martedì 1 dicembre 2015

Pollo alla frutta secca e castagne


Probabilmente non abbiamo una vera e propria venerazione come accade negli Stati Uniti, ma sicuramente anche in Italia il pollo è uno degli alimenti maggiormente consumati ed è anche facile capire il perché. Prima di tutto è buono, inoltre è molto versatile, basti pensare che il solo petto può essere cucinato intero, a fettine o a bocconcini, ma pure a striscioline, insomma veramente utile per preparazioni sfiziose, anche dell'ultimo momento.
E piace a grandi e a piccini, indistintamente. Il che nemmeno è male. Poi si tratta di carne bianca e sicuramente più consigliata della carne rossa per i motivi che ormai tutti sappiamo. Ed anche chi fa attività fisica o semplicemente vuole mantenersi in forma lo mangia molto volentieri.
Per questi motivi abbiamo deciso di partecipare con questa ricetta che vi proporremo al contest indetto da "W il pollo" per la categoria single in carriera. Perché pensiamo che sia una ricetta d'impatto, ma anche semplice, che potrebbe preparare una persona senza troppa esperienza che però vuole fare bella figura con una ragazza, con i colleghi di lavoro o con gli amici.
Ovviamente si sa, del pollo c'è chi preferisce una parte, chi un'altra. Io preferivo la coscia e la sovracoscia, mentre Anna Luisa il petto. Così abbiamo deciso di preparali entrambi.




Pollo alla frutta secca e castagne

1 coscia e sovracoscia di pollo
1 petto intero di pollo
100 g di pancetta affumicata a dadini
1 cipolla
6 datteri
40 g di uvetta sultanina
5 fichi secchi
6 albicocche secche
6 castagne del prete
2 rametto di timo
2 foglia di alloro
50 g di burro
brodo magro
2 cucchiaini di miele
qualche gheriglio di noce
cannella in polvere
olio extravergine d'oliva
aceto balsamico
sale e pepe



Pulire una cipolla togliendo la parte esterna e sminuzzare. In una padella col bordo alto e a fondo spesso, mettere a riscaldare dell'olio extravergine d'oliva e far rosolare la cipolla coi dadini di pancetta affumicata. Nel frattempo, sminuzzare la frutta secca e mettere a bagno l'uvetta. Mettere il pollo a rosolare, finché sarà dorato da tutti i lati. Aggiungere un mestolo di brodo e l'aceto balsamico. Aggiungere un paio di pizzichi di cannella ed il miele. Portare a bollire a fuoco basso. Appena inizia a bollire, aggiungere la frutta secca sminuzzata, l'alloro, il timo, salare e pepare. Lasciare a cuocere per un'oretta. Nel caso ce ne fosse bisogno, aggiungere del brodo. Verso la fine della cottura, aggiugere le castagne (noi abbiamo usato le castagne del prete, tipiche campane, col loro classico sapore affumicato. In mancanza, andranno benissimo delle castagne bollite a pezzetti). Servire caldo, con la frutta secca nella parte superiore del pollo con un po' di intingolo di cottura. Completare con qualche pezzettino di noce.


E voi cosa preferite, coscia o petto?

Fabio ed Anna Luisa

4 commenti:

  1. Giusto per completare i pezzi del pollo: per me l'ala! Ahahahah
    Buonissima questa ricetta, semplice, ma con ingredienti che la rendono davvero speciale!!

    RispondiElimina
  2. Io adoro il connubio carne- frutta secca e poi vado matta per le castagne...direi che è la ricetta giusta per me! Davvero un bellissimo piatto. Lo prepareró fingendosi single dal momento che Fabio invece è un po più restio con questi abbinamenti...vorrà dire che mi sacrificheró e lo mangeró tutto io!!

    RispondiElimina
  3. Infatti a me piace moltissimo il pollo.. lo mangio spesso, preferisco leggermente la coscia e sono sempre alla ricerca di nuove ricettine sfiziose! Salvo questa, con la frutta secca e le castagne deve essere super! Ha un aspetto fantastico :D Complimenti e un abbraccio!!! :**

    RispondiElimina
  4. Ottimo, non sono single e tantomeno in carriera ma lo devo provarereeeee!!
    Buona serata!!

    RispondiElimina