giovedì 8 maggio 2014

Costa neoCollection, primi due giorni: partenza e Tolone (Saint Tropez e Port Grimaud)


Vi avevamo preannunciato che saremmo stati a bordo di Costa neoRiviera nell'ambito del festival della cucina mediterranea. Ed eccoci qui, dopo le festività pasquali e i vari ponti, a raccontarvi finalmente di questa bellissima esperienza.
Come vi avevamo anticipato, si tratta di una tipologia di crociera strutturata in maniera differente. Le caratteristiche peculiari sono la particolare attenzione per l'enogastronomia, sia a bordo, dove sia i piatti che i vini abbinati sono sempre scelti in maniera molto curata, sia a terra, con la possibilità di associare alla visita dei posti, la scoperta di prodotti e produttori d'eccellenza locali e poi i ritmi più "slow", resi possibili dalla lunga permanenza della nave nei porti che dà la possibilità di visitare per bene tutti i luoghi toccati.
Ma veniamo all'itinerario e ai porti nei quali abbiamo attraccato. Siamo partiti da Savona, per poi fermarci a Tolone, in Francia, quindi a Barcellona, in Spagna, dove siamo rimasti anche una notte, quindi abbiamo fatto una breve capatina in Italia, precisamente a Porto Empedocle, nella nostra bella Sicilia, quindi di nuovo all'estero, a Malta (La Valletta), prima di ripassare per l'Italia, Salerno (dove ahinoi la nostra crociera è finita), Livorno e quindi ritorno a Savona.
Dopo una levataccia (complice anche l'autostrada chiusa per lavori notturni) che ci ha consentito di arrivare in mattinata a Genova, ci siamo subito trasferiti col bus a Savona dove ci siamo imbarcati su quella che diventerà un po' la nostra casa nei prossimi giorni.
Non siamo alla prima crociera (questa è la quarta) e quindi un po' di cose le sappiamo già, ma ogni volta che si mette piede su una di queste navi è sempre una bella emozione, perché si sa che sarà una bella esperienza.
La prima cosa che si fa una volta a bordo è scoprire la nave. Manca ancora qualche ora alla partenza e quindi ne approfittiamo per un primo giro di perlustrazione. Rispetto alle navi precedenti sulle quali siamo stati, subito notiamo che su questa nave di stazza decisamente inferiore c'è un'atmosfera più intima e rilassata. Anche gli ambienti sono dimensionati in proporzione, ma non manca davvero niente per l'ospite, dal ponte piscina, ampio e confortevole con due bar diversi, ciascuno con delle proprie specialità, la SPA ed il "coiffeur" dove è possibile concedersi qualche momento di piacere e di relax, la palestra, per chi vuol tenersi in forma o vuole semplicemente smaltire quegli eccessi che ci si concede sempre volentieri in vacanza, il casinò, ovviamente i ristoranti e il buffet, oltre al guest office e al tour office, piano bar sparsi per la nave e discoteca, per chi si vuole scatenare al ritmo della musica. Lo stomaco inizia a brontolare e quindi dopo questo primo giro ci rechiamo al buffet per provare le prime specialità. Anche per quanto riguarda il cibo su questa nave c'è una organizzazione diversa. Al buffet ci sono delle isole e questo consente a tutti di avvicinarsi agevolmente per prendere ciò che si desidera senza fare file, mentre al ristorante non ci sono i classici due turni, ma un turno unico, dalle 18:30 alle 21:30, in maniera da dare a ciascuno la possibilità di andare a mangiare secondo le proprie preferenze, proprio come al ristorante.
Come sempre, prima di partire c'è da svolgere l'obbligatoria esercitazione d'emergenza e così ai 7 suoni della sirena, coi nostri giubbotti di salvataggio bene indossati, ci rechiamo ai punti raccolta ben indicati in cabina e sui giubbotti, anche con l'aiuto di tutto il personale preposto.
Svolta questa formalità, siamo ormai pronti a lasciare il porto di Savona. Come di consuetudine, un bel fischio della sirena ci avvisa che la nave inizia a muoversi e siamo sul ponte piscina a vedere il porto che pian piano si allontana, secondo il più classico dei film dedicato alle crociere.
La serata prosegue molto piacevolmente, ne approfittiamo per disfare la valigia nella nostra cabine che è sempre studiata nei minimi dettagli, ed è comoda e c'è posto per tutto, oltre ad essere dotata di ogni confort. In più, se ce ne fosse bisogno, c'è sempre il nostro addetto di cabina, Mark, pronto a soddisfare ogni nostra richiesta extra. Prima di cena torniamo sul ponte per prendere un aperitivo, dopo però aver conosciuto Gustavo, che sarà il nostro referente che ci illustra un po' le caratteristiche di questa crociera e ci dà il benvenuto a bordo.
Già l'avevamo notato dal pranzo a buffet, ma anche a cena, al ristorante Cetara, possiamo solo confermare che c'è tanta attenzione per il cibo a bordo e anche la cena, con vista mare, si rivela decisamente all'altezza.
Stanchi per la lunga giornata, decidiamo di andare a riposare.
Come sempre, troviamo la cabina preparata per la notte, con il Today contenente il programma dell'indomani e le comunicazione che ci sono per noi.
















La nave proviene da una bellissima crociera attorno all'Africa di ben 62 giorni, e questa è la prima delle neoCollection, in attesa di quelle che faranno anche la Costa neoRomantica e la Costa neoClassica. Lasciato ieri il porto di Savona, giungiamo a Tolone in prima mattinata. Per oggi abbiamo prenotato una escursione, intendiamo infatti visitare Saint Tropez e Port Grimaud. All'orario stabilito siamo al caffé Positano dove Gustavo ci dà i numeri della nostra escursione ed in pochi minuti siamo a terra, pronti a salire sul bus che ci porterà a scoprire questo angolo di Francia. Lasciata Tolone, prendiamo subito la strada per Saint Tropez dove parcheggiamo nel grande parcheggio sito nella zona portuale.
La guida che già nel pulmann ci ha dato diverse informazioni storiche e culturali sulla località che ci apprestiamo a visitare, prima di lasciarci liberi alla scoperta di questi luoghi, ci fa fare una bella visita guidata attraverso le caratteristiche abitazioni colorate della cittadina e le sue chiese, per finire poi nella piazza dove si tiene un movimentato mercato del sabato.
Una volta che siamo liberi di scorazzare per la cittadina, decidiamo di dedicarci all'aspetto enogastronomico. Ci ha infatti consigliato di provare due specialità locali. Una è la tarte tropézienne, una ricca brioche farcita con crema pasticcera e crema al burro e l'altra specialità invece è il vino locale, il rosé, che assaggiamo dal venditore che è proprio di fronte alla pasticceria, nella piazzetta subito dopo il piccolo mercato del pesce coperto. Restiamo a girare per i vicoletti di Saint Tropez fino all'orario concordato, prima di risalire sul bus in direzione Port Grimaud.































Port Grimaud è una sorta di piccola Venezia, più propriamente un grosso "condominio" di ricconi che si godono le proprie case sul canale artificiale, con tanto di yacht parcheggiato in bella mostra davanti casa. Qui facciamo una breve navigazione lungo il canale per esplorare i vari angoli di questa cittadina. Quindi ci resta il tempo di girare un po' in libertà per comprare qualche souvenir, prima di ritornare sul bus indirezione Tolone che non visiteremo ma che guarderemo solo attraverso i finestrini del bus e che sembra comunque una bella città!
 
















Non ci resta che il tempo di prepararci per la cena. Mentre la sera precedente c'era stata la cena ligure, stasera ci aspetta la cena provenzale. Questa è un'altra caratteristica di questa crociera, il menu della cena rispecchia i piatti della tradizione locale dei porti toccati.











Domani ci attende la visita di Barcellona e quindi andiamo a riposare.

Fabio

20 commenti:

  1. Uno splendido racconto, che mi fa ancor più venire voglia di superare le mie paure per lanciarmi in una crociera.
    Il tutto raccontato da foto emozionanti, bravi davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una crociera è davvero molto piacevole, navigare sul mare è molto rilassante. Poi si viaggia di notte e si visitano tanti posti diversi, semmai anche in Paesi diversi, tutti i giorni (o quasi).

      Elimina
  2. Stupende immagini di luoghi magici;buona vacanza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Purtroppo la vacanza è finita da un po', ma col racconto un po' la riviviamo.

      Fabio

      Elimina
  3. Cari, io invece di crociera nemmeno una. Mi è venuta voglia di partire, anche se sono tornata da meno di una settimana da un viaggetto. Foto spettacolari, come nella tradizione fabiesca :-D. Mi chiedevo se queste sono crociere nuove, ossia una novità. Mi interessa, andrò sul sito della Costa. Deve essere stata un'esperienza molto piacevole, anche perché i porti toccati sono di tutto rispetto. Attendo il seguito con grande piacere. Bacibaci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In un certo senso sì. E' una crociera pensata diversamente, più slow, con lunghe soste nei porti, tanto tempo per visitare, ambiente rilassato e più intimo a bordo, attenzione particolare per il cibo e per il vino, sulla nave, ma anche a terra. E poi, come dici tu, tutti porti importanti con la possibilità di belle visite.

      Fabio

      Elimina
  4. Che meraviglia, vorrei tanto provare anche le crociere e vedere le città che avete toccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un tipo di viaggio la crociera che comunque va provata come esperienza.

      Fabio

      Elimina
  5. Ma che meraviglia! Nave stupenda, ma devo dire che mi ha conquistato ancora di più Port Grimaud, un vero gioiellino!
    Inoltre la foto della coppietta sulla spiaggia è dolcissima, li guardo e li invidio un po' :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, concordo! Un posto molto piacevole e carino, ma immagino anche molto costoso.
      Immagina me quando li ho visti :-) Sì, davvero troppo carini, concedersi dei momenti così è sempre un privilegio. Poi davanti al mare tutto diventa ancora più romantico.

      Fabio

      Elimina
  6. Che foto, che colori e che nostalgia, sono stata in costa azzurra con i miei e l'ho adorata e poi ho un ricordo bellissimo legato proprio a Port Grimaud.
    Baci
    Enrica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono posti davvero molto belli, dove vale la pena andare! Port Grimaud è stata una vera scoperta.

      Fabio

      Elimina
  7. Ma che bello! Che emozione! La nostra ultima crociera rislae ormai a un po' di anni fa con la Costa Mediterranea, mi avete fatto venire voglia di rislaire a bordo e partire per porti sconosciuti. Davvero una bella esperienza avete fatto... aspetto i prossimi capitoli :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una bella alternativa per viaggiare in maniera comoda, col vantaggio di viaggiare di notte e vedere tanti posti diversi di giorno.

      Fabio

      Elimina
  8. wow che meraviglia! non ci sono mai stata, ma mi avete catapultato in un mondo strabiliante con questi scatti! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono posti che abbiamo scoperto anche noi per la prima volta e ci sono pioaciuti davvero tanto.

      Fabio

      Elimina
  9. Mai fatta una crociera, ma stata due volte in barca a vela... mi avete fatto sognare, con questo ricordare il mare, che per quest'anno ho visto ancora troppo poco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sempre bello andar per mare (almeno quando è tranquillo!), resta sempre un bellissimo ricordo. Spero che quest'anno ci saranno più possibilità anche per te di andare al mare.

      Fabio

      Elimina
  10. ecco finalmente il reportage che attendevo, che bell'esperienza!! bravi!!

    RispondiElimina