martedì 20 maggio 2014

Costa neo Collection, quarto, quinto e sesto giorno: navigazione e Porto Empedocle


Dopo un giorno e mezzo nel porto di Barcellona che ci ha permesso di visitare al meglio la città catalana, ritorniamo sulla nave per la traversata che ci riporterà in Italia, dove faremo tappa in Sicilia, a Porto Empedocle. Questa è davvero una novità come porti toccati e ne approfittiamo per conoscere questo angolo di Sicilia che ancora ci manca.
Ma prima, come dicevo, ci attende la navigazione. Lasciata Barcellona, dopo il pranzo al buffet  sul ponte piscina, abbiamo uno degli impegni enogastronomici che caratterizzano questa crociera. Infatti a bordo c'è Marco Carli dell'Università di scienze gastronomiche di Pollenzo che terrà alcuni corsi. E noi, ovviamente, in quanto food blogger, non possiamo mancare, così come non mancheranno altri crocieristi interessati a questi argomenti. La nostra attenzione oggi sarà rivolta ai vini del mare, ovvero a quei vini le cui uve crescono in prossimità del mare o che comunque ne risentano l'influenza (tra questi, il fiano di Avellino, che nonostante sia a 50 km dalla costa, ne risente tantissimo). Con curiosità ascoltiamo le notizie che ci vengono date e ovviamente proviamo anche questi vini, dalla sapidità particolarmente spiccata. Andiamo dai bianchi ai rossi, passando anche per un rosé, seguendo un po' l'itinerario che stiamo facendo con la nave.



Il resto della pomeriggio scorre in maniera molto rilassata con un po' di attività fisica in palestra, poi sul ponte piscina, leggendo, stando un po' al pc per documentarsi sulle successive tappe della crociera, prendendo un aperitivo al calar del sole, prima della cena e del consueto spettacolo a teatro.





Il giorno successivo invece è interamente di navigazione, ma per noi non è solo di relax. Oggi infatti terremo a bordo la nostra presentazione e non vediamo l'ora. Poco prima delle 10 incontriamo Gustavo nella sala a noi dedicata, mettiamo a punto le ultime cose per la presentazione ed intratteniamo le persone che in maniera molto carina sono venute a sentirci, parlando loro di alcune iniziative a cui abbiamo dato vita in collaborazione con altri blogger. Abbiamo iniziato parlando del libro "L'ora del paTé", nato dal gioco MTchallenge, che ha avuto un grandissimo successo, per parlare poi di una iniziativa di solidarietà, cui abbiamo partecipato anche noi, Unlamponelcuore, per finire con l'AIFB, l'Associazione Italiana Food Blogger recentemente fondata assieme ad altri blogger e che pure sta riscuotendo molto interesse. Intratteniamo i nostri ospiti per un'oretta, siamo contenti perché tutti si sono dimostrati molto attenti ed interessati alle tematiche che abbiamo trattato. Ma il tempo stringe, perché ci aspetta il cocktail con il comandante. Anche le giornate di navigazione danno la possibilità di svolgere diverse attività a bordo, lasciando però sempre la possibilità di godersi la vacanza e di dedicarsi, volendo, al dolce far niente. Trascorso il resto della mattinata in tranquillità, dopo il pranzo al buffet, oggi abbiamo un altro corso, sempre tenuto da Marco Carli, ma questa volta dedicato all'olio. Qualcosa già la sappiamo, ma è sempre bello approfondire questi temi. Il pomeriggio prosegue più o meno sulla falsariga del giorno precedente, in maniera comunque molto piacevole, prima della cena e dello spettacolo a teatro che conclude la nostra serata. Stasera c'è anche una bellissima Luna ad illuminare il cielo.



Arriviamo quindi a Porto Empedocle e dopo la solita sostanziosa colazione a buffet, sempre molto ricca e varia nell'offerta, siamo pronti per la nostra lunga escursione di oggi. Lasciato il porto, dopo pochi chilometri vediamo da relativamente vicino i templi della spettacolare valle dei templi di Agrigento. Già li avevamo visti in un nostro precedente viaggio in Sicilia e quindi per stavolta abbiamo deciso di vedere altro. Attraversata Gela, proseguiamo fino a raggiungere il castello di Donnafugata. Durante le 2 ore di bus, la nostra brava guida ne approfitta per darci una serie di notizie storico/culturali su questa parte di Sicilia e ci fa un excursus davvero molto interessante che ci porta a comprendere meglio la realtà attuale e certi fenomeni così radicati in questa terra. Più che di un vero castello, si tratta di un'antica dimora nobiliare di fine '800. Abbiamo il tempo di visitare alcune delle sue stanze (una ventina, sulle 122 totali) ed il giardino, prima di rimetterci in marcia.






