giovedì 18 gennaio 2018

Agnello al forno e insalata di mele e barbabietole di Yotam Ottolenghi


Che l'alimentazione debba essere il più varia possibile è cosa ben saputa da tutti. Che io abbia una passione viscerale per la pasticceria è cosa altrettanto nota, ma purtroppo, come dice Fabio, non si può vivere di soli dolci, quindi, per quanto mi piacerebbe avere una cucina monotematica, a volte mi capita di pubblicare qualche piatto salato, ovviamente solo nel caso che lo reputi particolarmente meritevole, tanto da essere testato anche da altri.
Quello che vi propongo oggi è uno di questi casi.
E' da un po' di tempo che ho il libro "Nopi" di Ottolenghi, uno di quei libri pieni di belle ricette, tutte provenienti da una cultura gastronomica decisamente diversa dalla nostra, ricca di spezie quasi mai usate nella cucina italiana, oppure con abbinamenti che non ti sogneresti mai di fare, ma quando li leggi, intuisci subito che effettivamente sono perfetti ed allora ti domandi cosa aspetti a testarli.
Così qualche giorno fa mi sono imbattuta in una ricetta di un contorno, l'insalata di barbabietole e mele ed ho pensato che dovevano stare benissimo assieme.
Sul libro questa originale insalata accompagnava dei muffin di mais, io invece ho pensato che si sposasse bene con il filetto di agnello, ma seppur ho quasi implorato il macellaio di avere questo pezzo pregiato, non ho potuto averlo e così ho ripiegato sulle costine.
Il risultato è davanti ai vostro occhi e spero presto anche sulle vostre tavole.


Carré di agnello e insalata di mele e barbabietole di Yotam Ottolenghi

Carré di agnello  di circa 600 g
5 rametti di rosmarino, solo le foglie tritate grossolanamente
1 spicchio d'aglio tritato
3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
sale marino grosso e pepe nero

Mettete il carré di agnello in un recipiente non metallico insieme al rosmarino, all'aglio, all'olio al sale e al pepe. Insaporirlo bene e lasciarlo marinare per almeno 4 ore, meglio se tutta la notte. Estrarlo un'ora prima della cottura per riportarlo a temperatura ambiente.
Infornare per 30 minuti nel forno che avremo precedentemente riscaldato a 170°C. Estrarre il carré dal forno, tagliare le costine e passarle su una piastra ben calda da entrambi i lati,  per fare avvenire la reazione di Maillard.

Insalata di mele e barbabietole (da "Nopi" di Y. Ottolenghi)
120 g di yogurt greco
2 cucchiai di aceto di sherry Valdespino (o un altro aceto di sherry di ottima qualità)
2 cucchiai di olio d'oliva
2 cucchiai di succo di limone
1/2 cucchiaino di semi di finocchio tostati e schiacciati
1/2 cucchiaino di semi di sedano
15 g di prezzemolo tritato grossolanamente
2 barbabietole medie crude tagliate a julienne (200 g)
1 mela Granny Smith sbucciata e tagliata a julienne (140 g), tenuta a mollo in acqua con un po' di limone per evitare che si scolori se preparata in anticipo

Mettere tutti gli ingredienti per l'insalata tranne la mela e la barbabietola in un contenitore di medie dimensioni, poi mescolare bene e metterli da parte fino al momento di servire.
Appena prima di servire aggiungere la barbabietole e la mela alla salsa per l''insalata, quindi mescolare con delicatezza.
Servire 2-3 costine d'agnello accompagnate dall'insalata.

Note mie, ho sostituito i semi di finocchio e di sedano con i semi di papavero ed ho provato a condire l'insalata solo con l'olio senza yogurt. E' buona in entrambi i modi, a voi la scelta.


Non so di preciso cosa ci sia piaciuto di più, se la carne o il suo contorno, so solo che è finito tutto in un battibaleno con Fabio che chiedeva quando avrei preparato nuovamente questo piatto.

Anna Luisa









3 commenti:

  1. Barbabietele e mele mi sono proibite, ma l'agnello mi piace molto: mi sarei comunque leccata i baffi!

    RispondiElimina
  2. Trovo le mele un frutto piuttosto versatile sia nel dolce che nel salato e l'accostamento con le barbabietole interessante...un gran bel piatto !!

    RispondiElimina
  3. Il piatto cosi fa venir voglia di mangiare, l'agnello lo adoro, le mele anche ma le barbabietole non posso purtroppo. Grazie della bella ricetta e buona serata.

    RispondiElimina