martedì 16 giugno 2015

MTChallenge di Giugno: il Greek Bunny Burger


Udite, udite, oggi postiamo la ricetta per l'MTchallenge di questo mese e mancano ancora ben dieci giorni al termine della gara! Ormai lo sapete che siamo dei ritardatari cronici, ma quando abbiamo letto su quale piatto verteva la sfida proposta da Arianna, ci sono venute in mente subito tantissime idee. E come non farsi ispirare da un piatto che ci ha sempre accompagnato, dalla tenera età, quando lo ammiravamo nei telefilm americani mentre veniva addentato dall'omaccione di turno; oppure durante l'adolescenza quando si usciva con gli amici e si faceva a gara prima a riempirlo di salse e poi a mangiarlo senza perdersi i pezzi che inevitabilmente cadevano nel piatto; infine tutt'oggi lo mangiamo volentieri quando usciamo con gli amici, ma per chi come noi ha avuto la fortuna di visitare più volte gli States, questo piatto è diventato pieno di ricordi di viaggio, ricordi di divanetti in pelle e tavolini, di jukebox, di cameriere vestite tutte uguali che un po' ci hanno riportati nei telefilm visti durante la nostra infanzia e ci è sembrato di stare girando una puntata di "Happy days".
Vi ho incuriositi abbastanza? Volete comprare una vocale per indovinare qual è il piatto? Sono sicura che lo avrete capito, è il classico American burger, ovvero il paninozzo per eccellenza, solitamente accompagnato da una montagna di patatine fritte e da un numero variabile di salsette combinabili in vari modi.


Badate bene, non stiamo parlando di quello di una nota catena il cui sapore si discosta molto poco da quello della plastica, ma di un burger come si deve, con il pane fatto in casa (Arianna ti sarò eternamente grata per questa ricetta!) con del buon lievito madre  se lo sto crescendo e nutrendo da tanto tempo qualche soddisfazione me la dovrà pure dare!) e farcito con della carne che abbiamo personalmente tagliato al coltello e dato la forma. Il tutto accompagnato da un contorno e da una salsa home made.
Come vi dicevo, le idee che ci sono venute sono state tantissime. Abbiamo pensato di utilizzare il pesce, poi la carne, poi le verdure per ritornare infine sulla carne, ma quale carne? L'ispirazione ci è stata data da un altro ricordo di viaggio, un viaggio che ho fatto da universitaria con le mie amiche, in una bellissima isola greca: Corfù. Raccontavo a Fabio di un coniglio che mangiai che mi è rimasto impresso nella mente e lì abbiamo avuto la folgorazione, il nostro burger sarebbe stato di coniglio! Lo sviluppo del resto del piatto è venuto automatico. Quale salsa migliore di una salsa tzatziki da utilizzare nel nostro panino e quale contorno migliore di una tipica insalata greca con cetrioli, olive nere e feta? E così ha preso forma il nostro Greek Bunny Burger.

Greek Bunny Burger



Ingredienti per 4 buns con lievito madre:
(Non li faccio molto grandi sono del diametro di 10 cm)
250 g di farina (00 e Manitoba al 50%)
150 g di latte
60 g di lievito madre rinfrescato almeno due volte 
20 g di burro
15 g di zucchero
5 g di strutto
5 g di sale
1 cucchiaino di miele

per la cottura:
1 uovo
un goccio di latte
Semi di sesamo 

Per il ripieno del burger:
800 di coniglio dissossato
100 g di mortadella
2 cucchiai di rosmarino
8 foglie di lattuga (possibilmente riccia) lavate ed asciugate
1 pomodoro grande
1/2 cavolo cappuccio viola
200 g di formaggio ragusano tagliato a fette sottili
olio
aceto
sale
pepe

Per la salsa tzatsiki:
350 g di yogurt bianco greco
1 cetriolo
2 spicchi d'aglio
3 cucchiai di limone
3 cucchiai di olio
un pizzico di sale
 
Per l'insalata greca:
5-6 foglie di lattuga
5-6 foglie di radicchio
una manciata di foglie di songino
1 mazzetto di rucola
300 g di feta
150 g di olive nere (preferibilmente greche, o in mancanza, olive di Gaeta)
1 cetriolo
olio
sale



Preparare i buns: sciogliere il lievito madre nel latte a temperatura ambiente e impastare con le farine ben setacciate, aggiungendo mano a mano il resto degli ingredienti. L'impasto deve essere morbido ed omogeneo.
Lasciarlo riposare in una boule infarinata e coperta da pellicola alimentare e un panno.
Coprire con della pellicola e un panno e lasciar lievitare fino al raddoppio (1-2 ore). Prendere l'impasto, sgonfiarlo leggermente cercando di formare un rettangolo che poi piegherete (più o meno come un asciugamano): dividetelo idealmente in tre parti, sovrapponete la parte di destra al centro ed idem con la sinistra (al centro, sopra la destra). Ora rigirate di 90° e fate lo stesso.
Far riposare così l'impasto, con la chiave (la parte della piega) rivolta verso il basso e coperto da un panno per  un'oretta. Formare poi i buns (con queste dosi mi vengono 4 panini da circa 80-90 g l'uno). Poggiarli su una teglia coperta da carta da forno e con il palmo della mano schiacciarli leggermente.
Far riposare coperti da pellicola per un’oretta.
Accendere il forno a 180°C.
Sbattere in un ciotolino l'uovo con il latte.
Togliere la pellicola e spennellare la superficie dei buns con il composto di uova e latte. Spolverizzare con i semi di sesamo e quando il forno raggiunge temperatura infornare e cuocere fino a doratura (nel mio forno 20 minuti).
Sfornare e lasciar asciugare su una gratella.
Eliminare dalla carne di coniglio eventuali filamenti tendinei ed ossicini, quini tagliarla a coltello in pezzi più piccoli possibile e raccoglierla in una ciotola. Aggiungervi il rosmarino sminuzzato, la mortadella tagliata anch'essa il più possibile, sale e pepe e mescolare il tutto. Dividere la carne in quattro parti e dare loro la forma dei burgers.
Tagliare il pomodoro a fette spesse.
Tagliare a striscioline il cavolo viola, farlo rosolare leggermente in un tegame in cui avremo riscaldato un filo d'olio e sfumare con 1/2 bicchiere di aceto. Quando l'alcool sarà evaporato, aggiungere 1/2 bicchiere di acqua, coprire e lasciare cuocere per dieci minuti a fiamma media. Scoprire e lasciare che il liquido evapori (occorreranno altri 10 minuti circa). Salare.

Preparare la salsa tzatziki: emulsinare in una ciotola l'olio, il limone ed il sale. Aggiungervi lo yogurt poco alla volta. Tritare l'aglio il più possibile ed unirlo allo yogurt. Pelare il cetriolo, dividerlo a metà per il lungo ed eliminare i semini interni. Tagliarlo a cubetti piccoli ed unire anch'esso allo yogurt. Mescolare bene e mettere da parte.

Preparare l'insalata: lavare le verdure e sminuzzarle in una ciotola. Aggiungervi il cetriolo che avremo precedentemente pelato e tagliato a cubetti, la feta tagliata a cubetti e le olive lavate ed asciugate. Condire con olio e sale e mescolare bene.

Preparare il panino: tagliare a metà il pane, quindi riscaldare una padella antiaderente e fare leggermente tostare la due metà interne del panino. Quando sarà pronto il pane ed avrà fatto una leggera crosticina, toglierlo dal fuoco e poggiarlo sul tagliere. Porvi le foglie di lattuga sulla metà inferiore del panino. Nel frattempo riscaldare la griglia e cuocere il burger da entrambi i lati ( per circa 5-6 minuti per lato). Poggiare la carne sull'insalata, immediatamente dopo il formaggio in modo che si sciolga a contatto con la carne calda, il pomodoro, il cavolo viola ed una cucchiaiata abbondante di salsa tzatziki. Coprire con il pane restante e servire accopagnato da altra salsa e dall'insalata greca.
 