Di nuovo sul bus, raggiungiamo la bellissima Modica. Ma visto che ormai è quasi ora di pranzo, facciamo una sosta presso il ristorante "Sapori perduti". Dopo il lauto pranzo ricco delle specialità locali, ci trasferiamo in una cioccolateria. Sì, perché Modica è la patria di un cioccolato molto particolare, legato ad una lavorazione che si perde indietro nei secoli e nelle tradizioni Maya. Precisamente visitiamo l'Antica dolceria Bonajuto. Qui ci spiegano le caratteristiche del cioccolato modicano e ci offrono in degustazione diversi loro prodotti. Ovviamente ne approfittiamo per portare qualche ricordo a casa. Questo è un altro aspetto caratteristico di queste crociere, ovvero, anche le escursioni comprendono dei momenti in cui si punta sull'enogastronomia. Possiamo ora passare alle visite culturali. Tutta l'architettura modicana è davvero affascinante con questo suo color sabbia. E devo dire che ricorda un po' Matera ed i suoi sassi, così incastonata nella roccia. Visitiamo le due bellissime chiese, il Duomo di San Pietro ed il Duomo di San Giorgio. Insomma qui è proprio il trionfo del barocco siciliano e non si può che rimanere affascinati di fronte tali bellezze.












Lasciata Modica, raggiungiamo Ragusa. Siamo nella zona dei monti Eblei, ne visitiamo la Cattedrale, quindi siamo liberi di girare per i vicoli. Qui sono state girate molte scene dei telefilm di Montalbano e per gli appassionati è un piacere riconoscerli. Anzi, diciamo che proprio Montalbano ha permesso a questo posto, di una bellezza struggente, ma che era stato praticamente abbandonato, sicuramente dai turisti che difficilmente ci arrivano, oltre che dagli stessi abitanti, di riprendersi e di riportare una vita normale. E' davvero bellissima e merita senz'altro una visita.













 Ci siamo allontanati parecchio dal porto, quindi non ci resta che fare ritorno alla nave. E' stata una lunga giornata, ma davvero molto piacevole e con una bravissima guida che ha reso il tutto ancora più interessante. Tornati sulla nave, ci prepariamo per la cena, che stasera è dedicata alla cucina siciliana e mangiamo in particolare una pasta con le sarde davvero molto buona. Nonostante la stanchezza, anche stasera ci aspetta il teatro per concludere questa giornata.

Fabio

9 commenti:

  1. La Sicilia è davvero strepitosa, tutta. Ricca di cultura e storia millenaria. Ritengo che assieme alla Campania sia tra le regioni in cui si mangia meglio in Italia. Per carità, noi italiani abbiamo una ricchezza in termini gastronomici straordinaria, da nord a sud, e ogni regione ha le sue perle, ma la Sicilia, forse anche per il clima, è straordinariamente ricca di specialità, di prodotti tipici, di piatti e ricette indimenticabili. E chi ha mai potuto dimenticare, infatti, gli arancini mangiati alle Eolie? E la pasta alla siciliana? E vogliamo parlare delle granite e dei gelati? Inoltre....complimenti per la conferenza che avete tenuto!! Deve essere stata una bella soddisfazione!! Ora che siete dei vip avete notato un cambiamento in voi? Iniziate a darvi delle arie? Facendo un'analisi oggettiva...sentite salire il livello di spocchia? ;-) :-D. Ragazzi, scherzo, ovviamente!! Io immagino me stessa in crociera a praticare un'intensa attività fisica....mandibolare...per tutta la settimana e veder saltare tutte le chiusure lampo, ahaha!! Mi atterrisce questo pensiero...sono sicura che ingrasserei tantissimo :-D...troooooppe tentazioni, e io sono debole come un'ameba ;-). Baci, cari!!

    RispondiElimina
  2. Bellissimo questo post! Sono stata in crociera ma non sono ancora stata in Sicilia e spero di rimediare presto. Stupende le foto, grazie per la condivisione! Mi sono unita ai vostri followers, credevo di esserci ma invece no, mi sbagliavo! ;) Un abbraccio, buona serata :) :**

    RispondiElimina
  3. splendida la Sicilia e il suo barocco.... di grande suggestione le foto!

    RispondiElimina
  4. Girondoloni fortunelli!! :-) Un abbraccio. Vera

    RispondiElimina
  5. ...bellissimo trascorrere la pausa caffé...in navigazione! Grandi, ragazzi!
    un abbraccio
    simo

    RispondiElimina
  6. bellissimo reportage, grazie per avermi riportato nella mia amata Sicilia !

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutti per aver lasciato un segno del vostro passaggio.

    Fabio

    RispondiElimina