martedì 7 dicembre 2010

Uno scrigno di cioccolato con tartufi per la nostra ultima (st)renna



Siamo giunti all'ultimo appuntamento con le (st)renne, almeno per quel che mi riguarda, ma non dimenticate che domani vi aspetta Stefania con una ricettina tutta nuova, giovedì Flavia e venerdì Mapi.
Questa avventura per me, e spero anche per voi, è stata molto divertente, e soprattutto è stato bello condividere con delle amiche l'emozioni che può dare un blog. Di idee-regalo per Natale ce ne sono tante, ma conoscete certamente la gioia che si prova a ricevere un dono da qualcuno, non acquistato, ma preparato con tutto l'affetto che quella persona prova per voi. Proprio per questa ragione, per fare un regalino gradito a parenti ed amici è nata, su idea di Alessandra, questa raccolta di ricette natalizie (e non solo).
In questa atmosfera natalizia, piena di amore ed amicizia di certo non potevo dimenticarmi di loro, le bloggers che hanno condiviso con me questa piccola avventura e così ho preparato la mia ultima strenna pensando a loro ed ai loro quattro blog...il risultato? Quattro cioccolattini che racchiudono i sapori del Natale nel loro interno, ma che a loro volta sono riuniti in un dolce scrigno di cioccolato.



Cioccolattino fondente al "pisto"

Ingredienti:
50 g di panna liquida fresca
180 g di cioccolato bianco
20 g di burro
1 cucchiaino di "pisto"
400g di cioccolato fondente

Per chi non conoscesse il "pisto", vi dico subito che è un mix di spezie: cannella, noce moscata, chiodi di garofano, coriandolo ed anice stellato, i classici sapori del Natale insomma. Ed è proprio il "pisto" che dà il sapore ai dolci natalizi napoletani: roccocò e mustacciuoli.

Portare a bollore la panna. Unire il cioccolato bianco e poi il burro finché il composto non è ben amalgamato, aggiungere quindi il "pisto".
Temperare il cioccolato da fondente facendolo sciogliere a bagnomaria, quindi versarne i 2/3 su un piano e lavorarlo con la spatola. Unirlo al resto della cioccolata e controllare che la temperatura sia di 31° C. Foderare col cioccolato temperato gli stampi.
Colare negli stampi di cioccolato una piccola quantità di ganache alla menta, riempire fino a 2 mm dal bordo con la ganache al "pisto" e fare cristallizzare.
Chiudere con altro cioccolato fondente temperato.
Aspettare che asciughi bene e smodellare.



Cioccolattino bianco al torrone

Ingredienti:
400 g di cioccolato bianco per la copertura
100 g di cioccolato bianco per il ripieno
50 ml di panna
50 g di torrone

Tritare il torrone con il minipimer fino a renderlo quasi una pasta.
Sciogliere il cioccolato ed abbattere la temperatura a 28°C facendo il temperaggio, cioè stenderne i 2/3 su un piano di marmo, raccogliendolo al centro e ripetendo queste operazioni più volte. Unire il cioccolato raffreddato al restante terzo e verificare che la temperatura abbia raggiunto i 28°C. Versarlo negli stampi, scuotere questi ultimi per fare uscire le eventuali bolle d'aria e capovolgere per eliminare il cioccolato in eccesso. Fare raffreddare tenendo lo stampo a testa in giù su un foglio di carta oleata o da forno.
Portare ad ebollizione la panna, aggiungere il cioccolato tritato. Fare raffreddare il ripieno dei cioccolattini e farcire i gusci di cioccolato. Ricoprire con altro cioccolato bianco, eliminare l'eccesso e fare solidificare mettendo lo stampo in frigo per circa 10 minuti. Capovolgere lo stampo per fare uscire i cioccolattini.



Cioccolattini al latte allo zenzero

Ingredienti:
400 g di cioccolato al latte
100 g di cioccolato bianco
50 ml di panna
1 cucchiaino di radice di zenzero grattugiata

Fare il temperaggio portando il cioccolato al latte a 30°C, versare nello stampo, fare uscire le bollicine e capovolgere per eliminare il cioccolato in eccesso. Fare solidificare. Preparare la ganache allo zenzero. Portare la panna ad ebollizione e versarvi prima il cioccolato bianco tritato e poi lo zenzero. Fare raffreddare. Con una sac a poche farcire i cioccolatini, ricoprire con il cioccolato al latte, eliminare l'eccesso e fare solidificare in frigo. Estrarre i cioccolatini dallo stampo.



Tartufi bianchi alla cannella

Ingredienti:
50 ml di panna
120 g di cioccolato al latte
350 g di cioccolato al latte per la copertura
2 cucchiaini di cannella
150 g di zucchero a velo

Portare a bollore la panna, aggiungervi la cannella ed il cioccolato sminuzzato, mescolare bene e fare raffreddare. Con una sac a poche realizzare dei coni su carta da forno e fare solidificare in frigo. Riprendere l'impasto e dare una forma tonda con le mani. Immergere i tartufi nel cioccolato al latte e poi passarli nello zucchero a velo.