Note mie: la salsa tzatziki viene preparata in vari modi, con il cetriolo frullato piuttosto che a pezzettoni, diciamo che io preferisco una via di mezzo. Anche per quanto riguarda il numero di spicchi di aglio può variare molto, arrivando anche ad 8 spicchi, cosa che vi sconsiglio a meno che non viviate su un'isola deserta o non abbiate paura dei vampiri.
Abbiamo mescolato la carne di coniglio con la mortadella perchè questo genere di carne è molto magra, quindi ci serviva un po' di grasso per renderla più succosa e non farla asciugare troppo. L'idea della mortadella ci è venuta pensando al coniglio in porchetta insaporito poi con le spezie...diciamo che il coniglio si sposa bene con il maiale.
L'insalata può variare come preferite, ma comunque la facciate, ricordate che la salsa tzatziki  sta bene sul panino, ma anche con l'insalata ha un suo perché.

Ed ora...enjoy your meal!

Anna Luisa e Fabio

38 commenti:

  1. Urka! Ci vuole un cranio cinetico come quello dei serpenti per addentare questo panino! Però, da mezza ischitana quale sono, il coniglio mi piace tantissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai le debite proporzioni e vedi che è un panino "normalissimo" nelle dimensioni e come tutti i panini si schiaccia con le mani e di addenta. Altrimenti lo sfizio dov'è? :-) E poi il burger a noi piace sostanzioso e che si deve sentire. I burger sottiletta li lasciamo alle catene :-D

      Annalù e Fabio

      Elimina
  2. uhh, mi piace moltissimo con il coniglio.. idea nuova, sfiziosa..
    il panino burger deve esser così.. alto, multistrato, pomposo.. da prendere a 2 mani, addentare con la salsina che cola sul mento e.. taaaaaaaaaanta goduria... stupendo! bravi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Luisa! Concordiano appieno con te, il panino va stretto per essere addentato e deve riempire la bocca mentre la salsina cola...godimento allo stato puro ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  3. Mi piace molto! Amo il coniglio e tutta la cucina greca...quindi non poteva essere diversamente! E mi avete fatto tornare in mente anche la mia vacanza greca, un viaggio meraviglioso con una carissima amica...che voglia di ripartire!
    Un saluto,
    Alice
    P.S.: la sequenza di foto con la composizione del burger strato per strato è bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alice, con le vacanze che si avvicinano spero di aver dato un idea di viaggio a qualcuno, alla scoperta dei sapori greci ;-) Se poi vorranno assaggiare la nostra versione del greek burger, sono pronta a prepararne in quantità ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  4. Un paninone spettacolare, non tanto per la larghezza ma per l'altezza! Con la carne di coniglio e lo tzatziki deve essere delizioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andrea, mi pento di non averne preso le misure :-P
      Lo tzatziki con il coniglio ci sta meravigliosamente...greek bunny burger for ever! ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  5. Quando ho letto il "bunny" del titolo ho pensato che fosse uno scherzo. Impossibile un hamburger di coniglio non si è mai sentito. E invece...
    Invece mi stupite e mi stregate come ogni mese.
    Mi lasciate senza parole. Un hamburger di coniglio non si dimentica facilmente né vedendolo così né all'assaggio suppongo. E non immaginate quanto vorrei assaggiarlo ora, che l'ora di pranzo si avvicina implacabile...
    Più guardo il greek bunny burger e più ho fame. Chiudo gli occhi e lo addento con il pensiero sentendo ogni singolo sapore, la freschezza che solo una salsa tzatziki sa evocare al palato, la croccantezza della lattuga e del cavolo cappuccio, il pomodoro leggermente acido che lega amorevolmente con quella polpetta di coniglio morbida e saporita (santa subito la Mortadella!!) e il formaggio sciolto ma non troppo.... in poche parole: perfezione ed equilibrio ad ogni morso!!
    Vi sono grata io ed immensamente per questa ricetta! Siete immensi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arianna, volevamo stupirti con effetti speciali, ma poi abbiamo pensato di tirar fuori il coniglio dal cilindro e di metterlo nel panino :-D
      Come ogni Mtchallenge ci dispiace non poter fare assaggiare il nostro piatto, anche se hai recepito perfettamente le sensazioni ed i sapori che si hanno mangiandolo :-P
      Sono felice che ti sia piaciuto, ma ribadico che devo ringraziarti io per la ricetta del buns...ed anche le mie nipoti che mi hanno chiesto di preparare loro degli hamburger al più presto ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  6. Fammi prendere la scaletta. Mi sento tanto omino piccino che si arrampica su quella meravigliosa montagna di desideri! Trovo che la carne di coniglio si presti incredibilmente ad essere preparata per un burger. Mi piace da matti l'idea di questo abbinamento dai sapori ellenici ma sto ancora cercando di capire da che parte avete cominciato per sterminare si tanto panino! Questa sfida sta portando alla luce delle meraviglie che non smetterò mai di sognare. Grandissimo exploit! Un abbraccione a tutti e due!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty, nessuna arrampicata, basta stringerlo quel tanto che basta per addentarlo e sentire tutti i sapori insieme ;-)
      Il coniglio e lo tzatziki stanno incredibilmente bene insieme e in quel panino...goduria!!!! :-P
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  7. No ma qua non vi posso descrivere i rumori del mio stomaco a vedere queste foto e a leggere questa ricetta..... già sono a rigidissimo regime in previsione del Pippi prossimo venturo e voi mi state facendo morire...ve lo dico...e poi il coniglio.......... che per colpa di Paolo non cucino mai perchè non lo mangia....mamma mia ragazziiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii....... vi amo e vi odio in contempoanea....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Flavia, promesso che la prossima volta che venite vi preparo dei bei burgers, a te di coniglio ed a Paolo di manzo, così non facciamo dispiacere nessuno ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  8. Mai avrei pensato al coniglio.. e già qui per me è da rimanerci secca, ma tutto il "contorno" alla greca trovo che sia semplicemente perfetto! Bravissimi ragazzi.. e pure in anticipo! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulia, il miracolo è l'anticipo!!! Ahahahaha
      Scherzi a parte, come dicevo, la salsa tzatziki ed il coniglio si sposano benissimo...allora, Greek Bunny Burgers per tutti!!! ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  9. Incredibilmente delizioso!! Siete stati bravissimi!! Io questo hamburger me lo sto già pregustando perchè lo voglio fare!!! Fantastico!!!
    Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, aspettiamo allora il tuo responso all'assaggio....sono certa che ti conquisterà come ha fatto con noi ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  10. l'aspetto è di quelli da acquolina in bocca !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara, sono felice di averti fatto verire l'acquolina...peccato non potertelo far provare ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  11. E mi mettete un coniglio così dentro un hambuger senza avvertirmi????? Non si fa! :-D Sono passata senza neanche leggere il titolo, semplicemente colpita dalle foto (hai voglia a dire che non contano!), ma per fortuna do voi non si resta delusi: foto all'altezza del contenuto: Uno sballo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cri, lo so, non ci si aspetterebbe un coniglio...ma lo abbiamo solo tirato fuori dal cilindro ;-)
      Le foto contano,eccome se contano, almeno quanto la ricetta...;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  12. E' la prima che vedo e che leggo questo mese. Davvero molto bella e ben equilibrata nella scelta degli ingredienti. La salsa deve essere divina! Ne immagino il sapore con quel mix di ingredienti, una vera e propria esplosione di gusto. Bravissimi come sempre! In bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Natalia, grazie e crepi il lupo! :-)
      Diciamo che è un piatto ( o per meglio dire un panino) che è nato poco alla volta, ma addentare tutti gli ingredienti dà veramente soddisfazione ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  13. dopo aver letto ed ammirato la VERTICALITA' meravigliosa di questa vostra opera d'arte, ragazzi miei io vi propongo santi subito!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, stiamo decidendo il giorno sul calendario che vogliamo occupare ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  14. La Grecia è spesso fonte di ispirazioni culinarie...fantastiche ispirazioni, e infatti il vostro panino è stupendo (deliziosa anche l'idea degli step con il nome del blog :-)). Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ros Mj, la Grcia ci ispiramolto, anche se non siamo riuscti ancora ad andarci insieme, o, per meglio dire, Fabio non la conosce ancora ;-)
      Con questo panino gli ho fatto provare almeno alcuni sapori ellenici...ed a giudicare dalle foto che ha fatto, direi che gli sono piaciuti molto ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  15. è incredibilmente favoloso spero quest'anno di raggiungere la grecia sono circa 6 anni che la guardo dall'altro capo seduta sulla spiaggia vedo le coste e sogno
    eh si perche' non ho in coraggio di portare con me le tre piccole pesti ....
    bellissimo complimenti ragazzi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veronica sono certa che vi divertirete tantissimo in Grecia, anche perché pè uno di quei posti che va vissuto in tutto...soprattutto a tavola ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  16. Appena vista la foto su FB volevo commentare subito, poi per la prima volta nella storia, avevo deciso di cercare di commentare tutti i burger andando in ordine ... comunque veniamo al vostro burger o meglio lo dovrei chiamare Signor Burger, perchè lo è in tutto nell'accostamento (non posso condividere la scelta del coniglio perchè sono di parte) nella scelta dei sapori, nel filo conduttore che li lega e il collage dei vari passaggi (strati) è assolutamente stupendooooooooooooooooooo, complimenti di cuore, bravi come sempre! E come direbbe Magalli "Chapeau!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io questa volta mi sono prefissata di commentere tutti in ordine, ma vedendo la velocità con cui cresce la lista dei partecipanti, la vedo dura, ma ci proverò ;-)
      Ti ringrazio e sono felice che ti sia piaciuto il nostro "paninozzo" americano ( o dovrei dire greco?) :-)
      La foto è meriro di Fabio in tutto e per tutto, anche come idea e sono felice che stia avendo tanto successo ;-)
      Grazie ancora
      Anna Luisa

