lunedì 25 gennaio 2016

Thailandia, undicesimo e dodicesimo giorno: Koh Samui e Bangkok

E' oramai giunto l'ultimo giorno di permanenza a Koh Samui. Abbiamo l'aereo di ritorno a Bangkok nel pomeriggio. Putroppo il meteo non è dalla nostra e così ne approfittiamo per andare a visitare lazona di Lamai beach. Qui ci sono tanti negozi e locali, ma è sicuramente una zona che si animerà più tardi e poi avanti fino a sera tardi. Il tempo per fortuna migliora un po' e dedichiamo questa giornata al relax in hotel dove pranzeremo anche, provando uno dei migliori phad thai di tutta la vacanza.

















Essendo l'aeroporto di Koh Samui molto piccolo, partiamo con calma dall'hotel per percorrere la mezz'ora di macchina che ci separa. Di tempo a disposizione però non ne abbiamo tanto dopo aver consegnato i bagagli, peccato, perché qui ci sono tanti negozietti carini.
Coi caratteristici trenini veniamo portati all'aereo della Bangkok Airways che ci riporterà a Bangkok.
Con un taxi raggiungiamo il centro, a quest'ora (sono quasi le 20) c'è un po' di traffico e ci impieghiamo più di mezz'ora per raggiungerlo.
Per la nostra ultima notte a Bangkok abbiamo scelto un hotel molto bello e centralissimo, ideale per visitare la zona dei centri commerciali, il Pathumwan princess. L'hotel è grandissimo, ha la piscina, una colazione ottima e molto variegata. La nostra camera è praticamente un appartamento e c'è una vista bellissima suigli edifici dei dintorni.
All'interno dello stesso ci sono anche 3 ristoranti, ed in particolare ce n'è  uno coreano, che non abbiamo mai provato e quindi non ci facciamo scappare l'occasione. Devo dire che anche la cucina coreana merita!
E' stata una lunga giornata e quindi ci concediamo il meritato riposo, anche in considerazione del fatto che l'indomani sarà l'ultimo giorno di viaggio e alla sera ci aspetteranno i voli di ritorno.
La mattina successiva, dopo l'abbondante colazione (prendetevi il tempo che occorre, perché merita!), siamo pronti a fare un po' di shopping. E finalmente sono riuscito a vedere l'alba!





La prima meta infatti è il mercato di Chatuchak, a nord della città. Ci arriviamo con lo Sky train da National Stadium a Mo Chit. Arrivati alla stazione di partenza, notiamo dei lavori in tutta la zona. E' proprio qui che è avvenuto l'attentato il giorno prima della nostra partenza per la Thailandia e ci rendiamo conto che è praticamente a soli 200 m dal nostro hotel. Non ci vogliamo nemmeno pensare.
Il mercato è molto grande, le diverse zone sono divise per settore, con colori e numeri ed è abbastanza facile orientarsi, anche se è bello perdersi tra le bancarelle.

























Dopo la visita, ritorniamo in centro con lo Sky train, ma scendiamo a Siam. Qui infatti è zona di centri commerciali e visitiamo il Siam Center e poi l'MBK. C'è tanta gente e tanti negozi e ne approfittiamo per guardare un po' le vetrine e per un ultimo pranzo al ristorante giapponese.






Dopo questo giro, torniamo in hotel. Abbiamo infatti richiesto il late check out per una rifrescata prima del lungo viaggio di ritorno. Alle 18 lasciamo l'hotel per dirigerci verso l'aeroporto.
Il volo con Emirates è molto piacevole, anche lo scalo a Dubai, con l'aeroporto in fermento anche in piena notte trascorre piacevole e dopo un po' di turbolenze sull'isola di Malta, atterriamo finalmente a Roma verso le 7 del mattino. Recuperate le valigie, riprendiamo l'auto per tornare a casa.
Di questo viaggio ci resta la disponibilità e la semplicità delle persone, l'atmosfera caratteristica dei mercati, che sono davvero straordinari, i templi, soprattutto quelli di Ayutthaya, di Bangkok e di Chiang Mai. Lo snorkeling a Koh tao e la vita rilassata a Koh Samui.
Un viaggio "semplice" per chi vuole approcciarsi all'Oriente, ma allo stesso tempo molto appagante.

Trovate tutto il diario di viaggio nella pagina dei DIARI DI VIAGGIO

Fabio