giovedì 20 gennaio 2011

Terrina di carne in crosta per un pranzo VIP



Quante volte vi sarà capitato di avere a cena delle persone importanti, alle quali avreste voluto preparare dei piatti luculliani, magari per fare bella figura, o più semplicemente perché le persone invitate non erano VIP nel senso stretto del termine, ma bensì delle persone importanti per voi in un senso strettamente affettivo, amici, familiari, persone a cui però volete un gran bene ed un pranzo preparato per loro è semplicemente una dimostrazione del vostro affetto nei loro confronti. Mi è capitata una situazione simile con dei nostri amici di vecchia data, Giusy e Flavio, con i quali l'anno passato abbiamo avuto pochissime occasioni per incontrarci, ma nonostante ciò la nostra amicizia dimostra sempre di avere delle fondamenta solide.
Quando preparo dei pranzi per gli ospiti mi interrogo sempre sui loro gusti, cercando ovviamente di evitare alimenti e pietanze che non piacciono e cercando di preparare loro qualcosa che possano gradire molto. Ecco, nel caso di questi nostri carissimi amici, non ho grossi problemi perché in più di un'occasione hanno dimostrato di apprezzare la mia cucina, anche offrendosi di fare da cavie per i miei esperimenti culinari. Così, pensando a cosa potevo preparare di nuovo in un pranzo organizzato in questo periodo in cui tutti ci vogliamo riprendere dai bagordi natalizi, ho optato per eliminare il primo piatto e rafforzare l'antipasto preparando una terrina di carne in crosta. L'esperimento è riuscito a pieni voti e noi abbiamo trascorso un'altra piacevolissima giornata insieme.




Terrina di carne in crosta

Ingredienti per la terrina:
100 g di polpa di tacchino
100 g di polpa di maiale
100 g di punta di vitello
1 salsiccia
100 g di bietole
1 spicchio d'aglio
1 cipolla
1 carota
1 rametto di rosmarino
1 foglia di salvia
2 uova
30 g di parmigiano grattugiato
250 ml di brodo
50 g di nocciole tritate
olio
sale e pepe

Ingredienti per la crosta (pasta per pie alte di M.Roux):
500 g di farina
20 g di sale
200 g di lardo o burro tagliato a pezzettini e morbido
5 tuorli sbattuti con 110 ml di acqua fredda se usate il lardo, 125 ml se usate il burro
1 uovo ed un po' di latte per spennellare




Fare soffriggere la cipolla e la carota tritate in una casseruola con l'olio, l'aglio, il rosmarino e la salvia. Unire le carne tagliate a pezzi e fare rosolare. Salare e continuare la cottura per circa mezz'ora, aggiungendo di tanto in tanto qualche cucchiaio di brodo. Sbollentate le bietole precedentemente lavate ed unitele alle carni. Tritate le carni e le bietole ed aggiungervi le uova ed il parmigiano ed alla fine le nocciole tritate.
Preparare la crosta. Versate la farina a fontana sul piano di lavoro. Mettete al centro il sale e il lardo o il burro e mescolateli ammorbidendoli con la punta delle dita, incorporando la farina poco alla volta. Quando l'impasto ha una bella consistenza sbriciolata, rifare la fontana al centro. Versate gradualmente il composto di uova ed acqua nella fontana, mescolando con la punta delle dita. Quando l'impasto è amalgamato, allontanatelo da voi per 4-5 volte, lavorandolo di polso, per renderlo omogeneo. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e mettete in frigo fino al momento dell'uso. Se ci resta un po' tiratela fuori un'ora prima di usarla.
Formate una palla con 3/4 della pasta e stenderla delicatamente su una superficie infarinata. Rivestite lo stampo precedentemente imburrato, facendo aderire bene la pasta ai bordi dello stampo. Versarvi dentro le carni tritate e coprire il tutto con la restante pasta che avrete steso nel frattempo, sigillando bene i bordi. Praticare al centro del "coperchio" della nostra terrina un foro e rivestirlo di carta alluminio affinché in cottura non si chiuda. Spennellare la superficie con l'uovo sbattuto con un po' di latte ed infornare a 180° C per 20 minuti e per altri 40 minuti a 160°C. Lasciate raffreddare per almeno 2 ore.


Note mie: per il ripieno ho preso spunto dal ripieno degli agnolotti al plin.

Anna Luisa

12 commenti:

  1. ..Ci credo che il pranzo VIP sia riuscito alla grande..... non fosse altro che sono sicura che io da te mangerei divinamente comunque..anche un panino e salame!!! BAcioni, Fla

    RispondiElimina
  2. Commento solo perché l'hai scritto tu... e mi raccomando non farlo leggere a quel cattivaccio di tuo marito!!!... Però, la foto, rende l'idea della bontà della preparazione!!!

