martedì 15 settembre 2015

Girolio d'Italia a Matera: secondo e terzo giorno



Dopo l'intensa e bellissima prima giornata a Matera, siamo pronti per altre interessantissime iniziative.
La prima ci aspetta in via Ridola, qui c'è uno stand allestito da Slow food.
Massimo Cifarelli, Presidente del Consorzio del pane di Matera ci spiega le caratteristiche uniche di questo pane, ce ne racconta la storia e ci fa prima vedere come dare la forma tipica, poi lo fa fare anche a noi. Non può mancare la timbratura finale.
Intanto la signora Teresa, assieme a Lilla Simone, Presidente del club delle orecchiette, ci mostrano la preparazione di alcuni formati di pasta locale, mentre Giovanni La Certosa, capo panel ci parla un po' dell'olio i questa terra.
Per pranzo, dopo un assaggio di Pane di Matera con l'olio, ci concediamo un gelato presso la gelateria I vizi degli angeli.














Mentre gli altri vanno a riposare, ne approfitto per fare un giro per Matera e poi nel sasso Caveoso. Arrivo alla chiesa della Madonna de Idris e a piazza San Pietro Caveoso da cui c'è un bel panorama sulla gravina.


















Ci trasferiamo a Miglionico, dove presso il castello ci sarà la consegna della bandiera di città dell'olio e dove verranno premiati dal Professore Michele Mirabella alcuni produttori di olio locale che si sono distinti particolarmente, prima di assaggiare i piatti preparati dagli chef.
Lasciato il castello, ci attende un fuori programma. Incontriamo proprio il Prof. Mirabella al bar, ne nasce una piacevole conversazione che avremo modo di continuare assieme a lui a cena.












Si fa tardissimo, ma ne è valsa sicuramente la pena. Non può mancare qualche foto notturna.




Il giorno seguente è Giovanni Schiuma di Mangiare Matera a farci da guida, dopo averci anche dato dei consigli su alcuni prodotti locali da acquistare. Iniziamo il giro dal Palombaro Lungo, questa grossa cisterna per l'acqua che si trova proprio sotto piazza Vittorio Veneto. Le visite guidate in diverse lingue partono ad orari prestabiliti. E' davvero impressionante per dimensione! Vale sicuramente la pena una visita.









Poi ci spostiamo di nuovo presso il Sasso Caveoso, visto che altri del gruppo non erano stati in questa zona. Visitiamo una delle tipiche case, la casa-grotta del Casalnuovo ed ammiriamo il panorama. Facciamo ritorno in hotel per recarci al ristorante, l'osteria dei sassi. Posto delizioso, appena fuori dal centro, con una cucina molto interessante.

















Prima di andar via, Giovanni ci accompagna anche dall'altra parte della gravina per farci godere i sassi in tutta la loro bellezza anche da quest'altra prospettiva.








Con ancora tutta la bellezza di Matera negli occhi, facciamo ritorno a casa.

Fabio

10 commenti:

  1. Matera deve essere meravigliosa! Devo andarci al più presto *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un posto incredibile! Da vedere assolutamente! :-)

      Fabio

      Elimina
  2. Mi sono innamorata delle foto alla vecchietta che fa la pasta!

    RispondiElimina
  3. Sono stata a Matera circa tre anni fa. Ne ho un ricordo piacevolissimo, oltre che per il fascino della città e dei Sassi, per quello che di squisito ho mangiato!! E voi potete capirmi ;-). Se ci dovessi tornare terrei conto delle vostre dritte!! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un posto in cui tornerei volentieri anche io :-)

      Fabio

      Elimina
  4. Matera resta sempre uno dei miei posti da visitare prima o poi, che foto magnifiche !

    RispondiElimina
  5. Che posti magnifici, e poi io ve lo dico sempre, ad ogni vostro post devo segnare una nuova meta dove andare un giorno!!!

    RispondiElimina