martedì 26 aprile 2016

Crostata di gelsi con la ricetta di Iginio Massari


E' molto tempo ormai che ho imparato che non c'è cosa più bella che iniziare bene la giornata con una colazione sostanziosa e salutare. Non è sempre stato così. Nella mia vita sono passata dal solo latte e biscotti che ha accompagnato la mia infanzia, allo yogurt (addirittura quello da bere perché ero cronicamente in ritardo per andare a scuola), fino ad arrivare all'università alla tazzina di caffè per svegliarmi e via, pronta ad affrontare una giornata lunga e faticosa.
Purtroppo però mi sono ben presto accorta che se anche lì per lì stavo bene, arrivavo a cena con un appetito famelico e riuscire a fermarmi dall'ingurgitare qualunque cosa trovassi a portata di mano era cosa tutt'altro che facile.
Solo da quando ho iniziato a cucinare, e neanche subito, ho iniziato a preparare dolci che, adatti alla colazione, ci permettono di iniziare bene la giornata e di non arrivare affamati a cena.
Solitamente spazio, da brioches a biscotti, magari accompagnati da una confettura "home-made" giusto per restare in tema, a plumcake oppure una crostata è sempre gradita.
Due settimane fa ho preparato la crostata che vi propongo oggi perché avevo una colazione a cui tenevo particolarmente. Infatti, per la presentazione a Napoli del libro "Torte salate" è venuta a dormire da noi Alessandra. Vi sembrerà strano, ma se anche la nostra amicizia sfiora i dieci anni, era la prima volta che metteva piede a Napoli e che ci veniva a trovare.
Quando abitava a Genova pareva che stesse dietro l'angolo e sapevamo che "prima o poi" sarebbe venuta. Senza farci troppi problemi, sapevamo che sarebbe capitato. Quando ho saputo che si sarebbe trasferita a Singapore, ammetto di aver detto a Fabio che mi dispiaceva che non fosse riuscita a venire a trovarci. Ma la vita è strana, si sa, e per assurdo, ci è capitato di incontrarci più volte in questo ultimo anno, di quante volte ci eravamo viste nei due anni che hanno preceduto la sua partenza e, nonostante la distanza, si è anche presentata la felice occasione di venire a Napoli.
Dato che ovviamente abbiamo voluto che fosse nostra ospite, le ho preparato una colazione salutare e genuina come piace a me, per giunta tutta firmata Massari.
Oltre alla Focaccia aromatica che ho pubblicato già qualche giorno fa, ho preparato una crostata che nella ricetta originale era fatta con la confettura di visciole, ma che in mancanza ho sostituito con la confettura di gelsi neri.


Crostata con confettura di gelsi ( da "Non solo zucchero vol. I" di Iginio Massari)

Ingredienti:
Per la pasta frolla tipo Napoli:
150 g di burro
125 g di zucchero
50 g di mandorle bianche in polvere
1/2 baccello di vaniglia
1/4 di scorza grattugiata di limone
45 g di uova
1 g di sale
250 g di farina bianca 00
2,5 g di lievito in polvere (facoltativo ma io l'ho messo)

Per la farcitura:
1 vasetto di confettura di gelsi neri
2 cucchiai di marmellata di limone


Nella bacinella della planetaria con scudo mettere il burro, lo zucchero, le mandorle in polvere e gli aromi, quindi amalgamare gli ingredienti omogeneamente senza montare, aggiungere le uova, il sale e quando la massa burrosa sarà uniforme, incorporare la farina e il lievito setacciati, lavorando poco, cioè solo finché la farina sarà completamente amalgamata.Conservare la pasta in frigorifero per stabilizzarla (note mie: è consigliabile una notte, ma anche qualche ora sarà sufficiente).
Stendere la pasta dello spessore di 8 mm, bucherellarla e stampare un fondo con un anello per torte. Appoggiare pasta ed anello su una teglia (oppure sul fondo della tortiera per crostata), con la pasta rimanente formare un cilindro della lunghezza della circonferenza della crostata, disporla lungo il bordo interno dello stampo e fare delle incisioni decorative.
Distribuire la confettura di gelsi sul fondo in modo uniforme e completare con un leggero strato di marmellata di limoni e cuocere a 180°C per 5 minuti.