    RispondiElimina
  3. Davvero bello. E'già da un pò che medito qualcosa del genere.
    Una domanda...anzi due...mhm forse tre :P Il forno è statico? Su che ripiano del forno? Hai messo carta d'alluminio per non farlo scurire troppo?! :P
    Devo dire che il consiglio "Lasciate raffreddare per almeno 2 ore" me lo scrivo a caratteri cubitali anche perchè la tentazione di assaggiarlo prima sarebbe grande...ma poi come la giustifico l'ustione di primo grado alla lingua con relativo urlo alla tarzan?! :P ahahhahahahaha
    Suppongo che il riposo non è solo per una questione di temperatura quanto per far riposare al meglio l'impasto che acquista sicuramente nella quiescenza...lontano dai miei denti un quid in più, vero?! :PP
    Sorry per il solito commento lungo e contorto...:)))

    RispondiElimina
  4. Ciao! la preparava tantisssimo tempo fà nostra mamma per riciclare gli avanzi! proprio buonissima però preparata in modo così ricco! un piatto unico diverso e particolare!
    baci baci

    RispondiElimina
  5. Ciao ragazzi, sono arrivata fin qui attirata dal profumino di questa golosa terrina!
    Una bell’idea per trascorrere un piacevole momento chiacchierando e mangiando con amici di vecchia data!
    E’ anche uno spunto interessante per utilizzare degli eventuali avanzi di carne!
    Mi piacciono molto le vostre ricette, da oggi vi seguo anch’io!
    A presto ciao ciao ^^

    RispondiElimina
  6. Anna Luisa: mangerei anch'io volentieri da te!
    Mi piacciono le terrine e questa in crosta è bellissima... :-)

    RispondiElimina
  7. Bellissima questa terrina, Annalù! E splendido anche il discorso sui nostri VIP personali, le persone che ci stanno veramente a cuore: hai ragione, meritano il meglio!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. Ottimo,non vorrei per niente esserti nemica,conviene stare dalla tua parte,per tutto quello che cucini.Scherzi a parte,è tutto troppo buono,a presto,Lisa.

    RispondiElimina
  9. Queste preparazioni mi hanno sempre attirato ma l'unico tentativo è finito tristemente con il fondo molliccio imbevuto con i succhi della carne.

    Proverò questa versione di crosta: vi farò sapere...

    RispondiElimina
  10. @Stefania, rimanga tra noi, ma a volte preparo dei piatti immaginando come verranno nelle sue foto ;-)
    @Maria, sono contenta che ti sia piaciuta questa terrina ^_^ Dunque, il forno è ventilato ( in genere lo preferisco allo statico), l'altezza è a metà forno perché credo che solo le cose piccole vadano cotte nella parte bassa, non ho messo la carta alluminio. Il riposo è vitale perché se fosse troppo calda la terrina quando la sformo, perderebbe la forma e ti troveresti...non so precisamente cosa diventerebbe :-D Grazie per i tuoi commenti, ci piacciono così ;-)
    @Manuela e Silvia, è vero è buono e si presenta bene, oltre a essere un pratico "consuma-avanzi" ;-)
    Maggy, grazie per i complimenti e di essere una nostra nuova follower ;-)
    @Ale, la prossima volta allora invito anche te ;-9
    @Mapi, grazie, sei sempre gentilissima ^_^ Credo che non sarebbe altrettanto bello se non cucinassimo con amore ;-)
    @Lisa, grazie anche a te...anche di stare dalla mia parte :-D
    @Virò, le ricette di Roux sono a prova di bomba, prova e mi saprai dire ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  11. Avevo promesso ai miei carissimi amici di lasciare un post sul loro pranzo degli avanzi...soprattutto perchè sono stata una dei privilegiati a partecipare e saggiare le leccornie che Annalu' ha preparato per questa occasione...confesso che la terrina è stata una delle portate che ho preferito,era tutto molto buono e condito con un'ottima compagnia...non voglio essere sdolcinata,ma credo che il buon cibo condiviso con delle persone care,costituisca uno dei momenti di felicità della vita....ora torno a lavoro e peccato che a pranzo non abbia una fetta di quella terrina

    RispondiElimina
  12. @Giò, scusa, abbiamo eliminato per sbaglio il tuo commento! :-((( Comunque grazie e W l'amicizia!!! ^_^
    @Giusy,per la terrina non c'è problema, te la ripreparerò volenieri ;-) Per quanto riguarda l'amicizia, concordo in pieno, è il condimento della vita ^_^
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina