mercoledì 16 dicembre 2015

A cena con le stelle: lo chef stellato Domenico Iavarone


Venerdì scorso presso il Plana resort di Castel Volturno (CE), in piena atmosfera natalizia, si è svolta la terza serata dell'evento "a cena con le stelle". 5 serate con 5 diversi chef stellati della Campania. Proprio recentemente sono state comunicate le stelle Michelin 2016 ed è un piacere vedere la Campania sempre in cima a questa graduatoria in Italia, segno che qui c'è una cucina ricercata  e di qualità che sfrutta l'eccellenza dei prodotti locali  (ma anche di quelli di fuori) e la sapienza della tecnica messa al servizio della clientela.




La serata è iniziata con benvenuto di bollicine e sorrisi della Costiera. Lo chef Domenico Iavarone infatti cura la cucina del ristorante Maxi del Capo la gala a Vico Equense, in una cornice veramente magnifica. Le bollicine sono state quelle della falanghina spumantizzata extra dry Entropìa della cantina Taba.










Il bello di queste serate per noi, oltre alla compagnia e all'ottimo cibo è la possibilità di andare a sbirciare in cucina. Sembrerà banale, ma veramente si resta impressionati da come sembri all'apparenza tutto facile ed in men che non si dica vengono preprati tanti piatti, tutti curatissimi, in poco tempo. Frutto soprattutto del lavoro di organizzazione e di preparazione che già in parte c'è stato. Ma sembra veramente un'orchestra in cui tutti si muovono alla perfezione.


Abbiamo iniziato la cena con la testina di Vitello dorata e fritta con fagioli e scampi. Un piatto saporito, ma allo stesso tempo equilibrato e piacevole, alla vista e al gusto. Ad accompagnarlo, un Greco di tufo della cantina Taba.








Un mischiato potente con cavolfiore, trippe di baccalà e tartufi di mare invece ci ha riportato in quella dimensione estiva e balneare, dimora dello chef. A questo piatto è stata abbinata una Falanghina DOC sempre della cantina Taba.








Come secondo piatto ci è stata presentata una triglia in patate fritte con lattuga romana e ravanelli. Un piatto che abbiamo gradito molto per il sapore e le diverse consistenze.






Come sempre, a curare i dolci di queste serate, ci pensa la scuola di cucina e di pasticcerai Dolce & Salato degli chef Aniello di Caprio e Giuseppe Daddio.
Una granita con sedano candito al pepe rosa, mandarino e nettare d'uva è stato il predessert che ha aperto la strada ai bigné al cioccolato con confit di ananas e lamponi.













Un'altra serata riuscitissima e che i presenti hanno molto apprezzato. E non è finita qui, perché venerdì 18 ci sarà la quarta cena a cura dello chef stellato Vincenzo Guarino del ristorante del Grand hotel Angiolieri. Trovate tutte le info QUI.

Fabio ed Anna Luisa

Nessun commento:

Posta un commento