L'impasto può essere conservato in frigo fino a 15 aggiorni avvolto nella pellicola per alimenti, quindi può essere tranquillamente preparato in anticipo.
Quando si stende l'impasto utilizzare pochissima farina perché se quest'ultima resterà sulla superficie del dolce in cottura, la pasta risulterà grigia ed opaca.


Purtroppo siamo riusciti a fare vedere ad Alessandra poco della nostra bella città, ma sappiamo che prima o poi nonostante la distanza, tornerà...ed io avrò l'occasione per prepararle un'altra colazione..e non solo.

Anna Luisa

15 commenti:

  1. In questo momento mi sto chiedendo che sapore abbiano i gelsi O.o non li ho mai assaggiati!

    Ps. Non ricordo se vi avevo già avvisati, comunque mi sono trasferita su https://www.profumodifollia.it :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, i gelsi mi ricordano le ciliegie, hanno la dolcezza di quelle scure, ma alla fine lasciano una nota aspra che bilancia...io li adoro e, quando li trovo, sono capace di mangiarmene un'intera vaschetta da sola :-)
      Grazie per averci detto l'indirizzo nuovo ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  2. Io purtroppo sono ancora nella fase della tazzina di caffè al volo mentre mi vesto, seguita da uno yogurt a metà mattina alla scrivania... con conseguente fame da lupi e scarsa concentrazione fino all'ora di pranzo!!
    Recupero almeno nel weekend, che la colazione è il pasto che preferisco e sarebbe uno scempio non farla come si deve almeno un paio di volte alla settimana ;)
    Se avessi a disposizione questa crostata, che è tra le mie torte preferite, credo mi ritaglierei qualche minuto in più anche dal lunedì al venerdì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marghe, come ho scritto, anche io facevo come te, ma poi mi sono accorta che i dolci mangiati a colazione non fanno ingrassare, anzi, sono gratificanti ed aiutano ad affrontare meglio la giornata...colazioni goduriose forever! :-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  3. Per me ancora oggi è praticamente impossibile far colazione come si deve! Sedersi e godersi ogni istante, senza rinunciare a nulla. A malapena riesco a prendere il caffè. Eppure so che è molto importante. La tua è perfetta per ricominciare e riprendere le abitudini di tanto tempo da.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco che il tempo manchi, ma a mangiare una fetta di crostata ci vogliono 2-3 minuti...e la giornata inizia decisamente meglio ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  4. Che buona deve essere questa frolla, friabile, scioglievole, una meraviglia!! Mi piace la confettura di gelsi, è profumatissima!! Hai ragione, io la colazione pensa che non posso saltarla, non riesco ad uscire di casa senza un tocco di dolce buongiorno!! Buona serata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, pare che facciamo parte di una minoranza di fortunati che hanno il tempo di fare colazione...gradisci una fetta di scrostata? :-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  5. Ragazzi però non potete continuare a produrre codeste delizie... Come farò se continuate così!il deskstop del mio notebook è invaso da pdf "ricetta di... Assaggi di viaggio"... con quel portatile oggi ho tenuto un corso sul digitale per i piccoli... Una volta in aula, l'ho collegato al proiettore e...dopo il primo accesso i partecipanti sono rimasti confusi. Forse si saranno chiesti se per caso la sottoscritta avesse sbagliato sede del corso: mi ero dimenticata dei pdf delle ricette e non scherzo se dico che ricoprivano 3/4 dell'intero schermo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sai cosa avrei pagato per esserci, immagino le facce dei partecipanti :-D
      Se può consolarti, il mio pc è nelle stesse condizioni, se non peggio ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  6. Massari è un grande e pure voi non scherzate con i vostri manicaretti e i vostri dolci! Questa crostata mi piace molto, deve essere davvero ottima con la confettura di gelsi :) Senza colazione non potrei iniziare la giornata, da sempre, anche quando non sapevo fare dolci :D Un abbraccio! :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valentina, Massari è veramente un grande...io cerco di fare del mio meglio :-)
      Grazie mille :-*
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  7. Adoro i gelsi ma non avevo mai pensato di farci la marmellata e tanto meno una crostata. Ottima ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, anche io adoro i gelsi e l"idea di poterli gustare anche fuoti stagione mi ha allettata molto...a colazione poi, la giornata inizia alla grande ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
    2. Ciao Roberta, anche io adoro i gelsi e l"idea di poterli gustare anche fuoti stagione mi ha allettata molto...a colazione poi, la giornata inizia alla grande ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina