venerdì 15 agosto 2014

La cheesecake campana per il contest "Terra di fuoco"


Vi sembrerà strano un post il giorno di Ferragosto, ma oggi scade il contest "Terra di fuoco" organizzato da Teresa De Masi e non potevamo non partecipare perché è un contest che parla della Campania, la nostra terra, di quello che è realmente, di prodotti di qualità e dai sapori eccezionali ed in un numero che anche noi ignoravamo, tanti che forse nessun'altra regione d'Italia può vanterne altrettanti.
Ma è una terra fatta anche di persone, di produttori in primis che questa terra la amano e la coltivano cercando di mantenere intatte tutte le biodiversità e di permettere anche ai nostri figli ed ai nostri nipoti di poterne gustare i sapori ed apprezzarne la qualità.
E' una regione di gente che lavora, che soffre perchè spesso discriminata, ma che nonostante tutto, ha un'amore viscerale per questa terra, come per una madre.
E' una terra che si odia o si ama, senza vie di mezzo, perché è in grado di provocare nelle persone solo forti sentimenti, proprio per le sua caratteristiche. Fortunatamente negli anni abbiamo visto che chi la conosce la ama, senza remore, ma purtroppo c'è chi crede di conoscerla pur non essendoci mai stato e di remore ne ha tante, troppe.



Non dico che la Campania non abbia dei problemi, ma certo che se il problema è in Campania sicuramente la notizia farà audience, mentre se lo stesso problema è in un'altra regione, poco importa.
Mi sono abituata negli anni a sentire tantissimi luoghi comuni sulla Campania, ma la cosa che maggiormente mi fa soffrire, è vedere persone che evitano di venire qui proprio perché credono a questi luoghi comuni, e non vogliono neanche scoprire se realmente rispecchiano la verità...forse perché hanno paura di innamorarsi di questa terra meravigliosa?
Allora vorrei invitare tutte queste persone a venire, a visitare la Campania e a lasciarsi affascinare da tutte le sue bellezze ed ad assaporare i prodotti, senza timore.
La Campania è mare, sole, è il Vesuvio che veglia su di noi, è terra che dà frutti di qualità, ma è soprattutto una Terra fatta di persone.
Questa è la Campania.
Questi siamo noi, campani doc.
E questa è la nostra ricetta per celebrare solo alcuni dei tantissimi prodotti che questa Terra ci offre.



Cheesecake Campana

Ingredienti per 4 mini cheesecake:

Per la base:
100 g di Biscotti di Castellammare senza naspro
50 g di burro artigianale

Per la crema Cheesecake:
500 g di Ricotta di bufala campana
50 g di zucchero a velo
50 g di Provolone del Monaco DOP
2 fogli di colla di pesce

Per la confettura di fichi:
400 g di Fichi del Cilento
200 g di zucchero
100 g di Noci di Sorrento
1 cucchiaio di succo di Limoni di Sorrento

Per la decorazione:
100 ml di Nocino di Sorrento fatto in casa (da un'amica)
1 cucchiaio di zucchero



Con il tritatutto sbriciolare i biscotti e metterli in una ciotola. Sciogliere il burro in un tegamino e versarlo sopra i biscotti, mescolando, fino ad ottenere un composto uniformemente umido.
Dividere in quattro stampini rivestiti di acetato il composto e pressarlo, in modo da ottenere una base compatta. Riporre in frigo per mezz'ora.
Nel frattempo preparare la confettura di fichi del Cilento e Noci di Sorrento. Lavare i fichi e tagliarli a spicchi. Metterli in una ciotola, aggiungere il cuchiaio di limone e lo zucchero e lasciare riposare per mezz'ora. Trascorso questo tempo, trasferire i fichi in un tegame dal fondo spesso e cuocere a fuoco lento, finché mettendo un cucchiaino di confettura su un piatto freddo ed inclinando quest'ultimo, la confettura faccia fatica a scivolare. Spegnere il fuoco ed aggiungere le noci tritate.
Fare raffreddare e riporre in frigorifero (se si vuole conservare per più tempo, sarà sufficiente invasarla in barattoli precedentemente fatti bollire, chiuderli e farli raffreddare capovolti).
Mettere il Nocino con lo zucchero in un tegame e porlo su fuoco fino a che il suo volume sia dimezzato. Toglierlo dal fuoco e farlo raffreddare completamente.
Mettere i fogli di colla di pesce in ammollo in acqua fredda.
Mettere in una ciotola la ricotta di bufala e lo zucchero e mescolare con una frusta. Grattugiarvi il provolone del monaco e continuare a mescolare. Prelevarne una tazzina e riscaldarla. Aggiungervi la colla di pesce scolata e strizzata e mescolare fino a farla sciogliere. Unire le due creme di ricotta di bufala e mescolare bene.
Prendere gli stampini dal frigorifero e versarvi sopra la crema di ricotta di bufala. Livellare e riporre nuovamente in frigo per 12 ore.
Trascorso questo tempo estrarre le chesecakes dagli stampini, eliminare l'acetato e versarvi sopra la confettura di fichi.
Servire decorando il piatto con lo sciroppo di nocino.

Ho usato molti prodotti campani in questa ricetta, ma vi assicuro che sono pochissimi rispetto alla lunga lista che ne offre questa Terra.
Ho cercato anche di arricchire la ricetta con vari contrasti tra il croccante della base e la morbida crema, tra il sapore dolce dei fichi ed il salato del provolone del monaco, tra la delicatezza della cheesecake e la forza del nocino... ora non vi resta che assaggiarla.


Con questa ricetta partecipiamo al contest "Terra di fuoco" di Scattigolosi.



Anna Luisa e Fabio