      Elimina
  17. Questo panino l'ho ammirato già su fb, innamorandomi della foto in sequenza. Adesso lo ammiro qui. Purtroppo non mangio coniglio (ne ho uno vivo che gironzola per casa e non riuscirei mai a mangiarlo), ma l'idea mi piace e magari mi potete pure suggerire una variante al saltellante pelosetto :D Insomma ve lo dico, mi piace! Sarà pure che ho intenzione di andare in Grecia quest'anno, ma un panino che mi ci faccia già sentire lì mi piace proprio tanto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola, siamo fleici dia verti fatto "assaggiare" la Gracia con i nostro panino ;-)
      Puoi tranquillamente sostituire il conoglio con il pollo, il tacchino o anche l'agnello, la salsa tzatzikilega con tutto :-P
      Baci e mi raccomando, pensaci mentre sei in vacanza ;-)
      Anna Luisa

      Elimina
  18. Sono rimasta incantata dalle foto non appena ho visto questa meraviglia di panino. E ora rimango incantata dalla vostra idea, da come avete scelto con sapienza i vari ingredienti e li avete assemblati in maniera armoniosa. Insomma, panino da urlo, bello a vedersi ma sicuramente ancor di più buono a mangiarsi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mari, sei sempre gentilissima ^_^
      Le idee ci sono venute le une dietro le altre e devo dire che il risultato finale era decisamente gustoso :-P
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  19. Ma che bello!! al taglio poi è ancora più goloso!
    scusate ragazzi ma quanto è alto? :)))
    un panino a prova di morso!
    pensate che io non ci sono mai stata in Grecia!
    Un abbraccio e complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non preoccuparti, non era molto alto, premuto tra le dita diventava l'altezza perfetta per un morso godurioso :-P La Grecia è assolutamente da visitare ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina