martedì 10 marzo 2015

Bruxelles e Bruges: terzo giorno, Bruxelles



Dopo le intense giornate a Bruges (qui e qui) e la prima, intensa, mezza giornata a Bruxelles, siamo pronti per iniziare (ahinoi, a causa dell'anticipo del rientro) l'ultimo giorno di vacanza. Ma non ci scoraggiamo e subito dopo aver fatto colazione e lasciata la camera dell'hotel, ci dirigiamo subito verso la zona un po' più periferica del Parlamento e della Commissione europea. Per fortuna abbiamo la metro a pochi passi dall'hotel ed in pochi minuti siamo alla fermata Trone. Da qui, percorrendo rue du Luxembourg, in pochi minuti siamo di fronte al Parlamento europeo. Oggi è domenica, ed è chiuso e ci accontentiamo di vederne la bella struttura moderna che lo ospita. Poi gironzoliamo un po' nel parco che è alle spalle dell'edificio per ammirarlo da altre angolazioni. E' mattina presto e c'è solo qualcuno che corre o che porta il cane a spasso.


 




















Decidiamo di spostarci a piedi nella zona della Commissione europea. Il palazzo forse è meno affascinante e nella zona ci sono anche dei lavori in corso, sia stradali sia di edifici in costruzione.
Siamo nella zona del parco del Cinquantenario che crediamo di non avere tempo di visitare, dovendo stare al Musées des beaux-arts alle 10, ma probabilmnete avremmo potuto vedere almeno l'arco di trionfo che è all'ingresso e che era proprio a due passi. Avendo avuto un po' più di tempo a disposizione, sicuramente avremmo fatto un giretto anche lì.








Invece ce ne torniamo piano piano a piedi verso il centro lungo rue de la loi fino al parco del palazzo reale che attraversiamo e che ci piace molto. Di fronte c'è appunto il palazzo reale. Purtroppo è da pochi giorni deceduta la Regina e ci sono molti mazzi di fiori vicino al cancello e gente che li deposita e che si ferma un po'.

















 Giungiamo con un po' di anticipo al museo e per questo, visto che fa freddino, ci concediamo una cioccolata calda da Marcolini nella vicina place du grand Sablon e ne approfitto per qualche foto in zona, di giorno questa volta.
Il museo è molto interessante, all'entrata integriamo il biglietto con la visita della mostra temporanea dedicata a Matisse che visitiamo per prima. All'uscita troveremo un po' di coda. Anche il resto del museo merita senz'altro una visita per la quantità e qualità dei quadri dei pittori fiamminghi soprattutto.






















Da qui ci muoviamo verso il palazzo di giustizia che è oggetto di lavori di ristrutturazione e passiamo per il giardino della place du petit Sablon.
Sul lato del palazzo di giustizia c'è una bella terrazza panoramica sulla città sottostante.












Prendiamo l'ascensore gratuito per arrivare nella sottostante zona del quartiere di Marolles.
Qui infatti la domenica, nella piazza du jeu de balle si tiene un famoso mercatino dell'antiquariato.
Giriamo un po' tra le tante ed interessanti bancarelle, prima di salutare i nostri amici con cui abbiamo condiviso la nostra vacanza, perché loro resteranno qui ancora un giorno e mezzo, mentre noi dovremo rientrare nel pomeriggio.












Prima però andiamo a vedere il mercato che si tiene nelle vicinanze de la gare du midi. Qui ci sono
tante bancarelle, di generi alimentari, spezie, piante, abbigliamento, insomma, un po' di tutto. Anche se non è imperdibile.




Da qui riprendiamo la metro e arriviamo in hotel dove recuperiamo le valigie e ci rechiamo a piedi nella vicina gare du nord per prendere il treno per l'aeroporto.





Facciamo scalo a Roma, a causa di una coincidenza troppo stretta non ci viene nemmeno consegnata la valigia a Napoli e la riavremo solo un paio di giorni dopo.
Insomma, tra volo di ritorno cancellato ed anticipato e bagaglio non consegnato (per fortuna al ritorno!) non è che siamo stati proprio fortunati, ma tant'è. La vacanza ne è stata sicuramente condizionata, ma abbiamo cercato comunque di vivercela al meglio, cercando di vedere tutto ciò che ci è stato possibile. Poi a casa ci siamo consolati con un po' di cioccolata che avevamo acquistato.

Fabio

11 commenti:

  1. io mi sono innamorata di Bruxelles,e dalla molte foto che hai pubblicato credo che sia piaciuta molto anche a voi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è stata davvero una bella sorpresa! Pensavamo fosse bella, ma non così.
      Fabio

      Elimina
  2. Dalla qualità e dalla bellezza delle immagini mi sembra di essere stata lì con voi...bellissimo...
    simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, magari un giorno andremo assieme da qualche parte :-D

      Fabio

      Elimina
  3. eh sì... ci voleva il cioccolato per consolarvi! :D
    Bellissimi voi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne abbiamo comprata fino alla fine in aeroporto :-D

      Fabio

      Elimina
  4. Che bel post! Quanto mi piacerebbe visitare Bruxelles.. intanto sogno con queste bellissime foto ;) Bacioni :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Vale! Sì, sono proprio bei posti da visitare!

      Fabio

      Elimina
  5. I lavori al palazzo della Commissione Europea c'erano anche quando siamo andati noi, infatti ci è passata totalmente la voglia di visitare quella zona lì. Peccato perchè dalle tue foto vedo che il Parlamento Europeo è davvero particolare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La zona merita un giretto. i dispiace non avr visto l'arco di trionfo del parco del cinquantenariose non da lontano. Ma mi piacerebbe tornarci, anche per visitare altre città come Gent ed Anversa.

      Fabio

      Elimina
  6. Che ti devo dire. Bruxelles è stata per me una scoperta entusiasmante tant'è che ci ho trascinato anche la famiglia dopo Capodanno, trovando un tempo splendido e scoprendola ancora meglio di quanto non ho potuto farlo con il mio gruppo. Le tue foto mi scatenano la nostalgia. Il rimpianto di non essere andata al mercato di Jeu de balles mi resta però, perchè so di aver perso un posto speciale. Telepatia, anche io oggi ho parlato di Belgio e Fiandre. Un bacione e foto stupende come sempre. Pat

    RispondiElimina