lunedì 30 gennaio 2017

Una cena al Bertie's bistrot di Nola


Per noi che siamo appassionati di cibo è bello vedere che c'è fermento da un po' di tempo a questa parte in Campania con tante proposte interessanti. Una delle ultime novità che abbiamo avuto modo di provare attraverso una bella cena è il Bertie's Bistrot di Nola.
Entrando nel locale, la prima cosa che si nota è l'attenzione per il particolare. L'arredo anni '40 proietta subito in un luogo piacevole dove si può iniziare a pregustare una serata interessante in atmosfere industrial anglo-americane.








Il locale offre la possibilità di mangiare una pizza a lunga lievitazione, piuttosto che carne alla brace o piatti di una cucina moderna ed interessante, con prodotti di qualità locali e non come i latticini del caseificio il Casolare di Alvignano, la pasta Gentile di Gragnano, la carne di Sabatino Cillo e Mario Carrabs e tanti altri prodotti e materie prime eccellenti. Il Bertie's bistrot inoltre offre un'ampia scelta di birre italiane ed estere ed una ricca carta dei vini studiata per accompagnare i piatti ideati dagli chef Valentino Buonincontri e Gennaro Langellotti e presentati in sala dal Maître e Sommelier Savino Cozzolino. La brace porta la firma di Venerando Valastro, mentre la zona pizza ha la supervisione di Salvatore Kosta. Insomma, si è puntato decisamene al meglio sotto tutti i punti di vista.
Inoltre il locale ha un palco dove musicisti accompagnano piacevolmente la serata con le loro note.
Ma veniamo proprio ai piatti degustati, perché nel corso della serata abbiamo avuto modo di provarne diversi.

Iniziamo con un piccolo aperitivo, un bacio di pan bauletto con patè di coniglio, cipolla caramellata e polvere di cappero accompagnato da un calice di Caprettone millesimato di Casa Setaro.



Non possiamo non provare la pizza a lunga lievitazione con impasto realizzato con farina del Molino Grassi, tipo 1 a pietra. La prima pizza è con pomodorini del piennolo DOP, mozzarella di bufala campana DOP ed olio extra vergine di oliva e l'altra con pomodorino giallo, carciofi, fior di latte di Agerola, lardo di Colonnata e noci. L'abbinamento è stato con un vino rosé Terre Cerase di Villa Matilde.










La cena prosegue in maniera scoppiettante con le tapas della casa. Una serie di preparazioni al tempo stesso sfiziose ed interessanti come il baccalà in tempura con salsa di scarole, olive disidratate e wasabi di papaccelle. Salmone scottato e marinato in salsa di soia su purea di melanzane aromatizzate. Polpo arrosto su purea di patate affumicate e rucola. Zuppetta di orzo perlato, fagioli borlotti, funghi porcini e semi di lino. Bombetta pugliese su salsa di friarielli e mandorle tostate.


Ovviamente dovevamo assaggiare anche i piatti della cucina. Ci è stato servito un interessante risotto mantecato col cavolfiore, con colatura di alici di Menaica, e polvere di caffé che abbiamo degustato in abbinamento ad un Chianti classico Capannelle che ben si è abbinato ai due successivi assaggi di carne.


Il primo è stato il coniglio all'ischitana cotto a bassa temperatura con polpettina fritta  su peperone arrostito, carotina bay e tegola di farina di mais presentato molto bene. A seguire, una fettina di punta di picanha con senape e salsa agrumata.


Il dolce non poteva mancare. Una deliziosa crème brûlée all'anice stellato con crumble alle mandorle, gelato fior di latte alla vaniglia e shortino al té matcha che ci è stato insolitamente abbinato ad una interessante birra artigianale francese, St. bernardeus Prior 8, dalle note dolci e speziate che ben si accompagna ai dessert.

Insomma, è stata una piacevole serata sotto tutti i punti di vista e noi vi invitiamo a visitarlo.


Bertie's bistrot
Via dei mille, 31
Nola

Nessun commento:

Posta un commento