrice del mese precedente è Susy May, si può star certi che alla ricetta verrà aggiunto un paletto riguardante il tema.
La nostra "Coscina di pollo" infatti ama il cinema ed ha pensato di creare una sfida nella sfida per questo mese. Ha proposto come ricetta un must della cucina italiana, il tiramisù, e qui si sono sentite urla di gioia per tutta l'Italia seguite da una ola. Ma nel momento in cui si iniziavano a fare anche i trenini, abbiamo scoperto che il tiramisù doveva essere collegato ad un film o ad una icona sexy della storia del Cinema Mondiale...e qui c'è stato il panico!
Sono sempre stata un'amante dei film di ogni epoca, basta che fossero fatti da Attori con la "A" maiuscola e con una storia che tenesse legati al monitor per tutto il tempo.
Per farvi capire, ho visto "Via col vento" centinaia di volte ed ho imparato a memoria la battuta principale de "Il gladiatore", ho amato alla follia "Sabrina" e sono andata due volte al cinema  a vedere "Titanic". Insomma il cinema mi piace e solitamente ricordo bene anche le trame.
La situazione è leggermente diversa per Fabio, che molto probabilmente non ricorda il film visto al cinema domenica scorsa anche se devo ammettere che è stato bravo a portarmi da "Katz's" a New York, il ristorante dove è stato girato "Harry ti presento Selly, con la fortuna incredibile di sederci proprio al loro tavolo nonostante fosse gremito! Praticamente è stato come vincere la lotteria. O da orgasmo, fate voi. :-)
Dato che comunque la cinefila in famiglia sono io, dovevo decidere il film che avrebbe dato l'ispirazione per il nostro tiramisù.
Pensa e ripensa, ho cominciato a ricordare tutti i "sexy" del cinema da Paul Newman a Leonardo Di Caprio, ma nulla, finché ho visto davanti ai miei occhi una scena...avevo trovato come fare il tiramisù!
L'icona sexy è uno degli attori più sexy dei nostri tempi che ahimè ci ha lasciati troppo presto: Patrick Swayze, l'attore di Dirty Dancing per intenderci.
Però prima che immaginiate il nostro tiramisù sollevato in aria come nella scena finale, vi dico subito che non è Dirty Dancing il film a cui ho pensato, ma un altro classico da lui interpretato, ovvero Ghost.
Volete sapere quale scena in particolare ho scelto? Iniziamo a mettere su la musica...

https://www.youtube.com/watch?v=_CRF_wWHaQ0

Ed ora che abbiamo l'icona sexy, Patrick Swayze, la scena sensuale, quella in cui Sam e Molly modellano un vaso di terracotta, ecco il nostro "Tiramisù in the jar" o "Ghostiramisù".
Non abbiamo voluto stravolgere  la ricetta del tiramisù classico, ma abbiamo semplicemente aggiunto delle meringhette (ricordano dei fantasmini a vederle) e delle gocce di cioccolato come consigliato da Susy May. Abbiamo fatto noi sia i savoiardi che il mascarpone, ed al caffè abbiamo aggiunto un po' di Baileys, perché pare che il nostro fustaccione avesse origini irlandesi e poi perché ci stava bene....un po' di "spirito"....




Ghostiramisù



Per i savoiardi (ricetta di L. Montersino)


150 g di albumi
120 g di tuorli
180 g di zucchero semolato
40 g di miele
170 g di farina 00
70 g di fecola
zucchero a velo 

Montare con le fruste elettriche gli albumi insieme allo zucchero semolato fino ad ottenere una massa gonfia, spumosa. In una ciotola, mescolare, con una frusta a mano, i tuorli con il miele.
Aggiungere ora molto delicatamente i tuorli agli albumi, mescolando dal basso verso l’alto per non smontare il composto.
Unire la farina e la fecola setacciate e mescolare sempre delicatamente.
Con l’aiuto di una sac à poche disporre il composto in una teglia rivestita di carta da forno, formando dei bastoncini lunghi 10 cm circa.
Spolverizzarli con dello zucchero a velo e cuocere in forno, già caldo e statico, a 200° per 15 minuti, con valvola aperta



Per il mascarpone (da "Torte salate")
500 ml di panna fresca al 35% di grasso
1 cucchiaio di succo di limone

