martedì 18 marzo 2014

MTchallenge di Marzo: Soufflé di carciofi agrumati con salsa supreme allo zafferano e gamberi all'arancia


In questi giorni mi sono posta la domanda di cosa sia l'Mtchallenge. Un gioco che accomuna blogger e non solo di tutta la penisola, un incontro ed un raffronto mensile con altre persone, uno stimolo mensile ad inventare piatti ed associazioni di sapori più o meno azzardate, una condivisione di ricette che possono essere provate da tutti, ma da cui un giorno, come è già capitato per il paté, potrebbero nascere altri libri.
Eppure tra tante ipotesi sono giunta alla concusone che l'Mtchallenge  è un "gioco" che aiuta a crescere, non solo in cucina, ma anche culturalmente. E' una sfida, come tante che si incontrano nella vita, ma è una sfida costruttiva, come purtroppo non sono tutte, che ti permette di metterti alla prova e, non solo di cercare di elaborare qualcosa di originale, ma anche di imparare tecniche e ricette con cui mai avresti creduto di raffrontarti.
Ma mai come questo mese tutto ciò mi sembra corretto, dato che la sfida lanciata da Fabiana è ciò che terrorizza anche i cuochi provetti, una preparazione che, a dire la verità, se avessi potuto, avrei probablmente rifuggito all'infinto, rinviando in data da stabilire il giorno del primo tentativo che mai sarebbe arrivato. La sfida del mese ha come tema il soufflé. In realtà ho scoperto che è come imparare a nuotare, non ti decidi mai, finché qualcuno non ti getta in acqua e così decidi di provare e scopri di saper nuotare.
Quindi non mi resta che rigraziare Fabiana e l'Mtchallenge per la sfida di questo mese ed andarvi a spiegare la mia ricetta.

 (cliccare per ingrandire)

L'idea iniziale ci è venuta dopo aver provato una crema ai carciofi e zafferano che era superlativa ed abbiamo deciso di preparare un soufflé ai carciofi con una salsa allo zafferano di accompagnamento. Ma dato che da cosa nasce cosa, la salsa è diventata una supreme allo zafferano con base un fumetto di gamberi, il soufflé si è arricchito con un sapore agrumato dato dal succo di arancia aggiunto in cottura ai carciofi e da zeste tagliate a julienne per decorazione ed il tutto, per chiudere il cerchio, è stato affiancato dai gamberi marinati nel succco d'arancia e saltati brevemente in padella prima di essere serviti.
La parte divertene è stato un regalo di Madre Natura che, conoscendo la mia mancanza di abilità nell'incidere le verdure e nell'utilizzarle come decorazioni mi ha donato un fiore naturale ottenuto semplicemente tagliando la punta dei carciofi e che, con un giudice come Fabiana, non ho potuto resistere alla vogla di mostrarvi.


Ma ora passiamo alla ricetta:

Soufflé di carciofi agrumati con salsa supreme allo zafferano e gamberi all'arancia

Ingredienti

Per il soufflé:
4 carciofi
3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
50 ml di vino bianco
il succo e le zeste di mezza arancia
300 ml di panna fresca
3 cucchiai da minestra di maizena
30 g di burro + quanto basta per ungere gli stampi
6 uova medie
sale, pepe
emmental a sufficienza per ricoprire fondo e bordi degli stampi, circa 3 cucchiai

Per la salsa supreme allo zafferano
250 ml di vellutata di gamberi
300 ml di panna
3 g di pistilli di zafferano
30 di burro
sale e pepe

Per la velutata di gamberi:
250 ml di fumetto di pesce otteuto con
i carapaci di 10 gamberi
1 carota
1/2 cipolla
1 gambo di sedano
10 g di burro
10 g di farina
sale e pepe

