giovedì 9 luglio 2015

EXPO 2015 e dintorni (seconda parte), nuova daresena e mercato metropolitano

 
Il primo giorno all'EXPO è stato un po' frustrante, il giorno dopo è anche peggio, se possibile. Pensavamo sarebbe stato meglio, essendo lunedì (1 Giugno), invece ci sbagliavamo di grosso. Arriviamo ben prima dell'apertura, con l'intenzione di andare direttamente al padiglione del Giappone. Risultato: 1 ora per entrare, "corsa" verso il Giappone che è all'estremo opposto e cartello indicante un'attesa di due ore e mezzo. Lascio immaginare la delusione.
Così continuiamo a visitare i padiglioni dove almeno si riesce ad entrare, ma nel primo pomeriggio decidiamo di andare a fare un giro in centro, sicuramente più interessante. Una nota per il padiglione del Nepal, non completato a causa del gravissimo terremoto che ha colpito quelle terre. Positiva la raccolta di fondi per loro.
Padiglione Italia


Cina





UK










Francia



Food trucks










Nepal
Ceniamo presso la Trattoria del nuovo macello (sempre seguendo i consigli di Sonia e Simona che hanno scritto un libro che vi consigliamo di comprare se dovete mangiare a Milano, perché è vero, A Milano si mangia bene). Mi avevano detto che qui si mangia la migliore cotoletta alla milanese. Confermo. La sorpresa è che non è la solita, grandissima e sottilissima, cotoletta, quella ad orecchia di elefante, per intenderci, ma è alta e di una tenerezza e di un sapore che non dimenticherete mai. Il locale è un po' old stile (che non è male, dà una tipicità allo stesso), i piatti invece sono sprintosi, ben presentati e saporiti. Cordiale il personale che ci segue e consiglia. Decisamente promosso e consigliato.






Il giorno dopo abbiamo la mattina a disposizione, così facciamo una passeggiata nella zona della nuova darsena dove c'è anche un grazioso mercato, quindi ci spostiamo all'altra estremità dei navigli verso il mercato metropolitano. Si tratta di un intelligente recupero urbano. Il mercato è molto trendy, mi piace molto lo stile, sia quello interno, su toni scuri, che quello esterno, molto colorato. Se siete da queste farti, fateci un giro.

















Torniamo così a casa con l'idea di una occasione persa per l'EXPO, con la sensazione che si poteva fare qualcosa di più da parte dei Paesi partecipanti, con la certezza di non avere visitato quelli che sembravano i padiglioni più belli, ma soprattutto con i dubbi di quello che sarà questo sito quando ad Ottobre chiuderà. Ma anche con la certezza che a Milano ci sono ottimi ristoranti e su quelli si va sul sicuro.

Fabio

12 commenti:

  1. Posso dire la mia?
    Secondo me siete stati davvero molto sfortunati.
    Sono stata ad Expo 3 volte, ad oggi (2 volte di sabato) e in tutte e tre le volte, dopo 10 minuti dall'apertura (ero in coda dalle 9.35 e in poco hanno fatto entrare tutti) mi sono trovata dentro all'esposizione.
    Stessa storia per i padiglioni più interessanti, pochissima coda avendoli fatti appena entrati (e sì, anche noi dopo aver "corso" lungo il decumano per poterli raggiungere).
    Addirittura al padiglione degli Emirati Arabi non abbiamo nemmeno fatto la coda, siamo arrivati e ci hanno fatto entrare subito.
    Mi dispiace l'abbiate vissuta così male :(
    Spero avrete una nuova occasione per vivere l'Expo in modo migliore!
    Intanto però rubo il vostro consiglio riguardo la cotoletta :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo! Anzi, è bello avere altre impressioni. Come detto anche nei post, sicuramente sono state giornate particolari e questa è stata la nostra impressione. Ma a parte le code che abbiamo trovate, legate ai giorni in cui siamo stati, quello che ci ha colpiti maggiormente è proprio la carenza di contenuti, riguardanti il cibo, ma anche in genere. Da una manifestazione così, una vetrina dove passano tantissime persone come raramente accade, ci si aspetta molto di più. E lo dico io che ero entusiasta di questa manifestazione e sono andato lì proprio per vivermela al meglio. Ma così non è stato.

      Fabio

      Elimina
  2. Ci sono stata 3 volte pure io, la prima insieme a Fabio e Annalù, le altre 2 senza di loro, e ogni volta ho trovato le stesse code descritte qui.
    Agli Emirati Arabi non sono riuscita a entrare, dalle 2 alle 2,5 ore di coda.
    Più che sfortunati noi, credo sia stata fortunata Nicol. :-)

    RispondiElimina
  3. Io continuo ad essere expo-scettica ma magari ci faró una capatina a ottobre..grazie per i consigli cittadini!

    RispondiElimina
  4. Quella è proprio la vera cotoletta alla milanese :)
    Felice che il fascino di Milano abbia lasciato il segno.
    Buon weekend!

    RispondiElimina
  5. io pur essendo della prov. di milano non ci sono ancora stata! ho i biglietti da mesi, ma non riesco a decidere che scelte fare per dedicare il giusto tempo (1 g solo purtroppo) a ciò che davvero vale la pena! Insomma mi farò guidare da te anche questa volta!!!!

    RispondiElimina
  6. Anche io continuo a restare expo-scettica, non credo di andarci, se non altro perché sono troppe le persone che ho sentito non parlarne benissimo! Grazie per i vostri post, sempre curatissimi e pieni di belle foto!
    Buon we!

    RispondiElimina
  7. Ecco, anche con questo secondo confermi la mia voglia di NON andare assolutamente ad Expo... il solo sentir parlar di code, con quel che costa il biglietto, è una cosa che mi fa accapponare la pelle! Interessante invece la darsena: ho girato parecchie volte Milano, e non mi dispiacerebbe buttare un occhio al recupero che è stato fatto...deve essere davvero bella!

    L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

    RispondiElimina
  8. Sicuramente hanno inciso anche quei giorni di ponte, però anche altri mi hanno raccontato di code simili. Altri invece non hanno avuto di questi problemi. Ma il problema principale resta secondo me la carenza di contenuti. Milano invece, dal punto di vista gastronomico e dei ristoranti da scoprire è imbattibile. Ho una lista infinita di nuovi posticini da testare.

    Fabio

    RispondiElimina
  9. Mi segno il posticino per assaggiare la cotoletta, lo proverò :) riguardo l'Expo, a parte le foto magnifiche specialmente alle strutture geometriche, ho l'impressione che non sia proprio imperdibile. Anzi.

    RispondiElimina
  10. Pregustavo questo momento di calma, in pausa pranzo, per leggermi per bene questo vostro reportage. Sempre precisi, attenti, puntuali. Durante le presentazioni del nostro libro spesso ci chiedono quali sono le nostre fonti, per esempio se guardiamo Tripadvisor. La risposta è sempre no e poi no e ancora no. Ci piace piuttosto rivolgerci ai blog fidati, quelli fatti con passione da persone che spendono i loro soldi e non vogliono "pacchi". Esattamente come noi, Esattamente come voi. Bravissimi come sempre...alla prossima ragazzi!
    simo e sonia

    RispondiElimina
  11. Dimenticavamo: grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee! e... #amilanosimangiabene ;-)
    simo e sonia

    RispondiElimina