mercoledì 28 ottobre 2015

Viaggio tra i sapori della Thailandia: Mango sticky rice


Fabio vi sta raccontando del nostro viaggio in Thailandia (e lo trovate nella pagina dei diari di viaggio) ed a me piace, quando posso, intervallare i suoi racconti con qualche ricetta per donarvi degli "assaggi di viaggio". Per questa ragione oggi vi propongo un piatto che è il dolce per antonomasia della cucina thai, ma prima vi voglio raccontare una delle ragioni che ci ha portato a scegliere la Thailandia come nostra meta estiva.
Anni fa eravamo in Canada e, volendo cenare in  modo un po' diverso, andammo al ristorante thailandese. Fu la prima volta che provammo quella che da allora abbiamo sempre ritenuto essere una delle migliori cucine del mondo. Quella sera, non conoscendo assolutamente i piatti, lasciammo fare al ristoratore. Diciamo che forse come mossa strategica non fu molto furba, in quanto mangiammo bene, ma non sappiamo neanche il nome di un piatto che ci portarono, anche se ci piacquero tutti molto.
Però da allora ogni volta che ci siamo trovati in una città dove c'era un ristorante thai, non abbiamo saputo resistere dall'andarci, coscienti che prima o poi avremmo visitato questo bellissimo Paese.
La decisione di visitare la Thailandia è nata da una serie di "segnali " che abbiamo avuto dall'anno scorso. Prima che pensiate che siamo da ricovero, vi spiego quello che intendo. Ogni nostro viaggio termina con qualcosa che si collega al viaggio dell'anno successivo ed ogni viaggio inizia con qualcosa che si ricollega al precedente. Nel caso della Thailandia il "segnale" è stato il festival thailandese che abbiamo trovato a Stoccolma l'ultimo giorno del nostro viaggio in Svezia. Ovviamente, tornati a casa non potevamo non raccontarlo agli amici con cui volevamo condividere questa vacanza ed anche loro hanno avuto dei "segnali", tipo il cameriere di un ristorante che sosteneva di aver mangiato la migliore pizza della sua vita proprio in Thailandia. Insomma, magari sono dei casi, però sono utili a farci scegliere le nostre mete di viaggio.
Tornando al piatto di oggi, dicevo che il dolce per eccellenza che si mangia in  Thailandia, il Mango sticky rice. In sostanza è una semisfera di riso su cui viene versato del latte di cocco dolcificato in modo da far prendere tutto l'aroma di cocco al riso e poi accompagnato dal mango.
La semplicità di questo dolce è disarmante, ma la freschezza e la bontà del cocco abbinato al mango rende questo dolce irresistibile.



Mango sticky rice

Ingredienti
300 g di riso basmati
400 ml di latte di cocco
100 g di zucchero di palma (o zucchero di canna)
1 mango abbastanza maturo
semi di sesamo
sale

Mettere il riso in una ciotola e sciacquarlo 3-4 volte.Lasciarlo coperto d'acqua per almeno tre ore, quindi sciacquarlo e scolarlo e cuocerlo a vapore per circa 20 minuti. Fare raffreddare il riso in una ciotola.
Nel frattempo mettere 300 ml di latte di cocco e 90 g di zucchero in un tegame e cuocere per circa 10 minuti. Versarlo sul riso, coprire la ciotola con un foglio di carta alluminio ed un piatto e lasciare che il riso assorba il latte di cocco per circa venti minuti, avendo l'accortezza di mescolare il riso dopo 10 minuti. Lasciare raffreddare completamente il riso.
In un pentolino riscaldare il latte di cocco e lo zucchero restanti e cuocere per 5-6 minuti. Mettere da parte la salsa ottenuta.3olp
Nel frattempo pelare con il pelapatate il mango e tagliarne una fetta. Tagliare quest'ultima a fettine, metterla nel piatto ed allargare le fette per dare una forna allungata al mango.
Con una " cup " prelevare un po' di riso, pressarlo e capovolgerlo nel piatto ottenendo la semisfera.
Versarvi sopra la salsa di cocco e d aggiungervi dei semi di sesamo per dare croccantezza al dolce prima di servire.


Anche se  ho trovato questo dolce in tutti i ristoranti dove siamo andati, nei suoi sapori e nella sua freschezza ritrovo i profumi di Koh Samui e risento le emozioni della nostra bellissima vacanza.

Anna Luisa

6 commenti:

  1. Sono rimasta assolutamente affascinata dal racconto sul modo in cui scegliete le destinazioni: bellissimo! Da oggi cercherò anche io segnali e ispirazioni di questo genere, mica come Fabio mio, che, molto più prosaicamente, coglie al volo offerte per destinazioni varie e poi mi dice: scegli questa o quella! Ma senza segnali, senza connessioni con viaggi precedenti o successivi....stasera stessa gli parlerò! Quanto al dolce, mi sembra davvero squisito, specie per amanti del cocco come la sottoscritta! Bacioni buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, è incredibile, ma ci arrivano veramente dei segnali... a cui poi ovviamente abbiniamo la ricerca delle offerte ;-)
      Il dolce è da provare assolutamente e, se come me sei mannte del cocco e del mango, non potrai non amarlo ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  2. Ah ah, che bello, i segnali del viaggio futuro!!
    E che delizia questo riso dolce, semplice ma che racchiude tutti i sapori di un paese magico!!
    Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia :-) Senza i sapori un Paese non si può conoscere a fondo ed a noi piace portarli con noi al nostro rientro, insieme a mille ricordi :-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  3. Brava Annalù!! Parlaci un po' della cucina thailandese che quando si arriva all'ora di cena nei vostri racconti Fabio taglia sempre corto!! Si tratta di una delle cucine che più mi incuriosisce, ma non l'ho mai assaggiata, complice che qui intorno non abbiamo ristoranti thai. La ricetta che proponi qui sopra è meravigliosa, ed è pure senza latticini quindi mi sta proprio chiamando!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah qui mi tocca rispondere, perché chiamato in causa! ahah a volte penso che possa non interessare più di tanto dove o cosa mangiamo, a volte, dopo una giornata a scattare foto, semmai non porto nemmeno la reflex, però documento sempre tutto col cellulare e per questo poi non riporto sempre nel blog :-D

      Fabio

      Elimina