Per i gamberi:
10 gamberi
il succo di mezza arancia


Come prima cosa, sgusciare i gamberi e metterli a marinare nel succo d'arancia.
Con i carapaci dei gamberi preparare il fumetto, mettendoli in un tegame con acqua fredda, la carota, 1/2 gambo di sedano e 1/2 cipolla tagliate a cubetti. Portare ad ebollizione e lasciare sobbollire per circa mezz'ora. Filtrare cercando di schiacciare le verdure.
Mettere il burro in un tegame dal fondo spesso e farlo sciogliere a fuoco basso, aggiungervi la farina setacciata e mescolare per 3 minuti con la frusta. Unirvi quindi il fumetto di gamberi poco alla volta, e cuocere per 30 minuti mescolando di tanto in tanto. Salare e pepare.
Filtrare la vellutata in una casseruola, non appena bolle aggiungervi la panna e lasciare cuocere per 5 minuti.
Sfregare i pistilli nel palmo della mano ed unirli alla salsa. Lasciare sobbollire altri 5 minuti e filtrare la salsa. Unirvi il burro, salare e pepare.
Pulire i carciofi, tagliarli a cubetti e farli saltare brevemente in un tegame in cui avremo riscaldato l'olio. Una volta rosolati, sfumare con il vino bianco. Quando tutto il vino sarà evaporato, aggiungere il succo d'arancia e le zeste di arancia tagliate a julienne e portare a cottura tenendo copreto. Gli ultimi 5 minuti scoprire per fare asciugare bene i carciofi. Salare. Frullarli con il frullino ad immersione.
Preparare il soufflé (riporto la ricetta di Fabiana)
Innanzi tutto scaldare il forno a 200°. Con una pennellessa imburrare generosamente gli stampi che devono essere puliti ed assolutamente asciutti, ungere fondo e bordi....questo è assolutamente fondamentale!
Con lo stesso criterio spargere il formaggio grattugiato negli stampi in modo che ne siano interamente ricoperti avendo cura di non toccare più l'interno con le dita.
Riporre in frigo fino al momento del riempimento, volendo anche in freezer. Non trascurare questo passaggio!!
Ripassare ancora i bordi con un altro poco di burro pomata e raffreddare nuovamente
Mescolare la maizena con poca panna fresca fuori fuoco.
Portare ad ebollizione la restante panna, raggiunto il bollore unire il mix panna maizena mescolando sempre.
Abbassare la fiamma e proseguire la cottura aiutandosi con una frusta a mano fino ad ottenere una crema spessa.
Allontanare dalla fiamma ed unire il burro avendo cura di continuare sempre a lavorare.
Rompere le uova  tenute a temperatura ambiente, separando i tuorli dagli albumi, avendo cura di non toccare questi ultimi con le mani.
Unire i tuorli uno alla volta, incorporandoli alla perfezione prima di introdurre il successivo.
Unire la purea di carciofi alla massa e mescolare.
Salare, pepare, aggiungere la noce moscata e mescolare bene.
L'ultima indispensabile operazione è quella di montare gli albumi.
Devono essere ben stabili, ma non di cemento armato:((
Ci si può aiutare unendo qualche goccia di limone che aiuta la montatura rendendola stabile. Gli acidi sono fantastici in certe situazioni:))))
Sconsiglio invece la famosa presa di sale, in realtà a meno che non si monti a mano( faticando come bestie) non ha una reale utilità, anzi, il cloruro di sodio ha proprietà igroscopiche, quindi alla lunga sottrae acqua e destabilizza la struttura.
Con delicatezza ed in più riprese unire gli albumi montati, badando bene di non smontarli, eseguendo movimenti verticali con una spatola e contestualmente ruotando la ciotola, il classico movimento en coupant;))))
La massa deve risultare ben omogenea.
Versare negli stampi arrivando solo ai 2/3 della loro altezza.
Lisciare delicatamente la superficie con la spatola.
Infornare immediatamente e cuocere senza mai aprire per 15/18 minuti gli stampi piccoli.
In ogni caso sorvegliare ed estrarre quando gonfio e ben dorato in superficie.
L'esterno deve essere compatto, l'interno morbidissimo, umido  e soffice come una nuvola.
Per accentuare la colorazione si può cospargere la superficie con un cucchiaino di formaggio grattugiato prima di infornare.
A voi la scelta se mantenere il soufflé nel suo contenitore od estrarlo, questo non creerà difficoltà alcuna.
Potete anche tenerlo un paio di minuti a forno spento, lo sbalzo termico sarà inferiore ed è possibile che con una "gran botta di culo" facciate in tempo a sorprendere i vostri ospiti ed a sorprendere voi stessi della magia del soffiaggio....tempo di accorgersene e sarà già passata;))
Quando mancheranno 5 minuti al termine della cottura riscaldare due cucchiai d'olio in una padella e saltarvi brevemete i gamberi (occorreranno circa 2-3 minuti).
Servire il soufflé (moooolto velocemente) accompagnato dai gamberi all'aranci e dalla salsa supreme allo zafferano.


Note mie: abbiamo lasciato i soufflè in forno per un paio di minuti dopo il termine della cottura, ma purtroppo quei minuti ci sono stati fatali...incredibilmente, la seconda infornata con l'impasto dei souflè rimasto in un angolo mentre si cuocevano i primi, ha dato dei risultati migliori...magari il prossimo soufflè che faremo sarà alto 5 piani di morbidezza.

Note di Fabio: record assoluto per fare le foto, meno di 4 minuti netti.


Anna Luisa e Fabio


60 commenti:

  1. Questa ricetta è un incanto di sapori e immagino di profumi: complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna Lisa ^_^ Il bello è che le idee sono venute poco alla volta, ma alla fine sono soddisfatta del risultato ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  2. Ciao. Come state? Io manco dal web da un po' e oggi vengo accolta a casa vostra da un piatto meraviglioso. L'accostamento carciofi, gamberi e arance lo trovo azzeccatissimo...e il sufflè...!!
    Anche io proverò a partecipare, questa sfida mi piace un sacco. Ma mi spaventa anche un po'!!
    mi preoccupano anche le foto...bisogna essere super veloci e bravi allo stesso tempo...e io ho già seri problemi quando faccio lentamente!! Vedremo.
    Intanto vi saluto e rimango ancora un po in contemplazione ... immaginando il profumino ... che fame adesso!! Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, anche io adoro gli accostamenti con l'arancia, ma ti assicuro che se il giorno prima che preparassi questo soufflé me lo avessi chiesto, non avrei sicuramente rispostoche ci sarebbe stata l'arancia.
      La sfida di questo mese potrebbe definirsi la sfida delle sfide, sia per la difficoltà del piatto, che per la velocità che occorre a fotografarlo...ed allora in bocca al lupo e buon divertimento ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  3. E tu hai "imparato a nuotare" in 20 minuti.....tempo che si gonfiasse il soufflé!!!
    Una ricetta tanto lieve quando articolata e ragionata che francamente mi emoziona....a me il cibo emoziona come poche altre cose al mondo e ne sono parecchio felice:)))
    Mi piace la cura per ogni cosa, a partire dalla marinatura che spinge il sapore nella direzione dell'agrume e tiene il gambero succoso, sapore che si ritrova anche nella cottura del carciofo con il succo e le zeste dell'arancia.
    Straconvince la supreme, sapore intenso e consistenza setosissima.... ne mangerei a cucchiaiate in qualsiasi momento!!!
    Una ricetta preziosa e graditissima e foto che smentiscono l'idea che il soufflé non sia fotogenico!!
    Direi che questo lo è moltissimo, fotogenico e pure seducente!
    Bravissimi, mille grazie del vostro "primo tuffo":)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabiana, come ti capisco...anche io sono emozionata dal cibo e dal numero di piatti che si possono creare intercambiando gli ingredienti.
      Come ho detto amo il sapore dell'arancia, ma è stata un'idea dell'ultimo minuto. Ho voluto comunque seguire un filo conduttore che sono felice ti sia piaciuto ^_^
      Fabio ha battuto ogni record e sono orgogliosa delle sue foto ^_^
      Baci e grazie a te per questa preziosa ricetta
      Anna Luisa

      Elimina
  4. Concordo con voi sulla crescita non solo culinaria ma anche culturale che l'MTC sta dando a me. Felice il giorno in cui ho chiesto di farne parte!
    Il vostro soufflè è da urlo!
    Ciao
    Isabel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Isabel, non credo esista un gioco più bello ed utile e non smetterò mai di ringraziare i giudici fissi e quelli che si sono susseguiti nelle varie edizioni ^_^
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  5. Condivido tutto ciò che avete scritto nell'introduzione e rilancio dicendo che, nonostante io abbia il brevetto di bagnina (davvero,eh!) per me ogni MTC è un "primo tuffo" verso l'ignoto (taaadaaa :-) ) delle preparazioni mai fatte prima (è stato così per i budini salati, per il pane dolce del sabato, per la pasqualina, per le arancine, i pici, il gelato, i plin, .. ammazza, ora pensandoci bene..e io sarei una foodblogger :d ?????) ed è stato così anche per il soufflé. Ma sapete una cosa? mi sono sempre tuffata con fiducia, perchè l'MTC ti dà sì la spinta, ma in dotazione c'è sempre un salvagente eccezionale costituito da un mix a prova di bomba formato da: terzo giudice+ Alessandra Gennaro+filo diretto+post di approfondimento. Direi che stiamo messi meglio che in Baywatch! :-)) tornando alla vostra ricetta.. già dal titolo l'ho adorata. Non solo perchè amo i carciofi e i gamberi ma perchè siete riusciti a fondere questi sapori creando un'armonia di gusto che solo immaginarla mi ha fatto venire l'acquolina! L'arancia sta benissimo in mezzo ai due, e la supreme è di quelle salse da segnarsi subito e provarla! Sempre più grandi!! scusate le chiacchere :-D!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francy, hai ragione, l'Mtchallenge ti permette un "tuffo sicuro" e soprattutto ti permette di uscire da ogni sfida con la consapevolezza di essere cresciuta culturalmente e di aver esteso i tuoi orizzonti (anche questa bella :-D)
      Sono flice che ti sia piaciuta la nostra versione di soufflè :-)
      Fabio ed io pensavamo di presentarla a Pasqua..ma mi sa che siamo in troppi per sperare di servire dei soufflé ancora gonfi :(
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  6. Complimenti, siete davvero bravissimi!! Questo piatto è fenomenale!!

    RispondiElimina
  7. Un abbinamento di sapori davvero interessante e vincente.. i carciofi, l'arancia, i gamberi, lo zafferano: un sogno in cocotte!
    Questo mese la sfida sarà davvero dura, e io sono qui che ancora mi spremo le meningi senza sosta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulietta, dai che l'ispirazione viene all'improvviso e mancano ancora parecchi giorni per gareggiare ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  8. No vabbè... siete due mostri!!! Naturalmente in senso positivo ;)
    Spettacolare!! Assolutamente da riprovare....
    Un caro saluto
    Eli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Eli, sono contenta che ti sia piaciuto tanto il nostro soufflé ^_^
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  9. Fantastiche foto, ma siccome è il piatto che conta... fantastico piatto ;-) Già dal nome sembra di trovarsi davanti al menù di un ristorante coi fiocchi, un' abbinata di ingredienti davvero originale, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valentina, sia per le foto che per il piatto ^_^
      A dire il vero, più andavo avanti e più pensavo che se mi fossi trovata questo piatto su un menu, lo avrei preso di corsa ^_^
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  10. L'idea ve la propongo io;tu,Fabio,aprite subito una scuola di Cucina dove io poverissima mortale possa venire ad ammirarvi dal vivo quando fate tutto questo,sarebbe bellissimo.Confesso di aver molto timore ad entrare a far parte di l'MTChallenge;nel senso buono siete tutti mostri ,mi accontento di ammirarvi.Complimenti,Lisa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lisa, è un gioco che perà ti permette di apprendere tanto...dai buttati ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  11. Io ancora non mi sono ripresa, sapevatelo!!
    Concordo con tutto quello che hai scritto sull'MTC! Ogni ricetta proposta è inizialmente un brivido, ma basta lasciarsi andare e... so creano meraviglie come queste!
    La ricetta è superlativa, anzi suprema (per rimanere in tema con la salsa! :P ).
    E misà tocca a voi tenervi liberi il prossimo mese... sì sì! Incominciate a pensare a una ricetta...poi spifferatemela all'orecchio che almeno arrivo al 5 aprile psicologicamente preparata! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arianna, sono felice di sentire che anche per voi l'Mtchallenge è un brivido iniziale che poi però da tanta soddisfazione e la più grande è l'aver appreso tanto ;-)
      Baci
      Anna Luisa
      P.S. la ricetta che vorrei proporre è....mi dispiace, tempo scaduto :-D

      Elimina
  12. e io vi dico che mi sono emozionata, ome non mi succedeva da un po'. E dire che è da un po' che avete messo l'acceleratore verso altre galassie: ma stavolta, mi avete toccato il cuore. ricetta di rara raffinatezza, eseguita con la solita, impeccabile maestria e fotografata con la solita, ineffabie intensità. Da parte mia, un'ammirazione che si fa ogni giorno più sconfinata, la stessa che si riserva a chi ha bravura, tecnica, sapienza e fantasia, declinati a livelli increbili. siete straordinari, ogni volta di più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessandra, se volevi lasciarmi senza parole, ci sei riuscita ^_^
      Dobbiamo ringraziarti perché grazie all'MTchallenge ogni mese impariamo tantissimo e soprattutto abbaio conosciuto delle persone meravigliose come te ^_^
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  13. Ciao! Ho appena scoperto il vostro blog e delle splendide ricette! Ci siamo unite ai vostri lettori fissi, se vi va di passare da noi siamo qui:
    www.sevacolazione.blogspot.it
    Torno in lettura!
    V

    RispondiElimina
  14. Sono ancora nel limbo dei soufflé e non so decidermi ma concordo con voi che l'MTC ti spinge verso traguardi che altrimenti non ci saremmo posti e per questo partecipo sempre con piacere. La sfida è prima di tutto con se stessi e vincerla è sempre una gran soddisfazione.
    La ricetta che avete proposto è molto ben studiata e articolata, complimenti e complimenti per le foto a tempo di record... sempre più in alto!!!!
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina, come ho detto, l'ispirazione viene all'infinito...l'importante è tuffarsi ;-)
      Grazie mille per tutti i tuoi complimti ^_^
      Anna Luisa

      Elimina
  15. Il nome è già tutto un programma. Realizzazione magistrale, abbinamenti fantastici e foto stupende, luminose e che profumano attraverso il monitor.
    Che dire, bravissimi, però non vale, con queste meraviglie come si può competere? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monica, i vedono sempre dele eraviglie all'MTchallenge, ma l'importante non è vincere, bensì divertirsi ed imparare cose nuove ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  16. ho digitato assaggidiviaggio e poi ho pensato: no, non apro.. perchè lo avevo intravisto su facebook questo soufflé.. e già lo temevo di un timore reverenziale.
    Ora, io son sempre più in alto mare, voi siete sempre più bravi, come dice Marina qui sopra: sempre più in alto!!!! ed è vero.
    quel profumo di pesce, così delicato e così deciso, quella vellutata di gamberi fatta a modino.. bravi bravi bravi come non mai!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serena, sono strafelice che ti sia piaciuto il nostro soufflè, ma addiritura da avere un timore reverenziale, tu che fai quelle meraviglie...;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  17. Ok, vado un attimo a nascondermi! :)
    No ma dico!! Ma che super soufflé!!
    La salsa di zafferano creata dal fumetto di gamberi e poi l'arancia e i carciofi e......mi autoinvito a cena ok? :)
    Bravissimi!!! :))

    RispondiElimina
  18. NON - CE - LA - POSSO - FARE.... ecco, l'ho detto e ora mi sento meglio!
    che meraviglia che siete ragazzi!
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sandra!
      Dai, sono certa che ce la farai ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  19. Ricetta straordinaria quanto a raffinatezza e creatività.
    Un accostamento di sapori sublime e quella salsa supreme, che mi ha stesa...
    Ma chi vi batte, a voi? Chi????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mapi, soprattutto perché detto da te vale doppio ^_^
      Ba
      Anna Luisa

      Elimina
  20. ragazzi standing ovation per voi! per le foto, per la ricetta, per la scelta degli ingredienti....davvero bravvissimi!
    ciao
    giorgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie 1000 Giorgia, sei gentilissima ^_^
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  21. certo che se da cosa nasce cosa nasce una meraviglia di questo genere! Complimenti a entrambi per l'unione di sapori e soprattutto a Fabio per la rapidità dello scatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! ^_^ La cosa più bella effettivamente è partire da poche idee e vedere come vengono naturamente una dietro l'altra ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  22. Cioè, voi mangiate una salsa ai carciofi e zafferano e poi vi viene in mente cotanto soufflé? Cioè, mi dite dove le comprate le idee, così magari mi rifornisco anche io?
    E comunque anche con molti più minuti, sia per la realizzazione che per le foto, la classe è classe e non è culo!
    CLAP CLAP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania, è stato veramente un caso fortuito, poi, com ho detto, le idee sono venute una dietro l'altra ed ecco il notro soufflè ;-)
      Grazie 1000, sei sempre un tesoro ^_^
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  23. Non riesco proprio a immaginarmi il sapore del carciofo e dello zafferano insieme, però mi incuriosisce, anche l'abbinamento coi gamberi. Interessante l'arancia, io la odio nei dolci e anche da sola, ma solo sui gamberi deve essere particolare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per noi è stata na scperta l'abinamento zafferano-carciofi, ma ti assicuro che è un abinamento vincente, così come l'arancia con i gamberi :-P
      Sono felice di averti incuriosita tanto ^_^
      Bac
      Anna Luisa

      Elimina
  24. Beh, una ricetta da gourmet!!! Complimenti per la classe e l'eleganza di questo piatto...semplicemente meraviglioso!!!!
    Colgo l'occasione per invitarti a partecipare al mio nuovo contest: Ricette Regionali. Se ti va di partecipare con qualche ricetta della tradizione mi farebbe molto piacere! Questo è il link:
    http://kucinadikiara.blogspot.it/2014/03/il-mio-nuovo-contest-ricette-regionali.html
    Un bacione e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara, mi hai fatto arrossire @_@
      Ho letto del tuo contest ed ho già inserito il banner sul contest roll...inizio a pensare alla ricetta con cui partecipare ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  25. Questa edizione mi vede in impasse, e credo che mi ridurrò all'ultimo minuto. Non ho idee e sono preoccupata, non tanto della realizzazione del soufflé (su quello sono totalmente incosciente), ma sull'individuare l'armonia tra le due parti. Quella che ho trovato in questa ricetta, così bilanciata e delicata da lasciarmi a bocca aperta. Veramente è sempre un'emozione leggervi. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty, da butati che è morbido...:-D
      Sono certa che all'improvviso ti verrà l'idea vincente ;-)
      Nel frattempo grazie per tutti i complimenti, ma soprattutto per la tua amicizia :-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  26. Condivido assolutmante tutto quello che avete detto sull'MTC, soprattutto la considerazione sul fatto che aiuta a crescere, io ho imparato tantissimo e non solo a cucinare :)
    Per quanto riguarda la ricetta faccio quasi fatica a commentare per quanto è perfetta. Una cosa che poi mi colpisce sempre delle vostre ricette, ed è una cosa molto particolare che credo di non riscontrare in nessun altro partecipante, è che la foto del piatto riesce a darmi la stessa sensazione della ricetta. A prescindere dal fatto che le foto sono sempre bellissime, non è un giudizio sulla bravura (indubbia :)) del fotografo, ma sulla evidente sintonia tra fotografia e piatto, guardo la foto e mi dà una certa emozione, leggo la ricetta e la ritrovo, praticamente uguale.
    Bravissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mari, ti ringrazio ancora per la ricetta del mese scorso che ormai entrerà a fare parte di quelle ricette a cui ricorro per fare un figurone ;-)
      Ti devo ringraziare anche perché, come tu mi confermerai, una delle più belle soddisfazioni che dà il blog è che dall'altra parte del monitor si avverta la passione che prviamo per la cucina.
      La sintonia tra fotografo e piatto ti assicuro che va oltre la foto ed arriva al suo apice quando il fotografo si trova seduto a tavola davanti al piatto :-D
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  27. La parte che mi piace sempre di più leggere nei vostri post è come nasce l'idea della ricetta. E' davvero bellissimo stare da questa parte e cogliere ciò che ha reso il piatto così perfetto. Un gioco di sapori studiato, equilibrato ed eccezionale! Davvero questo lo rifaccio quanto prima!
    complimenti! un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, racconto sempre come è nata l'idea perché quando viene annunciata la ricetta del se ell'MTchallenge, quasi non pensiamo ad altro ed è troppo bello come le idee vengono una dietro l'altra;-)
      Sono felice che ti piaccia il racconto e soprattutto il soufflé ;-)
      BaciAnna Luisa

      Elimina
  28. che meraviglia! adoro i carciofi e i gamberi all'arancia poi mi sa che danno un tocco delicato e raffianto a tutto l'insieme! Complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Antonella! ^_^
      Diciamo che carciofi, gamberi ed arancia fanno un trio irresistibile ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  29. Arrivo in ritardissimo a godermi questo soufflè, foto e intaglio del carciofo inclusi.
    Che dirvi se non che sono perfettamente d'accordo con voi?
    Rinuncio a tanti altri contest, ma all'MTC mai, sarà perchè la sfida è con noi stessi, sarà perchè si impara, sarà perchè si trovano variazioni sul tema che rasentano l'incredibilmente buono, ma...toglietemi tutto , ma non il mio MTC mensile.
    Questa , ma oramai sono un disco incagliato, dovrò provarla, per forza, anche perchè oramai il soufflè non ha più segreti per noi!!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loredana, grazie, se sempre gentilissima <3
      L'MTC è una sfida ed al tempo stesso una scuola di cucina...non possiamo pi vivere senza ;-)
      Baci
      Anna Luisa

      Elimina
  30. Mi piace moltissimo questa ricetta, ragazzi, sempre bravissimi.

    RispondiElimina