Una volta preparati i cioccolattini dovevo trovare loro una "degna" sistemazione, e così ho preparato una scatola di cioccolato.





Scrigno di cioccolato

Ingredienti:
350 g di cioccolato fondente
100 g di cioccolato al latte

Eseguire il temperaggio del cioccolato al latte, portandolo a 30°C. Versarne una parte all'interno di uno stampo per cioccolattini a forma di omino di pandizenzero e lasciare solidificare.
Versare il restante cioccolato al latte su un foglio di carta da forno, formando uno strato dello spessore di 1/2 cm. Aspettare che il cioccolato sia indurito, ma non ancora solidificato e con uno stampino per biscotti a forma di agrifoglio, creare le decorazioni che andranno sugli angoli del coperchio della nostra scatola.
Effettuare il temperaggio del cioccolato fondente, portandone la temperatura a 31°C. Disegnare su un foglio di carta da forno, con matita e righello, due quadrati che saranno rispettivamente la base ed il coperchio della scatola; ed i lati di una larghezza di 1 cm in meno di quadrati e con altezza sufficiente a racchiudere i nostri cioccolattini (nel mio caso i quadrati sono 8x8 ed i lati 3x7).
Girare il foglio su cui avremo disegnato, in modo da vedere le sagome in trasparenza, ma anche da evitare che il cioccolato tocchi la traccia della matita. Con l'aiuto di una sac a poche delineare tutti i bordi e fare dei disegni all'interno di quelli che saranno i lati della scatola. Con un cucchiaio riempire la base ed il coperchio. Eventualmente i margini in questo caso non fossero netti, aspettare che la cioccolata si sia raffreddata, ma non ancora solidificara e con un coltello da cucina rifilare i bordi.
Porre la base su un foglio di carta da forno, con l'aiuto della sac a poche versarvi un filo di cioccolato ed incollarvi i lati della scatola. Porre il coperchio sul piano da lavoro e, sempre con il cioccolato e la sac a poche, incollarvi l'omino di pandizenzero e le foglie di agrifoglio.
Disporre i cioccolattini all'interno della scatola e chiudere con il coperchio...ed ecco pronta la nostra quarta strenna ;-)



Continuate a seguirci fino alla fine...e oltre ;-)

Anna Luisa

27 commenti:

  1. Ragazzi, non potevate chiudere in maniera più azzeccata!
    Chiusura eccezionale!
    E' bellissima, davvero!
    La voglio iooooooooooo!!!!:O
    Bella bellissima e poi si mangia!^_^
    Un baciotto e buona giornata

    RispondiElimina
  2. Complimenit! io non sarei mai in grado di creare uno scrigno così bello e perfetto! è davvero incantevole! una strenna da re!

    RispondiElimina
  3. io sono commossa. Ma commossa, commossa commossissima. e non so se lo sono per le parole che hsi scritto o per la tua bravura, che davvero va oltre ogni limite delle umane capacità.
    sono felice di avervi incontrato.
    ale

    RispondiElimina
  4. Annalù è una favola, non ci sono parole, solo BRAVA BRAVA BRAVA! Sei imbattibile
    Deborah

    RispondiElimina
  5. Annalù, sto versando fiumi di lacrime!!! Mi hai fatto emozionare e per usare un termine a noi noto, "mi sei arrivata" dritta al cuore... peccato non essere passata per la gola!!!
    Ma dico, ma proprio il giorno prima di me dovevi postare???? E io che figura ci faccio????
    Ma perché non ti apri una pasticceria???? Io ti sponzorizzo subito!!!
    Baciiiiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  6. Come l'ultima?

    Ma state scherzando?

    No, no...qui bisogna continuare questa iniziativa strepitosa almeno fino al prossimo Natale!!!

    P.s. Mi incuriosisce la parola cioccolattini scritta così, con due "t"...si rifà alla pronuncia partenopea? Non so perchè ma rende tutto ancor più...godurioso!!!

    RispondiElimina
  7. Complimenti è un capolavoro, bellissima davvero!

    RispondiElimina
  8. Resto qui, a bocca aperta....molto aperta, ci vorrebbe un assaggino ;)
    E' una cosa stupenda! Alta oreficeria cioccolattosa!!!!! Spettacolare, Annalù!

    RispondiElimina
  9. Ho guardato la prima foto pensando: non sarà mica fatto di cioccolato?!Un gioiello!

    RispondiElimina
  10. annalu, sei davvero geniale ! i miei complimenti ! A presto

    RispondiElimina
  11. Questa (st)renna è assolutamente fuori dalla mia portata, lo so. Però noi siamo amici, giusto? E quindi se mi arrivasse a casa... :-D
    Grande, grandissima Annalù. Una bravura che si svela a poco a poco con questi autentici gioielli da maitre chocolatier... UNA MAXI OLA DI CIOCCOLATO PER TE!!!!!
    (Evvabbè, una OLA anche per Fabio!!!! :-D )

    RispondiElimina
  12. eh no, allora ditelo!!! questa è pura arte INIMITABILE!!! nel senso che...chi si può cimentare in un'opera così !!! semplicemente stupenda !!!! e io posso anche dire : li conosco di persona!!! :-))) un grande abbraccio e...chapeau!