Versare la panna fresca in una ciotola di vetro o in un tegame di acciaio inox e fare cuocere a bagnomaria fino a che non raggiunge la temperatura di 85°C.
A questo punto, unire il succo di limone e mescolare bene, la panna inizierà ad addensarsi
Continuare a cuocere a 85°C per circa 5 minuti, mescolando di tanto in tanto.
Togliere la ciotola dal bagnomaria, coprire e fare raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigo per 12 ore: al termine di questo riposo, la panna si sarà ulteriormente addensata.
Trasferirla in un colino a maglie fitte, rivestito di un canovaccio pulitissimo e posto sopra ad una ciotola o scodella.
Chiudere il canovaccio legando i quattro lembi con un elastico e appendetelo con un cucchiaio di legno sopra una pentola dai bordi alti in modo che resti appeso e che raccoglierà il siero che colerà durante il riposo.
Lasciare riposare altre 24 ore in frigorifero, alla fine la parte solida restante sarà il vostro mascarpone.
Metterlo in un barattolo di vetro sterilizzato e a chiusura ermetica e conservarlo il frigo fino al momento dell’uso (non oltre i tre giorni).
Con questa dose si ottengono 300 g di mascarpone.



Per le meringhe:
30 g di albumi
60 g di zucchero a velo
qualche goccia di succo di limone

Mettere in una ciotola gli albumi ed il succo di limone e montare a neve ben ferma, aggiungere lo zucchero a velo setacciato, continuando a montare. Con una sac à poche formare delle meringhe su una teglia rivestita di carta da forno e cuocerle per 2 ore a 110°C o 6 ore a 75°C.


Per il Tiramisù:
300 g di mascarpone
3 uova
235 g di zucchero
250 ml di caffè leggermente zuccherato
15 savoiardi
1 tazzina di Baileys
gocce di cioccolato fondente
meringhette
cacao amaro

Preparare la pate à bombe con il metodo della meringa svizzera: mettere i tuorli, 85 g di zucchero e 55 g di acqua in un recipiente e mescolare. 
Appoggiare il recipiente su una pentola d'acqua e cuocere a bagnomaria continuando a mescolare fino a raggiungere gli 85°C.
Togliere il recipiente dal bagnomaria ed immergerlo in una pentola contenente del ghiaccio, per raffreddarlo velocemente.
Montare gli albumi a neve. Nel frattempo riscalda 50 ml di acqua e 150 g di zucchero fino ad arrivare a 116°C, quindi versare a filo nella ciotola contenente gli albumi, facendolo cadere nel lato interno della ciotola e continuando a montare gli albumi. Quando lo sciroppo di zucchero sarà terminato, continuare a montare gli albumi fino a completo raffreddamento di questi ultimi.
Mettere il mascarpone in una ciotola ed aggiungervi poco alla volta i tuorli, quindi incorporare gli albumi senza smontarli.
Immergere i savoiardi nel caffè a cui avremo aggiunto il Baileys.
Formare un primo strato di crema nel vaso, quindi spargere di gocce di cioccolato, quindi disporre uno strato di savoiardi e qualche meringhetta. Continuare fino ad esaurimento degli ingredienti. Spolverizzare la superficie di cacao e decorare con le meringhe. Servire freddo.

Fabio si è divertito anche a farne una versione fantasmesca della foto :-D

A noi questo tiramisù ha decisamente alzato lo spirito :-)

Anna Luisa e Fabio

Con questa ricetta partecipiamo all'MTChallenge di Novembre

34 commenti:

  1. Una scena perfetta per una coppia, come voi, che l'avete interpretata alla perfezione! Non voglio sapere che cosa è successo dopo, però vorrei un cucchiaino del vostro Ghost Tiramisù... Sia mai che riappare anche Patrick! :)

    RispondiElimina
  2. Credo sia stato il primo film d'amore (non di Fabio :)) ) che abbia mai visto.
    Non dico l'ultimo ma quasi...
    Però Patrick è Patrick. E sinceramente un po' mi dispiace che non abbiate scelto Dirty Dancing che già vi immaginavo immortalati in una foto con Fabio che sorregge te che sorreggi trionfante una coppa di tiramisù.
    Comunque, il fatto di non stravolgerlo completamente mi piace, perché il Tiramisù tale deve rimanere (sopratutto per mio marito che ne è grande estimatore...anche se di quello con i pavesini) e l'aggiunta del baileys mi piace da morire... Sarà uno dei primi che riproverò a fare dopo marzo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. muoio, arianna... voto per Dirty Dancing anche io :)

      Elimina
  3. Eccovi qua, l'altra maestra della pasticceria che aspettavo, con il suo spiritato aiutante :D ero curiosa di leggere i vostri savoiardi e sono sorpresa arrivino da Montersino, con cui ho sempre un rapporto "catulliano" ahah. Mi piace tanto l'idea del Ghost tiramisù e soprattutto la foto. Fantastica *.*

    RispondiElimina
  4. Quella scena era balenata in mente anche a me, credo sia un della più belle tra quelle che conosco!
    Come sempre in questo tipo di sfide, anche io preferisco.non snaturare troppo l'essenza del dolce, altrimenti non sarebbe più tiramisù!
    Bella la foto!

    RispondiElimina
  5. Io vi adoro lo sapete si? Siete unici ed insuperabili! Come al solito mi piace tutto tutto della vostra ricetta del titolo alle foto. Grandissimi!

    RispondiElimina
  6. Avete colto ed espresso perfettamente lo spirito di questa sfida, siete veramente GRANDI e la ola ve la facciamo io ed il Cosciotto!.
    L'idea di non stravolgere un dolce, ma di arricchirlo qua e là con un goccio di Liquore e delle meringhette, ha dato quel valore aggiunto al vostro tiramisù.
    La foto è fantastica, itonica, divertente e sexy!
    Standing Ovation!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. eh alloraaaaaaaa...... MIIIIIIIIIH Fabio che fa Ghost... ma che poi si mangia per davvero sta meraviglia di Tiramisù cremosamente ubriaco ce lo vedo bene assai

    RispondiElimina
  8. romantici!!! bellissima l'idea delle meringhette fantasma, un tiramisù molto goloso :-D

    RispondiElimina
  9. Ma dai... siete fortissimi, inutile dirlo, e comunque a Ghost non ci avevo affatto pensato, invece ha il suo perchè... e che perchè!!! La vostra una meravigliosa idea, ma d'altronde non poteva che essere così... Un abbraccio, Marianna.

    RispondiElimina
  10. Questo film? non so quante volte l'ho visto, bellissima interpretazione...davvero fantastici!

    RispondiElimina
  11. Mi fate morire!!!!!!!!!!!!!!!Adoro quella scena ma preferisco voi due che abbracciate quella meraviglia calorica!!!!!! Il Bel Patrick secondo me resusciterebbe per assaggiarlo!!!!!! e comunque tra poco mi licenziano.....quando ho visto la foto mi è scappata una rumorosa e sonora risata!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Ma...ma...ma...grandissimi!!!!! Non deludete mai !! Bravi bravi!!

    RispondiElimina
  13. Un film splendido e una scena molto romantica, anche Patrick lo preferisco in Dirty Dan ing
    Per il Tiramisù golosissimo ne prenoterei una porzione per gennaio ...... a parte gli scherzi bravissimi e condivido la tua carrellata di film da vedere e rivedere

    RispondiElimina
  14. che dolci che siete anche in versione fantasma hahahahah

    RispondiElimina
  15. Mi stuzzica l'idea del Baileys nel tiramisù, un po' meno quella di metterlo in un barattolo perché non potrei arrivare dappertutto col cucchiaino, e poi rosico! :) Comunque bravissimi e fantasiosi come sempre!

    RispondiElimina
  16. Grande film, da vedere e rivedere. Ed il vostro Tiramisù ? Da assaggiare e riassaggiare.

    RispondiElimina
  17. Sapevo che qualcuno avrebbe usato Ghost come citazione cinematografica, ma non pensavo a questi meravigliosi livelli.. la foto è stupenda, e il tiramisù in vaso pure!
    Quelle gocce di cioccolato e quelle meringhette mi sembrano una aggiunta discreta, ma giustamente golosa, e croccante. Quando ne vorrei un vasetto per stasera, sul divano davanti alla tv!

    RispondiElimina
  18. E' veramente goloso questo tiramisù, mitici che avete fatto tutto voi!!
    Buonissimo con l' aggiunta della crema di wiskhey, devo provarlo!!
    Buona serata!!

    RispondiElimina
  19. Io non sono una grande cinefila ma chi non conosce questo film? La mia mamma lo avrà visto 1000 volte e ogni volta piange come se fosse la prima, la prossima volta cercherò di consolarla con una porzione di questa delizia! Un abbraccio

    RispondiElimina
  20. ahahahah quoto la Mazzetta, adesso vogliamo vedere Johnny che non mette Baby in un angolo. Siete fantastici e il vostro quasi classic ghostiramisù pure.

    RispondiElimina
  21. il film è bellissimo, visto e rivisto tante volte, come Dirty Dancing del resto, Patrick fantastico, ma il vostro tiramisù è eccezionale!! Complimenti.

    RispondiElimina
  22. E' un film ormai entrato nella mitologia cinematografica, speciale non solo per quella scena epica, ma perché per due ore si ride e si piange senza soluzione di continuità. Quando lo passano in tv non posso che riguardarlo, ed ho sempre, inevitabilmente le stesse reazioni. Ora che ci penso, non l'ho ancora visto con mia figlia: dovrò rimediare.
    Voi non potevate che scegliere simbolo più bello di un amore romantico ed emozionante e tradurlo con un tiramisù perfetto (per me) perché resta fedele alla sua natura, con piccole ed intense sorprese proprio come nel film.
    Siete grandi, sempre...e che bellezza quella foto!
    un forte abbraccio.

    RispondiElimina
  23. Un'opera d'arte e mentre leggo e guardo il vostro post sento la musica di Ghost che mio figlio suonava sempre con il violino diversi anni fa, siete stati bravissimi e molto dolci, un abbraccio

    RispondiElimina
  24. Ma guarda che vi siete inventati!! troppo forti! Non solo bravissimi in cucina, ma pure dei grandi creativi: assolutamente fantastico!(parlo al plurale anche se mi pare di capire che la mente geniale in questo caso sia stata una..). E poi savoiardi fatti in casa, mascarpone pure...basta, io mi vado a nascondere che è meglio! Un bacione a tutti e due, buona domenica

    RispondiElimina
  25. Ogni volta che Carola legge i tuoi post, commenta: "d'altronde, e' la moglie di Fabio". E sai meglio di me che complimento piu' grande non potrebbe uscire dalla bocca della vostra nipote adottiva, vista la preoccupante adorazione che ha per il suo unico zio.
    tutto questo per dirti che sono morta, all'aggiunta del Bayley, per dare un po' di spirito. E che siete assolutamente, strepitosamente, meravigliosamente unici.

    RispondiElimina
  26. ...non so dire quante volte ho visto quel film...ma con il vostro tiramisù mi torna il sorriso! buonoooo

    RispondiElimina
  27. Bellissima idea che avete saputo trasferire nel dolce perfettamente. Adoro la vostra foto stile 'Ghost'. Complimenti

    RispondiElimina
  28. Io vi farei vincere solo per la foto!!! Siete troppo bravi!!! L'interpretazione poi da manuale, il vetro (i fantasmi sono trasparenti!!!), le piccole sorprese di meringa (come nel film, piccoli di colpi di scena) che ve devo dì???? Bravi, bravi bravi!!!

    RispondiElimina
  29. la foto iniziale mi fa impazzire... bellissima e bellissima idea e bravissimi voi ad autoprodurvi il tutto, dico la verità se affermo che mai e poi mai mi sarei cimentata, un assaggino????

    RispondiElimina
  30. Voi due tutto quello che fate lo fate davvero bene,anche il tiramisù classico con poche,ma sapienti, aggiunte lo avete elevato!

    RispondiElimina
  31. Ragazzi ma è un capolavoro! Avete fatto delle foto incredibili che parlano da sole e rappresentano a pieno film e dolce proposto. E poi avete usato il Baileys, che io adoro! Davvero per me questo tiramisù è la perfezione! Bravissimi!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  32. Una cosa che mi dispiace molto è non avere mai il tempo di vedere tutte le proposte, perchè è un peccato perdersi tante meraviglie e soprattutto tante cose da imparare. Ma tant'è che riesco a passare da voi solo ora, e mi accorgo che il vostro tiramisù è molto simile al mio! Anch'io non l'ho voluto stravolgere, ed ho usato il Baileys per inzuppare i savoiardi, cosa dite siamo sulla stessa lunghezza d'onda? Complimenti, il vostro vasetto goloso mi piace un sacco, ed anche quelle meringhette fantasma da pescare qua e là in mezzo alla crema. Un bacione

    RispondiElimina