mercoledì 15 giugno 2016

"Il Rum è servito": l'appuntamento napoletano del Tour Zacapa a Palazzo Petrucci


Tra le tappe del Tour Zacapa non poteva mancare Napoli. Il Tour si propone di abbinare il rum Zacapa ai piatti di talentuosi chef. Insomma, di rompere un po' gli schemi della classica accoppiata cibo/vino e spingere prima gli chef a creare dei piatti che ben si abbinino alle note dolci del rum, contrastandole con l'amaro, la sapidità e l'acidità e poi gli ospiti ad accompagnare l'ambrato rum ai piatti proposti. Sia chiaro, nessun intento di sostituirsi al vino, ma semplicemente l'intenzione di raccontare il prodotto rum in chiave diversa, avvalendosi per questo della collaborazione del Gambero rosso.
Il rum Zacapa è sicuramente un prodotto di eccellenza. Viene prodotto in Guatemala, terra vulcanica e per questo molto ricca. Il terreno sul quale vengono coltivate le canne da zucchero ha delle caratteristiche peculiari e per questo ha anche un nome specifico, il Bertisol che si caratterizza per il fatto di creparsi e sfaldarsi durante la stagione calda, cosa che stressa la pianta nella parte bassa, facendo concentrare gli zuccheri nella parte alta della stessa. Anche per tagliare le canne da zucchero per ottenere il Miel Virgen, il puro succo di canna da zucchero che viene utilizzato per la produzione del Rum (molti invece usano la melassa), viene utilizzato un machete particolare che consente di tagliare le piante più in basso.
L'attenzione meticolosa fa sì che il terreno venga diviso in lotti, ciascuno ideale per la produzione di un determinato tipo di Rum.
Per la fermentazione, che dura 5 giorni, si utilizza un lievito estratto dall'ananas che garantisce uniformità di sapore nel tempo.
Il Rum Zacapa poi invecchia a Quetzaltenango, una città guatemalteca a 2300 m slm.
Qui i Rum invecchiano in botti di rovere precedentemente utilizzate per contenere Bourbon, whisky, sherry e pregiati vini Pedro Ximenez , botti che lentamente, data l'altitudine, rilasciano i propri aromi al rum, nel corso degli anni di invecchiamento. Secondo il procedimento Solera, poi i rum vengono sapientemente miscelati, fino ad ottenere il prodotto finale.
Sicuramente un prodotto dal fascino indiscusso.






















Dicevamo, cosa ci fa questo Rum a Napoli, nel ristorante stellato Palazzo Petrucci, a Posillipo, in uno degli angoli più panoramici, romantici e spettacolari della città? La sfida che è stata lanciata allo chef Lino Scarallo è stata quella di preparare dei piatti che ben si abbinassero a diverse tipologie di Rum e precisamente, il Rum Zacapa Gran Reserva 23yo, il Rum Zacapa Gran Reserva Etiqueta Negra 23yo ed il Rum Zacapa XO. Il Rum non va cucinato, altrimenti le sue caratteristiche si alterano. Però può accompagnarsi a piatti molto strutturati. Vediamo quindi nello specifico il menu proposto per la serata.
Entrée: baccalà e riccota con salse al prezzemolo, all'aglio e pomodoro confit.


Lo chef ha pensato poi di abbinare una triglia in carpione con riduzione alla soia, cous cous di cavolo romano, papaccelle ed olive nere al Gran Reserva 23yo, dalla grande struttura aromatica, denso e complesso, con sentori di frutta esotica, frutta matura, fichi secchi e crema, con una leggera sensazione speziata. Avvolge il palato con nobili sentori di sherry e legno, con finale elegante ed evocativo.


La linguina con crudo di scampi, caffé e zenzero e una guancia di vitello cotta a bassa temperatura, ai sentori di brace, cavolo rosso marinato e lemon curd invece sono stati accompagnati dal Gran Reserva Etiqueta Negra 23yo, ampio e complesso ma nel contempo morbido ed equilibrato. Intenso, con note di legno e frutta secca, sentori di vaniglia, mandorle, cioccolato, note speziate e tostate. Finale avvolgente, con un ricordo prolungato di spezie e di legno.

Zacapa XO invece, più morbido ed elegante, a causa dei 2 anni in più in botti che hanno contenuto Cognac Francese, con un'ampia gamma di note di legno, frutta matura, spezie, cacao amaro e sentori di mandorle e vaniglia, viene degustato insieme ad un dolce al cioccolato, pasta biscuit, mousse al cioccolato, pralinato di nocciole ed arancia essiccata.



Un'ottima serata, trascorsa conversando di Rum e non solo, scoprendone le caratteristiche e la possibilità di essere abbinato anche ai piatti di una deliziosa cena in riva al mare.



Fabio

4 commenti:

  1. bevuto giusto ieri sera, ma devo dire che con questi piatti sarebbe stata tutt'altra cosa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero un ottimo rum! Certo, accompagnato a piatti di un certo tipo è ancora meglio! :-)

      Fabio

      Elimina
  2. Risposte
    1. Una bellissima serata, in un posto incantevole con ottimo cibo ed ottimo rum.

      Fabio

      Elimina