    RispondiElimina
  13. Questo scrigno è davvero bellissimo, perfetto...un capolavoro, che peccato mangiarlo ;)
    Complimenti sei davvero bravissima, bacioni!!

    RispondiElimina
  14. con una chiusura cosi....perfetta!!bellissima ed originale :)

    RispondiElimina
  15. Perche' non continuare per tutto dicembre?Sarebbe bellissimo!Applausi interminabili,non posso fare altro,bravissimi issimi.Lisa

    RispondiElimina
  16. non ho parole...anzi si..le voglio ma le fate voi..!!

    RispondiElimina
  17. super goloso questo scrigno!
    nelle mie mani farebbe uan brutta fine... :)

    RispondiElimina
  18. Hai pensato di chiudere "Col botto" e ci sei proprio riuscita!!!!! Lo scrigno è delizioso... i cioccolatini hanno l'aria di essere squisiti!!!!!
    Purtroppo questra st(renna) è assolutamente fuori dalla mia portata.... non ci provo nemmeno!!! Già vado in crisi se penso al temperaggio.... immagina per tutto il resto!!!!!
    Ma perchè questa deve essere l'ultima puntata????
    Natale è ancora lontano....
    Un abbraccio
    Licia

    RispondiElimina
  19. Non so in quale modo farvi i complimenti...siete bravissimi...ciao.

    RispondiElimina
  20. se io ricevessi una robina dal genere a Natale sarebbe il più bel regalo!! davvero magnifico e i miei complimenti anche per le foto
    Buona Immacolata
    Ciao

    RispondiElimina
  21. Scusate il ritardo, ma recupero subito ;-)
    @Cranberry, lo ammetto, co ho pensato a quale (st)renna preparare per l'ultimo post...e pare che la mia scelta sia stata quella giusta ;-)
    @Lauretta&Mary, anche io qualche giorno fa avrei detto lo stesso...non è pi tanto difficile come sembra ^_^
    @Ale, siamo noi ad essere felici di averti incontrata...non dimentichiamo che questa fantastica avventura delle (st)renne la dobbiamo a te ;-)
    @Deborah, mi fai arrossire @_@
    @Stefania, dai, non ti commuovere per così poco ^_^ Per la pasticceria...lo hai messo nero su bianco ;-)
    @Virò, non disperare, tra poco ci sarà anche il pdf ;-)...la doppia "t"...ops, mi è scappata..sarà perché effettivamente rende meglio l'idea di goduria? :-P
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  22. @Manuela, grazie 1000!!! ^_^
    @Patrizia, passo da Tiffany a vedere se mi assume? :-DDD Grazie infinite!
    @Lilly, anche tu? Ma allora passo anche da Bulgari ;-) Grazie anche a te ^_^
    @Ale, sei troooppo gentile! ^_^
    @Mapi, se non fossi sicura che ti arriverebbe rotta, te l'avrei già spedita ;-) La ola di coccolato è meravigliosa :-))
    @Roby, sono io ad essere felice di averti conosciuta di persona ^_^ Grazie!!!
    @Luciana, lo ammetto, anche a me dispiace mangiarlo...sarà per questo che giace intonso nella mia cucina? :-D Grazie 1000!
    @Mirtilla, sei troppo gentile! ^_^

    RispondiElimina
  23. @Lisa, proprio tu che sei delle mie parti mi chiedi di continuare...eppure sai quanti piatti bisogna preparare per Natale ;-) Comunque non disperare, tra poco arriverà il pdf ;-)
    @Glu.fri, quando vuoi... ;-)
    @Gio, certo, perché in mano si scioglierebbe...:-DDD
    @Licia, dispiace anche a noi terminare qui, ma gli impegni natalizi sono proprio tanti :-(
    Sono certa che se tu decidessi di preparare una scatola di cioccolata ci riusciresti benissimo ^_^
    @Max, sei gentilissimo! ^_^
    @Sonia, speriamo di avere dato una buona idea di regalo a qualche tuo amico, allora ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  24. Ma questo scrigno è fenomenale!! Lo vogliooooooo :D Bravissimissima!!!

    RispondiElimina
  25. Antonella, grazie 1000!!!
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  26. Chiara De Martino17 dicembre 2010 12:05

    Semplicemente favolosi...non so se riuscirei a conservare la scatola...è da fare invidia alle migliori pasticcerie artigianali!!!Baci

    RispondiElimina
  27. @Chiara, grazie!!! In raltà la scatola si riesce a conservare per un po' solo perchè piange il cuore a doverla mangiare...ma poi alla fine la tentazione è troppo forte ;-)
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina